Le esposizioni dell’apertura



Scaricare 0.62 Mb.
22.12.2017
Dimensione del file0.62 Mb.





Mark Rothko

a cura di Oliver Wick

Sale Livello 1 (lato Via Nazionale)

6 ottobre 2007 – 6 gennaio 2008


Rare sono state le occasioni in Italia di assistere a una grande mostra monografica dedicata al pittore americano di origine russa; si ricordano solamente l’unica retrospettiva dell’artista vivente, organizzata dal Museum of Moden Art di New York, portata nel 1962 a Roma e presentata alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, o quella commemorativa a Ca’ Pesaro, in occasione della Biennale di Venezia del 1970, subito dopo la sua tragica morte.

Dopo la vendita del dipinto “White center (Yellow, Pink and Lavender on Rose)” per 72,8 milioni di dollari, cifra record per un’opera d'arte moderna del dopoguerra, venduta all'asta da Sotheby's di New York (15 maggio 2007) e acquistata da un privato di cui non si conosce il nome, è ipotizzabile che diventerà sempre più difficile avere le opere di Rothko per esposizioni temporanee.

Questa retrospettiva su Mark Rothko, curata da Oliver Wick e prodotta dall’Azienda Speciale Palaexpo e da Arthemisia, si presenta quindi come una occasione unica in Italia per vedere riunite così tante opere di uno dei più grandi artisti del secolo scorso.

Noto come espressionista astratto, lo stesso Rothko ha sovente smentito questa affermazione. La mostra mira a fornire un quadro generale della sua produzione, non dimenticando la costante preoccupazione dell’artista di presentare il suo lavoro attraverso gruppi di opere attentamente selezionate, concepiti proprio per accrescere l’impatto visivo sui visitatori. La selezione dei dipinti segue dunque precisi criteri nel percorso espositivo. I dipinti sono una settantina, oltre a un significativo gruppo di opere su carta che illustrano aspetti specifici di ogni periodo.

Per i primi lavori di Rothko, la mostra si focalizza sui dipinti, relativamente piccoli, eseguiti con una preparazione in gesso, il cui uso tende a dare al pigmento una qualità simile all’affresco, con delicate tonalità ed una consistenza sottile dove è evidente l’influenza dell'arte italiana del Quattrocento, in particolare di Beato Angelico.

La tradizione del Rinascimento italiano, soprattutto degli affreschi, ha avuto una straordinaria influenza sulla serie di commissioni murali del periodo classico di Rothko. Queste suggestioni sono esplorate anche nel caso dei lavori surrealisti, nei quali la tecnica dello strato sottile di pittura e delle velature è sempre più perfezionata.

Accanto a una selezione dei cosiddetti “Multiforms”, caratterizzati da macchie di colore e da un particolare effetto plastico - spaziale, che completa la prima fase dei lavori di Rothko, si possono ammirare alcuni dipinti successivi, con sempre più ampi campi di colore rettangolari.

Il “classico” Rothko, con i lavori più maturi, realizzati negli anni ‘50 su tele di grande formato, costituiscono la parte più affascinante, e più nota, dell’attività dell'artista, per la straordinaria qualità dei colori, per l’originalità e l’intenso effetto delle sue composizioni. Tra questi il grande “Mural” proveniente dal Museo Guggenheim di Bilbao (1952-53) e il nucleo di quadri della sala dedicata al’'artista alla Biennale di Venezia del '58, che segna il primo apprezzamento della sua arte in Europa, oltre ad alcune opere appartenute originariamente a collezioni italiane. Inoltre, le tele “Blackform”, con la singole forme scure squadrate, dipinte a partire dal 1960, danno l’idea del forte desiderio di Rothko di creare uno spazio spirituale.

La mostra si conclude con gli ultimi dipinti dell’artista, i “Black on Gray”, un gruppo di opere che segna il culmine di un’arte sempre più austera e orientata verso nuove prospettive artistiche in rapporto diretto con lo spettatore.

Le opere esposte provengono dai più importanti musei internazionali: Fondation Beyeler, Basilea; Guggenheim Museum, Bilbao; Tate, Londra; High Museum of Art, Atlanta; The Baltimore Museum of Art, Baltimora; Walker Art Center, Minneapolis; Los Angeles County Museum of Art, Los Angeles; Museum of Contemporary Art, Los Angeles; Solomon R. Guggenheim Museum, New York; The Metropolitan Museum of Art, New York; Whitney Museum of American Art, New York; Allen Memorial Art Museum, Oberlin; National Gallery of Art, Washington; National Gallery of Australia, Canberra; National Gallery of Canada, Ottawa; Museo Tamayo Arte Contemporáneo, Città del Messico; Tel Aviv Museum of Art, Tel Aviv.

A queste si aggiungono alcune opere concesse da collezioni private, tra cui un importante nucleo di proprietà di Christopher Rothko e Kate Rothko Prizel, che hanno contribuito in maniera determinante alla realizzazione della mostra.

Il catalogo della mostra è edito da Skira. Oltre ad esso, in occasione di questa importante mostra, Skira pubblica anche il volume La realtà dell'artista, ultimo libro incompiuto e sinora inedito in Italia di Mark Rothko, realizzato grazie al figlio Christopher che ha rivisto tutti i manoscritti originali, espone la visione filosofica e artistica della realtà di Rothko.



Scheda tecnica
Titolo: Mark Rothko
Sede: Roma, Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194 - 00184 Roma
Periodo: 6 ottobre 2007 - 6 gennaio 2008
Mostra a cura di: Oliver Wick
Promossa da: Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali; Azienda Speciale Palaexpo; Regione Lazio; Fondazione Cassa di Risparmio di Roma
Produzione e organizzazione: Azienda Speciale Palaexpo; ARTHEMISIA srl
Patrocini: Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana; con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, dell’Ambasciata della Repubblica di Lettonia in Italia e della American Academy in Rome
Catalogo: Skira
Orari: domenica, martedì, mercoledì e giovedì: dalle 10.00 alle 20.00; venerdì e sabato: dalle 10.00 alle 22.30;lunedì chiuso
Informazioni e prenotazioni: singoli, gruppi e laboratori d’arte tel. 0639967500; scuole 0639967200; www.rothko.it; www.palazzoesposizioni.it; rothko@arthemisia.it
Costo del biglietto: intero € 12,50; ridotto € 10,00. Permette di visitare tutte le mostre in corso al Palazzo delle Esposizioni. Biglietto integrato Palazzo delle Esposizioni e Scuderie del Quirinale, valido per 3 giorni: intero € 18,00; ridotto € 15,00
Main Sponsor Palazzo delle Esposizioni: Parsitalia Real Estate
Main Sponsor mostra: Takeda Italia Farmaceutici
Sponsor tecnici: Cofathec, Alitalia, la Repubblica, Hotel Bettoja, Poltrona Frau, iGuzzini, Dimensione Suono 2, Ina Assitalia, Ecobyte Technology
Uffici Stampa:

Ufficio Stampa Azienda Speciale Palaexpo

Barbara Notaro Dietrich tel. 06 48941212; cell. 348 7946585; e-mail b.notarodietrich@palaexpo.it

Piergiorgio Paris tel. 06 48941206; e-mail p.paris@palaexpo.it

Dario Santarsiero tel. 06 48941205; e-mail d.santarsiero@palaexpo.it


Ufficio Stampa Arthemisia

Piazza Matteotti 2 – 61100 Pesaro

Tel. 0721 370956 Fax 0721 377105 e-mail: press@arthemisia.it

Alessandra Zanchi Cell. 349 5691710 e-mail: az@arthemisia.it
Ufficio Stampa Skira

Mara Vitali Comunicazione

C.so Indipendenza 1 - 20126 Milano

Lucia Crespi Tel. 02 73950962 e-mail: arte@mavico.it







Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale