Le tendenze



Scaricare 36.5 Kb.
23.05.2018
Dimensione del file36.5 Kb.


Le tendenze: fibre, colori e tessuti

The Doll House è il titolo e il tema dell’Area Tendenza di Prato Expo/54, risultato della ricerca e della progettazione allestitiva di Li Edelkoort, esperta internazionale in ricerca di tendenze, e del suo studio Trend Union che, per questa 54ª edizione, rinnovano la collaborazione con Prato Expo.

Cinque gli stili proposti per l’autunno/inverno 2006-2007 – The Conservatory, The Boudoir, The Library/Smoking Room, The Kitchen, The Play Room – e rappresentati dalle cinque principali stanze di una casa di bambola di inizio ‘900 che intendono suggerire intimità, opulenza ed eleganza discreta come comune denominatore delle collezioni di tessuti femminili e maschili della prossima stagione invernale.



The Conservatory: dedicato a un consumatore attento e creativo che non segue le indicazioni del mercato. La serra-solarium piena di piante rare e attrezzi da giardinaggio dove dipingere, prendere un tè, leggere un libro, pensare e ispirarsi, è il luogo della casa legato alle attività artistiche e alla creatività. I tessuti riflettono le esigenze più creative. Velluto a righe. Fantasie intelligenti e decorative, ispirate ai decori delle ceramiche e ai fiori. Il tweed. Il confine tra maschile, femminile, estate e inverno si confonde, i contrasti si mischiano in un nuovo stile. Dipinto a mano, ricamato, ispirato alla storia e all’arte ma ingenuo e mai serio. I colori sono astratti, rubati ai quadri. Rosa caldi e antichi. Giallo zafferano verde militare e verde tropicale. Marrone e turchese.

The Boudoir: un tema che celebra la scomparsa della femminilità vistosa e del porno-chic e apre le porte al fascino discreto delle stanze segrete del salottino di una signora. Sensualità e desiderio di nascondersi per scoprirsi solo nell’intimità. La vanità d’antan. Pellicce morbide come piumini da cipria. Tessuti lucidi, serici. Tweed e velluto, quadri con fiori, jacquard e pizzi. Sovrapposizioni di stampe floreali ispirate all’Oriente e alle carte da parati. Il kimono. L’opulenza. Piccole giacche da indossare all’ora del cocktail. Tessuti super femminili nella fantasia, nel tatto, nell’aspetto. Seta e lana. Colori delicati e pastello che dai toni del rosa sfumano nel marrone polveroso. Blu China. Rosso Giappone.

The Smoking Room/Library: tessuti maschili ricchi di fantasie e opulenti nelle fibre. Colori ispirati alle copertine dei vecchi libri. Vestirsi come Oscar Wilde con abiti comodi – de chambre – ma comunque perfetti per uscire. Righe di ogni dimensione e fantasie damascate. La vestaglia da camera e il pigiama come suggerimenti per comodi, morbidi capospalla e abiti destrutturati. Tweed e velluto i tessuti principali: le fantasie, sobrie nei colori, sono sottolineate di nero. I tessuti femminili si riempiono di dettagli maschili, prendono ispirazione dall’arredo e mischiano assieme le fantasie più improbabili. Pesi, fibre e stili diversi si sovrappongono in un gioco dal risultato ricco e raffinato. Il vecchio e il nuovo. Superfici lucide e oro per i dettagli. I colori sono quelli del fuoco, del legno, del cognac uniti a verdi e blu prettamente maschili.

The Kitchen: un delicato e romantico ritorno ai basici. La bellezza della semplicità quotidiana. Superfici mosse e decorate da effetti di finissaggio, fibre differenti e armature. Cotoni e flanelle comode. Lino invernale e lane leggere. I tessuti prendono spunto dai grembiuli da cucina e da lavoro. Tessuti dall’aspetto stinto, finito male e consunto. Stampe lavate e pizzi rammendati. Abiti come tovaglie. Vestirsi in denim. Colori semplici e naturali: rosa carne, azzurro, rosso, blu, grigio. Il bianco.

The Play Room: il mondo colorato, dinamico, acrobatico, robotico, ludico dei giochi vecchi e nuovi. Il denim e lo sportswear si arricchiscono di fantasie delicate e infantili. Gli adulti giocano a fare i bambini e indossano tessuti con fantasie grafiche ispirate ai pixel del computer, fantasie maschili classiche come resche e pied-de-poule ingigantite a dismisura. Cartoon e manga giapponesi. Le fantasie si mischiano fra loro e i colori sono ottimistici come quelli preferiti dai più piccoli. Bagliori metallici suggeriscono un nuovo tipo di futurismo urbano. Verde, arancio, giallo, rosso fuxia, turchese. Il bianco e il nero.

Le fibre, le texture, gli aspetti, i finissaggi, i colori e le fantasie delle collezioni di tessuto per abbigliamento femminile e maschile informale per l’autunno/inverno 2006-2007.


Fibre_e_filati'>Tessuti a navetta

Fibre e filati

Lana, cotone, lino, canapa, juta, seta, viscosa, cashmere, cammello, mohair, angora, alpaca, pure e in mischia fra di loro.

Lana con nylon, poliestere, acrilico. Tencel.

Filati semplici, cardati e pettinati con titoli micro e macro. Filati fantasia dal gusto raffinato. Fibre metalliche, filati lamè, bouclè, moulinè, fiammati, bottonati, fettucce, stoppini, tweed e ciniglie per arricchire le strutture. Filati lucidi in nylon e viscosa.

Ciniglia in cotone e viscosa.

Elasticizzati in lana e nylon. Lycra.


Texture e aspetto

Tessuti netti, raffinati: effetto raso e raso in cotone-lana lucido e fluido. Pettinati. Mani morbide e drappeggianti. Superfici luminose mosse da giochi di luce. Eleganti vaporosi, sfumati con fili e strutture attenuate. Tessuti a doppia faccia dove si combinano consistenza e morbidezza.

Velluto di ogni tipo: unito stampato, devorè, liscio, cangiante impreziosito dai finissaggi; con aspetto serico e cotoniero. Ciniglie lucide per effetto velluto.

Aspetto retrò. Shetland. Infeltriti densi, compatti ma leggeri. I tweed con inserimenti di filo bouclè hanno fondi che suggeriscono atmosfere di altri tempi; le lane sono mosse da infeltriture. Volumi e superfici irregolari per un effetto tridimensionale. I fili di metallo alterano le trame e creano movimenti di superficie. Taffettas femminili anche con acciaio.

Mano scattante, secca o lanosa comunque piacevole al tatto. Mani gonfie, morbide e sofisticate. Mano vellutata, daino.

Aspetto denim.


Finissaggi

Infeltrito. Invecchiato. Lavato. Maltinto. Sgualcito.

Lucidature raffinate a pelo direzionato.

Velluto cinzato.

Garzato a pelo e superfici finite astrakan.

Calandrature.

Pigmenti e lacche. Lamine dorate.

Rigido o super morbido.

Finissaggi al laser e al teflon.

Viscose siliconate. Cashmere trattato al plasma per tinto capo.


Colori

Spazio alle monocromie calde e raffinate, alle policromie tenui e al ton sur ton. Toni naturali, cammello, bruciati e marroni. Ocra e crema. Arancio. Dal blu al viola scuro. Turchese. Azzurri ghiacciati. Grigio cemento.Tutta la gamma dei rosa polverosi e antichi e dei beige rosati. Rosso intenso, bordeaux. Opachi ma colorati. Il bianco e il nero.


Fantasie

Righe e quadri dai contorni incerti. I tratti dei disegni perdono di nettezza e creano fantasie nebulose. Macro e micro.

Fantasie floreali. Broccato, damascato. Devorè.

Jacquard e madras invernali.

Fantasie dal gusto inglese.

Righe insolite. Gessati, quadrettati, jacquard tipicamente maschili, pied-de-poule, Principe di Galles.

Fantasie esotiche e etniche.

Tessuti a balze e ricamati.


Jersey

Fibre e filati

Lana, seta, cotone, viscosa, lino, alpaca, mohair, angora, cashmere.

Modal, microfibra e fibre sintetiche elasticizzate.

Filati cardati in lana e misto lana. Inserimenti calibrati di filati fantasia per arricchire e muovere le superfici.

Ciniglia di viscosa e cotone.

Acciaio e metalli.


Texture e aspetto

I contrasti tra maschile e femminile. Raffinato, leggero e impalpabile. Serico e sensuale con mano fluida e rotonda. Soffice e caldo, gonfio e sofisticato. Mano lanosa dall’aspetto androgino.

Atmosfere prese dal passato: pizzi consumati, jersey stropicciati, crochet, garze consunte. Lane infeltrite. Decorato e anticato.

Effetto pelliccia.


Finissaggi

Infeltrito.

Lavato e invecchiato
Colori

Cammello, cioccolato, caffè, nero, blu notte, grigio perla, verde inglese, porpora, rosa antico. Grigio melange.


Fantasie

Jacquard stampati o armaturati.

Fantasie floreali che nascondono rigature e disegni maschili.

Disegni patchwork e d’ispirazione folk.


Tessuti speciali

Fibre

Cotone, viscosa, nylon. Misto lana, misto cotone, misto sintetico.


Texture e aspetto

Tessuti dal contenuto tecnologico ma dall’aspetto naturale. Aspetti vintage. Le fibre naturali in mischia anche con sintetiche sperimentano finissaggi che conferiscono ricchezza nel tatto e massimo del comfort.


Finissaggi

Increspature.

Lavaggi e delavature.
Colori

Colori senza tempo: bianco latte, avorio, caramello, tabacco, caffè, verde militare, avio, bordeaux. Nero.


Firenze, 15 settembre 2005



Alla realizzazione dei servizi stampa di Prato Expo/54 hanno collaborato:

Alma


Argenti

Assotex


B&B

F.lli Balli

Becherucci

Bel & Co.

Bellandi

Mario Bellucci

Binicocchi

Bisentino

Caverni & Gramigni

Tessitura di Crevacuore

Dinamo

Draplane


Roberto Drighi

Emmetex


Faisa

FA.P.I.T


Fortex – Cotton Lab

Fralpi


Giotex – Giorgetti Prato

Italvogue UMT

Ithitex

Jackytex


LDS

Lamberto


Lanerie Tempesti

Linea Lady

Linea Tessile Italiana

Lineaesse - Glare

M.T.T.

Giovanni Magni Lineaemme



F.lli Mannelli

Manteco Mantellassi Compagnia Tessile

Marcolana

Marini & Cecconi - Platinum

Migotex

Milior


Miliotti c/o Colombo

Modus


Nannucci & C.

Nencini


Ospiti del Mondo

Ugo Pacini & Co.

E. Pecci & C.

Pontetorto

Première

Sanesi


Silanco

Tessilcompany

Texmoda Tessuti

Textylia


Ultra

Angelo Vasino



Vallombrosa

Wonder


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale