Leggo, comprendo



Scaricare 0.55 Mb.
Pagina4/6
23.05.2018
Dimensione del file0.55 Mb.
1   2   3   4   5   6



Bimestre



U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE



IL NUMERO


1) I NUMERI



  1. Saper individuare i multipli, divisori e i numeri primi di un numero.

  2. Conoscere i criteri di divisibilità e utilizzarli per individuare i divisori di un numero.





  1. Multipli, divisori e numeri primi

  2. Criteri di divisibilità





Individua i multipli e i divisori di un numero e i numeri primi.

2) Le operazioni






  1. Eseguire le quattro operazioni con

sicurezza.

  1. Eseguire la divisione con resto fra numeri naturali;

  2. individuare multipli e divisori di un

numero

  1. Addizioni e sottrazioni

in colonna con i numeri

decimali.



  1. Moltiplicazioni e divisioni con i numeri decimali per 10, per 100, per 1000.

  2. Moltiplicazioni in colonna con i numeri decimali.

  3. Divisioni in colonna con i numeri decimali.


Si muove con sicurezza nel calcolo

scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l’opportunità di ricorrere a una calcolatrice.

SPAZIO

E FIGURE

3) La Geometria


E

La Misura





1. Saper individuare l’apotema di un poligono.
2. Conoscere il concetto solido e di volume di un solido.
1. Conoscere le misure di superficie e saper esprimere misure, utilizzando multipli e sottomultipli del metro quadrato indicandoli con i simboli relativi.
2. Saper eseguire equivalenze



a. Cerchio e circonferenza

b. Solidi geometrici e introduzione al concetto di volume


a. Le misure di superficie



Sa rappresentare e calcolare la circonferenza e l’area del cerchio
Riconosce gli elementi significativi dei solidi presentati
Sa eseguire equivalenze


Relazioni

Dati

E

Previsioni

5) I Problemi

6) Il pensiero Razionale


1. Tradurre uno schema di risoluzione in un’espressione numerica.
2. Risolvere espressioni numeriche.

3. Risolvere semplici problemi con perimetri e aree



  1. Utilizzare e interpretare diagrammi per rappresentare classificazioni di vario tipo

  2. Saper effettuare semplici indagini statistiche e utilizzare appropriate rappresentazioni.

  3. Saper calcolare semplici probabilità




a. Semplici problemi di vario tipo -

  1. I ragionamenti logici con gli insiemi e i diagrammi di Carroll e ad albero

  2. Media, moda, mediana

  3. Strumenti per rappresentare dati statistici

d. Qualificazioni e quantificazioni di situazioni incerte


Utilizza e produce schemi di risoluzione
Utilizza espressioni aritmetiche nella risoluzione dei problemi
Sa rappresentare una classificazione con un diagramma (Venn, Carrol, ad albero)

Sa calcolare la moda, la mediana e la media in una semplice indagine statistica.

Analizza e confronta dati di probabilità


METODOLOGIA : L’insegnamento, affinché possa essere efficace e piacevole sotto ogni punto di vista, si baserà su una didattica attiva che terrà conto

dell’esperienza individuale e farà appello all’iniziativa e alla creatività degli alunni tenendo conto dei seguenti principi:



    • Adattare l’insegnamento all’evoluzione mentale dell’alunno/a, agli stili cognitivi e alle capacità individuali, personificandolo secondo le necessità.

    • Favorire l’apprendimento attivo – cooperativo della matematica e facilitare gli alunni/e a co-costruire, a scoprire, anziché presentare loro un sapere; quindi valorizzare la ricerca e l’esperienza per giungere all’astratto (formazione di concetti).

    • Superare le difficoltà di astrazione abituando gli alunni/e a rappresentare le situazioni graficamente o servendosi di materiale strutturato.

    • Seguire iter diversi e diversificati per giungere all’acquisizione di concetti e automatismi.

VERIFICHE

  • Prove di verifica strutturate relative alle attività svolte. Interrogazioni orali e scritte Esercizi vari inerenti i concetti svolti. Risposte a quesiti anche con V/F. Completamento di tabelle. Risoluzione di problemi. Operazioni. Produzione di materiali derivanti dalla ricerca personale o di gruppo.

  • Valutazione del metodo di lavoro e dei risultati ottenuti durante le esercitazioni individuali e/o di gruppo.

  • Osservazione sistematica dei comportamenti e delle modalità espresse dagli alunni nelle situazioni apprenditive.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

è un monitoraggio degli apprendimenti che passa attraverso:



  • la valutazione della situazione di partenza;

  • le osservazioni sistematiche dei processi di apprendimento;

  • le osservazioni dei comportamenti;

  • i risultati delle verifiche.

  • La valutazione è un'operazione che va oltre la misurazione di una media matematica, perché tiene conto anche della continuità, dell'impegno e dell'interesse.


PIANO EDUCATIVO-DIDATTICO CLASSE 5^ -SCIENZE a.s. 2017/18

Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

I
OTTOBRE
NOVEMBRE



L’ENERGIA: DALL’UNIVERSO ALL’UOMO





  1. CONOSCERE LE CARATTERISTICHE DEL SISTEMA SOLARE.




  1. CONOSCERE E DESCRIVERE

FENOMENI FISICI E PADRONEGGIARE TERMINI SCIENTIFICI SPECIFICI.


  1. CONOSCERE, COMPRENDERE E SPERIMENTARE DA DOVE VIENE E COME SI PROPAGANO IL CALORE, LA LUCE E IL SUONO.


1a) IL SISTEMA SOLARE: I PIANETI E LA LUNA.
2a)I MOVIMENTI DELLA TERRA E DELLA LUNA.
2b)L’ALTERNANZA DEL GIORNO E DELLA NOTTE E DELLE STAGIONI.
3a)L’ENERGIA: DIVERSE FORME E FONTI (TERMICA, LUMINOSA ELETTRICA, SONORA).


IL BAMBINO:

  • CONOSCE IL MOVIMENTO DEI CORPI CELESTI.




  • CONOSCE IL CONCETTO DI ENERGIA.




  • RICONOSCE ALCUNI STRUMENTI DI MISURA.




  • SA ESPRIMERSI CON TERMINI APPROPRIATI.


METODOLOGIA

  • LEZIONE PARETCIPATA

  • ATTIVITA’ LABORATORIALI

  • ESPERIMENTI

  • USO DELLE TIC.

  • RAPPRESENTAZIONE.

  • PEER TUTORING.





VERIFICHE






VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE
LA VALUTAZIONE AVVERRA’ ATTRAVERSO:


  • L’OSSERVAZIONE COSTANTE DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLO DI APPRENDIMENTO RAGGIUNTO DALL’ALUNNO

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA;

  • LA SOMMINISTARZIONE DI PROVE PERIODICHE.






Bimestre

II

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

DICEMBRE

GENNAIO



I MATTONI DELLA VITA


LA LOCOMOZIONE





  1. RICONOSCERE LE STRUTTURE FONDAMENTALI DEGLI ORGANISMI VIVENTI, UNICELLULARI E PLURICELLULARI, IN PARTICOLARE NELL’UOMO, DISTINGUENDO CELLULE, TESSUTI, ORGANI E APPPARATI.

  2. OSSERVARE E DESCRIVERE GLI APPARATI DEL CORPO UMANO.

  3. CONOSCERE GLI ELEMENTI FONDAMENTALI DELL’ANATOMIA E DELLA FISIOLOGIA DELL’APPARATO LOCOMOTORE.

  4. CONOSCERE IL SIGNIFICATO DI TERMINI SPECIFICI.

  5. CONOSCERE, PROMUOVERE E PRATICARE ATTEGGIAMENTI CORRETTI PER IL BENESSERE PSICO-FISICO.

1a) CONOSCENZA DELLE CELLULE ANIMALI E VEGETALI. DALLA CELLULA AGLI ORGANISMI UNICELLULARI E PLURICELLULARI. CONCETTO DI TESSUTO ORGANO E APPARATO.

2a) CONOSCE LE PARTI CHE COMPONGONO IL CORPO UMANO.

3a) CONOSCE L’APPARATO LOCOMOTORE: SCHELETRO, ARTICOLAZIONI, MUSCOLI E MOVIMENTO.

4a) CONOSCE TERMINI TECNICI

5a) CONOSCE REGOLE PER IL BENESSERE DEL PROPRIO CORPO.


L’ALUNNO:



  • RICONOSCE LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE E MODI DI VIVERE DEGLI ESSERI VIVENTI.




  • RICONOSCE E DISTINGUE LA STRUTTURA E LO SVILUPPO DEL CORPO UMANO.




  • RICONOSCE E DESSCRIVE IL FUNZIONAMENTO DEI DIVERSI ORGANI E APPARATI.




  • SA ESPRIMERSI CON TERMINI APPROPRIATI.




  • CONOSCE LE REGOLE PRINCIAPLI PER PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SALUTE.


METODOLOGIA

  • LEZIONE PARTECIPATA CON MODALITA’ E STRATEGIE CHE ATTIVINO IL COINVOLGIMENTO DEI BAMBINI.

  • ATTIVITA’ LABORATORIALI CHE STIMOLINO CURIOSITA’ E MOTIVAZIONE.

  • ESPERIMENTI.

  • USO DELLE TIC.

  • RPPRESENTAZIONE.

  • PEER TUTORING.


VERIFICHE

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.

  • PROVE ORALI E SCRITTE.

  • PROVE DI GRUPPO.





VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE CONTINUA E SISTEMATICA DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLLO DI COMPETENZE RAGGIUNTO.

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA.

  • LA SOMMINISTRAZIONE DI PROVE PERIODICHE.






Bimestre

III

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

FEBBRAIO


MARZO


IL SISTEMA NERVOSO


I SENSI

LA RESPIRAZIONE E LA CIRCOLAZIONE




  1. CONOSCERE LA STRUTTURA, LE FUNZIONI DI CONTROLLO E DI COORDINAZIONE DEL SISTEMA NERVOSO.

  2. CONOSCERE L’ANATOMIA, LA FUNZIONE DEGLI ORGANI DI SENSO E LA PREVENZIONE DI ALCUNE LORO MALATTIE.

  3. CONOSCERE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DELL’APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO E LE RELAZIONI TRA RESPIRAZIONE E CIRCOLAZIONE.

  4. CONOSCERE UNA TERMINOLOGIA SPECIFICA.

  5. CONOSCERE E PRATICARE REGOLE PER IL BENESSERE FISICO.

1a)CONOSCENZA DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE, PERIFERICO E NEUROVEGETATIVO.

2a) CONOSCENZA DEGLI ORGANI DI SENSO.

3a) CONOSCENZA DELLE VIE AEREE E DEI POLMONI.

4a) CONOSCE TERMINI TECNICI

5a) CONOSCE REGOLE E STRUMENTI PER IL BENESSERE DEL PROPRIO CORPO.


L’ALUNNO:




  • RICONOSCE E DESCRIVE IL FUNZIONAMENTO DEI DIVERSI ORGANI E APPARATI.




  • RICONOSCE E IDENTIFICA RELAZIONI.




  • SA ESPRIMERSI CON TERMINI APPROPRIATI.




  • SA PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SALUTE.


METODOLOGIA

  • LEZIONE PARTECIPATA CON MODALITA’ E STRATEGIE CHE ATTIVINO IL COINVOLGIMENTO DEI BAMBINI.

  • ATTIVITA’ LABORATORIALI CHE STIMOLINO CURIOSITA’ E MOTIVAZIONE.

  • ESPERIMENTI.

  • USO DELLE TIC.

  • RPPRESENTAZIONE.

  • PEER TUTORING.


VERIFICHE

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.

  • PROVE ORALI E SCRITTE.

  • PROVE DI GRUPPO.





VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE CONTINUA E SISTEMATICA DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLLO DI COMPETENZE RAGGIUNTO.

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA.

  • LA SOMMINISTRAZIONE DI PROVE PERIODICHE.







Bimestre

IV

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

APRILE

MAGGIO



LA DIGESTIONE
L’APPARATO ESECRETORE
LA RIPRODUZIONE




  1. DESCRIVERE LE FASI DELLA DIGESTIONE.




  1. CONOSCERE GLI ORGANI E LA FUNZIONE DELL’APPARATO ESECRETORE.




  1. CONOSCERE GLI ORGANI E LA FUNZIONE DELL’APPARATO RIPRODUTTORE E COME SI VERIFICA LA TRASMISSIONE DEI CARATTERI EREDITARI.




  1. CONOSCERE LE REGOLE E STRUMENTI PER IL BENESSERE FISICO.


1a) CONOSCENZA DELL’APPARATO DIREGENTE.


2a)CONOSCENZA DELL’APPARATO ESECRETORE.
3a)CONOSCENZA DELL’APPARATO RIPRODUTTORE.
4a)CONOSCENZA TERMINI TECNICI.
5a) CONOSCENZA REGOLE E STRUMENTI PER LA CURA DEL PROPRIO CORPO.


L’ALUNNO:

  • RICONOSCE E DESCRIVE LA STRUTTURA, LO SVILUPPO E IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI E DEGLI APPARATI CHE COSTITUISCONO IL PROPRIO CORPO.




  • SA ESPRIMERSI CON UNA TERMINOLOGIA APPROPRIATA.




  • SA COME AVER CURA DELLA PROPRIA PERSONA.

METODOLOGIA

  • LEZIONE PARTECIPATA CON MODALITA’ E STRATEGIE CHE ATTIVINO IL COINVOLGIMENTO DEI BAMBINI.

  • ATTIVITA’ LABORATORIALI CHE STIMOLINO CURIOSITA’ E MOTIVAZIONE.

  • ESPERIMENTI.

  • USO DELLE TIC.

  • RPPRESENTAZIONE.

  • PEER TUTORING.

VERIFICHE

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.

  • PROVE ORALI E SCRITTE.

  • PROVE DI GRUPPO.




VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE CONTINUA E SISTEMATICA DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLLO DI COMPETENZE RAGGIUNTO.

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA.

  • LA SOMMINISTRAZIONE DI PROVE PERIODICHE.





PIANO EDUCATIVO-DIDATTICO CLASSE 5^ -TECNOLOGIA a.s. 2017/18


Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

I
OTTOBRE
NOVEMBRE


UN MONDO DI TECNOLOGIA





  1. SAPER OSSERVARE E RAGIONARE SUL FUNZIONAMENTO DI SUPPORTI MECCANICI E TECNOLOGICI.




  1. SAPERE COME LE NUOVE TECNOLOGIE HANNO SUPPORTATO L’UOMO NELLE SUE SCOPERTE E NEL MIGLIORAMENTO DELLE SUE CONDIZIONI DI VITA RIGUARDO ALL’USO DELL’ENERGIA.




  1. SAPER SELEZIONARE IN INTERNET UN PROGRAMMA DI UTILITA’ .





1a)CONOSCE I MEZZI UTILIZZATI DALL’UOMO PER LE SUE ESPLORAZIONI E CONQUISTE.
2a)CONOSCE I SISTEMI DI PRODUZIONE DI ENERGIE.
2b)RICONOSCE L’UTILIZZO DELL’ENERGIA NELLA VITA QUOTIDIANA, LE FONTI DA CUI PROVIENE E IL SUO IMPATTO AMBIENTALE.
3a)RICERCA SPUNTI PER LO STUDIO DELLE VARIE MATERIE.



L’ALUNNO:

  • RICONOSCE L’IMPORTANZA DELL’UTILIZZO E DELL’EVOLUZIONE DI STRUMENTI CHE HANNO FAVORITO CONQUISTE SCIENTIFICHE.

  • COMPRENDE COME L’EVOLUZIONE DI UTENSILI HA FACILITATO E MIGLIORATO LE CONDIZIONI DI VITA DEGLI UOMINI.

  • ESAMINA STRUMENTI E PROCESSI IN RELAZIONE A PROBLEMATICHE AMBIENTALI.

  • APPROFONDISCE LA CONOSCENZA DEI PROGRAMMI INTERNET PER FINI DIDATTICI.


METODOLOGIA

  • LE ATTIVITA’ SI SVOLGONO SUSCITANDO: CURIOSITA’, DISCUSSIONE-PROBLEMATIZZAZIONE- SPERIMENTAZIONE.

  • CON IL SUPPORTO DELLE TIC SI VISUALIZZERANNO STRUMENTI E TECNICHE CHE HANNO PRODOTTO TECNOLOGIE AVANZATE.

  • PEER TUTORING.




VERIFICHE

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.

  • OSSERVAZIONE SISTEMATICA PER VALUTARE L’NTERESSE E LA PARTECIPAZIONE.






VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE
LA VALUTAZIONE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE COSTANTE DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLO DI APPRENDIMENTO RAGGIUNTO DALL’ALUNNO

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA;

  • LA SOMMINISTARZIONE DI PROVE PERIODICHE.





Bimestre II

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE



DICEMBRE
GENNAIO




UNA MACCHINA DALLE “MILLE RISORSE”


1.)CONOSCERE E USARE POWER-POINT.


2.)ACQUISIRE TECNICHE E PROCEDURE INFORMATICHE PER RICERCARE, COMUNICARE E APPROFONDIRE LE PROPRIE CONOSCENZE.
3.) CONOSCERE E UTILIZZARE SEMPLICI OGGETTI: LA LEVA.

1a) APRIRE –CHIUEDRE: CASELLA DEGLI STRUMENTI, TAVOLOZZA DEI COLORI, IMMAGINE, MODIFICA, COLORI..


2a) LA VIDEO SCRITTURA: SCRIVERE TESTI, COPIARE, TAGLIARE, INCOLLARE PARTI DI UN TESTO, SELEZIONARE, CORREGGERE E SALVARE FILE.
3a) CONOSCERE STRUMENTI UTILIZZATI DALL’UOMO.

L’ALUNNO:




  • APPROFONDISCE LA CONOSCENZA DEI PROGRAMMI INTERNET PER FINI DIDATTICI.




  • RICONOSCE E COMPRENDE L’IMPORTANZA DI STRUMENTI USATI DALL’UOMO.




METODOLOGIA

  • LE ATTIVITA’ DIDATTICHE SI PROPONGONO DI AMPLIARE LE CONOSCENZE E LE ABILITA’GIA’ ACQUISITE, IN MODO CHE L’ALUNNO ACQUISTI SEMPRE MAGGIOR DIMESTICHEZZA CON IL PC E DI SUSCITARE E SVILUPPARE UNA CURIOSITA’ CREATIVA CHE FACCIA COMPRENDERE LE INFINITE POSSIBILITA’ CHE LA MODERNA TECNOLOGIA PUO’ FORNIRE ALL’UOMO.





VERIFICHE

  • OSSERVAZIONE SISTEMATICA PER VALUTARE L’INTERESSE E LA PARTECIPAZIONE.

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.





VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • LA VALUTAZIONE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE COSTANTE DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLLO DIAPPRENDIMENTO RAGGIUNTO DALL’ALUNNO.

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA.

  • LA SOMMINISTRAZIONE DI PROVE PERIODICHE.





Bimestre III

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

FEBBRAIO

MARZO




IL MONDO IN UNA

UNA MACCHINA


1.)UTILIZZARE LA RETE PER I PROPRI STUDI.


2.)AVVALERSI DI APPLICAZIONI INFORMATICHE PER L’APPRENDIMENTO.
3.) CONOSCERE E UTILIZZARE SEMPLICI E COMUNI STRUMENTI E MATERIALI.

1a) CONOSCE GOOGLE


1b)CONOSCE CRITERI E METODI DI RICERCA.
1c) ESEGUE RCERCHE MIRATE.
2a) ACCESSO A INTERNET PER UTILIZZARE APPLICAZIONI INFORMATICHE SPECIFICHE IN CONTESTI DI STUDIO.
3a) CONOSCE STRUMENTI E MATERIALI.

L’ALUNNO:




  • UTILIZZA IL COMPUTER PER I SUOI PERCORSI DISCIPLINARI..




  • RICONOSCE E COMPRENDE LA STRUTTURA E L’IMPORTANZA DI STRUMENTI E MATERIALI USATI DALL’UOMO.




METODOLOGIA

  • LE ATTIVITA’ DIDATTICHE SI PROPONGONO DI AMPLIARE LE CONOSCENZE E LE ABILITA’GIA’ ACQUISITE, IN MODO CHE L’ALUNNO ACQUISTI SEMPRE MAGGIOR DIMESTICHEZZA CON IL PC E DI SUSCITARE E SVILUPPARE UNA CURIOSITA’ CREATIVA CHE FACCIA COMPRENDERE LE INFINITE POSSIBILITA’ CHE LA MODERNA TECNOLOGIA PUO’ FORNIRE ALL’UOMO.





VERIFICHE

  • OSSERVAZIONE SISTEMATICA PER VALUTARE L’INTERESSE E LA PARTECIPAZIONE.

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.





VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • LA VALUTAZIONE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE COSTANTE DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLLO DIAPPRENDIMENTO RAGGIUNTO DALL’ALUNNO.

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA.

  • LA SOMMINISTRAZIONE DI PROVE PERIODICHE.






Bimestre IV

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

APRILE

MAGGIO




UNO STRUMENTO
MERAVIGLIOSO

1.)SCRIVERE TESTI CON L’INSERIMENTO DI IMMAGINI E WORD ART.


2.)ORGANIZZARE, ELABORARE, RITROVARE E RIUTILIZZARE MATERIALI DIDATTICI E INFORMAZIONI.
3.) CONOSCERE E UTILIZZARE STRUMENTI E MATERIALI.

1a) INDIVUDUA I TESTI DI SCELTA PER L’INSERIMENTO DI UN TITOLO IN WORD ART.


2a)CONOSCE LE PERIFERICHE DI MEMORIZZAZIONE.
3a) RICONOSCE STRUMENTI E MATERIALI.

L’ALUNNO:




  • ESEGUE PROCEDURE SPECIFICHE PER L’UTILIZZO DI STRUMENTI INFORMATICI.




  • RICONOSCE E UTILIZZA SEMPLICI OGGETTI E STRUMENTI DI USO QUOTIDIANO.


METODOLOGIA

  • LE ATTIVITA’ DIDATTICHE SI PROPONGONO DI AMPLIARE LE CONOSCENZE E LE ABILITA’GIA’ ACQUISITE, IN MODO CHE L’ALUNNO ACQUISTI SEMPRE MAGGIOR DIMESTICHEZZA CON IL PC E DI SUSCITARE E SVILUPPARE UNA CURIOSITA’ CREATIVA CHE FACCIA COMPRENDERE LE INFINITE POSSIBILITA’ CHE LA MODERNA TECNOLOGIA PUO’ FORNIRE ALL’UOMO.





VERIFICHE

  • OSSERVAZIONE SISTEMATICA PER VALUTARE L’INTERESSE E LA PARTECIPAZIONE.

  • PROVE STRUTTURATE E SEMISTRUTTURATE.





VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • LA VALUTAZIONE AVVERRA’ ATTRAVERSO:

  • L’OSSERVAZIONE COSTANTE DELLE MODALITA’ E DEL LIVELLLO DIAPPRENDIMENTO RAGGIUNTO DALL’ALUNNO.

  • LA VERIFICA QUOTIDIANA INDIVIDUALE E COLLETTIVA.

  • LA SOMMINISTRAZIONE DI PROVE PERIODICHE.





PIANO EDUCATIVO-DIDATTICO CLASSE 5 –ARTE E IMMAGINE a.s. 2017/18

Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


P

R

I

M

O



OSSERVARE E COMUNICARE




1.Osservare ed elaborare creativamente produzioni personali.

2. Sperimentare strumenti e tecniche per realizzare prodotti.

3.Sperimentare le nuove tecnologie per produrre immagini.

4. Osservare e descrivere un’immagine con un linguaggio verbale appropriato.



a) Realizzazione di composizioni astratte con linee spezzate e curve.
b) Realizzazione di manufatti attraverso la rielaborazione di tecniche diverse.
c) Applicazione di software per il disegno.
d) Osservazione, descrizione e caratteristiche di immagini relativi al mondo ellenistico.


Utilizzare strumenti e tecniche per realizzare prodotti grafici, plastici e pittorici.

METODOLOGIA

  • Produzione di manufatti con varie tecniche.

  • Produzione con l’applicazione del software.

  • Osservazione e descrizione del Partenone.

VERIFICHE

  • Rappresentare composizioni astratte.

  • Produrre vari manufatti.

  • Descrivere gli elementi caratteristici del Partenone.



VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • La verifica avverrà attraverso:

- l’osservazione costante delle modalità e del livello di apprendimento;

- la verifica quotidiana individuale e collettiva:

- la somministrazione di prove periodiche.



Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE



S

E

C

O

N

D

O



VIAGGIO IN ITALIA


1.Elaborare creativamente produzioni personali.

2. Sperimentare strumenti e tecniche per realizzare prodotti.

3. Sviluppare il gusto per l’opera d’arte.

4. Riconoscere ed apprezzare i beni del patrimonio storico, artistico e culturale italiano.


a) Realizzazione di composizioni astratte.

b) Realizzazione di manufatti.
c)Realizzazione di addobbi natalizi con varie tecniche.
d) Lettura di un quadro d’autore.
e) Osservazione e descrizione di alcuni beni del patrimonio storico con particolare attenzione a quelli presenti sul territorio.



Utilizzare strumenti e tecniche per realizzare prodotti grafici, plastici, pittorici.
Affinare il senso artistico.













METODOLOGIA



  • Realizzazione di un lavoro tridimensionale.

  • Realizzazione di addobbi.

VERIFICHE


  • Realizzare biglietti tridimensionali.

  • Realizzare addobbi.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • La verifica avverrà attraverso:

  • - l’osservazione costante delle modalità e del livello di apprendimento;

  • - la verifica quotidiana individuale e collettiva;

  • - la somministrazione di prove periodiche.



Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

T

E

R

Z

O



ALLA SCOPERTA DELLE TRADIZIONI


1.Elaborare creativamente produzioni personali.

2. Sperimentare strumenti e tecniche per realizzare prodotti.

3. Sperimentare le nuove tecnologie per produrre immagini.

4. Riconoscere e apprezzare le espressioni artistiche di vari popoli in diverse epoche storiche.




  1. Rappresentare immagini relative al Carnevale.

  2. Realizzazione di decorazioni pasquali.

  3. Produzione di testi con caratteri diversi.

  4. Stile, elementi caratteristici e funzione della Statua della Libertà.


Utilizzare strumenti e tecniche per realizzare prodotti grafici, plastici, pittorici.
Affinare il senso artistico.

METODOLOGIA

  • Realizzazione di un lavoro tridimensionale.

  • Realizzazione di addobbi.

VERIFICHE

  • Realizzare maschere.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • La verifica avverrà attraverso:

  • - l’osservazione costante delle modalità e del livello di apprendimento;

  • - la verifica quotidiana individuale e collettiva;

  • - la somministrazione di prove periodiche.



Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


Q

U

A

R

T

O



VERSO LA SCUOLA SECONDARIA



1.Elaborare creativamente produzioni personali.

2. Sperimentare strumenti e tecniche per realizzare prodotti.

3.Riconoscere e apprezzare i beni del patrimonio storico, artistico e culturale italiano.





  1. Rappresentazione grafica di una storia letta.

  2. Realizzazione di un biglietto di auguri.

  3. Osservazione, descrizione, elementi caratteristici e funzione del Colosseo.





Utilizzare strumenti e tecniche per realizzare prodotti grafici, plastici, pittorici.
Affinare il senso artistico.

METODOLOGIA

  • Realizzazione di un lavoro tridimensionale e lettura guidata di una struttura storica.

VERIFICHE

  • Realizzare biglietti tridimensionali.

  • Rappresentare personaggi e ambienti di una storia letta.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • La verifica avverrà attraverso:

  • l’osservazione costante delle modalità e del livello di apprendimento;

  • la verifica quotidiana individuale e collettiva;

  • la somministrazione di prove periodiche.


PIANO EDUCATIVO-DIDATTICO CLASSE 5 -MUSICA a.s. 2017/18

Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE



P

R

I

M

O




ASCOLTARE

ED

INTERPRETARE.



1.Eseguire brani vocali o strumentali anche polifonici, curando l’intonazione, l’espressività e l’interpretazione.
2.Valutare i criteri formali di canti e musiche di generi e culture diverse.
3.Rappresentare gli elementi basilari di brani musicali attraverso sistemi di notazione musicale convenzionali e non.



  1. Il canto degli italiani ( Inno di Mameli)

  2. L’orchestra e le sue varie sezioni.



  1. Ascolto ed esecuzione di canti e musiche di generi e culture diverse.

  2. Esecuzione di canti appartenenti alla cultura del proprio territorio.




  1. Riproduzione di semplici schemi ritmici e melodici, con la voce o semplici strumenti.



Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri.

METODOLOGIA

  • Presentazione di canti e musiche di generi e culture diverse con particolare attenzione a quelli legati alla propria tradizione popolare.

VERIFICHE

  • Riproduzione di canti regionali ed interculturali.

  • Intonare famose melodie popolari, tratte da filastrocche e giochi dei bambini.

  • Conoscere gli elementi che formano un’orchestra.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • La verifica avverrà attraverso:

- l’osservazione costante delle modalità e del livello di apprendimento;

- la verifica quotidiana individuale e collettiva:

- la somministrazione di prove periodiche.



Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


S

E

C

O

N

D

O



ELEMENTI

MUSICALI




  1. Eseguire collettivamente e individualmente brani vocali, curando l’intonazione, l’espressività e l’interpretazione.



  1. Riconoscere e classificare gli elementi costitutivi basilari del linguaggio musicale all’interno di brani di vario genere e provenienza.





  1. Il coro.



  1. Musica popolare e danza: aspetti storici e spunti operativi.






Esplora diverse possibilità espressive della voce.

Valutare aspetti funzionali ed estetici di brani musicali di vario genere e stile.


METODOLOGIA

  • Ascolto attento di frammenti brani di musica classica.

VERIFICHE

  • Completamento di schede predisposte.

  • Riproduzione di canti.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • La verifica dell’acquisizione delle competenze avverrà in itinere con i mezzi e i modi già specificati nella programmazione precedente.




Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


T

E

R

Z

O



ALLA SCOPERTA DELLE TRADIZIONI





  1. Utilizzare voce, strumenti e nuove tecnologie sonore in modo creativo e consapevole, ampliando gradualmente le proprie capacità di invenzione e improvvisazione.




  1. Eseguire collettivamente e individualmente brani vocali, curando l’intonazione, l’espressività e l’interpretazione.




  1. Valutare aspetti funzionali ed estetici in brani musicali di vario genere e stile in relazione al riconoscimento di culture di tempi e luoghi diversi.




  1. Riconoscere gli usi, le funzioni e i contesti della musica e dei suoni nella realtà multimediale (cinema, televisione, computer).



  1. Riconoscere e classificare gli elementi costitutivi basilari del linguaggio musicale all’interno di brani di vario genere e provenienza.





  1. Musica popolare e teatro: aspetti storici e spunti operativi.



  1. Gli strumenti a fiato (i legni e gli ottoni).






Esplora diverse possibilità espressive della voce.

Valuta aspetti funzionali ed estetici di brani musicali di vario genere e stile.


METODOLOGIA

  • Ascolto attento di frammenti di brani di musica classica.


VERIFICHE

  • Completamento di schede predisposte.

  • Riproduzione di canti.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • Sa utilizzare la voce e nuove tecnologie sonore in modo creativo e consapevole.



Bimestre

U.d.A.

ABILITA’

CONOSCENZE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


Q

U

A

R

T

O



VERSO LA SCUOLA SECONDARIA





  1. Eseguire collettivamente e individualmente brani vocali, curando l’intonazione, l’espressività e l’interpretazione.



  1. Valutare aspetti funzionali ed estetici in brani musicali di vario genere e stile in relazione al riconoscimento di culture di tempi e luoghi diversi.



  1. Rappresentare gli elementi basilari di brani musicali e di eventi sonori attraverso sistemi simbolici convenzionali e non convenzionali.



  1. Riconoscere e classificare gli elementi costitutivi basilari del linguaggio musicale all’interno di brani di vario genere e provenienza.





  1. Musica popolare e danza: aspetti storici e spunti operativi.



  1. Gli strumenti a percussione.


Esplora diverse possibilità espressive della voce.

Valuta aspetti funzionali ed estetici di brani musicali di vario genere e stile anche in relazione di culture tempi e luoghi diversi.

METODOLOGIA

  • Ascolto attento di brani di musica popolare.

  • Utilizzo di semplici strumenti a percussione.

VERIFICHE

  • Verifiche pratiche.

  • Completamento di schede predisposte.

  • Riproduzione di canti.

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

  • Sa interpretare e riprodurre canti e danze legati alla propria cultura popolare


1   2   3   4   5   6


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale