La mia unita’ didattica



Scaricare 136.53 Kb.
Pagina1/10
09.04.2019
Dimensione del file136.53 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10

LA MIA UNITA’ DIDATTICA
La mia unità didattica è dedicata agli studenti della classe quinta, perché l’obiettivo generale che ho scelto è adatto ai bambini di 9/10 anni. Innanzitutto, ho deciso di creare un’unità didattica basata un esperimenti che fanno riferimento a lezioni teoriche, ipoteticamente, tenute il semestre precedente. La prima scelta che ho fatto è stata l’area disciplinare (scienze), perché amo fare esperimenti e vedere i bambini che riescono veramente a comprendere il concetto teorico molto più facilmente.

Gli obiettivi che ho scelto sono assolutamente osservabili in quanto, mentre si svolgono gli esperimenti l’insegnante pone delle domande riguardanti le lezioni teoriche tenute il semestre precedente, garantendo così un diverso tipo di apprendimento. Inoltre, i contenuti selezionati sono coerenti con gli obiettivi, sono interessanti e adatti all’età degli alunni. I materiali didattici sono sufficienti per lo svolgimento delle attività e coerenti con gli obiettivi, come gli spazi. I tempi previsti sono adeguati perché sono esperimenti semplici e non hanno bisogno di tanto tempo.

Per quanto riguarda la metodologia, è coerente con gli obiettivi proposti e le fasi dell’attività didattica sono adeguate per conseguire gli obiettivi proposti.

Grazie alla valutazione formativa finale si possono identificare le difficoltà degli alunni e ipotizzare delle modifiche a quanto programmato e, per quanto riguarda la valutazione sommativa, essa considera la rilevazione degli apprendimenti relativi a tutti gli obiettivi

Specifici.

Non sono previste attività di consolidamento per gli alunni che hanno già raggiunto gli obiettivi, in quanto, quest’unità didattica, è già una fase di consolidamento.

Nella documentazione sono esplicitate le modalità di documentazione, ossia, fotografie di ogni passaggio di ciascun esperimento, da inserire in un cartellone creato dagli alunni.

Non è inserita una possibile programmazione con obiettivi minimi per bambini con ritardo mentale lieve perché gli esperimenti svolti sono molto semplici e, anzi, possono essere uno stimolo in più, un modo per facilitare gli apprendimenti teorici.





Riflessione guidata
Valutazione diagnostica
Mezzi e strumenti
Fasi dell’unita’ didattica
Valutazione formativa


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale