La società nella quale viviamo è investita da rapidi e profondi cambiamenti determinati dalla mondializzazione dell’economia e da una sempre più rapida evoluzione della tecnologia e dell’informatizzazione



Scaricare 1.35 Mb.
Pagina18/21
14.11.2018
Dimensione del file1.35 Mb.
1   ...   13   14   15   16   17   18   19   20   21

CONCLUSIONI

La ricerca svolta e, in particolare, la sperimentazione condotta all’interno di questo lavoro, vogliono offrire un contributo agli insegnanti della scuola dell’infanzia, che si trovano ad operare in classi multiculturali e devono affrontare sia la questione dell’inserimento di bambini stranieri sia progettare un corretto modo di far loro acquisire l’italiano come L2.

Lo studio condotto ha dimostrato l’importanza della interdisciplinarietà, offerta dalla possibilità di insegnare l’italiano come L2 con aiuto di tecniche psicomotorie. Il bagaglio di conoscenze che deve oggi avere l’insegnante è più articolato; non solo sono necessarie le dovute competenze in ambito pedagogico-didattico, ma anche nozioni di Neurolinguistica, Linguistica, Psicolinguistica, Glottodidattica e Psicomotricità, che si potranno mettere in atto per facilitare l’acquisizione dell’italiano L2 da parte di bambini della fascia d’età compresa tra i 3 e i 5 anni, in fase di bilinguismo precoce-consecutivo.

Partendo da presupposti teorici e metodologici propri delle Scienze dell’Educazione si è voluto sperimentare un percorso pedagogico-didattico che ponesse l’attenzione sull’inserimento linguistico del bambino straniero, ma anche sul dialogo interculturale tra insegnante, bambini alloglotti e bambini italofoni, volto alla costruzione di identità dialogiche.

Oggi, nella scuola dell’infanzia, in virtù della tenera età dei bambini e nell’ambito di una didattica mirata a fare acquisire elementi esperenziali piuttosto che a insegnare contenuti fortemente strutturati (che sono ritenuti prematuri per questo ordine di scuola), si presta scarsa attenzione alle metodologie usate per la didattica dell’italiano come seconda lingua, visto che questa è, per i bambini alloglotti, la prima lingua, e si tende ad utilizzare per tutti le stesse metodologie messe in campo per l’italiano L1. I bambini stranieri, anche se nati in Italia, vivono comunque una condizione di biculturalismo e bilinguismo; a casa parlano spesso la lingua madre e a scuola l’italiano con conseguente confusione linguistica e mutismo come feedback comunicativo. Si è soliti etichettare questi bambini come condizionati da ritardo linguistico, ma non è così: si tratta di bambini normodotati che hanno necessità di essere incoraggiati e sostenuti attraverso percorsi didattici commisurati alle loro strategie di acquisizione mentale. Per tali bambini pare opportuno ricorrere a strategie che partano, innanzitutto, dal corpo, per giungere successivamente alla parola.

La ricerca condotta ha messo in luce il come si possa far apprendere la lingua in maniera implicita attraverso la motricità corporea. La classe dove si è svolta la sperimentazione ha dimostrato che è possibile costruire percorsi educativi e didattici mirati all’acquisizione della L2 mediante l’uso strategico dell’espressività corporea. Nella scuola “I.C. Amari-Roncalli”, sede della sperimentazione, attraverso l’uso delle favole ‘Pesce Giramondo’ e ‘Pesce Giramondo è diventato uomo’, che sono state utilizzate come sfondo integratore, si è sfruttata la ricchezza lessicale del testo e, a partire dai verbi che indicano azioni motorie e dalle parole relative alle parti del corpo umano, si sono sollecitate la neurosensorialità uditiva, l’articolazione della lingua, la prensione manuale e la coordinazione oculo-manuale, che sono le funzioni base per l’acquisizione della lingua in fase di produzione orale e scritta. Attraverso l’attività motoria si è sollecitato lo schema corporeo globale allo scopo di migliorare l’autostima e l’autoefficacia. Queste pratiche hanno consentito di consolidare il proprio ancoraggio identitario, assecondando lo sviluppo bio-psico-sociale del bambino visto nella sua interezza.

Questo percorso sperimentale, inteso come metodologia alternativa per acquisire la lingua italiana L2, è stato descritto e valutato con approccio qualitativo a partire dall’osservazione di quegli impercettibili cambiamenti registrati nel tempo di maturazione legato all’età dei bambini.

Sulla base di quanto fatto sarà possibile, in futuro, mettere a punto dei protocolli dettagliati, delle strategie didattiche e delle linee operative educative che rendano sempre più sistematica la pratica acquisizionale dell’italiano L2 in contesti multiculturali, utilizzando il contributo offerto dalle tecniche psicomotorie. Per raggiungere questo ulteriore traguardo si renderà necessaria la sensibilizzazione e informazione degli insegnanti e degli educatori per i quali sarà opportuno prevedere percorsi formativi specifici che declinino insieme la Pedagogia linguistica, la Glottodidattica e la Psicomotricità.



Bibliografia

Abdelilah-Bauer, B., Il bambino bilingue, Raffaello, Milano, 2008.

Agazzi, R., Guida per l’educatrice dell’infanzia, La Scuola, Brescia, 1985.

Alfonzetti, G., Il discorso bilingue: italiano e dialetto a Catania, FrancoAngeli, Milano, 1992.

Ambrosini, C., De Panfilis, C., Wille, A.M. (a cura di), La psicomotricità. Corporeità e azione nella costruzione dell’identità, Xenia, Milano, 1999.

Ambrosini, C., Breve storia della psicomotricità, in La psicomotricità, a cura di Ambrosini, De Panfilis, Wille, pp. 23-38.

Ambrosini, C., Lo sviluppo psicomotorio del bambino, in La psicomotricità, a cura di Ambrosini, De Panfilis, Wille, pp. 7-21.

Amitrano Savarese, A., Multiculturalità a Palermo, un’integrazione impossibile? In Cultura, culture, dinamiche sociali, educazione interculturale, Atti del Convegno, Palermo, 6-8 maggio 1993, pp. 137-146.

Anello, F., Didattica e promozione dell’espressione orale. Quando i bambini prendono la parola, Palumbo, Palermo, 2001.

Aucouturier, B., Il metodo Aucouturier. Fantasmi d’azione e pratica psicomotoria, FrancoAngeli, Milano, 2005.

Austin, J. L., Come fare cose con le parole, Marietti, Genova, 2000.

Ausubel, D. P., Educazione e processi cognitivi. Guida psicologica per gli insegnanti, FrancoAngeli, Milano, 1978.

Baker, C., Foundations of Bilingual Education and Bilingualism, Multilingual Matters Ltd., Clevedon, 2001.

Balboni, P. E., La comunicazione interculturale, Marsilio, Venezia, 2007.

Baldacci, M., Metodologia della ricerca pedagogica, Mondadori, Milano 2001

Baldacci, M., La ricerca-azione come ricerca educativa di base, in Progettare, innovare,

ricercare in campo educativo. Otto esperienze in Emilia Romagna, a cura di Dellucca,

C., Gubellini, M.C., Levratti,M., Editore Editcomp, Bologna, 2003, pp. 1-8.



Baron-Cohen, S., Mindblindness: An Essay on Autism and Teory of Mind, MIT Press, Cambridge (Mass.), 1995; tr. it. L’autismo e la lettura della mente, Astrolabio, Roma, 1997.

Bates, E. et al., Individual Differences and their Implications for Theories of Language Development, in Handbook of Child Language, a cura di Fletcher, P., Macwhinney, B., Blackwell, Oxford, 1995, pp. 96-151.

Benvenuto, G., Lo Priore, L., La lingua straniera nella scuola materna ed elementare (programmazione di un curricolo di lingua straniera), Anicia, Roma, 2000.

Bertolini, P., L’esistere pedagogico, La Nuova Italia, Firenze, 1988.

Berruto, G., Corso elementare di linguistica generale, UTET, Torino, 1997.

Bhatia, T. K., Ritchie, W. C., The Handbook of Bilingualism, Blackwell, Oxford, 2004.

Bianchi, C., Corasanti, P. G., Panzarasa, N., L’inglese nella scuola primaria, Carocci, Roma, 2004.

Bijeljac, R., Acquisition de la phonologie et bilinguisme précoce, in L’acquisition du language en émergence, de la naissance à trois ans, a cura di Kail, M., Fayol, M., Editore PUF, Paris, 2000, pp. 161-192.

Bloomfield, L., Language, Holt, New York, 1933; tr. it. Il linguaggio, Il Saggiatore, Milano, 1974.

Bonetta, G., La scuola dell’infanzia, in La scuola italiana dall’Unità ai nostri giorni, a cura di Cives, G., La Nuova Italia, Firenze, 1994, pp. 1-53.

Borella, E., Lanzani, C., Mantovani, C., Novara, B., Sgaramella, M.A., Tagliabue., M., Insieme alla scuola materna, FrancoAngeli, Milano, 1996.

Bottero, E., Sapere del corpo e prospettive didattiche, in Voci del corpo. Prospettive pedagogiche e didattiche, a cura di Balduzzi, L., Nuova Italia Scientifica, Roma, 2002, pp. 17-49.

Boudon, R., Metodologia della ricerca sociologica, Il Mulino, Bologna, 1996.

Brandi, L., Bigagli, A., Neuroni specchio, linguaggio e autismo, in “Quaderni del Dipartimento di linguistica, Università di Firenze” 14 (2004), pp. 153-162.

Bruner, E.M., Introduction: Experience and its expressions, in The Anthropology of Experience, a cura di Turner, V.W., Bruner, E.M., University of Illinois Press, Urbana e Chicago, 1986, pp. 3-30.

Bruner, J. S., Dopo Dewey, il processo di apprendimento nelle due culture, Armando, Roma, 1970.

Bruner, J. S., From Communication to Language. A psychological Perspective, in “Cognition” 3 (1975), pp. 255-287; tr. it. Dalla comunicazione al linguaggio: una prospettiva psicologica, in Sviluppo del linguaggio e interazione sociale, a cura di Camaioni, L. , Il Mulino, Bologna, 1978, pp. 75-112.

Bucchioni, M. P., Riforma che fare? Giunti, Firenze, 2004.

Calidoni, P., Cunti, A., De Anna, L., De Mennato, P., Gamelli, I., Tarozzi, M., Gamelli, I. (a cura di), Pedagogia ed Educazione motoria, Guerini e Associati, Milano, 2004.

Callari Galli, M., Per un’educazione all’alterità, in L’educazione interculturale, a cura di Poletti, pp. 29-42.

Calonghi, L., Sperimentazione nella scuola, Armando, Roma, 1990.

Camaioni, L. , Il Mulino, Bologna, 1978, pp. 75-112.

Camaioni, L., Psicologia dello sviluppo del linguaggio, Il Mulino, Bologna, 2001.

Cambi, F., Intercultura: Fondamenti pedagogici, Carocci, Roma, 2004.

Capaldo, N., Neri, S., Rondanini,L., Il manuale della scuola elementare, Fabbri, Milano, 1999.

Cardona, M., Il ruolo della memoria nell’apprendimento delle lingua. Una nuova prospettiva glottodidattica, UTET, Torino, 2001.

Carli, L., Quadrio, A. (a cura di), Clinica della psicomotricità, Feltrinelli, Milano, 1981.

Cartacci, F., Bambini che chiedono aiuto. L’ascolto e la cura nella terapia dell’esperienza, UNICOPLI, Milano, 2002.

Cesari, V., La dimensione interculturale nell’educazione: riflessioni e riferimenti per l’azione pedagogica, in L’educazione interculturale, a cura di Poletti, F., La Nuova Italia, Scandicci (Firenze), 1994, pp. 87-112.

Chic, J. P., Jacquet, M., Meriaux, N., Verneyre, M., Pratique Pédagogique de la Gestion Mentale, Retz, Parigi, 1991; tr. it. La pratica pedagogica della Gestione Mentale, a cura di Franchini, C., Edizioni Del Cerro, Tirrenia, 1996.

Chini, M., Genere grammaticale e acquisizione. Aspetti della morfologia nominale in italiano L2, FrancoAngeli, Milano, 2000.

Chini, M., Plurilinguismo e immigrazione in Italia. Un’indagine sociolinguistica a Pavia e Torino, a cura di M. Chini, FrancoAngeli, Milano, 2004.

Chomsky, N., The Minimalist Programm, MIT Press, Cambridge (Mass), 1995.

Ciseri, Montemagno, C., Dai linguaggi alla lingua, La Nuova Italia, Scandicci (Firenze) 1990.

Cives, G., La scuola elementare e popolare, in La scuola italiana dall’Unità ai nostri giorni, a cura di Cives, G., La Nuova Italia, Firenze, 1994, pp. 76- 82.

Coggi, C., Calonghi, L., Ricerca e Scuola, Lisciani e Giunti, Teramo, 1990.

Collois, R., Les jeux et les hommes, Gallimard, Paris, 1957; tr. it. I giochi e gli uomini, Bompiani, Milano, 1981.

Corallo, G., La ricerca in campo educativo, Adriatica, Bari, 1988.

Coste, J. C., Les 50 mots-clés de la psychomotricité, Private Editeur, Toulouse; tr. it. Psicomotricità le 50 parole-chiave, a cura di Adler, L., La Scuola, Brescia, 1978.

Cummins, J., Linguistic Interdependence and the Educational Development of Bilingual Children, in “Review of Educational Research” 49, 2 (1979), pp. 136-151.

Dallari, M., Lo specchio e l’altro, La Nuova Italia, Firenze, 1990.

Dallari, M., I saperi e l’identità. Costruzione delle conoscenze e conoscenza di sé, Guerini e Associati, Milano, 2000.

Dallari, M., Il corpo insegnante, in Voci del corpo. Prospettive pedagogiche e didattiche, a cura di Balduzzi, L., La Nuova Italia Scientifica, Roma, 2002, pp. 97-98.

De Ajuriaguerra, J., Manuel de psichiatrie de l’enfant, Masson, Paris, 1974; tr. it. Manuale di Psichiatria del bambino, a cura di Gentili, P., Marciani, A., revisione dell’ed. italiana a cura di Gaddini De Benedetti, R., Masson Italia, Milano, 1984.

De Bartolomeis, F., La pratica del lavoro di gruppo, Loescher, Torino, 1981.

Decollanz, G., La nuova scuola dell’infanzia. Il profilo organizzativo e didattico, in La nuova scuola del bambino, a cura di Astorino, B., Decollanz, G., Dell’Aquila, N., Giunti, Teramo, 1992, pp. 168-174.

Della Puppa, F., Luise, M.C. (a cura di), Facile! guida per l’insegnante, Theorema libri, Petrini, Torino, 2001.

De Negri, M, Manuale di neuropsichiatria infantile, Piccin, Padova, 1996

De Mauro, T., Linguistica elementare, Laterza, Roma e Bari, 1998.

De Mauro, T., Minisemantica, Laterza, Roma e Bari, 2001.

De Mennato, P., Le intelligenze del corpo. Una epistemologia costruttiva dell’educazione motoria, in Pedagogia ed Educazione motoria, a cura di Calidoni, Cunti, De Anna, De Mennato, Gamelli, Tarozzi, pp.155-187.

Demetrio, D., Dalla pedagogia alla didattica interculturale: rendere quotidiano il rapporto educativo con le nuove etnie, in I colori dell’infanzia. Bambini stranieri nei servizi educativi, a cura di Favaro, G., Guerini e Associati, Milano, 1990, pp. 97-115.

Demetrio, D., Favaro, G., Bambini stranieri a scuola, La Nuova Italia, Firenze, 1997.

Demetrio, D., Favaro, G., Didattica interculturale. Nuovi sguardi, competenze, percorsi., FrancoAngeli, Milano, 2004.

Dewey, J., Democracy and Education, The Macmillan Company, New York, 1916; tr. it. Democrazia e Educazione, a cura di Agnoletti, E. E., Paduano, P., La Nuova Italia, Firenze, 1970.

D’Ignazi, P., Educazione e comunicazione interculturale, Carocci, Roma, 2005.

Doff, A., Teach English, The British Council, Cambridge, 1998.

Edwards, V. K., Foundation of Bilingualism in The Handbook of Bilingualism, a cura di Bhatia, T. K., Ritchie, W. C., Blackwell, Oxford, 2004, pp. 7-32.



Erikson, E.H., Childhood and Society, 1950; tr. it. Infanzia e società, a cura di Armando, L., Armando, Roma, 1970.

Eynard, R., La lettura nella scuola dell’obbligo, Giunti e Liscani, Teramo,1985.

Fabbro, F., Il cervello bilingue. Neurolinguistica e poliglossia, Roma, Astrolabio, 1996.

Fagiani, B. M., Lineamenti di psicopatologia dell’età evolutiva, Carocci, Roma, 2003.

Fantauzzo, G., Roccella, M., Acquisizione e sviluppo del linguaggio nel bambino bilingue. Aspetti dell’apprendimento in una prospettiva interculturale e plurilingue, Carbone, Palermo, 2008.

Fantauzzo,G., In scena con “Cappuccetto Rosso”! percorsi espressivi nella Scuola dell’Infanzia, in “Bollettino della Fondazione Vito Fazio-Allmayer” 1-2 (Gennaio-Dicembre 2008), pp. 73-84.

Fantauzzo, G., Introduction, in The Integration of Immigrant Children in Nursery School in Cross-Cultural Perspective, in “Acta Medica Mediterranea” 26/1 ( 2010), pp. 51-54.

Favaro, G. (a cura di), I colori dell’infanzia, Guerini e Associati, Milano, 1990.

Favaro, G. (a cura di), Alfabeti interculturali, Guerini e Associati, Milano, 2000.

Favaro, G., Insegnare l’italiano agli alunni stranieri, La Nuova Italia, Milano, 2004.

Favaro, G., Luatti, L., L’intercultura dalla A alla Z, FrancoAngeli, Milano, 2007.

Fergurson, C., “Diglossia”, in “Word”, 15 (1959), pp. 325-340.

Filtzinger,O., Interculturalità come principio educativo per una società multiculturale, in Verso un’educazione interculturale. Temi, problemi, prospettive, a cura di S. S. Macchietti Bulzoni, Roma, 1993, pp. 63-79.

Fornaca, R., La pedagogia e la didattica per la scuola e nella scuola, in La scuola italiana dall’Unità ai nostri giorni, a cura di Cives, pp. 323-357.

Frabboni, F., Pinto Minerva, F., Manuale di pedagogia generale, Laterza, Roma e Bari, 1996.

Frabboni, F., Il Laboratorio, Laterza, Roma, 2004.

Francescato, D., Putton, A., Cudini, S., Star bene insieme a Scuola, La Nuova Italia, Urbino, 1986.

Francescato, G., Il linguaggio infantile. Strutturazione e apprendimento, Einaudi, Torino, 1973.

Francescato, G., Il bilingue isolato, Minerva Italica, Bergamo, 1981.

Friederici, A. D., La mente in ascolto, in “Mente e Cervello, Rivista di psicologia e neuroscienze” 5 (2003), pp. 64-67.

Fonzi, A., Manuale di psicologia dello sviluppo, Giunti, Firenze, 2006.

Francis, N., Maturational Constraints in Language One and Language Two: A Second Look at the Research on Critical Periods, in “Bilingual Research Journal” 23/4 (1999), pp. 140-143.

Galimberti, U., Il corpo, Feltrinelli, Milano, 1983.

Gallese, V., Fadiga, L., Fogassi, L., Rizzolati, G., Action Recognition in the Premotor Cortex, in “Brain” 119 (1996), pp. 593-609.

Gallese, V., La molteplice natura delle relazioni interpersonali: la ricerca di un comune meccanismo neurofisiologico, in “Networks” 1 (2003) [Disponibile all’indirizzo: http://lgxserve.ciseca.uniba.it/lei/ai/networks/: ultimo accesso: 19.12.2010].

Gamelli, I., Pedagogia del corpo, Meltemi, Roma, 2001.

Gamelli, I., Teatri del corpo nell’educazione interculturale, in L’intercultura dalla A alla Z, a cura di Favaro, Luatti, pp. 259-270.

Garnham, A., Psycholinguistics: central topics, Routledge, London, 1989.

Genovese, L., Kanizsa, S., Manuale della gestione della classe, FrancoAngeli, Milano, 1991.

Giambalvo, E., La scuola elementare nell’odierna società complessa, in La scuola elementare tra riforma e nuovi saperi, Atti del Convegno, Palermo, 6-8 maggio 1993, pp. 13-26.

Giambalvo, E., Apertura dei lavori, in Cultura, culture, dinamiche sociali, educazione interculturale, Atti del Convegno, Palermo, 4-5-6 ottobre 1995, pp. 12-13.

Giusti, M., L’educazione interculturale nella scuola di base, La Nuova Italia, Firenze, 1995.

Goodenough, F., Racial Differences in the Intelligence of School Children, in “Journal of experimental Psychology” 9 (1926), pp. 388-397.

Grosjean, F., Le bilinguisme et biculturalisme. Essai de définition, in Bilinguisme et biculturalisme. Théorie et pratique professionelles, Actes du 2ème colloque d’ortophonie/logopédie, Neuchâtel, 17-18 sept. 1992, in “Tranel” 19, Numero speciale (marzo 1993), pp. 13-42.

Grosjean, F., Individual Bilingualism, Oxford University Press, Oxford, 1994.

Grosjean, F., La personalità bilingue, in La personalità bilingue. Caratteristiche psicodinamiche, a cura di Titone, R., Bompiani, Milano, 1996, pp. 53-78.

Grosjean, F., The Bilingual’s Language Modes, in One Mind, Two Languages: Bilingual Language Processing, a cura di Nicol, J., Blackwell, Oxford, 2001, pp. 1-22.

Gotti, M., Insegnare le lingue straniere nella scuola elementare, Zanichelli, Bologna, 1998.

Gulì, V., L’approccio psicomotorio come modalità educativa comune agli insegnamenti nella scuola di base, Edizioni Documenta, Comiso, 2002.

Harmes, J. F.,Blanc, M. A., Bilinguality and Bilingualism, Cambridge University Press, Cambridge, 1989.

Hoffmann, C., Towards a Description of a Trilingual Competence, in “International Journal of Bilinguism” 5/1 (2001), pp. 1-17.

Huizinga, J., Homo ludens, 1946, tr. it., Einaudi, Torino, 1973.

Klein, D., A Positron Emission Tomography Study of Presurgical Language Mapping in a Bilingual Patient with a Left Posterior Temporal Cavernous Angioma, in “Journal of Neurolinguistics” 16 (2003), pp. 417-427.

La Marca, A. (a cura di), Personalizzazione e apprendimento, Armando, Roma, 2005,

Lambert, W. E., The Effects of Bilingualism on the Individual: Cognitive and Sociocultural Consequences, in Bilingualism: Psychological, Social and Educational Implications, a cura di Hornby, P. A., Academic Press, New York, 1977, pp. 15-27.

Lapierre, A., L’educazione psicomotoria nella scuola materna, La Scuola, Brescia, 1978.

Lapierre, A., Aucouturier, B., La simbologia del movimento, Edipsicologiche, Cremona, 1983.

Lapierre, A., Aucouturier, B., Le manque au corp. Les fantasme corporales en éducation et en thérapie, 1980, tr. it. Il corpo e l’inconscio in educazione e terapia, a cura di M. Agnoletto, Armando, Roma, 2001.

Lapierre, A., Dalla Psicomotricità relazionale all’analisi corporea della relazione, Armando, Roma, 2001.

Le Boulch, J., Educare con il movimento, Armando, Roma, 1979.

Le Boulch, J., Sport educativo. Psicocinetica e apprendimento motorio, Armando, Roma, 1991.

Le Boulch, J., L’educazione del corpo nella scuola del domani, Magi, Firenze, 2000.

Lenneberg, E. H., Biological Foundations of Language, Wiley, New York, 1967.

Liberman, A. M., Mattingly, I. G., The Motor Theory of Speech Perception Revised, in “Cognition” 21 (1985), pp. 1-36.

Liberman, A. M., Mattingly, I. G., A Specialization for Speech Perception, in “Science” 243 (1989), pp. 489-494.

Lo Duca, M.G., Lingua italiana ed Educazione linguistica, Carocci, Roma, 2006.

Longo, I., Natural Approach, in C’era una volta il metodo, a cura di Serra Borneto, pp. 253-264.

Macchietti, S.S., Prospettive della pedagogia interculturale, in Cultura, culture, Atti del Convegno, Palermo, 4-5-6 ottobre 1995, pp. 147-179.

MacNamara, J., The Bilingual’s Linguistic Performance. A Psychological Overview, in “Journal of Social Issues” 23 (1967), pp. 58-77.

Manuzzi, P., Pedagogia del gioco e dell’animazione, Guerini e Associati, Milano 2002.

Maragliano, G., Manuale di didattica multimediale, Laterza, Roma e Bari, 1994.

Martinet, A., Elementi di linguistica generale, Laterza, Roma e Bari, 1995.

Marrone, T. G., Commento agli Orientamenti per la Scuola Materna, Esselibri-Simone, Napoli, 1999.

Mastromarco, A., Introduzione, in Imparare l’italiano con il TPR: Total Physical Response, a cura di A. Mastromarco, Giunti, Firenze, 2009, pp. 6-11.

Mazzotta, P., Didattica delle lingue straniere nella scuola di base, Guerini, Milano, 2001.

McLuhan, M., Gli strumenti del comunicare, Il Saggiatore, Milano, 1967.

Miller, P. H., Teorie dello sviluppo psicologico, Il Mulino, Bologna, 1997.

Mioni, A. M., Elementi di fonetica, UniPress, Padova, 2001.

Morini, L., Rossena, R., Giocare con i suoni e con il corpo, La Scuola, Brescia, 2002

Müller, N., Hulk, A. Bilingual first language Acquisition at the Interface between Syntax and Pragmatics, in “Bilingualism: Language and Cognition” 3/ 3 (2000), pp. 227-244.

Nespor, M., Jo Napoli, D., L’animale Parlante, Carocci, Roma, 2007.

Nicolodi, G., Maestra, guardami, CSIFRA, Bologna, 2000.

Nobile, A., Gioco e infanzia, Editrice la Scuola, Brescia, 2004.

Orlando Cian, D., Pedagogia dell’infanzia e scuola materna, La Scuola, Brescia, 1980.

Pallotti,G., Gli aspetti linguistici di socializzazione nell’inserimento dei bambini stranieri nei servizi per l’infanzia, in Incontro di infanzie. I bambini dell’immigrazione nei servizi educativi, a cura di Favaro, G., Genovese, A., CLUEB, Bologna,1996, pp. 201-239.

Pallotti, G., La seconda lingua, Bompiani, Milano, 1998.

Parekh, B., Rethinking Multiculturalism, Palgrave Macmillan, New York, 2006.

Pavan, E., Aspetti interculturali dell’insegnamento/apprendimento dell’italiano LS nelle università straniere, in Il lettore di italiano all’estero, a cura di Pavan, E., Bonacci, Roma 2005, pp. 86-111.

Peal, E., Lambert, W., The Relation of Bilingualism to Intelligence, Psychological Monographs: General and Applied 76/27 (1962), pp. 1-23; rist. in Attitudes and Motivation in Second-Language Learning, a cura di Gardner, R., Lambert, W., Newbury House , Rowley (Mass), 1972.

Pearson, D. et al., Assessing Lexical Development in Bilingual Babies and Toddlers, in “International Journal of Bilingualism” 2/3 (1998), pp. 347-372.

Petracchi, G., La scuola ambiente di apprendimento, La Scuola, Brescia, 1990.

Piaget, J., Inhelder, B., La psychologie de l’enfant, Presses Universitaires de France, Paris, 1966, tr. it. La psicologia del bambino, a cura di Andreis, C., Einaudi, Torino, 1970.

Piaget, J., La nascita dell’intelligenza nel bambino, La Nuova Italia, Firenze, 1968.

Piccin, C., Appunti di psicomotricità, Nuova Libreria, Padova, 1996.

Picq, L., Vayer, P., Educazione psicomotoria e ritardo mentale, Armando, Roma, 1971.

Pinto Minerva, F., Tra identità e alterità. Il “caso” Mediterraneo, in Cultura, culture, Atti del Convegno, Palermo, 4-5-6 ottobre 1995, pp. 84-85.

Poletti, F., L’educazione interculturale: una nuova frontiera per la pedagogia, in L’educazione interculturale, a cura di Poletti, F., La Nuova Italia, Scandicci (Firenze), 1994, pp. 113-150.

Pontesilli, A., Il silent way, in C’era una volta il metodo, a cura di Serra Borneto, pp. 109-114.

Pourtois, J.P., La ricerca-azione in pedagogia, in Manuale critico della sperimentazione e della ricerca educativa, a cura di Becchi, E., Vertecchi, B., FrancoAngeli, Milano, 1984, pp. 130-140.

Prellezo, J. M., Lanfranchi, R., Educazione e Pedagogia nei solchi della storia, vol. 3, S.E.I., Torino, 1995.

Quagliato Berto, G., Proposte di educazione interculturale, in L’educazione interculturale, a cura di Poletti, p. 153-165

Radice, L., Lezioni di didattica e ricordi di esperienza magistrale, Sandron, Firenze, 1946.

Raffigno, R., Occhini, L., Il corpo e l’altro, Guerini e Associati, Milano, 2000.

Ramat, A.G., Ramat, P. (a cura di), Le lingue indoeuropee, Il Mulino, Bologna, 1993.

Riccio, V., Laboratorio delle attività motorie. Consapevolezza corporea, orientamento spazio-temporale e educazione alla salute per la scuola dell’infanzia e primaria, Erickson, Trento, 2009.

Richelle, M., Introduzione allo studio della genesi del linguaggio, Giunti, Firenze,1976.

Roccella, M., Neuropsichiatria Infantile, Piccin, Padova, 2008.

Roccella, M., Principali tappe dello sviluppo psicomotorio, in Roccella M., Neuropsichiatria infantile, Piccin, Padova, 2008, pp. 5-14.

Rogers, C. R., Client-Centered Therapy: Its Current Practice, Implications and Theory Houghton Mifflin, Boston, 1951, tr. it. Terapia centrata sul cliente, La Nuova Italia, Scandicci (Firenze), 1951.

Romano, R. G., Il gioco come tecnica pedagogica e di animazione, Pensa, Lecce, 2000.

Roeper, T., Universal Bilingualism, in “Bilingualism: Language and Cognition” 2/3 (1999), pp. 169-186.

Saville Troike,M., Private Speech: Evidence for Second Language Learning Strategies During the Silent Period, in “Journal of Child Language” 15 (1988), pp. 567-590.

Scurati, C., Zani, G. L, Verso una nuova scuola materna, La Scuola, Brescia, 1991.

Serra Borneto, C. (a cura di), C’era una volta il metodo. Tendenze attuali nella didattica delle lingue straniere, Carocci, Roma, 1998.

Schindler, O., Comunicazione e linguaggio, Fogliazza, Milano, 1992.

Schilder, P., Immagine di sé e schema corporeo, FrancoAngeli, Milano, 1973.

Simone, R., Fondamenti di linguistica, Laterza, Roma e Bari, 1995.

Siri, G., Genesi del sé e psicologia evolutiva, La Scuola, Brescia, 1996.

Spini, S., Ferrarotti, W., Bambino-Scuola Materna-Società, La Scuola, Brescia, 1999.

Steels, L., Mirror Neurons and the Action Theory of Language Origins, in Architecture of the Mind, Architecture of the Brain, 2000 [Disponibile da http://www.csl.sony.fr/downloads/papers/2000/steels-amab2000.pdf; ultimo accesso: 14.09.2008].

Tabors, P., O., One Child Two Languages, 2ª ed. Brookes Publishing, Baltimora, 2008.

Tabossi, P., Il linguaggio, Il Mulino, Bologna, 2002.

Taeschener, T., The Sun is Feminine. A Study on Language Acquisition in Bilingual Children, Springer, Berlin, 1983.

Taeschener,T., L’insegnante magica: la lingua straniera nella scuola dell’infanzia, Borla, Roma, 2002.

Thomas, G.V. , Silk, A.M.J. , Psicologia del disegno infantile, Il Mulino, Bologna, 1998.

Titone, R., Bilinguismo precoce ed educazione bilingue, Armando, Roma, 1972.

Titone, R., Psicolinguistica applicata, Armando, Roma, 1975

Titone, R., La lingua straniera nella scuola elementare. Guida didattica, Armando, Roma, 1990.

Titone, R., La personalità bilingue: caratteristiche psicodinamiche, Bompiani, Milano, 1996.

Tosi, A., Dalla madrelingua all’italiano. Lingue ed educazione linguistica nell’Italia multietnica, La Nuova Italia, Firenze, 1995.

Trisciuzzi, L., L’attività formativa nella scuola dell’infanzia, Giunti e Lisciani, Teramo, 1996.

Trisciuzzi, L., Zappaterra, T., La psicomotricità tra biologia e didattica, ETS, Pisa, 2004.

Valeri, M., Letteratura giovanile ed educazione, La Nuova Italia, Firenze, 1981.

Vayer, P., Educazione psicomotoria nell’età prescolare, Armando, Roma, 1974.

Vedovelli, M., Acquisizione e apprendimento linguistico: dalla L1 alla L2, in Modulo di formazione, a cura di Bertocchi D., Castellani, M. C., MILIA Multimedia, Sagep, Genova, 2000.

Vedovelli, M., Guida all’italiano per stranieri. La prospettiva del ‘Quadro comune europeo per le lingue’, Roma, Carocci, 2002.

Visciola, P., Total Physical Response, in C’era una volta il metodo, a cura di Serra Borneto, pp. 65-69.

Volterra,V., Taeschener, T., The Acquisition and Development of Language by Bilingual Children, in “Journal of Child Language” 5 (1978), pp. 311-326.

Vygotskij, L. S., Myslenie i rec Psichologiceskie issledovanija, Gosudarstvennoe Social’no Economiceskloe Izdatel’stvo. Mosca e Leningrado 1934, nuova tr. it. a cura di L. Mecacci, L., Pensiero e linguaggio. Ricerche psicologiche, Laterza, Roma e Bari, 2003.

Zanniello, G., Condizioni per educare attraverso il gioco, in “Scuola Materna per l’educazione dell’infanzia” 19-20 (2000), pp. 9-11.

Zatorre, R.J., Percentual Asymmetry on the Dichotic Fused Words Test and Cerebral Speech Lateralization Determined by the Carotid Sodium Amytal Test, in “Neuropsychology” 27 (1989), pp. 1207-1219.

Zorrillo Pallavicino,A., Gioco musicale e apprendimento, La Scuola, Brescia, 2000.

Wallon, H., L’evolution psychologique de l’enfant, A. Colin, Paris 1942; tr. it. L’evoluzione psicologica del bambino, Boringhieri, Torino, 1952.

Wallon, H., Les origines du caractère chez l’enfant, Presses Universitaires de France, Paris, 1934; tr. it. L’origine del carattere del bambino, Boringhieri, Torino, 1952

Weinreich, U., Languages in Contact, Columbia University Press, New York, 1953; tr. it. Lingue in contatto, a cura di Cardona, G. R., Boringhieri, Torino, 1974.

Wille, A. M., La corporeità e l’azione nella costruzione dell’identità, in La Psicomotricità, a cura di Ambrosini, De Panfilis, Wille, pp. 3-7.

Wille, A. M., La psicomotricità in Italia, in La psicomotricità, a cura di Ambrosini, De Panfilis, Wille, pp. 39-42.

Wille, A. M., I campi di applicazione della terapia psicomotoria, in La psicomotricità, a cura di Ambrosini, De Panfilis, Wille, pp. 48-50.

Wille, A.M., Il corpo musicale. Riflessioni sulla musica e sul movimento, Armando, Roma, 2005.

Williams, J. H. G., Whiten, A., Suddendorf, T., Perret, D. I, Imitation, Mirror Neurons and Autism, in “Neuroscience and Behavioural Review” 25 (2001), pp. 287-295.

Winnicot, D.W., Playing and Reality, Basic Books, New York, 1971; tr. it. Gioco e realtà, Armando, Milano, 1974.

Wong-Fillmore, L., “Individual Differences in Second Language Acquisition”, in Individual Differences in Language Ability and Language Behaviour, a cura di Fillmore, C., Kempler, D., Wang, W., Academic Press, New York 1979, pp. 203-228.
Riferimenti normativi
Fiori, M., La Costituzione Italiana, Edizioni Università, Roma, 1997.

Dossier Governo Italiano, Rapporto sulle politiche contro la povertà, in www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/rapportopoverta/ [ultimo accesso:15.12.2007].

Europa E Istruzione, Risultati e progetti del semestre di Presidenza italiana (Quaderni degli Annali dell’Istruzione n. 102), Roma 2003: www.annaliistruzione.it/riviste/ quaderni/ pdf/ QAI102.pdf [ultimo accesso:15.12.2010].

M.I.U.R, Legge 28 marzo 2003 n. 53, Poligrafo e Zecca dello Stato. Roma, 2003.

M.I.U.R, Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati per la Scuola dell’Infanzia, L. n. 53, 2003.

M.I.U.R., Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e per i Sistemi Informativi – Servizio Statistico, Gli Alunni stranieri nel sistema scolastico italiano A.S. 2008/2009, Roma, 2009.

M.I.U.R., Ufficio scolastico regionale per la Toscana, Ufficio IX ambito territoriale della provincia di Firenze, Bambini stranieri nella scuola italiana, pp. 1-2. Disponibile da http://www.csa.fi.it/area_interculturale/alunni_stranieri.html [Ultimo accesso: 17.1.2011]

M.I.U.R., Atto di Indirizzo del Ministro M.S. Gelmini punto 1.3.b, Roma, 8 settembre 2009, Disponibile da http://www.tecnicadellascuola.it. [Ultimo accesso: 17.1.2011]

M.P.I, Le Indicazioni per la scuola dell’infanzia e del primo ciclo dell’istruzione. Indicazioni per il curricolo, D.M. 31/07/07, Tecnodid, Napoli, 2007.

Ongini, V., Il Mantello di Arlecchino, Alunni che non hanno cittadinanza italiana: l’indagine annuale del Ministero dell’Istruzione, in “Studi Emigrazione” 40 (151), 2003, pp. 523-538.

Sitografia

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca:

http://www.istruzione.it/

http://www.buongiornoeuropa.istruzione.it/

Istituto Nazionale di Documentazione per l’Innovazione e la Ricerca Innovativa:

http://www.indire.it/

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell’Istruzione:

http://www.invalsi.it/

Unione Europea:

http://www.europa.eu.int/

Commissione Europea – Direzione generale dell’istruzione e della cultura

http://europa.eu.int/comm/dgs/education_culture/index_it.htm/

http://www.unesco.org/

http://www.coe.int/

Centro europeo per lo sviluppo della formazione:

http://www.cedefop.eu.int/

http://www.ec.europa.eu/

Centro europeo per le lingue moderne di Graz:

http://www.ecml.at/

Multilingual-matters:

http://www.multilingual-matters.com/

Enfants Bilingues :

http://www.enfantsbilingues.com/

Networks, rivista di filosofia dell'intelligenza artificiale e scienze cognitive:

http://lgxserve.ciseca.uniba.it/lei/ai/networks/

http://library.georgetown.edu/newjour/

http://journals.cambridge.org/action/

http://riviste.sba.unimo.it/

Child Language Data Exchange System:

http://childes.psy.cmu.edu/

Raccolta informazioni immigrati:

http://www.stranieri.it/

http://www.stranieriinitalia.it/

http://www.sicilia.informazioni.com/

http://www.notiziariostranieri.it/

http://www.chiesacattolica.it/caritasroma/

http://www.provincia.bologna.it/cultura/

http://www.comune.torino.it/cultura/intercultura/

http://www.tecnicadellascuola.it/



http://www.unitn.it/

http://www.uniurb.it/

http://www.byu.edu/

Per le attività espressivo-corporee:

http://www.percorsipsicomotori.org/

http://www.danzamovimentoterapia.it/

INDICE
Introduzione pag. 1

Capitolo I

Il plurilinguismo e lo sviluppo del bilinguismo

  1. L’Area di indagine: la scuola dell’infanzia 7

  2. La pedagogia del bambino nella scuola dell’infanzia 19

    1. Identità e corporeità; 19

    2. Linguaggio e comunicazione interculturale. 24

  3. Plurilinguismo e identità culturale: aspetti pedagogici e linguistici. 31

  4. Bilinguismo sociale e bilinguismo individuale. 45

  5. Il bambino bilingue: aspetti cognitivi e linguistici. 52

    1. Aspetti cognitivi. 58

    2. Aspetti linguistici 59

  6. Lo sviluppo del linguaggio e gli stadi del bilinguismo: 61

    1. Il bilinguismo precoce simultaneo: dalla nascita ai tre anni. 61

    2. Il bilinguismo precoce consecutivo: dai tre ai sei anni. 65

    3. Dal bilinguismo al plurilinguismo. 70

    4. Il bilinguismo tardivo: una seconda lingua dopo i sei anni. 73


Capitolo II

Il linguaggio tra neuropsichiatria, neurolinguistica e neuropsicologia.

  1. L’acquisizione e lo sviluppo del linguaggio. 77

  2. Neuroni specchio e il linguaggio. 79

  3. L’acquisizione del linguaggio e lo sviluppo delle funzioni linguistiche. 84

  4. Studi sperimentali condotti sul linguaggio dei poliglotti. 93

  5. Le teorie sull’apprendimento linguistico. 100

  6. Le tappe dell’interlingua e il transfer linguistico. 109

  7. Le teorie sull’apprendimento linguistico della L2. 115

  8. Lineamenti di Glottodidattica nella classe multiculturale 122

  9. Didattica della L2 in un contesto plurilingue e pluridisciplinare 127

  10. Strategie comunicative e relazionali nella sezione/classe plurilingue 135


Capitolo III

motricità e lingua nella scuola dell’infanzia multiculturale

  1. Pedagogia ed Educazione Motoria. 144

  2. La genesi della Pedagogia del movimento 146

  3. Breve storia della psicomotricità e della sua affermazione. 152

  4. La pedagogia e l’idea psicomotoria nel contesto italiano. 162

  5. Sviluppo psicomotorio dai 3 ai 6 anni. 164

5.1. Lo schema corporeo 166

5.2. Fattori di strutturazione dello schema corporeo 168

5.2.1 La strutturazione spazio-temporale 169

5.2.2. L’equilibrio 169

5.2.3. La definizione e la coordinazione della lateralità 170

5.2.4. L’educazione e il controllo della respirazione 171

5.2.5. Il controllo del tono e il rilassamento psicosomatico 171



Esiti sociologici e sociolinguistici
Le teorie sull’apprendimento linguistico della l2
Didattica della l2 in un contesto plurilingue e pluridisciplinare
Capitolo iii motricità e lingua nella scuola dell’infanzia multiculturale
Attività 1 obiettivi specifici:

: retrieve -> handle -> 10447
10447 -> Degli studi di palermo scuola di dottorato in diritto sovranazionale e diritto interno dottorato di ricerca in diritto comparato ius
10447 -> Il lavoro culturale a scuola
10447 -> In tal senso vedremo in che modo I testi di Camilleri subiscono un effetto di rifrazione
10447 -> Prefazione
10447 -> Questo lavoro nasce con l’intenzione di comprendere in che modo si costruisce IL significato all’interno di una struttura predicativa
10447 -> Il diritto della navigazione nasce nel 1942 e fu opera della commissione Scialoja (politico ed economista) che diede vita al R. D. n. 327 del 30 marzo di quell’anno
10447 -> La nullita’ delle societa’ per azioni ex art. 2332 del codice civile
10447 -> Capitolo I
10447 -> M-fil/05 L’oggettività del giudizio morale. Un’interpretazione retorica
10447 -> Alle origini delle consuetudini marittime mediterranee


1   ...   13   14   15   16   17   18   19   20   21


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale