Le principali teorie di psicologia e pedagogia corso di preparazione al concorso per educatore



Scaricare 334 Kb.
03.06.2018
Dimensione del file334 Kb.


LE PRINCIPALI TEORIE DI PSICOLOGIA E PEDAGOGIA

  • CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER EDUCATORE

  • DI ASILI NIDO

  • PROF. SALVATORE SASSO

  • www.unich.it/%7esasso


I principali orientamenti psico-pedagogici del Novecento

  • Il metodo di Maria Montessori

  • L’approccio cognitivo-evolutivo e funzionalista di Jean Piaget e di Jerome Bruner

  • La teoria storico-culturale di Vygotskij

  • Il comportamentismo



Il metodo di Maria Montessori

  • AUTOFORMAZIONE DELL’UOMO

  • Principio della liberta: per conoscere il bambino è necessario renderlo libero, per lasciarlo libero è necessario eliminare ogni costrizione.

  • IMPORTANZA DELL’AMBIENTE E DEL MATERIALE

  • Principio dell’aiuto: lo scopo biologico dell’educazione consiste nell’aiutare lo sviluppo naturale psicofisico del bambino.

  • IL BAMBINO LABORIOSO

  • Principio del rispetto: è necessario rispettare la

  • personalità del bambino.



L’approccio cognitivo-evolutivo

  • Jean Piaget

  • Stimolo →assimilazione/Adattamento→ Risposta

  • GLI STADI DI SVILUPPO

  • - INTELLIGENZA SENSO-MOTORIA

  • - COSTRUZIONE OPERATORIA

  • - OPERAZIONI FORMALI



Jean Piaget

  • Organismo (Dimensione biologica Ambiente (Dimensione psicologica) fisica e naturale)

  • - Bisogni - dati oggettivi

  • - Interessi - fenomeni sociali

  • squilibrio

  • processo di

  • riadattamento



L’approccio funzionalista

  • J. S. Bruner

  • PERCEZIONE

  • PERSEGUIMENTO DEI CONCETTI

  • Teoria dell’istruzione



La teoria storico-culturale di Vygotskij



Il comportamentismo

  • Il rinforzo

  • Le tecniche di modificazione del comportamento

  • Il trasferimento di abilità

  • Assunti fondamentali:

  • 1) Lo sviluppo infantile è concettualizzato sulla base di risposte e stimoli.

  • 2) Vi sono due classi di risposte: rispondenti e operanti. Le prime dipendono dai riflessi, incondizionati e condizionati; le seconde seguono invece le conseguenze del rinforzamento.

  • 3) Quando si parla di stimoli, ci si riferisce a tutto l’ambiente infantile, incluso il proprio corpo (cioè sono considerati stimoli anche quelli legati alla maturazione biologica, come saziazione, deprivazione).



Per un approccio ecologico-comportamentale INDIVIDUO EDUCAZIONE SOCIETA’



Fattori ambientali che influenzano lo sviluppo:

    • Ambiente delle istituzioni
  • Estrazione sociale e culturale

  • Possibili contesti di manipolazione

  • ambientale:

  • Ambiente Fisico

  • Ambiente Socio-Organizzativo

  • Ambiente Sociointerpersonale





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale