Le norme che disciplinano IL nuovo rito sono contenute nell’art. 1, commi 47-69, L. n. 92/2012


parte soccombente nella fase sommaria può proporre innanzi al medesimo Tribunale



Scaricare 442.5 Kb.
Pagina7/14
29.03.2019
Dimensione del file442.5 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   ...   14

La parte soccombente nella fase sommaria può proporre innanzi al medesimo Tribunale opposizione avverso l’ordinanza entro trenta giorni dalla notificazione o, se anteriore, dalla comunicazione di questa (art. 1, c. 51).

  • La parte soccombente nella fase sommaria può proporre innanzi al medesimo Tribunale opposizione avverso l’ordinanza entro trenta giorni dalla notificazione o, se anteriore, dalla comunicazione di questa (art. 1, c. 51).

  • L’ordinanza non opposta passa in giudicato



  • L’opposizione si propone “con ricorso contenente i requisiti dell’art. 414 del codice di procedura civile” (art. 1, c. 51)

  • l’opposto si costituisce con “memoria difensiva a norma e con le decadenze di cui all’art. 416 del codice di procedura civile” (art. 1, c. 53).



L’opposizione introduce un giudizio ordinario a cognizione piena.

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   ...   14


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale