Letizia Cariello



Scaricare 44.31 Kb.
Pagina9/10
28.03.2019
Dimensione del file44.31 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10
Riccardo Previdi

Nato a Milano nel 1974, vive e lavora a Milano e Berlino.


“All’interno di una ricerca sempre flessibile, le opere di Riccardo Previdi offrono una contaminazione tra realtà ed astrazione. Emergono forme di relazione con l’architettura e con eventi processuali controllati dall’artista. La luec e la musica a volte si configurano come elementi espressivi da amministrare attraverso un controllo minimale.”
Riccardo Previdi è stato selezionato per la Biennale di Mosca del 2005.

Mostre Personali:

S M L, 2003, Present Future, Galleria Massimo Minini / Joint, 2001, Bocconi University, Milano

Mostre Collettive:


On-Air, 2004, Galleria Comunale di Arte Contemporanea di Monfalcone/ Z.A.T., 2004, Gallarate/ Paul Morphy, the best American chess player, 2004, Torino, Galleria Sonia Rosso/ After Image, 2004, Fondazione Lanfranco Baldi, Pelago (Fi)/ Interferenze urbane, 2003i, Bruxelles/ Ratio, 2003, Galleria Comunale di Arte Contemporanea di Monfalcone/ Private Architectures, 2003, Galleria Continua, San Gimignano/ Fase 2, 2003, ACS Editions, Milano/ Video Invitational, 2003, , F A Projects, Londra/ Prototipi.02, 2003, Fondazione A. Olivetti, Roma/ Il possibile dal punto zero, 2003, Fondazione Ambrosetti, Palazzolo s.O., Brescia/ Gemine Muse, 2002, Castello Sforzesco, Milano/ ExIt, 2002, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per l'Arte Contemporanea, Torino/ Fuzzy, 2002, , Galleria Massimo Minini, Brescia/ Tune-Up Clip-On Plug-In, 2001, Teatro Studio, Scandicci/ Emporio, 2001, Spazio Viafarini, Milano/Insensatezza, 2000, Fondazione Teseco per l’Arte, Pisa

Luca Vitone

Nasce a Genova nel 1965. Vive e lavora a Milano.

Il lavoro di Luca Vitone si configura come un’incessante indagine topografica volta ad indagare territori sia fisici che mentali, spazi sociali ed individuali attraverso approcci eterogenei, ma in ultima analisi sempre più empirici che concettuali. L’atto del conoscere e rappresentare luoghi attraverso mappe da studiare, distruggere e ricomporre è uno dei motivi ricorrenti nella produzione dell’artista. In molti lavori ha indirizzato la sua ricerca utilizzando prodotti della cultura popolare come il cibo e la musica in quanto caratteristiche peculiari di un territorio e dei suoi abitanti, in altri ha collaborato con rappresentanti di gruppi etnici residenti in un luogo di non appartenenza per scoprire e capire i rapporti con la comunità indigena.



Artisti dell’edizione quattro venti 2005
Il 3 febbraio 2005 al palais de tokyo di parigi si inaugurerà una mostra personale di jota castro.
Flavio favelli ha partecipato all’ultima biennale di venezia (2003) con un’opera monumentale esposta all’arsenale.
Il 14 di gennaio è stata inaugurata una sua mostra personale presso la galleria perry rubenstein di new york
Attualmente è in corso una mostra personale di luca vitone al museo d’arte contemporanea pecci di prato.



Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale