L’identità dell’Istituto Margherita di Savoia



Scaricare 1.02 Mb.
Pagina12/12
22.05.2018
Dimensione del file1.02 Mb.
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   12




Art. 2 comma 3: “Lo studente

ha diritto di essere informato

sulle decisioni e sulle norme

che regolano la vita della

scuola.”


Diffondere tra gli studenti il Regolamento d’Istituto, a monitorare sulla sua corretta applicazione; ad informare per tempo di ogni eventuale variazione o decisione straordinaria relativa alla vita scolastica

Prendere visione del Regolamento di Istituto e dello Statuto delle studentesse e degli studenti, condividerlo, discuterlo con i propri figli,

assumendosi la

responsabilità di quanto

espresso e sottoscritto




Informarsi quotidianamente su eventuali decisioni straordinarie relative alla vita scolastica. Condividere con gli

insegnanti e la famiglia la

lettura del Regolamento di Istituto e dello Statuto delle studentesse e degli studenti, discutendo con loro ogni singolo aspetto di responsabilità e contribuendo attraverso i propri rappresentanti a richiedere eventuali aggiornamenti e modifiche



Art. 2 comma 4: “Lo studente

ha diritto alla partecipazione

attiva e responsabile alla vita

della scuola … in tema di

programmazione e definizione

degli obiettivi didattici. … ha

inoltre diritto ad una

valutazione trasparente …,

volta ad attivare un processo

di autovalutazione che lo

conduca ad individuare i

propri punti di forza e di

debolezza e a migliorare il

proprio rendimento.”

Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione; tener conto di eventuali suggerimenti per la programmazione curriculare ed extracurriculare; esplicitare preventivamente i criteri di valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio; contribuire a sviluppare capacità di autovalutazione


Condividere con gli insegnanti linee educative comuni segnalando per tempo eventuali suggerimenti e proposte formulate nel rispetto della tutela costituzionale della libertà di insegnamento.



Avanzare per tempo proposte in merito alla programmazione didattica e ai criteri e alle modalità di verifica



Art. 2 comma 7: “Gli studenti stranieri hanno diritto al rispetto della vita culturale e

religiosa della comunità alla

quale appartengono. La scuola

promuove e favorisce iniziative

volte all’accoglienza e alal

tutela della loro lingua e

cultura e alla realizzazione di

attività interculturali.”

Garantire l’accoglienza di alunni stranieri; favorendone l’integrazione nella comunità scolastica

Sensibilizzare i propri figli al rispetto delle diversità culturali e linguistiche favorendo l’integrazione e l’incontro con alunni stranieri

A favorire l’integrazione di alunni stranieri

Art. 2 comma 8 a. e b.: “La

scuola si impegna a porre

progressivamente in essere le

condizioni per assicurare:

a. un ambiente favorevole alla

crescita integrale della

persona e un servizio

educativo-didattico di qualità;

b. offerte formative aggiuntive

e integrative…”

Predisporre attività educative e formative aggiuntive a quelle curriculari consentendo a tutti la piena partecipazione ad esse

Sollecitare i propri figli a partecipare alle attività aggiuntive; formulare proposte di attività; prendere parte a quelle attività nelle quali è prevista la partecipazione dei genitori

Prendere parte alle attività aggiuntive; formulare proposte ai propri insegnanti per l’attivazione di attività aggiuntive

Art. 2 comma 8 d. e e.: “La

scuola si impegna a porre

progressivamente in essere le

condizioni per assicurare:

d. la salubrità e la sicurezza

degli ambienti, che debbono

essere adeguati a tutti gli

studenti, anche con handicap;

e. la disponibilità di

un’adeguata strumentazione

tecnologica.”

Art. 2 comma 8 f.: “La scuola si impegna a porre

progressivamente in essere le

condizioni per assicurare:

f. servizi di sostegno e

promozione della salute e di

assistenza psicologica.”

Rendere l’ambiente scolastico sempre più civile ed accogliente predisponendo nuovi servizi e potenziando la scuola con nuove attrezzature tecnologiche

Predisporre attività a sostegno della salute e di assistenza psicologica



Formulare proposte per migliorare la qualità dell’ambiente scolastico

Rispettare le norme sulla sicurezza; utilizzare correttamente le attrezzature tecnologiche della scuola; segnalare prontamente al personale non docente eventuali disfunzioni

Doveri:

Art. 3 comma 1: “Gli studenti sono tenuti a frequentare regolarmente i corsi e ad assolvere assiduamente agli

impegni di studio.”


Informare i genitori sulla frequenza dei propri figli

Controllare frequentemente il libretto delle giustifiche dei propri figli; tenere frequenti contatti con i docenti

Garantire la propria attenzione e partecipazione alle attività didattiche; contribuire a determinare un clima sereno per il corretto svolgimento delle lezioni; sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti

MANCANZE DISCIPLINARI: l’assenza non giustificata;il ritardo nell’ingresso quando diventi abituale e tale da compromettere l’attività didattico-educativa.un numero eccessivo di assenze non giustificate da certificato medico.

E’ PREVISTA LA SEGUENTE SANZIONE: ammonizione scritta

EROGATA DA: Docente coordinatore di classe

MANCANZE DISCIPLINARI: mancanze ai doveri scolastici

E’ PREVISTA LA SEGUENTE SANZIONE: ammonizione scritta

EROGATA DA: Docenti

MANCANZE DISCIPLINARI: ripetute mancanze ai doveri scolastici, già sanzionate da almeno due ammonizioni;
E’ PREVISTA LA SEGUENTE SANZIONE: censura scritta

EROGATA DA: Dirigente scolastico


Art. 3 comma 2: “Gli studenti sono tenuti ad avere nei confronti del capo d’istituto, dei docenti, del personale tutto della scuola e dei loro compagni lo stesso rispetto,anche formale, che chiedono per se stessi.”

Garantire che tutti gli appartenenti della comunità scolastica ( Dirigente scolastico, studenti, docenti, non docenti, genitori) siano trattati da tutti con rispetto anche in presenza di eventuali gravi mancanze



Sensibilizzare i propri figli al rispetto degli altri e di chi lavora; rivolgersi al Dirigente scolastico in presenza di problemi didattici e personali


Rispettare i compagni e tutto il personale scolastico; qualora si rendesse necessario, manifestare il proprio disagio dovuto a propri compagni o al personale scolastico con modalità civili e nel rispetto dei ruoli e della riservatezza



MANCANZE DISCIPLINARI offese alla persona e al ruolo professionale del personale della scuola; comportamento o atti che offendano la personalità e le convinzioni degli altri studenti;

E’ PREVISTA LA SEGUENTE SANZIONE: allontanamento temporaneo dalla comunità scolastica da 1 a 15 giorni

EROGATA DA: Consiglio di classe

MANCANZE DISCIPLINARI: in presenza di reati che violano la dignità e il rispetto della persona umana o mettano in pericolo l’incolumità delle persone

E’ prevista la seguente sanzione: allontanamento dalla comunità scolastica superiore a 15 giorni

EROGATA DA: Consiglio d’Istituto




Art. 3 comma 4: “Gli studenti sono tenuti ad osservare le disposizioni organizzative e di

sicurezza dettate dai

regolamenti dei singoli

istituti.”

Art. 3 comma 5: “Gli studenti sono tenuti ad utilizzare correttamente le strutture, i macchinari e i sussidi didattici

e a comportarsi nella vita

scolastica in modo da non

arrecare danni al patrimonio

della scuola.”

Art.3 comma 6: “Gli studenti

condividono la responsabilità

di rendere accogliente

l’ambiente scolastico e averne

cura come importante fattore

di qualità della vita della

scuola.”

Indicare le modalità per il corretto uso dei macchinari e dei sussidi scolastici e promuovere attività formative orientate all’acquisizione che la cittadinanza implica tutela del patrimonio privato e anche tutela del patrimonio collettivo

Coinvolgere gli studenti nel rendere più accogliente l’ambiente scolastico



Sensibilizzare i propri figli oltreché al rispetto delle proprie cose anche al rispetto dei beni collettivi

Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola, le modalità d’uso e di accesso



Formulare, attraverso i propri rappresentanti, proposte per il miglioramento dell’ambiente

MANCANZE DISCIPLINARI : aver violato il regolamento d’istituto; aver compromesso il regolare svolgimento dell’attività della scuola.

E’ PREVISTA LA SEGUENTE SANZIONE: censura scritta

EROGATA DA: Dirigente scolastico

MANCANZE DISCIPLINARI : danni arrecati alla struttura scolastica, agli arredi, alle attrezzature; aver effettuato riprese audio-video nella scuola; aver commesso infrazioni disciplinari già sanzionate da almeno due censure; presenza di un reato perseguibile d’ufficio o per il quale l’autorità giudiziaria abbia avviato un procedimento penale.

E’ PREVISTA LA SEGUENTE SANZIONE: allontanamento temporaneo dalla comunità scolastica da 1 a 15 giorni

EROGATA DA: Consiglio di classe

Il presente atto è costituito da quattro pagine

Napoli, ……………………
Per la scuola

Il Dirigente scolastico



Prof . Luigi Acunto
INDICE

Identità della scuola…………………………………………1
Area delle risorse……………………………………………5
Analisi socio-culturale del territorio……………………..8
Area dell’organizzazione: informazioni…………………9
Area dei saperi formativi…………………………………16
Area della formazione:

obiettivi………………………………………………………20
programmazione didattica............................................23
offerta formativa:progetti interni………………………..76
Le promesse mantenute………………………………… 84



Area della ricerca…………………………………………..86
Gli organismi gestionali………………………………….86
Il regolamento d’Istituto………………………………….90
Il patto di corresponsabilità........................................ 99



1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   12


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale