Leggo, comprendo



Scaricare 0.55 Mb.
Pagina3/6
23.05.2018
Dimensione del file0.55 Mb.
1   2   3   4   5   6


BIMESTRE

U.d.A.

ABILITÁ

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE






Le regioni





  1. Conoscere ed applicare il concetto polisemico (fisico-politico) di regioni italiana, in relazione al contesto italiano: le regioni del Nord.


  1. Conoscere ed applicare il concetto polisemico (fisico-politico) di regioni italiana, in relazione al contesto italiano: le regioni del Centro.





1.a) Trentino-Alto Adige.

1.b) Piemonte.

1.c) Friuli-Venezia Giulia.

1.d) Emilia Romagna.


2.a) Toscana.

2. b) Marche.

2. c) Umbria.

2. d) Lazio.

2. e) Abruzzo.

2. f) Molise

L’alunno:



  • si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza;

  • individua, conosce e descrivere gli elementi caratterizzanti dei paesaggi;




METODOLOGIA

  • Lezione frontale dell'insegnante.

  • Lettura di vari testi tra cui atlanti geografici e sussidi tecnologici.

  • Studio di carte geografiche, mappamondo, planisferi.

  • Dibattiti collettivi su temi presentati.

  • Utilizzare le varie tecniche dell’apprendimento cooperativo.

  • Osservazione di ambienti.

  • Rielaborazioni dei dati attraverso relazioni, grafici, tabelle, cartelloni, disegni e schemi.

VERIFICHE

Le verifiche saranno realizzate tramite:



  • elaborazione ed esposizione degli argomenti studiati;

  • prove di verifica strutturate a“stimolo chiuso-risposta chiusa”( prove oggettive quali quesiti vero/falso, risposta a scelta multipla, prove di completamento);

  • prove a “stimolo aperto-risposte aperte”( interrogazioni, componimenti scritti);

  • questionari a risposta multipla e a domande aperte;

  • osservazioni sistematiche.




VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

La valutazione intesa come momento formativo, avverrà:



  • in itinere di lavoro, valutando gli obiettivi previsti nelle U.d.A.;

  • al termine di ogni Unità di Apprendimento, dove si valuterà l’impegno, l’interesse e la partecipazione alle attività;

  • attraverso l’acquisizione e l’utilizzo del linguaggio specifico alle discipline.

La valutazione periodica degli apprendimenti degli alunni, sarà effettuata mediante l’attribuzione di voti espressi in decimi.



BIMESTRE

U.d.A.

ABILITÁ

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE






Le regioni






  1. Conoscere ed applicare il concetto polisemico (fisico-politico) di regioni italiana, in relazione al contesto italiano: le regioni del Sud.





1.a) Campania.

1.b) Puglia.

1.c) Basilicata.

1.d) Calabria.

1.e) Sicilia.

1. f) Sardegna.

L’alunno:



  • si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza;

  • individua, conosce e descrivere gli elementi caratterizzanti dei paesaggi;




METODOLOGIA

  • Lezione frontale dell'insegnante.

  • Lettura di vari testi tra cui atlanti geografici e sussidi tecnologici.

  • Studio di carte geografiche, mappamondo, planisferi.

  • Dibattiti collettivi su temi presentati.

  • Utilizzare le varie tecniche dell’apprendimento cooperativo.

  • Osservazione di ambienti.

  • Rielaborazioni dei dati attraverso relazioni, grafici, tabelle, cartelloni, disegni e schemi.

VERIFICHE

Le verifiche saranno realizzate tramite:



  • elaborazione ed esposizione degli argomenti studiati;

  • prove di verifica strutturate a“stimolo chiuso-risposta chiusa”( prove oggettive quali quesiti vero/falso, risposta a scelta multipla, prove di completamento);

  • prove a “stimolo aperto-risposte aperte”( interrogazioni, componimenti scritti);

  • questionari a risposta multipla e a domande aperte;

  • osservazioni sistematiche.




VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

La valutazione intesa come momento formativo, avverrà:



  • in itinere di lavoro, valutando gli obiettivi previsti nelle U.d.A.;

  • al termine di ogni Unità di Apprendimento, dove si valuterà l’impegno, l’interesse e la partecipazione alle attività;

  • attraverso l’acquisizione e l’utilizzo del linguaggio specifico alle discipline.

La valutazione periodica degli apprendimenti degli alunni, sarà effettuata mediante l’attribuzione di voti espressi in decimi.


PIANO EDUCATIVO-DIDATTICO CLASSE 5^-MATEMATICA a.s. 2017/18

Bimestre


U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE







1) IL NUMERO

  1. Leggere, scrivere. ordinare e confrontare i numeri fino al periodo dei milioni, riconoscendone il valore posizionale delle cifre; comporre e scomporre i numeri per somme, per somme e prodotti




  1. Conoscere ed utilizzare operativamente il concetto di potenza.




a. - I numeri naturali entro

la classe dei milioni.

- Il valore posizionale delle cifre-


  1. Le potenze: il valore

delle potenze;

  1. Numeri espressi in

forma di potenza di 10




Sa leggere, scrivere, confrontare numeri entro la classe dei milioni.

Opera con i numeri relativi

Sa calcolare la potenza di un numero


2) IL NUMERO:

le operazioni


  1. Eseguire correttamente calcoli con le quattro operazioni,

  2. Applicare le proprietà delle quattro operazioni nel calcolo orale

  3. Eseguire correttamente calcoli con le quattro operazioni,

  4. Applicare le proprietà delle quattro operazioni nel calcolo orale




  1. Algoritmi delle quattro operazioni con i numeri interi .




  1. Strategie di calcolo.





Utilizza ed esegue le quattro operazioni con numeri interi e ne utilizza le proprietà







3) SPAZIO

E

FIGURE



1. Denominare e classificare i principali poligoni

  1. Rette ed Angoli.

  2. Studio dei poligoni e principali elementi





Riconosce e descrive le caratteristiche

dei triangoli, dei quadrilateri




4) RELAZIONI

DATI

E

PREVISIONI:



- I PROBLEMI




  1. Leggere e comprendere il testo di un problema.




  1. Rielaborare il contenuto del problema in uno schema.

  2. Tradurre uno schema di risoluzione in un’espressione numerica.






  1. Analisi del testo e risoluzione



  1. Schemi di risoluzione, diagrammi ed espressioni aritmetiche





Legge e comprende il testo di un problema.
Risolve problemi di vario tipo.
Utilizza e produce schemi di risoluzione.
Utilizza espressioni aritmetiche nella risoluzione dei problemi


METODOLOGIA : L’insegnamento, affinché possa essere efficace e piacevole sotto ogni punto di vista, si baserà su una didattica attiva che terrà conto

dell’esperienza individuale e farà appello all’iniziativa e alla creatività degli alunni tenendo conto dei seguenti principi:



    • Adattare l’insegnamento all’evoluzione mentale dell’alunno/a, agli stili cognitivi e alle capacità individuali, personificandolo secondo le necessità.

    • Favorire l’apprendimento attivo – cooperativo della matematica e facilitare gli alunni/e a co-costruire, a scoprire, anziché presentare loro un sapere; quindi valorizzare la ricerca e l’esperienza per giungere all’astratto (formazione di concetti).

    • Superare le difficoltà di astrazione abituando gli alunni/e a rappresentare le situazioni graficamente o servendosi di materiale strutturato.

    • Seguire iter diversi e diversificati per giungere all’acquisizione di concetti e automatismi.

VERIFICHE

  • Prove di verifica strutturate relative alle attività svolte. Interrogazioni orali e scritte Esercizi vari inerenti i concetti svolti. Risposte a quesiti anche con V/F. Completamento di tabelle. Risoluzione di problemi. Operazioni. Produzione di materiali derivanti dalla ricerca personale o di gruppo.

  • Valutazione del metodo di lavoro e dei risultati ottenuti durante le esercitazioni individuali e/o di gruppo.

  • Osservazione sistematica dei comportamenti e delle modalità espresse dagli alunni nelle situazioni apprenditive.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

è un monitoraggio degli apprendimenti che passa attraverso:



  • la valutazione della situazione di partenza;

  • le osservazioni sistematiche dei processi di apprendimento;

  • le osservazioni dei comportamenti;

  • i risultati delle verifiche.

  • La valutazione è un'operazione che va oltre la misurazione di una media matematica, perché tiene conto anche della continuità, dell'impegno e dell'interesse.


Bimestre


U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE







1) IL NUMERO

  1. Leggere, scrivere. ordinare e confrontare i numeri fino al periodo dei milioni, riconoscendone il valore posizionale delle cifre; comporre e scomporre i numeri per somme, per somme e prodotti




  1. Conoscere ed utilizzare operativamente il concetto di potenza.




a. - I numeri naturali entro

la classe dei milioni.

- Il valore posizionale delle cifre-


  1. Le potenze: il valore

delle potenze;

  1. Numeri espressi in

forma di potenza di 10




Sa leggere, scrivere, confrontare numeri entro la classe dei milioni.

Opera con i numeri relativi

Sa calcolare la potenza di un numero


2) IL NUMERO:

le operazioni


  1. Eseguire correttamente calcoli con le quattro operazioni,

  2. Applicare le proprietà delle quattro operazioni nel calcolo orale

  3. Eseguire correttamente calcoli con le quattro operazioni,

  4. Applicare le proprietà delle quattro operazioni nel calcolo orale




  1. Algoritmi delle quattro operazioni con i numeri interi .




  1. Strategie di calcolo.





Utilizza ed esegue le quattro operazioni con numeri interi e ne utilizza le proprietà







3) SPAZIO

E

FIGURE



1. Denominare e classificare i principali poligoni

  1. Rette ed Angoli.

  2. Studio dei poligoni e principali elementi





Riconosce e descrive le caratteristiche

dei triangoli, dei quadrilateri




4) RELAZIONI

DATI

E

PREVISIONI:



- I PROBLEMI




  1. Leggere e comprendere il testo di un problema.




  1. Rielaborare il contenuto del problema in uno schema.

  2. Tradurre uno schema di risoluzione in un’espressione numerica.






  1. Analisi del testo e risoluzione



  1. Schemi di risoluzione, diagrammi ed espressioni aritmetiche





Legge e comprende il testo di un problema.
Risolve problemi di vario tipo.
Utilizza e produce schemi di risoluzione.
Utilizza espressioni aritmetiche nella risoluzione dei problemi


METODOLOGIA : L’insegnamento, affinché possa essere efficace e piacevole sotto ogni punto di vista, si baserà su una didattica attiva che terrà conto

dell’esperienza individuale e farà appello all’iniziativa e alla creatività degli alunni tenendo conto dei seguenti principi:



    • Adattare l’insegnamento all’evoluzione mentale dell’alunno/a, agli stili cognitivi e alle capacità individuali, personificandolo secondo le necessità.

    • Favorire l’apprendimento attivo – cooperativo della matematica e facilitare gli alunni/e a co-costruire, a scoprire, anziché presentare loro un sapere; quindi valorizzare la ricerca e l’esperienza per giungere all’astratto (formazione di concetti).

    • Superare le difficoltà di astrazione abituando gli alunni/e a rappresentare le situazioni graficamente o servendosi di materiale strutturato.

    • Seguire iter diversi e diversificati per giungere all’acquisizione di concetti e automatismi.

VERIFICHE

  • Prove di verifica strutturate relative alle attività svolte. Interrogazioni orali e scritte Esercizi vari inerenti i concetti svolti. Risposte a quesiti anche con V/F. Completamento di tabelle. Risoluzione di problemi. Operazioni. Produzione di materiali derivanti dalla ricerca personale o di gruppo.

  • Valutazione del metodo di lavoro e dei risultati ottenuti durante le esercitazioni individuali e/o di gruppo.

  • Osservazione sistematica dei comportamenti e delle modalità espresse dagli alunni nelle situazioni apprenditive.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

è un monitoraggio degli apprendimenti che passa attraverso:



  • la valutazione della situazione di partenza;

  • le osservazioni sistematiche dei processi di apprendimento;

  • le osservazioni dei comportamenti;

  • i risultati delle verifiche.

  • La valutazione è un'operazione che va oltre la misurazione di una media matematica, perché tiene conto anche della continuità, dell'impegno e dell'interesse.


Bimestre



U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE



IL NUMERO


1) Le Frazioni e i numeri decimali


  1. Rappresentare, classificare, confrontare e ordinare frazioni.

  2. Saper calcolare la frazione di un numero, sconti e percentuali.

  3. Riconoscere le frazioni decimali e saper trasformare una frazione decimale in un numero decimale e viceversa.

  4. Confrontare e ordinare numeri decimali.

Riconoscere numeri decimali illimitati periodici.




  1. Frazioni

  2. Frazione come operatore

  3. Dalla frazione decimale al numero decimale

  4. Frazioni e percentuali




Riconosce vari tipi di frazioni

Sa calcolare la frazione di un numero.

Calcola la percentuale di un numero

Conosce e opera con i numeri decimali


2) Le operazioni






  1. Saper fare stime di calcolo per eccesso e per difetto.







  1. Calcolo approssimato




Sa effettuare calcoli mentali e stime approssimate.

SPAZIO

E FIGURE

3) La Geometria

E
La Misura



  1. Determinare l’area di una figura utilizzando le più comuni Formule.



  1. Consolidare le conoscenze relative al S.I. e saperle applicare in contesti diversi






  1. Calcolo della misura dell’area delle figure piane.




  1. Uso delle formule per risolvere problemi geometrici.

  2. Misure di Lunghezza, peso e capacità .




Sa calcolare l’area dei poligoni regolari

Conosce il S.I.

Relazioni Dati

E

Previsioni

5) I Problemi




1.Leggere e comprendere il testo di un problema.

2. Rielaborare il contenuto del problema in uno schema.

3. Tradurre uno schema di risoluzione in un’espressione numerica.


a. Analisi del testo e risoluzione

b. Schemi di risoluzione, diagrammi ed espressioni aritmetiche


Legge e comprende il testo di un problema.
Risolve problemi di tipo geometrici


METODOLOGIA : L’insegnamento, affinché possa essere efficace e piacevole sotto ogni punto di vista, si baserà su una didattica attiva che terrà conto

dell’esperienza individuale e farà appello all’iniziativa e alla creatività degli alunni tenendo conto dei seguenti principi:



    • Adattare l’insegnamento all’evoluzione mentale dell’alunno/a, agli stili cognitivi e alle capacità individuali, personificandolo secondo le necessità.

    • Favorire l’apprendimento attivo – cooperativo della matematica e facilitare gli alunni/e a co-costruire, a scoprire, anziché presentare loro un sapere; quindi valorizzare la ricerca e l’esperienza per giungere all’astratto (formazione di concetti).

    • Superare le difficoltà di astrazione abituando gli alunni/e a rappresentare le situazioni graficamente o servendosi di materiale strutturato.

    • Seguire iter diversi e diversificati per giungere all’acquisizione di concetti e automatismi.

VERIFICHE

  • Prove di verifica strutturate relative alle attività svolte. Interrogazioni orali e scritte Esercizi vari inerenti i concetti svolti. Risposte a quesiti anche con V/F. Completamento di tabelle. Risoluzione di problemi. Operazioni. Produzione di materiali derivanti dalla ricerca personale o di gruppo.

  • Valutazione del metodo di lavoro e dei risultati ottenuti durante le esercitazioni individuali e/o di gruppo.

  • Osservazione sistematica dei comportamenti e delle modalità espresse dagli alunni nelle situazioni apprenditive.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

è un monitoraggio degli apprendimenti che passa attraverso:



  • la valutazione della situazione di partenza;

  • le osservazioni sistematiche dei processi di apprendimento;

  • le osservazioni dei comportamenti;

  • i risultati delle verifiche.

  • La valutazione è un'operazione che va oltre la misurazione di una media matematica, perché tiene conto anche della continuità, dell'impegno e dell'interesse.


1   2   3   4   5   6


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale