L’amministrazione europea e le sue regole capitolo I: le competenze dell’amministrazione europea



Scaricare 351.66 Kb.
Pagina39/71
17.04.2019
Dimensione del file351.66 Kb.
1   ...   35   36   37   38   39   40   41   42   ...   71
Regime dei provvedimenti.

L’atto amministrativo conclusivo del procedimento seguirà di norma il regime proprio dell’ordinamento dello Stato membro nel quale viene adottato.

Vincoli di forma e di contenuto sono talvolta contenuti nella disciplina settoriale.

Quanto agli effetti, essi dipenderanno dalla tipologia di attività amministrativa di cui sono espressione. In alcuni casi, le decisioni avranno effetto unicamente nello Stato membro in cui sono state adottate o saranno soggette a differenti modalità di riconoscimento da parte delle amministrazioni degli altri Stati membri.

In altri casi, l’ordinamento europeo stabilisce espressamente che il provvedimento emanato da uno Stato membro sia efficace in tutto il territorio dell’Unione al fine di rendere più agevolmente esercitabili alcune libertà fondamentali nel mercato interno.

Ricorre in queste ipotesi la figura del provvedimento amministrativo c.d. transnazionale.

In almeno una tipologia, il provvedimento transnazionale ha efficacia automatica, in virtù del vincolo interamministrativo che la disciplina di settore viene a creare, produce i suoi effetti senza che le amministrazioni di destinazione debbano prestarvi il loro consenso, con il divieto per queste ultime di effettuare controlli sulla sua legittimità e opportunità.

Il vincolo interamministrativo è particolarmente forte quando la disciplina europea è finalizzata a tutelare le libertà che consentono la piena realizzazione del mercato unico; risulta invece cedevole laddove l’autonomia decisionale del singolo Stato membro deve misurarsi con quella dello Stato di destinazione.

Quanto al contenuto delle attività decisionali devolute agli Stati membri in attuazione del diritto europeo, esse tradizionalmente sono ritenute di mera esecuzione, non connotate cioè da discrezionalità.

Se in linea di massima la legislazione di settore e gli atti delegati non lasciano ambiti di scelta alle amministrazioni nazionali, non mancano ipotesi nelle quali la normativa deve essere adattata alla luce delle esigenze e delle realtà dei singoli Stati.





Servizi amministrativi
Capitolo 3: tipologie di atti dell’amministrazione europea.
Delimitazione del rispettivo campo di applicazione:
Forza derogatoria degli atti delegati e degli atti di esecuzione
Capitolo 5: le amministrazioni europee. piani d’azione e regime dell’attivita’.
Procedimenti finali:
Procedimenti compositi:
Atti e contratti nella cura delle funzioni.
Efficacia e invalidità dell’atto europeo.
Partecipazione e trasparenza.
Accountability e responsabilità.
Capitolo 6: amministrazioni nazionali ed esecuzione del diritto europeo
Fondi strutturali e politica agricola comune.
Attuazione della normativa doganale.
Commercializzazione di acque minerali
Misure temporanee a tutela dei diritti di proprietà intellettuale.
Attività amministrative degli stati membri conformate dal diritto europeo.
Funzioni e procedimento.
Profili organizzativi
Doveri di cooperazione con le istituzioni europee e gli altri stati membri.
Tutela nei confronti dell’attività amministrativa nazionale in funzione comunitaria.
Capitolo 7: strumenti di cooperazione per l’esecuzione del diritto europeo
Esecuzione indiretta.
Esecuzione coordinata.
Gestione e utilizzo di banche dati transnazionali.
Concetto e profili strutturali.
Profili funzionali.
Capitolo 8: sistema integrato di tutela
Organi giudiziari dell’unione.
Azione di annullamento.
Limitata impugnabilità dei regolamenti: requisiti del 263.
Sindacabilità degli atti individuali.
Sindacato di legittimità sugli atti degli organi e organismi dell’unione tra giudice comunitario e ricorsi amministrativi.
Azione di annullamento delle decisioni rese in procedimenti congiunti: ricerca del giudice competente.
Azione in carenza ed eccezione di illegittimità.
Azione di responsabilità e suo rapporto con azione di annullamento.
Sindacato sulla discrezionalità.


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   35   36   37   38   39   40   41   42   ...   71


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale