La musica, lo spazio



Scaricare 33.61 Kb.
26.03.2019
Dimensione del file33.61 Kb.


SEZIONI COINVOLTE: ALUNNI DELLE SEZIONI INFANZIA DEL PLESSO COLLODI CHE ADERIRANNO.

PROGETTO X□CURRICOLARE □EXTRACURRICOLARE □ IN RETE □ LABORATORIO

X□SCUOLA DELL’INFANZIA □SCUOLA PRIMARIA □SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

X□ CON TUTOR ESTERNO □SENZA TUTOR ESTERNO



LA MUSICA, LO SPAZIO

________________________________________________________________________
attivitaprogetti.jpg
Anno Scolastico 2018/2019

I.C. 53 Gigante-Neghelli Napoli




BREVE DESCRIZIONE

IL PROGETTO, RIVOLTO AI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA, AFFRONTA IL TEMA DELLA SPAZIALITA’ ATTRAVERSO UN PERCORSO-ITINERARIO MUSICA/MOVIMENTO.


RESPONSABILE/I – REFERENTE/I

DOCENTI DELLE SEZIONI PARTECIPANTI

ESPERTO ESTERNO: FRANCESCO RUOPPOLO

REFERENTE: RAFFAELLA DESTINO


DATA D’ INIZIO E CONCLUSIONE ATTIVITA’

NOVEMBRE 2018/GIUGNO 2019

COMPETENZE DA PROMUOVERE

  • SVILUPPO DEL BINOMIO MUSICA/MOVIMENTO;

  • APPROCCIO GLOBALE DEL BAMBINO RICONOSCIUTO NELLA SUA UNITA’ DI CORPO – MENTE – EMOZIONI;

  • SVILUPPO DI UN RAPPORTO CONSAPEVOLE E SERENO CON LA MUSICA;

  • ACCETTAZIONE DEL PROPRIO CORPO E DELLA PROPRIA FISICITA’ ANCHE ATTRAVERSO L’USO PERCUSSIVO DEL CORPO ATTRAVERSO IL PIACERE DI MUOVERSI CON E ALL’INTERNO DEL GRUPPO;

  • SVILUPPO DELLA COMUNICAZIONE E DELL’ESPRESSIONE NON VERBALE.




ATTIVITA’ PREVISTE

  • REALIZZAZIONE DI PERCORSI IN CUI MUSICA E MOVIMENTO RISULTANO IN UNIONE SIMBIOTICA ED IMPRESCINDIBILE.

  • GIOCHI SONORO – MUSICALI;

  • GIOCHI VOCALI ED ONOMATOPEE;

  • GIOCHI CON GLI STRUMENTI;

  • LAVORI DI GRUPPO;

  • QUESTIONARIO FINALE PER I GENITORI.




CARATTERISTICHE INNOVATIVE DEL PROGETTO

METODOLOGIE:

  • DIDATTICA LABORATORIALE

  • ROLEPLAY

  • COOPERATIVE LEARNING

  • METODI DIDATTICO – MUSICALI ISPIRATI AL PENSIERO DI:

  1. EMILE JAQUES-DALCROZE: SECONDO IL QUALE L’AZIONE EDUCATIVA E’ UN ATTO GLOBALE CHE IMPEGNA LA PERSONA IN TUTTE LE SUE FACOLTA’ FISICHE, MENTALI, AFFETTIVE ED EMOTIVE IN CUI I DIVERSI PIANI DELL’ESPERIENZA INTERAGISCONO E SI POTENZIANO RECIPROCAMENTE.

IN TALE OTTICA LA MUSICA SI PONE COME OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO E MEZZO EDUCATIVO DI COMPRENSIONE DELLA REALTA’ E L’ESPERIENZA MOTORIA SI PROPONE COME UN RINFORZO DI TALE APPRENDIMENTO: I SUONI SI ESPANDONO NEL TEMPO E SI SUSSEGUONO ATTRAVERSO L’ORDINE DEL MOVIMENTO, ORGANIZZANDOSI SECONDO PRECISE COORDINATE SPAZIALI.

LA MELODIA SEGUE UN “PERCORSO” PROPRIO MANTENENDO LA PROPRIA “DIREZIONE” VERSO LA META FINALE CHE E’ LA SUA CONCLUSIONE.



  1. CARL ORFF: FAUTORE DI UNA TECNICA CHE CONSENTE AL BAMBINO UN APPROCCIO IMMEDIATO ALL’ESPERIENZA MUSICALE DIRETTA SENZA PREVENTIVE ED ASTRATTE IMPOSIZIONI DI CARATTERE TEORICO O TECNICO. IL PROPRIO CORPO DIVIENE LO STRUMENTO PRINCIPE DELL’ESPERIENZA MUSICALE, GENESI DELLA MUSICA PRIMITIVA NONCHE’ PRINCIPIO DEL RITMO INTERIORE, VISSUTO DALLA SEMPLICE MARCIA ALLE FORME DI BODY PERCUSSION E DANZE STRUTTURATE ATTRAVERSO L’UTILIZZO DELLA VOCE, DEL CORPO ED ALTRI MATERIALI ADATTI ALLA PRODUZIONE SONORA (BARATTOLI, SEDIE, LEGNETTI).

  2. EDWIN GORDON: IL PRESUPPOSTO FONDAMENTALE DELLA SUA MUSIC LEARNING THEORY E’ L’APPRENDIMENTO DELLA MUSICA SECONDO PROCESSI ANALOGHIA QUELLI CON CUI SI APPRENDE IL LINGUAGGIO, QUINDI INNANZITUTTO ATTRAVERSO L’ASCOLTO, RISPETTANDO L’ATTITUDINE MUSICALE DEL BAMBINO SECONDO LE SUE POTENZIALITA’. MODALITA’ E TEMPI DI APPRENDIMENTO. LA PRESENZA ATTIVA DELL’INSEGNANTE E’ IMPRESCINDIBILE AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE DEI BAMBINI CHE SARANNO ACCOMPAGNATI NEL CANTO, NEL BALLO NEL SUONO E NEL GIOCO CHE NE SCATURISCE.

L’APPRENDIMENTO MUSICALE PARTE DALLE PRATICHE VISSUTE (CANTI TONALI E RITMICI, RAPPORTO TRA MUSICA E MOVIMENTO, GIOCO COME MEZZZO DI COMUNICAZIONE) ED ATTRAVERSO UN PROCESSO CONOSCITIVO PORTA DALL’ESPERIENZA ALLA TEORIA.

RISORSE PREVISTE

(finanziarie, umane, altre)



QUOTA PARTECIPATIVA DI € 50,00 PAGABILI IN DUE VOLTE LA PRIMA PARTE A DICEMBRE LA SECONDA A MAGGIO CHE INCLUDE 25 INCONTRI E LA MANIFESTAZIONE FINALE.

TUTOR ESTERNO /DOCENTE DI SEZIONE



25 INCONTRI IN ORARIO CURRICOLARE DELLA DURATA DI CIRCA 45 MINUTI CIASCUNO DA NOVEMBRE 2018 A GIUGNO 2019.

Napoli, 6 / 11 /2018 FIRMA DOCENTE RAFFAELLA DESTINO
elenco: public -> files
files -> Istituto superiore statale "pitagora" di pozzuoli programma di italiano
files -> Appunti Informatica 3 2014/15. docx
files -> Programmazione didattica di informatica generale
files -> Istituto statale di istruzione superiore pitagora programma di lingua e cultura latina anno scolastico 2014/2015 Classe: iia liceo Scientifico, nuovo ordinamento Liceo Scientifico-Classico-Scienze Umane. Prof ssa: Annamaria Maisto
files -> Grammatica
files -> Istituto superiore statale "pitagora" di pozzuoli programma di italiano
files -> Istituto superiore statale “ pitagora” via tiberio,1 80078 pozzuoli (napoli) programma di lingua e letteratura italiana
files -> Anno di formazione e prova per docenti neoassunti e docenti con passaggio di ruolo
files -> Sull'argilla nasce la scrittura


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale