La terza infanzia: da 7 a 10 anni Sviluppo delle capacità cognitive



Scaricare 47.25 Kb.
24.01.2018
Dimensione del file47.25 Kb.


La terza infanzia: da 7 a 10 anni
Sviluppo delle capacità cognitive
Il passaggio dalla 2° alla 3° infanzia segna cambiamenti importanti: pensiamo alla 4°fase della teoria psicosociale di Erikson ( industriosità – inferiorità). L’ingresso nella scuola elementare segna l’inizio di una tappa in cui gli altri “valutano” il bimbo per ciò che deve imparare a fare e a sapere.
Non solo: dal bambino ci si aspetta …….

  • Che impari a stare fermo e composto sulla seggiola

  • Che tenga in ordine il banco

  • Che stia attento alle spiegazioni della maestra

  • Che si organizzi nel lavoro scolastico

  • Che…che….che….!!!!!!!

Per fortuna ?!, la scuola nel tempo è andata sempre più incontro alle esigenze del bambino facendo in modo di abituarlo gradualmente al cambiamento. Ad esempio:


In alcune scuole elementari, le maestre della scuola materna accompagnano i loro ex alunni nel nuovo ambiente stando con loro per qualche ora alla mattina….
Molte attività didattiche sono presentate in forma giocosa….


  1. Prova a riflettere anche tu su iniziative scolastiche che ricordi ancora con piacere

  2. Chiedi ai tuoi nonni se ai loro tempi la scuola era come la tua

Per fortuna?!, la crescita del bambino continua, ampliando le sue competenze cognitive, affettive e sociali: il bimbo non smette di crescere non solo dal punto di vista fisico ma anche dal punto di vista psicologico; diventa più autonomo, impara ad organizzare le sue attività, emette giudizi “critici” dimostrando che pensa con la sua testa…

Alla base di tanti cambiamenti psicologici, un ruolo fondamentale è dato dalla comparsa

di una nuova struttura mentale: la struttura operatoria o “operazione mentale”


Il pensiero si fa logico, o operatorio concreto.



Secondo la teoria di Piaget, lo sviluppo del pensiero si trova nel terzo stadio: lo stadio operatorio concreto

Sviluppo delle capacità cognitive


Il pensiero si fa logico, o operatorio concreto cioè

  • Si basa sull’evidenza logica, non più sull’evidenza percettiva


Coglie le sequenze logiche o operatorie di un qualunque processo ( vedi esempi 1 – 2 di pag. 1) se c’è il supporto di materiale didattico concreto



  • Si fa reversibile cioè


  • Ricostruisce le sequenze logiche senza limitarsi a ripeterle in modo mnemonico

  • Coglie la relazione tra 2 o più aspetti ( variabili) della realtà cioè

Sa mettere in relazione ad esempio lunghezza e larghezza nel confronto tra capienze di recipienti di forma diversa
Solo da questo momento il bambino acquisisce la conservazione
Acquisire la “Conservazione” significa imparare a “VALUTARE” aspetti della realtà grazie alla maturazione della capacità di ASTRAZIONE.
Concetti generali come quello di spazio, tempo, numero, peso, volume rendono possibile valutare una realtà in modo corretto.
Secondo Piaget, il bambino matura “Conservazioni” diverse, a età diverse, secondo il grado di complessità
ESEMPI:

  1. Conservazione della sostanza: a 7 anni, il bambino sa valutare la quantità di un liquido, perché comprende che la quantità di quel liquido rimane invariata indipendentemente dalla variabilità della forma del contenitore: il bimbo capisce che la quantità d’acqua in un contenitore alto e stretto o più basso e largo rimane la stessa.



  1. Conservazione del peso: a 10 anni, il bambino sa valutare il peso di una sostanza, perchè comprende che il peso di quella sostanza rimane invariato indipendentemente dalla variabilità della ripartizione della sostanza sulla superficie della mano: comprende, per esempio, che la quantità di plastilina rimane la stessa sia che essa sia appallottolata, sia che essa sia appiattita e distesa sulla superficie della mano.

E ancora:

  1. acquisizione del numero cardinale come conseguenza della capacità di classificazione

( per contare correttamente, ad esempio, devo capire l’inclusione all’interno di un insieme. Solo così posso rispondere a domande come: quante sono le palline di legno in questo insieme? Quante le palline bianche nel sottoinsieme? Non posso rispondere correttamente se non so includere le palline bianche in un sottoinsieme dell’insieme di palline di legno)


  1. acquisizione del numero ordinale come conseguenza della capacità di seriazione

( da questo momento, il bambino impara a riordinare una serie di elementi in ordine crescente o decrescente non più per tentativi, ma in modo sistematico, cioè secondo una regola:

  1. individua l’elemento maggiore della serie

  2. lo estrae dagli altri elementi

  3. lo colloca al primo posto

  4. individua l’elemento maggiore della serie rimanente

  5. lo estrae dagli altri elementi

  6. lo colloca al secondo posto

  7. ……..



  1. superamento dell’egocentrismo come capacità di vedere le cose da punti di vista diversi dal proprio ( capire che la propria mamma può essere contemporaneamente zia e viceversa)

La socializzazione


L’ingresso nella scuola primaria favorisce un allargamento delle reti amicali: il bambino

  • si sceglie gli amici sulla base di interessi comuni, giochi di squadra, impegni comuni come lo studiare insieme o fare una ricerca…

  • attribuisce importanza crescente al gruppo dei pari, le cui caratteristiche sono:

  1. il senso di appartenenza

  2. la nascita del “noi”

  3. il passaggio dall’identificazione genitoriale all’identificazione con il gruppo

  4. l’avvio al processo di indipendenza dalla famiglia

  5. la fedeltà al gruppo

  6. la coesione

  7. lo spirito di gruppo


Prova a definire e commentare ciascuno dei punti sopraindicati





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale