Leggo, comprendo



Scaricare 0.55 Mb.
Pagina1/6
23.05.2018
Dimensione del file0.55 Mb.
  1   2   3   4   5   6

PIANO EDUCATIVO-DIDATTICO CLASSE V ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2017-2018

BIMESTRE


P

R

I



M

O


U d. A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTO E PARLO,

LEGGO, COMPRENDO

E PRODUCO


ASCOLTO E PARLATO


Cogliere in una discussione le posizioni espresse dai compagni ed esprimere la propria opinione su un argomento in modo chiaro e pertinente.

1)Ascoltare, comprendere e ricordare informazioni.

I giochi matematici:

  1. ascolto della lettura dell’insegnante;

  2. memorizzazione delle informazioni;

  3. completamento di testi con l’opzione giusta.

2)Esprimere sentimenti, stati d’animo e opinioni in modo chiaro e pertinente.

L’horror e il rapporto con la tv:

a) questionari conoscitivi;

b) dibattiti in classe e confronto di idee ed esperienze.


LETTURA


Leggere testi cogliendo l’argomento di cui si parla individuando le informazioni principali e le loro relazioni.

3)Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce.

I miti greci:

a)esposizione orale del contenuto del testo.



4)Leggere testi narrativi e cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.

Il racconto storico:

  1. ricostruzione logica di una storia;

  2. arricchimento lessicale;

  3. distinzione vero/verosimile/fantastico;

  4. soluzione di questionari a scelta multipla.

5)Leggere, comprendere e individuare le caratteristiche della narrazione fantastica, distinguendo l’invenzione letteraria dalla realtà.

Il mito:

  1. completamento di testi con l’opzione giusta;

  2. esposizione orale del contenuto del testo con il supporto di uno schema;

  3. soluzione di un questionario con risposte a scelta multipla;

  4. individuazione delle informazioni vere/false che si possono ricavare dalla lettura del testo.




6)Leggere, cogliere il senso e le caratteristiche dei principali generi di testo narrativo.

La narrazione di paura:

  1. ascolto della lettura dell’insegnante;

  2. lettura espressiva;

  3. esposizione orale del contenuto del testo con il supporto di uno schema;

  4. espressione degli stati d’animo provocati dalla lettura del testo;

  5. dibattito e confronto di opinioni.







7)Leggere testi letterari narrativi utilizzando strategie per analizzare il contenuto.

  1. individuazione di sequenze;

  2. esposizione orale del contenuto del testo con il supporto di uno schema;

  3. soluzione di questionari con risposte a scelta multipla e a risposta aperta.

8)Leggere, comprendere, individuare le caratteristiche e lo scopo di testi regolativi.

Le istruzioni per regolare comportamenti:

  1. Associazione di immagini al testo;

  2. esposizione orale del contenuto del testo con il supporto delle immagini.

9)Leggere testi poetici cogliendone il senso, l’intenzione comunicativa dell’autore ed esprimendo un motivato parere personale

  1. Lettura espressiva;

  2. esposizione orale del contenuto del testo con domande guida;

  3. individuazione delle caratteristiche formali della poesia: le rime;

  4. arricchimento lessicale;

  5. soluzione di questionari a risposta aperta

Leggere testi poetici mostrando di saperne cogliere il senso globale.




SCRITTURA


Scrivere sotto dettatura curando in modo particolare l’ortografia.

10)Scrivere testi per raccontare storie vere, verosimili, fantastiche.

Il racconto del brivido:

  1. lettura di poesie e/o racconti del brivido;

  2. racconto orale di esperienze vissute.




11) Scrivere testi a scopo descrittivo, chiari e coerenti.

osservazione di immagini;

  1. descrizione orale;

  2. arricchimento lessicale.




Scrivere testi corretti ortograficamente, chiari e coerenti, legati all’esperienza propria e altrui.

12) Scrivere testi regolativi per l’esecuzione di attività.

Le istruzioni per realizzare la lanterna di Halloween:

  1. realizzazione in classe della lanterna;

  2. verbalizzazione delle fasi della realizzazione del manufatto;

  3. produzione del testo con il supporto delle immagini.

13)Sperimentare tecniche per riassumere testi.

Le tecniche per riassumere il testo narrativo e il testo informativo:

a) elaborazione del riassunto orale e poi scritto, con il supporto di modelli guida.



14)Sperimentare tecniche per parafrasare testi.

La versione in prosa del testo poetico:

  1. elaborazione della parafrasi orale e poi scritta, con il supporto di domande guida.

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI USI DELLA LINGUA




Prestare attenzione alla grafia delle parole nei testi e applicare le conoscenze ortografiche nella produzione scritta.

15)Utilizzare adeguatamente il dizionario.

  1. Osservazione e consultazione del dizionario:

  2. l’ordine alfabetico delle parole.







16) Conoscere e applicare le fondamentali convenzioni di scrittura.

  1. Le principali convenzioni ortografiche: raddoppiamenti di consonante, digrammi, trigrammi e gruppi di lettere, la divisione in sillabe, uso dell’h, dell’apostrofo e dell’accento, il troncamento.

  2. Esercizi di completamento, riordinamento, trascrizione, individuazione, correzione, classificazione, produzione, inserimento;

  3. ascolto, lettura, copia, scrittura sotto dettatura, memorizzazione di filastrocche contenenti parole che presentano difficoltà ortografiche.

  4. giochi linguistici.




17)Riconoscere e rispettare le funzioni sintattiche ed espressive dei principali segni interpuntivi.

La funzione dei principali segni di punteggiatura:

  1. esercizi di intonazione della voce;

  2. esercizi di inserimento.




18)Riconoscere e utilizzare adeguatamente le tecniche del discorso diretto e indiretto.

Le tecniche per riportare le parole dei personaggi:

a) confronti, completamenti e trasformazioni dal discorso diretto all’indiretto e viceversa, prima oralmente, poi per iscritto.






METODOLOGIA :

  • creare un clima classe positivo, favorendo la relazione e la comunicazione orale, mediando quando

  • necessario;

  • creare situazioni comunicative orali e scritte anche con domande stimolo;

  • analizzare e confrontare esperienze;

  • avvalersi della lettura espressiva;

  • suscitare interesse e motivazione per quanto proposto;

VERIFICHE :

  • prove di lettura, comprensione del testo, espressività, rispetto dei segni interpuntivi.

  • osservazioni sistematiche.

  • Correzione dei compiti assegnati a casa




VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE :

  • leggere e comprendere testi letterari di vario genere in vista di scopi funzionali

  • produrre testi inerenti le diverse occasioni offerte dalle situazioni vissute




BIMESTRE

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

S
E
C


O
N
D
O

IN
VIAGGIO


CON
LA
FANTASIA

ASCOLTO E PARLATO


L’alunno partecipa a scambi comunicativi rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti.

Individua nei testi informazioni utili per l’apprendimento e le mette in relazione; le sintetizza, in funzione anche dell’esposizione orale.


  1. Ascoltare, comprendere e ricordare le informazioni di un’esposizione.

  • A) ascolto della lettura dell’insegnante;

  • B) memorizzazione delle informazioni;

  • C) completamento di testi bucati senza alcun supporto.

  1. Esprimere sentimenti, stati d’animo e opinioni, in modo chiaro e pertinente.




  • A) questionari conoscitivi;

  • B) dibattiti in classe e confronto di idee ed esperienze.

  1. Raccontare esperienze personali o storie inventate organizzando il racconto in modo completo, chiaro e ordinato.

Le esperienze personali:

  • A) racconto orale di vissuti personali con il supporto di domande-guida e schemi.

LETTURA


  1. Leggere, cogliere il senso e le caratteristiche dei principali generi di testo narrativo.

L’autobiografia:

  • A) individuazione del finale giusto tra varie opzioni;

  • B) soluzione di questionari a risposta aperta e a risposta multipla;

  • C)trasformazione della persona e del tempo del testo;

  • D) riassunto orale, guidato, del contenuto del testo.

  1. Leggere, comprendere e individuare le caratteristiche della narrazione fantastica, distinguendo l’invenzione letteraria dalla realtà.

Il racconto fantasy:

–A) lettura espressiva del testo;

– B) individuazione del significato di termini non noti dal contesto;

– C) riassunto orale;



  • D)arricchimento lessicale.







  1. Leggere, comprendere, individuare le caratteristiche e lo scopo di testi regolativi.

Le istruzioni per regolare comportamenti: il primo soccorso.

– A) Completamento del testo, individuazione di termini superflui;

– B) esposizione orale del contenuto del testo;

– C) associazione del testo alla corrispondente immagine;



  • D) arricchimento lessicale.




  1. Leggere testi argomentativi, individuare le caratteristiche e lo scopo e trarre spunti per confrontare idee.

Libri di carta ed elettronici:

  • A)individuazione della struttura del testo argomentativo;

  • B)completamento di mappe;

  • C)discussione guidata e confronto di opinioni.

SCRITTURA


L’alunno capisce e utilizza nell’uso scritto i vocaboli fondamentali e i termini specifici legati alle discipline di studio.



  1. Scrivere testi per raccontare storie vere, verosimili, fantastiche

Il racconto autobiografico e il racconto di fantasia:

–A) lettura di autobiografie e racconti fantastici;

–B) visione di film;


  • C)discussioni guidate e confronto di opinioni;

  • D)racconto orale di esperienze personali;

  • E)produzione di testi narrativi con il supporto di modelli guida.

  1. Scrivere testi a scopo descrittivo, chiari e coerenti.

  • A)osservazione dell’immagine di una biblioteca;

  • B)descrizione orale con il supporto di domande stimolo;

  • C)elaborazione del testo con il supporto di un modello guida;

  • D)arricchimento lessicale.




  1. Scrivere testi regolativi.

A)Elaborazione del testo con il supporto di immagini.










  1. Scrivere testi per argomentare.

Il Natale:

  • A)discussione guidata e confronto di opinioni;

  • B)produzione del testo con il supporto di un modello guida.




  1. Sperimentare tecniche per riassumere testi.

Le tecniche per riassumere il testo narrativo e il testo informativo:

  • A)individuazione di fasi e blocchi di informazioni;

  • B)elaborazione del riassunto con il supporto di modelli guida.




  1. Sperimentare tecniche per parafrasare testi.

A)La versione in prosa del testo poetico.




ACQUISIZIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSION E SUGLI USI DELLA LINGUA




L’alunno padroneggia e applica le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione morfologica della semplice frase.

  1. Comprendere le principali relazioni di significato tra le parole.

Campi semantici, sinonimi, omonimi e contrari:

  • A) giochi linguistici, sostituzioni, trasformazioni, individuazione di elementi intrusi, arricchimento lessicale.

  1. Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole.

Le parti variabili e invariabili del discorso, radici e desinenze, prefissi e suffissi:

  • A)completamenti, trasformazioni, classificazioni di parole, arricchimento lessicale;

  • B)esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.

  1. Riconoscere gli articoli, conoscerne i principali tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

Gli articoli determinativi, indeterminativi, partitivi.

Esercizi di:



  • A)associazione, sostituzione, manipolazione, correzione, evidenzia tura, riconoscimento;

  • B)esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.







  1. Riconoscere i nomi, conoscerne i principali tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

I nomi: significato, forme e struttura. Esercizi di:

– A)classificazione, completamento, correzione,trasformazione, composizione,arricchimento lessicale;



  • B)esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.




  1. Riconoscere gli aggettivi, conoscerne i principali tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

Gli aggettivi qualificativi, i gradi dell’aggettivo, gli aggettivi numerali: forma, genere, numero, funzione, concordanza con il nome. Esercizi di:

  • A)completamento di poesie, frasi e tabelle, sostituzione, trasformazione e arricchimento lessicale;

  • B)esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.




  1. Riconoscere i pronomi, conoscerne i principali tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

I pronomi personali e relativi. Esercizi di:

  • A)completamento di tabelle, riconoscimento, sostituzione;

  • B)esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.




  1. Distinguere gli aggettivi e i pronomi, conoscerne i principali tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

Aggettivi e pronomi possessivi, indefiniti, dimostrativi, interrogativi ed esclamativi. Esercizi di:

  • A)completamento di tabelle, correzione, scelta di opzioni, trasformazione;

  • B)esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.




METODOLOGIA:




  • creare un clima classe positivo, favorendo la relazione e la comunicazione orale, mediando quando necessario;

  • creare situazioni comunicative orali e scritte anche con domande stimolo;

  • analizzare e confrontare esperienze;

  • avvalersi della lettura espressiva;

  • suscitare interesse e motivazione per quanto proposto.




VERIFICHE :

  • utilizzare informazioni, immagini e grafici per elaborare un testo;

  • costruire un’argomentazione utilizzando correttamente i connettivi logico-cusali.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE:

  • acquisire padronanza della lingua italiana e raccontare le proprie esperienze adottando un registro linguistico appropriato;

  • acquisizione di conoscenze e nozioni di base per ricercare e organizzare nuove informazioni.





BIMESTRE
T
E
R
Z
O

U.d.A.
LEGGO
E
SCOPRO
I
RACCONTI

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE



ASCOLTO E PARLATO

1-Ascoltare, comprendere e ricordare informazioni

La storia di Roma:

a – ascolto della lettura dell’insegnante;

b– memorizzazione delle informazioni e dell’ordine in cui sono fornite;

c–completamento di testi bucati.


L’alunno partecipa a scambi comunicativi rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti.



2-Ascoltare, comprendere e riferire consegne e istruzioni per regolare comportamenti.

Il comportamento a teatro il rapporto con gli animali.

a – esposizione orale di regole di comportamento con il supporto delle immagini.



3-Esprimere sentimenti, stati d’animo e opinioni in modo chiaro e pertinente.

L’innamoramento e l’amicizia:

a – questionari conoscitivi;

b – dibattiti in classe e confronto di idee ed esperienze.


LETTURA

L’alunno individua nei testi informazioni utili per l’apprendimento e le mette in relazione; le sintetizza, in funzione anche dell’esposizione orale.

4-Acquisire il piacere di leggere.



a – ascolto della lettura a puntate, a voce alta dell’insegnante;

b – discussioni, confronti, formulazione di ipotesi, invenzione di finali alternativi;

c – rappresentazioni grafiche.


5-Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce.

La poesia buffa e le barzellette:

d – lettura silenziosa/a voce alta di testi mescolati a versi alterni;

e – esposizione orale, guidata, del contenuto dei testi.








6-Leggere e individuare l’ordine logico e cronologico delle sequenze in testi narrativi.

Il racconto comico:

a – lettura espressiva del testo;

b – associazione dei titoli alle corrispondenti sequenze;

c – riordino di sequenze;

d – riassunto orale e scritto;

e – ricerca lessicale.






7-Leggere testi letterari narrativi ponendosi domande all’inizio e durante la lettura e cogliendo l’intenzione comunicativa dell’autore.

a – Lettura attiva del testo;

b – formulazione di ipotesi, anticipazioni, previsioni;

c –riassunto orale.


8-Leggere testi teatrali, impiegando tecniche di lettura espressiva ad alta voce e usando strategie per analizzare il contenuto.

Il testo teatrale in rima:

a – esercizi di pronuncia di battute;

b – lettura espressiva a più voci del testo;

c – individuazione delle caratteristiche fisiche, caratteriali e comportamentali dei personaggi;

d – parafrasi orale e scritta.


9-Leggere, comprendere, individuare le caratteristiche e lo scopo di testi regolativi.

Le regole di comportamento a teatro:

a – associazione del testo alla corrispondente immagine;

b – esposizione orale del contenuto del testo con il supporto di immagini;

c – ricerca lessicale.



10-Leggere e ricercare le informazioni in testi informativo-espositivi, individuando le caratteristiche e lo scopo.

Civiltà romana: l’abbigliamento.

a – associazione di informazioni alle corrispondenti immagini;

b – esposizione orale e riassunto del contenuto del testo con il supporto di uno schema;

c – ricerca lessicale.









11-Leggere testi argomentativi usando strategie per analizzare il contenuto.

Il rapporto con gli animali:

a – lettura attiva del testo;

b – formulazione di ipotesi, anticipazioni, previsioni;

c – individuazione della struttura del testo argomentativo;

d – esposizione orale del contenuto del testo;

e – soluzione di questionari a risposta aperta;

f – discussione guidata e confronto di opinioni.





SCRITTURA

L’alunno rielabora testi parafrasandoli, completandoli, trasformandoli.



12-Scrivere testi per raccontare storie vere, verosimili, fantastiche.

Il racconto comico:

a – lettura di racconti comici;

b – visione di film;

c – discussioni guidate e confronto di opinioni;

d – racconto orale di esperienze personali;

e – produzione di testi narrativi con il supporto di modelli guida.



13-Scrivere testi a scopo descrittivo, chiari e coerenti

Il teatro moderno e il migliore amico.

a – osservazione dell’immagine di un teatro;

b – descrizione orale con il supporto di domande stimolo;

c – elaborazione del testo con il supporto di un modello guida;

d – ricerca lessicale.





14-Realizzare testi informativo-espositivi per relazionare su esperienze e argomenti di studio.

La relazione su uno spettacolo teatrale:

a – visita a un teatro per assistere a una rappresentazione;

b – esposizione orale dell’esperienza vissuta con il supporto di uno schema guida;

c – ricerca lessicale;

d – produzione del testo con il supporto di schemi guida.











15-Sperimentare tecniche per usare la lingua in modo creativo.

Le onomatopee:

a – lettura di poesie e imitazione delle tecniche usate;

b – giochi linguistici;

c – ricerca lessicale.






16-Sperimentare tecniche per riassumere testi.

Le tecniche per riassumere il testo:

a – individuazione di sequenze;

b – elaborazione del riassunto con il supporto di modelli guida






ACQUISIZIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI USI DELLA LINGUA




17-Riconoscere i verbi, conoscerne i principali tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

Struttura del verbo: persona, numero, modi e tempi, coniugazioni, genere, forme. Esercizi di:

a – classificazione, completamento di frasi, testi e tabelle, correzione, scelta di opzioni giuste, trasformazione, ricerca lessicale, analisi grammaticale;

b – esposizione orale di semplici regole grammaticali con il supporto di schemi e tabelle.

L’alunno padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione logico sintattica della frase.



METODOLOGIA :

  • creare un clima classe positivo, favorendo la relazione e la comunicazione orale, mediando quando

  • necessario;

  • creare situazioni comunicative orali e scritte anche con domande stimolo;

  • analizzare e confrontare esperienze;

  • avvalersi della lettura espressiva;

suscitare interesse e motivazione per quanto proposto;

VERIFICHE :

  • prove di lettura, comprensione del testo, espressività, rispetto dei segni interpuntivi.

  • osservazioni sistematiche.

  • Correzione dei compiti assegnati a casa.



VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE :

  • leggere e comprendere testi letterari di vario genere in vista di scopi funzionali

  • produrre testi inerenti le diverse occasioni offerte dalle situazioni vissute.





BIMESTRE

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTO E PARLATO

Q
U
A
R
T
O

LA


PRIMARIA

E’


FINITA :
RICORDI

E

RIFLESSIONI.



1-Ascoltare, comprendere e ricordare informazioni.

a– ascolto della lettura dell’insegnante;

b– memorizzazione delle informazioni;

c–individuazione di informazioni intruse.

L’alunno ascolta e comprende testi cogliendone il senso e interviene con una terminologia specifica.



2-Esprimere sentimenti, stati d’animo e opinioni in modo chiaro e pertinente.

La scuola primaria e la scuola secondaria:

a– questionari conoscitivi;

b– dibattiti in classe e confronto di idee ed esperienze


LETTURA

3-Leggere, cogliere il senso e le caratteristiche dei principali generi di testo narrativo.

Il racconto poliziesco:

a– individuazione degli elementi caratteristici del genere;

b– soluzione di questionari a risposta aperta;

c– esposizione orale del contenuto;

d– ricerca lessicale.

L’alunno legge e comprende le informazioni principali e il senso globale.



4-Leggere, comprendere e individuare le caratteristiche della cronaca.

L’articolo di cronaca:

a– individuazione degli elementi caratteristici del genere;

b– soluzione di questionari a risposta aperta/a scelta multipla;

c– esposizione orale del contenuto.






5-Leggere testi narrativi ponendosi domande all’inizio e durante la lettura e cogliendo l’intenzione comunicativa dell’autore.

Il racconto umoristico:

a– formulazione di ipotesi, anticipazioni, previsioni;

b– soluzione di questionari con risposte chiuse/a scelta multipla.

c– esposizione orale del contenuto.












6-Leggere, comprendere, individuare le caratteristiche e lo scopo di testi regolativi.

Le regole di comportamento in internet:

a– completamento di un testo bucato con parole scelte tra varie opzioni;

b– soluzione di quesiti con risposta a scelta multipla;

c– ricerca lessicale.






7-Leggere e ricercare le informazioni in testi informativo-espositivi, individuando le caratteristiche e lo scopo.

Il parlamento italiano:

a– soluzione di questionari con risposte a scelta multipla

b– esposizione orale del contenuto con il supporto di uno schema;

c– ricerca lessicale.




SCRITTURA


8-Scrivere testi per raccontare storie vere, verosimili, fantastiche.

Il diario, il racconto autobiografico: la scuola primaria.

a– Racconto orale di esperienze personali;

b– discussioni guidate e confronto di opinioni;

c– produzione di testi narrativi con il supporto di modelli guida.


L’alunno produce testi coerenti nella scelta del modo e della forma verbale.



8-Scrivere testi a scopo descrittivo, chiari e coerenti.

La descrizione di un ambiente noto: il mercato.

a– Osservazione dal vero;

b– descrizione orale con il supporto di domande stimolo;

c– individuazione dei dati sensoriali;

d– elaborazione del testo con il supporto di un modello guida;

e– arricchimento lessicale









Scrivere testi per regolare comportamenti.

I comportamenti corretti durante un terremoto:

a– discussione guidata;

b– elaborazione del testo con il supporto di immagini.





9-Scrivere testi per argomentare.


La storia di Roma antica:

a–discussione guidata e confronto di opinioni;

b-produzione del testo con il supporto di un modello guida.


10-Sperimentare tecniche per usare la lingua in modo creativo.

I dati sensoriali:

a– lettura di poesie e imitazione delle tecniche usate;

b– ricerca lessicale.


11-Sperimentare tecniche per riassumere testi.

Le tecniche per riassumere il testo narrativo e quello argomentativo:

a– individuazione di sequenze e argomentazioni;

b– elaborazione del riassunto orale e scritto con il supporto di modelli guida.


12-Sperimentare tecniche per parafrasare testi.

a-La versione in prosa del testo poetico.



ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI USI DELLA LINGUA




13-Comprendere le principali relazioni di significato tra le parole.

Il significato letterale e il significato figurato delle parole:

a– associazioni di frasi alle corrispondenti immagini;

b– completamento di frasi.

L’alunno utilizza consapevolmente tutti i modi del verbo.









14-Riconoscere le parti invariabili del discorso, conoscerne i tratti grammaticali e utilizzarli opportunamente.

Preposizioni, avverbi, congiunzioni, interiezioni. Esercizi di:

a– completamento di frasi e testi, individuazione e scelta di opzioni esatte/errate;

b– esposizione orale di regole grammaticali con il supporto di tabelle;

c– ricerca e arricchimento lessicale.












15-Riconoscere l’organizzazione logico-sintattica della frase.

Frase semplice e frase complessa, i sintagmi, il soggetto, il predicato verbale e nominale, i complementi:

a–completamento di frasi, individuazione di frasi semplici e frasi complesse, delle caratteristiche del soggetto, dei sintagmi, delle funzioni del verbo essere.






METODOLOGIA :

  • creare un clima classe positivo, favorendo la relazione e la comunicazione orale, mediando quando

  • necessario;

  • creare situazioni comunicative orali e scritte anche con domande stimolo;

  • analizzare e confrontare esperienze;




VERIFICHE :

  • prove di lettura, comprensione del testo, espressività, rispetto dei segni interpuntivi.

  • osservazioni sistematiche.

  • Correzione dei compiti assegnati a casa.




VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE :

  • leggere e comprendere testi letterari di vario genere in vista di scopi funzionali

  • produrre testi inerenti le diverse occasioni offerte dalle situazioni vissute.







Piano educativo-didattico classe 5 - storia a.s. 2017/18
Piano educativo-didattico classe 5 –educazione fisica a.s. 2017/18
Piano educativo-didattico classe v -inglese a.s. 2017/18



  1   2   3   4   5   6


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale