L’amministrazione europea e le sue regole capitolo I: le competenze dell’amministrazione europea


Diritto amministrativo nella legittimazione degli apparati europei



Scaricare 351.66 Kb.
Pagina28/71
17.04.2019
Dimensione del file351.66 Kb.
1   ...   24   25   26   27   28   29   30   31   ...   71
7. Diritto amministrativo nella legittimazione degli apparati europei.

Partecipazione e trasparenza.

Art.41 Carta dei diritti fondamentali: enuncia il diritto di essere sentiti nel corso del procedimento. Tale diritto assume una peculiare coloritura nell’ordine giuridico sovranazionale.

I diritti e le facoltà di partecipazione hanno l’idoneità di rafforzare la legittimazione del potere pubblico che agisce attraverso il diritto ossia tramite i procedimenti. Il Trattato di Lisbona vuole l’amministrazione indipendente.

Quale e quanta partecipazione è garantita all’UE? Singole disposizioni annettono al diritto di essere sentiti una funzione di garanzia di situazioni giuridiche soggettive, quando il procedimento può concludersi con esisti negativi per il destinatario. Molto meno estesa è la possibilità che l’intervento del privato assuma valenza collaborativa. Limitatissimo è lo spazio per interventi aventi fini di partecipazione democratica.

Anche alle finalità di garanzia in talune circostanze sono state inflitte gravi compressioni (ex. Kadi).

Anche la trasparenza, vale a dire il diritto di avere informazioni dalle autorità pubbliche, assume rilievo determinante nella legittimazione degli apparati europei.

Il diritto di accesso ai documenti è riconosciuto ai cittadini europei, a qualsiasi persona fisica che risieda al suo interno e ad ogni persona giuridica con la sede sociale in uno Stato membro.

L’oggetto dell’accesso include tutti i documenti detenuti che siano in possesso dalle istituzioni europee e riguardino i loro settori di intervento.

Va fatta sempre una richiesta scritta. Accolta la domanda, il diritto di accesso si concreta mediante visione o estrazione di copia, se possibile in formato elettronico.

L’accesso può essere negato quando possa nuocere a interessi pubblici o privati. Fra i primi: sicurezza, difesa e altre questioni militari, relazioni estere, politica finanziaria, monetaria, economica. I secondi, sono tutelati la vita privata e l’integrità di ogni individuo. Nel determinare in concreto il limite, il criterio seguito dai giudici è ammettere il massimo accesso possibile. Attraverso il diniego all’accesso, che va motivato e deciso entro un termine massimo, si può ricorrere davanti al giudice europeo.





Servizi amministrativi
Capitolo 3: tipologie di atti dell’amministrazione europea.
Delimitazione del rispettivo campo di applicazione:
Forza derogatoria degli atti delegati e degli atti di esecuzione
Capitolo 5: le amministrazioni europee. piani d’azione e regime dell’attivita’.
Procedimenti finali:
Procedimenti compositi:
Atti e contratti nella cura delle funzioni.
Efficacia e invalidità dell’atto europeo.
Accountability e responsabilità.
Capitolo 6: amministrazioni nazionali ed esecuzione del diritto europeo
Fondi strutturali e politica agricola comune.
Attuazione della normativa doganale.
Commercializzazione di acque minerali
Misure temporanee a tutela dei diritti di proprietà intellettuale.
Attività amministrative degli stati membri conformate dal diritto europeo.
Funzioni e procedimento.
Profili organizzativi
Regime dei provvedimenti.
Doveri di cooperazione con le istituzioni europee e gli altri stati membri.
Tutela nei confronti dell’attività amministrativa nazionale in funzione comunitaria.
Capitolo 7: strumenti di cooperazione per l’esecuzione del diritto europeo
Esecuzione indiretta.
Esecuzione coordinata.
Gestione e utilizzo di banche dati transnazionali.
Concetto e profili strutturali.
Profili funzionali.
Capitolo 8: sistema integrato di tutela
Organi giudiziari dell’unione.
Azione di annullamento.
Limitata impugnabilità dei regolamenti: requisiti del 263.
Sindacabilità degli atti individuali.
Sindacato di legittimità sugli atti degli organi e organismi dell’unione tra giudice comunitario e ricorsi amministrativi.
Azione di annullamento delle decisioni rese in procedimenti congiunti: ricerca del giudice competente.
Azione in carenza ed eccezione di illegittimità.
Azione di responsabilità e suo rapporto con azione di annullamento.
Sindacato sulla discrezionalità.


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   24   25   26   27   28   29   30   31   ...   71


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale