La promozione della salute mentale nelle scuole “Il futuro si costruisce giorno per giorno”



Scaricare 230.5 Kb.
05.12.2017
Dimensione del file230.5 Kb.


LA PROMOZIONE della SALUTE MENTALE nelle SCUOLE

  • “Il futuro si costruisce giorno per giorno” (Dean Acheson)


  • Noi della classe 2PB abbiamo partecipato a una serie di incontri gestiti da due psicologhe che collaborano con l’ ASL di Piacenza, le quali ci hanno per una serie di dieci incontri somministrato un manuale di mutuoautoaiuto per la promozione della SALUTE MENTALE, del BENESSERE PSICOLOGICOe dell’INTELLIGENZA EMOTIVA negli ADOLESCENTI, ideato dall’Istituto Superiore di Sanità nel 2007 con il Centro per il Controllo del Ministero della Salute.

  • Esso è caratterizzato proprio dall’attribuzione di una grande importanza alla capacità di definizione degli obiettivi personali, al metodi strutturato di soluzione dei problemi e alle abilità di comunicazione attraverso esercizi che ci preparano a risolvere i problemi, fornendoci abilità sociali e di migliore gestione dello stress.

  • Il manuale è rivolto a tutti gli studenti, non solo a quelli che soffrono di un disturbo mentale o sono a rischio di soffrirne e riguarda la prima parte dei tre livelli in cui si svolge la promozione della salute mentale, cioè:



Le abilità che grazie a questo percorso di salute mentale abbiamo sviluppato, ci possono aiutare a diventare più sicuri di noi stessi, a essere più costruttivi ed efficienti nell’affrontare i nostri problemi, a collaborare con gli altri e al tempo stesso a difenderci meglio da prepotenze e ingiustizie. Abbiamo pertanto acquisito una INTELLIGENZA EMOTIVA

  • Il concetto di intelligenza emotiva secondo Goleman (1996), Seligman (1996)e Wiseman (2003) comprende le seguenti capacità:

  • -         Individuare i propri obiettivi ed essere efficaci nel raggiungerli

  • -         Riconoscere le nostre emozioni ed essere capaci di parlarne

  • -         Riconoscere le emozioni degli altri

  • -         Rendersi conto del legame tra emozioni e pensieri, tra quello che ci diciamo e le emozioni che proviamo

  • -         Imparare a cercare, a conquistare e a mantenere amicizie significative

  • -         Imparare ad evitare conflitti inutili, o comunque non voluti, con gli altri

  • -         Imparare a cercare, a conquistare e a mantenere un partner con i nostri interessi, orientamenti e valori.

  • -         Promuovere la cooperazione e ridurre la competitività

  • -         Attribuire a se stessi più che agli altri o alla fortuna la responsabilità dei propri successi e dei propri fallimenti, ma in modo specifico e limitato nel tempo (ad esempio “Non sono riuscito in quella interrogazione a prendere un bel voto perchè non mi sono preparato abbastanza” e non “Sono un incapace che non riuscirà mai a prendere un bel voto in nessuna materia”)

  • -         Praticare l’OTTIMISMO che , secondo Wiseman, insieme alla capacità di stabilire buoni rapporti con le persone, al non arrendersi di fronte alle difficoltà, alla curiosità per il nuovo, alla fine porta anche ad incontrare la fortuna.



NON VALUTIAMO MAI NOI STESSI, LA NOSTRA PERSONA, ma solo i nostri COMPORTAMENTI e le nostre ABILITA’ Ricordiamoci che siamo persone e che possiamo comportarci più o meno bene o male, fare le cose più o meno bene o male, ma mai persone incapaci o fallite e neppure degli esseri straordinari e degni di sconfinata ammirazione, dei miti

  •  Poniamoci come obiettivo di fare una delle nostre ATTIVITA’ PIACEVOLI per almeno un’ora ogni giorno.

  • Diamo la priorità a quelle che ci fanno stare con gli altri e ci aiutano a migliorare il nostro futuro.



Queste sono le REGOLE DELL’ASCOLTO ATTIVO 1. Guardiamo la persona negli occhi. 2. Mostriamoci interessati, facciamole capire che siamo attenti, ad esempio facendo cenni con il capo o con espressioni sonore come ehm, eh già, ecc. 3. Cerchiamo di ridurre al minimo le fonti di distrazione (ad esempio spegniamo la TV o spostiamoci in un posto più tranquillo). 4. Facciamo domande di chiarimento, quando non siamo sicuri di aver capito. 5. Data la tendenza di molte persone, particolarmente in Italia, a parlare in modo troppo astratto e per giudizi sommari, espressioni molto utili sono: “Mi puoi fare un esempio?” oppure “Che cosa è successo esattamente?” 6. Verifichiamo se abbiamo capito bene ciò che è stato detto riassumendo i punti più importante e chiedendo conferma di avere capito bene. Sarebbe bene anche fare cenno ai sentimenti che abbiamo riconosciuto nell’altra persona. Ad esempio: “Mi sembra che tu voglia che io ….. Ho capito bene?” oppure: “Sei veramente delusa per come Stefania si è comportata, non è vero?”; “Mi sembra che ti devi essere sentito molto arrabbiato quando … Ho ragione o mi sbaglio?”.



Ed infine….. “….divieni ciò che vuoi diventare utilizzando al massimo le tue capacità”



elenco: download
download -> “L’arte degna di questo nome non rende il visibile : ma dissuggella gli occhi sull’invisibile” P
download -> Lineamenti di Storia della Scultura del Novecento 20 Astrattismo. Pevsner, Naum Gabo, Tatlin, Rodcenko, Vantongerloo, e altri comprimari. Wassily Kandinsky Primo acquerello astratto, 1910, Coll. Priv
download -> Ci hai fatti per Te e inquieto è IL nostro cuore finché non riposa in te
download -> Concesio, venerdì 24 settembre 2010 – XI colloquio internazionale di Studio dell’Istituto Paolo VI saluto del Vescovo mons. Luciano Monari
download -> La Preistoria La nostra Terra si è formata 5 miliardi di anni fa. Pian piano sulla Terra sono nate le prime forme di vita: all’inizio si trattava solo di organismi monocellulari
download -> Excursus sulla sociologia dei sensi
download -> Sören kierkegaard
download -> Dei bambini (0-6 anni) Pastorale battesimale. Schede operative a cura degli Uffici Pastorali Brescia 2014 Introduzione
download -> La gerusalemme liberata


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale