L’identità dell’Istituto Margherita di Savoia



Scaricare 1.02 Mb.
Pagina4/12
22.05.2018
Dimensione del file1.02 Mb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   12

CLASSE QUARTA

COMPETENZE

ABILITÀ

CONOSCENZE

PADRONANZA

TESTUALE E

METALETTERARIA






  • consolidamento degli obiettivi dell’anno precedente




    • Rinascimento e Manierismo

    • Ludovico Ariosto: biografia – poetica – opere principali

    • N. 10 ottave tratte dall’ “Orlando furioso”

    • Torquato Tasso: biografia – poetica – opere principali

    • N. 10 ottave tratte da “La Gerusalemme liberata”

    • Le poetiche del Barocco

    • Caratteri dell’Illuminismo

    • Carlo Goldoni: biografia – poetica – opere principali

    • Giuseppe Parini: biografia – poetica – opere principali

    • Le poetiche del XVIII secolo: Neoclassicismo e Preromanticismo

    • Ugo Foscolo: biografia – poetica – opere principali

    • N.2 sonetti e passi scelti da “I Sepolcri”

    • Caratteri del Romanticismo

    • Alessandro Manzoni: biografia – poetica – pensiero - opere principali

    • N. 5 capitoli de “I Promessi sposi”


CLASSE QUINTA

COMPETENZE

ABILITÀ

CONOSCENZE

PADRONANZA

LINGUISTICA

METALETTERARIA E CRITICA




  • capacità di leggere, comprendere e analizzare un testo letterario e non




  • capacità di produrre testi di tipo espositivo – argomentativo (saggi brevi, articoli di giornale, analisi e commenti di testi letterari e non)




  • capacità di ricostruire il quadro storico e la fisionomia degli autori più significativi del periodo studiato.




  • Giacomo Leopardi: : biografia – pensiero - poetica – opere principali

  • N. 5 testi da “I Canti” e n. 1 Operetta morale

  • I movimenti e le poetiche dell’Ottocento: Naturalismo – Verismo – Decadentismo

  • Giovanni Verga: : biografia – poetica – pensiero - opere principali

  • Giovanni Pascoli, Gabriele D’Annunzio: : biografia – pensiero - poetica – opere principali

  • N. 4 liriche tratte dalle opere principali di ciascun autore

  • Il romanzo e il teatro del Novecento.

  • Italo Svevo: : biografia – pensiero - poetica – opere principali

  • N. 3 passi dalle opere principali

  • Luigi Pirandello: : biografia – pensiero - poetica – opere principali

  • N. 3 passi dalle opere principali

  • La poesia del Novecento

  • Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Umberto Saba: : biografia – pensiero - poetica – opere principali

  • N. 4 liriche tratte dalle opere principali di ciascun autore

DISCIPLINA: STORIA



BIENNIO

OBIETTIVI DIDATTICI (conoscenze, abilità e competenze):

  • collocazione spazio- temporale degli avvenimenti studiati;

  • possesso di un lessico specifico minimo;

  • conoscenza ed utilizzo di alcuni strumenti propri del metodo storico;

  • strutturazione logico- cronologica delle tappe storiche della civiltà, relativamente al periodo oggetto di studio del biennio;

  • individuazione di alcune categorie storiche (società, economia, politica), loro confronto e ricomposizione .

OBIETTIVI MINIMI (conoscenze, abilità e competenze):

  • capacità di collocazione spazio- temporale degli avvenimenti studiati;

  • possesso di un lessico specifico minimo;

  • strutturazione logico- cronologica delle tappe storiche della civiltà, relativamente al periodo oggetto di studio.


La ripartizione degli ARGOMENTI DI STUDIO è la seguente:

I anno: Preistoria – Età dei Severi

II anno: Crisi dell’Impero romano – Metà del XIV secolo.
METODOLOGIE


  • Articolazione dei contenuti in moduli e unità didattiche

  • Analisi di documenti

  • Lezioni frontali

  • Lezioni svolte in “co-docenza” con diritto

  • Lavori di gruppo

  • Costruzione di griglie con indicatori storici per “smontare” un evento


VERIFICHE

  • Verifiche orali

  • Prove strutturate e semi-strutturate

  • Attività guidate di comprensione

  • Lavori di gruppo


STRUMENTI DI VALUTAZIONE

Indicatori del rendimento disposti su griglie per:



  1. questionari a risposte aperte

  2. colloqui orali

DISCIPLINA: STORIA

TRIENNIO

OBIETTIVI DIDATTICI (conoscenze, abilità e competenze):

nel III anno:



  • analisi di ogni avvenimento storico nel complesso delle sue interazioni col particolare contesto socio-economico e politico,

  • analisi di fonti storiche,

  • comprensione ed utilizzazione del linguaggio storiografico,

  • individuazione dei rapporti di causa-effetto nella complessità del divenire storico,

  • capacità di distinguere l’evento dalle varie interpretazioni che di esso vengono date in sede storiografica;

nel IV anno:



  • consolidamento degli obiettivi degli anni precedenti,

  • sviluppo della capacità di rielaborare le conoscenze collocando gli eventi nel loro contesto spazio-temporale,

  • individuazione e sintesi dei diversi aspetti di un evento storico e delle relazioni che intercorrono tra di essi;

nel V anno:



  • capacità di leggere e analizzare criticamente le fonti ricostruendo il processo di accertamento ed interpretazione degli eventi storici,

  • capacità di interpretare le linee di tendenza dei processi storici di “lunga durata”.


OBIETTIVI MINIMI (conoscenze, abilità e competenze):

per il III, IV e V anno:



  • capacità di analizzare ogni avvenimento storico nel complesso delle sue interazioni col particolare contesto socio-economico e politico,

  • capacità di analizzare fonti storiche,

  • capacità di comprendere e utilizzare il linguaggio storiografico,

  • capacità di cogliere i rapporti di causa-effetto nella complessità del divenire storico.

La ripartizione degli ARGOMENTI DI STUDIO è la seguente:
III anno: dalla metà del 1300 alla fine del XVII secolo;

IV anno: dall’inizio del 1700 alla metà del XIX secolo



V anno: dalla seconda metà del XIX secolo ai giorni nostri.
METODOLOGIE

  • Analisi dei documenti

  • Ricostruzione dello svolgimento storico partendo dall’analisi delle fonti e dei documenti

  • Lezioni frontali

  • Dibattiti su problemi storiografici


VERIFICHE

  • Analisi e confronti di documenti

  • Produzione di testi espositivo-argomentativi di argomento storico

  • Prove strutturate

  • Questionari a risposta aperta

  • Colloqui


STRUMENTI DI VALUTAZIONE

  • Indicatori di rendimento disposti su griglie per:

  1. questionari a risposta aperta

  2. analisi del testo e produzione di varie tipologie testuali (saggio breve, articoli di giornale)

  • Indicatori per le verifiche orali:

  1. padronanza del linguaggio storiografico,

  2. capacità di analizzare e valutare criticamente documenti e fonti,

  3. acquisizione di conoscenze essenziali per il raggiungimento degli obiettivi,

  4. capacità di comprensione del reale e di operare sintesi significative.

  • Indicatori per le prove semi-strutturate di simulazione:

  1. conoscenza degli argomenti,

  2. correttezza grammaticale e lessicale,

  3. capacità di sintesi.

DISCIPLINA: GEOGRAFIA
BIENNIO
OBIETTIVI DIDATTICI (conoscenze, abilità e competenze):

  • competenza geografica intesa come studio dell’organizzazione del territorio e delle relazioni che si stabiliscono tra strutture ambientali e azioni umane su spazi regionali differenziati

  • capacità di cogliere le interrelazioni tra elementi antropici e fisici e gli effetti a catena indotti dall’azione umana (educazione ambientale)

  • capacità di usare il linguaggio geografico

  • capacità di leggere e interpretare grafici, carte geografiche, atlanti, fotografie

  • capacità di individuare in un sistema territoriale gli elementi costitutivi fisici e antropici e le loro interdipendenze

  • capacità di individuare i fattori che influiscono sulla crescita territoriale di attività economiche

  • capacità di cogliere le interconnessioni tra gli aspetti socio-culturali di ogni gruppo umano e le risorse ambientali specifiche del territorio che il gruppo tende ad organizzare.


OBIETTIVI MINIMI:

  • capacità di usare il linguaggio geografico

  • capacità di leggere e interpretare grafici, carte geografiche, atlanti, fotografie

  • capacità di individuare in un sistema territoriale gli elementi costitutivi fisici e antropici e le loro interdipendenze


La scelta degli ARGOMENTI DI STUDIO è orientativamente la seguente:

rapporto uomo-ambiente naturale; città e regioni urbane; attività primarie, attività industriale e rete dei servizi; la popolazione della Terra: genotipi, lingue, religioni, dinamiche demografiche, rapporti uomo, risorse, ambiente; i problemi attuali legati alle conseguenze territoriali del popolamento, dell’evoluzione demografica, delle attività economiche e delle scelte politiche; Unione europea; organizzazioni mondiali.


METODOLOGIE

  • Articolazione dei contenuti in moduli e unità didattiche

  • Lezione frontale

  • Lavoro di ricerca

  • Collegamenti metodologici e contenutistici interdisciplinari (storia, scienze della terra, diritto)

VERIFICHE

  • Questionari a risposta aperta

  • Test a risposta multipla

  • Esercizi su grafici e carte geografiche

  • Colloqui


STRUMENTI DI VALUTAZIONE

  • Indicatori del rendimento disposti su griglie per:

questionari a risposta aperta

  • Indicatori per le verifiche orali:

  1. capacità di leggere e interpretare strumenti (grafici e carte)

  2. capacità di analizzare situazioni locali, regionali e planetarie

  3. capacità di cogliere l’interdipendenza uomo-ambiente

  4. capacità di comprendere le responsabilità antropiche nell’alterazione degli equilibri naturali


LINGUA E CIVILTA’ INGLESE - BIENNIO

ANNO SCOLASTICO 2008/2009

L’insegnamento di lingue straniere nel biennio si propone di promuovere lo sviluppo graduale delle quattro abilità linguistiche alla base di ogni lingua (ricezione scritta ed orale; produzione scritta ed orale; interazione scritta ed orale; mediazione scritta e parlata), in modo che gli studenti, alla fine della seconda classe, sappiano servirsi della lingua appresa nelle situazioni e attraverso i temi e i dominii più comuni, che sono rispettivamente i seguenti, tenendo conto che il livello finale previsto è quello indicato come A2 dal Consiglio d’Europa:



  • Situazioni:

    • Luoghi

    • Persone

    • Oggetti

    • Avvenimenti;




  • Dominii:

    • Personale

    • Pubblico;

  • Temi:

    • Identificazione personale

    • Casa, affetti, ambiente

    • Vita quotidiana

    • Tempo libero

    • Vita di relazione

    • Acquisti

    • Cibi e bevande

    • Tempo atmosferico.

Gli obiettivi minimi del suddetto livello sono:



  1. comprendere messaggi orali di carattere generale, finalizzati ad usi diversi, prodotti a velocità normale cogliendo la situazione, l’argomento e gli elementi significativi del discorso;

  2. cogliere il senso globale di brevi messaggi dei mass-media su argomenti di interesse generale, spettacoli, manifestazioni sportive;

  3. esprimersi su argomenti di carattere generale in modo semplice ma adeguato al contesto e alla situazione;

  4. comprendere globalmente testi scritti per usi diversi, cogliendone il senso e lo scopo;

e) produrre messaggi e semplici testi di tipo funzionale e di carattere personale;


f) avere consapevolezza delle analogie e differenze fra le lingue oggetto di studio.
Obiettivi socio-affettivi:

a) essere puntuali alle lezioni;

b) essere puntuale nell'esecuzione dei compiti;

c) essere responsabile rispetto alle verifiche;

d) essere rispettoso dell'ambiente scolastico e del bene pubblico;

e) essere rispettoso nei riguardi dei compagni e degli insegnanti;

f) partecipare attivamente alle attività di classe;

g) essere parte attiva di un lavoro di gruppo;

h) saper porre se stesso in relazione agli altri.
Obiettivi trasversali:

a) Conoscere contenuti specifici in maniera sistematica, stabile e capitalizzabile.

b) Comprendere un testo.

c) Memorizzare ed applicare in modo consapevole principi, regole, relazioni.

d) Omogeneizzare le conoscenze di base.

e) Acquisire un comportamento idoneo al ruolo di studente.

f) Educare alla comunicazione.

Metodi, strategie e sussidi:


il metodo alla base di tale programmazione è quello comunicativo-funzionale che, partendo dal presupposto fondamentale di motivare l’alunno nell’apprendimento, si fonda su materiale molto vicino alla sua esperienza. Si procede, infatti, da contesti globalmente significativi, in quanto calati in situazione di comunicazione attraverso un modello di lingua colloquiale, cioè quello della lingua viva e reale.

Come sussidi didattici verranno usati: il libro di testo che comprende il quaderno dello studente con esercizi, la cassetta audio, lavori di gruppo, il dizionario bilingue e video su aspetti di culture e civiltà inglese.


Valutazione e verifica
La valutazione si baserà su di un numero di prove diversificate:

test oggettivi per il controllo di un solo elemento del sistema linguistico;

test di abilità, aventi per oggetto la verifica di una determinata abilità;

test globali, intesi a verificare la competenza linguistica generale;

test di lingua/civiltà, miranti a rilevare un livello di comprensione interculturale;

test soggettivi per la verifica della competenza comunicativa.

La valutazione finale terrà conto, naturalmente, dei livelli di partenza, della partecipazione, dell’impegno e dello sviluppo delle capacità messe in atto dall’allievo nel corso dell’anno e dalle acquisizioni raggiunte.


Lingua e civiltà Inglese

Triennio : Linguistico-Scientifico

OBIETTIVI GENERALI:


  1. Comprendere, in maniera globale o analitica, testi orali;

  2. Sostenere conversazioni adeguate al contesto e alla situazione di comunicazioni su argomenti generali e specifici;

  3. Comprendere in maniera globale testi scritti,

  4. Individuare le strutture e i meccanismi linguistici che operano ai diversi livelli: pragmatico, testuale, semantico-lessicale e morfo-sintattico;

  5. Individuare i generi testuali e, al loro interno, le costanti che li caratterizzano;

  6. Confrontare sistemi linguistici e culturali diversi, cogliendone similitudini e differenze;

  7. Attivare modalità di apprendimento autonomo, sia nella scelta di materiali e strumenti di studio sia nell’individuazione di strategie idonee a raggiungere gli obiettivi prefissati.


Classi terze

Obiettivi specifici:



  • Leggere un testo in modo consapevole cogliendone la specificità del linguaggio;

  • Conoscere gli strumenti linguistici, sintattici e semantici di testi diversi;

  • Riconoscere gli elementi coesivi di un testo;

  • Cogliere l’idea generale e costruire inferenze;

  • Riconoscere tipi diversi di testo e fare confronti e collegamenti;

  • Fare confronti e collegamenti;

  • Sintetizzare, riassumere

Contenuti:

  • Avvio all’analisi del testo di generi letterari diversi (narrativa, teatro, poesia);

  • Approfondimento degli aspetti morfologici, sintattici e fonetici della lingua.



Classi quarte e quinte

Obiettivi specifici:



  • Leggere un testo in modo consapevole, cogliendone la specificità del linguaggio letterario e individuando il genere letterario e il contesto storico-letterario a cui il testo appartiene ;

  • Consolidare la nozione già acquisita di genere letterario;

  • Operare collegamenti interdisciplinari;

  • Conoscere gli elementi caratteristici della cultura del periodo e operare collegamenti tra culture diverse;

  • Fare l’analisi di un testo poetico, narrativo, teatrale;

  • Sostenere una tesi in modo argomentato sia in forma orale che scritta;

  • Fare schemi, mappe concettuali, riassunti, relazioni e saggi brevi.

Contenuti:

  • I principali fenomeni letterari e loro connessioni storico-culturali.



Lingua e civiltà Inglese
Triennio: Scienze Sociali

OBIETTIVI GENERALI:

      1. Comprendere, in maniera globale o analitica, testi orali;



  1. Sostenere conversazioni adeguate al contesto e alla situazione di comunicazioni su argomenti generali e specifici;

  2. Comprendere in maniera globale testi scritti,

  3. Individuare le strutture e i meccanismi linguistici che operano ai diversi livelli: pragmatico, testuale, semantico-lessicale e morfo-sintattico;

  4. Individuare i generi testuali e, al loro interno, le costanti che li caratterizzano;

  5. Confrontare sistemi linguistici e culturali diversi, cogliendone similitudini e differenze;

  6. Attivare modalità di apprendimento autonomo, sia nella scelta di materiali e strumenti di studio sia nell’individuazione di strategie idonee a raggiungere gli obiettivi prefissati.


Classi terze

Obiettivi specifici:

  • Leggere un testo in modo consapevole cogliendone la specificità del linguaggio;

  • Conoscere gli strumenti linguistici, sintattici e semantici di testi diversi;

  • Riconoscere gli elementi coesivi di un testo;

  • Cogliere l’idea generale e costruire inferenze;

  • Riconoscere tipi diversi di testo e fare confronti e collegamenti;

  • Fare confronti e collegamenti;

  • Sintetizzare, riassumere



Contenuti:

  • Avvio all’analisi del testo di generi letterari diversi (narrativa, teatro, poesia);

  • Approfondimento degli aspetti morfologici, sintattici e fonetici della lingua.

Classi quarte e quinte

Obiettivi specifici:

  • Leggere un testo in modo consapevole, cogliendone la specificità del linguaggio letterario e individuando il genere letterario e il contesto storico-letterario a cui il testo appartiene ;

  • Consolidare la nozione già acquisita di genere letterario;

  • Operare collegamenti interdisciplinari;

  • Conoscere gli elementi caratteristici della cultura del periodo e operare collegamenti tra culture diverse;

  • Fare l’analisi di un testo poetico, narrativo, teatrale;

  • Sostenere una tesi in modo argomentato sia in forma orale che scritta;

  • Fare schemi, mappe concettuali, riassunti, relazioni e saggi brevi.



Contenuti:

  • Per la 1 lingua (66 h)e per la 2 lingua(99h) si confermano i contenuti relativi al livello B1 del Quadro Europeo Comune di Riferimento.

  • I contenuti di ambito storico-letterario saranno individuati dall’insegnante

in fase di programmazione, tenendo conto della diversità del monte orario

ma nel rispetto dei contenuti sopra indicati.


LINGUA e CIVILTA’ FRANCESE
Obiettivi minimi d’apprendimento

- PROGRAMMAZIONE BIENNIO (per alunni diversamente abili e per tutti gli indirizzi)


Alla fine del biennio lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito le seguenti competenze linguistiche:
1) Saper comprendere il senso globale di messaggi orali di carattere generale prodotti a velocità normale, cogliendone situazione e argomento (1° anno) ed elementi significativi del discorso (2° anno).

2) Sapersi esprimere su argomenti di carattere generale in modo appropriato anche se non sempre formalmente corretto.

3) Saper comprendere testi scritti per usi diversi, cogliendone il senso e lo scopo (1° anno) sapendo inferire il significato di elementi sconosciuti in un contesto noto (2° anno).

4) Saper produrre semplici testi scritti di tipo funzionale (1° anno) e di carattere personale e immaginativo (2° anno), sempre comprensibili anche se non del tutto corretti.

5) Saper riflettere sulla lingua (livello morfo-sintattico e fonologico).

6) Saper cogliere comparativamente con l’italiano differenze e specificità.


Funzioni linguistiche

1° anno

Salutare, presentarsi, congedarsi, ringraziare, chiedere e dare informazioni, constatare un fatto, identificare persone e oggetti, invitare qualcuno a fare qualcosa, chiedere e dire l’ora, presentare qualcuno, esprimere i propri gusti, descrivere qualcuno, esprimere il possesso, localizzare, dare ordini, chiedere e dare istruzioni, chiedere e dire ciò che si fa, esprimere una necessità o un desiderio, chiedere e dire la causa.



2° anno

Esprimere sentimenti di augurio, indicare quantità e qualità, esprimere accordo e disaccordo, situare nel tempo e nello spazio, esprimere la frequenza, invitare qualcuno e accettare o rifiutare un invito, comunicare telefonicamente, chiedere e dire il costo, ricapitolare i fatti, esprimere sorpresa, ammirazione e speranza, fare previsioni, situare nel futuro, esprimere una eventualità, raccontare e descrivere un avvenimento passato, accusare, rimproverare, giustificare, perdonare, dare consigli, formulare ipotesi improbabili, esprimere incertezza.


Linee metodologiche

- In seguito alla soppressione dell’orario modulare, i contenuti non saranno più articolati in moduli (vale a dire in unità d’approfondimento) ma in unità didattiche.

- Lezione frontale.

- Ogni attività sarà proposta in modo da porre gli studenti nelle condizioni di affrontare la risoluzione di problemi.


Modalità di valutazione del processo

Test strutturati, semi-strutturati, questionari, griglie d’osservazione.

- TRIENNIO (Liceo Linguistico)
Alla fine del triennio lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito le seguenti competenze linguistico/culturali:

3° anno

1) Saper ampliare e sistematizzare strutture e meccanismi linguistici ai livelli: pragmatico, testuale, semantico-lessicale, morfosintattico;

2) saper comprendere una varietà di messaggi orali, in contesti diversificati, trasmessi attraverso canali diversi;

3) saper stabilire rapporti interpersonali, sostenendo una conversazione funzionale al contesto e alla situazione di comunicazione;

4) saper comprendere in maniera globale testi scritti relativi a tematiche culturali dei vari ambiti di studio;

5) saper produrre testi scritti diversificati per temi;

6) saper riconoscere i generi testuali;

7) saper confrontare sistemi linguistici e culturali diversi;

8) saper utilizzare le tecniche indispensabili per un’efficace consultazione del dizionario, soprattutto monolingue.

4° anno

1) Saper comprendere una varietà di messaggi orali, in contesti diversificati, trasmessi attraverso vari canali;

2) saper stabilire rapporti interpersonali, sostenendo una conversazione funzionale al contesto e alla situazione di comunicazione;

3) saper produrre testi orali di tipo descrittivo, espositivo e argomentativo con chiarezza logica e precisione lessicale;

4) saper comprendere in maniera globale testi scritti relativi a tematiche culturali dei vari ambiti di studio;

5) saper comprendere in modo analitico testi scritti letterari specifici dell’indirizzo;

6) saper produrre testi scritti diversificati per temi;

7) saper sistematizzare strutture e meccanismi linguistici ai livelli: pragmatico, testuale, semantico-lessicale, morfo-sintattico;

8) saper confrontare sistemi linguistici e culturali diversi;

9) saper comprendere e interpretare testi letterari, analizzandoli e collocandoli nel contesto storico-culturale, in un’ottica comparativa con analoghe esperienze di lettura su testi italiani e di altre letterature moderne e classiche;

10) saper individuare le linee generali di evoluzione del sistema letterario straniero;

11) saper trasporre in italiano una varietà di testi di lingua straniera, con attenzione al contenuto comunicativo e agli aspetti linguistici.


5° anno

1) Saper comprendere una varietà di messaggi orali, in contesti diversificati, trasmessi attraverso vari canali;

2) saper stabilire rapporti interpersonali, sostenendo una conversazione funzionale al contesto e alla situazione di comunicazione;

3) saper produrre testi orali di tipo descrittivo, espositivo e argomentativo con chiarezza logica e precisione lessicale;

4) saper comprendere in maniera globale testi scritti relativi a tematiche culturali dei vari ambiti di studio;

5) saper comprendere in modo analitico testi letterari specifici dell’indirizzo;

6) saper produrre testi scritti diversificati per temi;

7) saper sistematizzare strutture e meccanismi linguistici a vari livelli: pragmatico, testuale, semantico-lessicale, morfo-sintattico;

8) saper confrontare sistemi linguistici e culturali diversi;

9) saper comprendere e interpretare testi letterari, analizzandoli e collocandoli nel contesto storico-culturale, in un’ottica comparativa con analoghe esperienze di lettura su testi italiani e di altre letterature moderne e classiche;

10) saper individuare le linee generali di evoluzione del sistema letterario straniero;

11) saper trasporre in italiano una varietà di testi di lingua straniera, con attenzione al contenuto comunicativo e agli aspetti linguistici;

12) sapere attivare modalità di apprendimento autonomo sia nella scelta dei materiali e di strumenti di studio, sia nell’individuazione di strategie idonee a raggiungere gli obiettivi prefissati.
Linee metodologiche

- In seguito alla soppressione dell’orario modulare, i contenuti non saranno più articolati in moduli (vale a dire in unità d’approfondimento) ma in unità didattiche.

- Lezione frontale.

- Ogni attività dovrà porre l’allievo nella condizione di affrontare la risoluzione di problemi.


Modalità di valutazione del processo

Analisi di testi letterari e non. Test strutturati, semi-strutturati, questionari. Produzione di testi (tipologie A, B, C delle prove d’esame). Griglie di valutazione allegate.


- TRIENNIO (L. delle Scienze Sociali)


Obiettivi minimi d’apprendimento della prima e della seconda lingua straniera nel triennio (I lingua: 66h ; II lingua: 99h ).





Al termine del triennio lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito le competenze linguistiche previste dagli obiettivi comunicativi definiti dal livello B1 del Quadro Europeo Comune di Riferimento;

e inoltre, dovrà dimostrare di

- saper riflettere sulla comunicazione quotidiana a diversi livelli, identificando l’apporto degli elementi paralinguistici ed extralinguistici, ed eventualmente utilizzando la conoscenza dei processi antropologici che hanno determinato il fenomeno della comunicazione;

- saper individuare gli elementi e i momenti fondamentali dell’evoluzione storica della lingua;

- saper confrontare sistemi linguistici e culturali diversi, cogliendone sia gli elementi comuni sia le identità specifiche;

- saper riconoscere i generi testuali e, al loro interno, le costanti che li caratterizzano;

- saper individuare i generi testuali funzionali alla comunicazione nei principali ambiti culturali, con particolare attenzione all’ambito scientifico d’indirizzo e al linguaggio letterario;

- saper comprendere e interpretare i testi letterari, analizzandoli e collocandoli nella loro dimensione sociologica;

- saper individuare le linee generali di evoluzione del sistema letterario straniero – nel contesto europeo ed extraeuropeo;

- saper individuare interrelazioni tra il testo letterario e le produzioni estetiche che si avvalgono di altri linguaggi (arti figurative, cinema, ecc.);

- saper comprendere il mondo contemporaneo come il risultato di processi di lunga durata, come il risultato di trasformazioni secolari la cui conoscenza appare indispensabile proprio per penetrare il significato dei suoi fenomeni.



Contenuti

Si intendono confermati, sia per la I lingua (66h) che per la II (99h), i contenuti definiti al livello B1 del Quadro Europeo Comune di Riferimento.

Per i contenuti relativi agli ambiti storico-letterario e di indirizzo, la specificità del diverso monte-ore delle due lingue straniere renderà inevitabile una scelta, che sarà significativa per tempi e modi di somministrazione e di approfondimento, pur nel rispetto dell’unitarietà degli obiettivi di apprendimento sopra indicati. La scelta potrà essere operata secondo criteri diversi, che l’insegnante individuerà in fase di programmazione coerentemente al livello degli studenti, al proprio progetto pedagogico e alle prospettive di studio elaborate in sede di consiglio di classe.
Linee metodologiche

- In seguito alla soppressione dell’orario modulare, i contenuti non saranno più articolati in moduli (vale a dire in unità d’approfondimento) ma in unità didattiche.

- Lezione frontale.

- Ogni attività dovrà porre l’allievo nella condizione di affrontare la risoluzione di problemi.


Modalità di valutazione del processo

Analisi di testi letterari e non. Test strutturati, semi-strutturati, questionari (tipologie B e C delle prove d’esame). Griglie di valutazione allegate.



Programma minimo di lingua e civiltà francese

- Per alunni diversamente abili.

- Per esami integrativi e d’idoneità alla classe III del Liceo linguistico e del Liceo delle scienze sociali

Conoscenza della lingua secondo i parametri del Quadro comune europeo di riferimento livello A2 allegato.

Descrittori del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue a ciascun livello di competenza

    Descrittori livello A2

Lettura

Comprensione generale di un testo scritto

  • È in grado di comprendere testi brevi e semplici di contenuto familiare e di tipo concreto, formulati nel linguaggio che ricorre frequentemente nella vita di tutti i giorni o sul lavoro.

Strategie di ricezione - Individuare indizi e fare inferenze

  • E’ in grado di usare l’idea che si è fatta del significato generale di brevi testi ed enunciati su argomenti quotidiani di tipo concreto, per indurre dal contesto il significato che le parole sconosciute possono avere.

Scritto

Produzione scritta generale

  • È in grado di scrivere una serie di semplici espressioni e frasi legate da semplici connettivi quali “e”, “ma” e “perché”.

Interazione scritta generale

  • È in grado di scrivere brevi e semplici appunti, relativi a bisogni immediati, usando formule convenzionali.

 

Ascolto

Comprensione orale generale

  • E’ in grado di comprendere quanto basta per soddisfare bisogni di tipo concreto, purché si parli lentamente e chiaramente.

  • E’ in grado di comprendere espressioni riferite ad aree di priorità immediata (ad es. informazioni veramente basilari sulla persona e sulla famiglia, acquisti, geografia locale e lavoro), purché si parli lentamente e chiaramente.

Parlato

Produzione orale generale

  • E’ in grado di descrivere o presentare in modo semplice persone, condizioni di vita o di lavoro, compiti quotidiani, di indicare che cosa piace o non piace ecc. con semplici espressioni e frasi legate insieme, così da formare un elenco.

Interazione orale generale

  • E’ in grado di interagire con ragionevole disinvoltura in situazioni strutturate e conversazioni brevi, a condizione che, se necessario, l’interlocutore collabori. Fa fronte senza troppo sforzo a semplici scambi di routine; risponde a domande semplici e ne pone di analoghe e scambia idee e informazioni su argomenti familiari in situazioni quotidiane prevedibili.

  • E’ in grado di comunicare in attività semplici e compiti di routine, basati su uno scambio di informazioni semplice e diretto su questioni correnti e usuali che abbiano a che fare con il lavoro e il tempo libero. Gestisce scambi comunicativi molto brevi, ma raramente riesce a capire abbastanza per contribuire a sostenere con una certa autonomia la conversazione.


Programma minimo di lingua e civiltà francese

- Per alunni diversamente abili.
- Per esami integrativi e d’idoneità alla classe IV del Liceo linguistico e del Liceo delle scienze sociali

Conoscenza della lingua secondo i parametri del Quadro comune europeo di riferimento livelli A2 → B1 di seguito allegati

Contenuti:

Generi testuali.



Comprensione scritta di brani d’autori contemporanei esemplificativi dei diversi generi testuali (almeno 3 brani).

Comprensione scritta di almeno un articolo di giornale o rivista.

Produzione orale: saper riconoscere i generi testuali; saper riassumere i punti salienti di un testo; saper comprendere in maniera globale la tematica affrontata dall’autore del testo analizzato; saper sostenere una conversazione funzionale al contesto e alla situazione di comunicazione.



Descrittori del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue a ciascun livello di competenza

    Descrittori livello A2

Lettura

Comprensione generale di un testo scritto

  • È in grado di comprendere testi brevi e semplici di contenuto familiare e di tipo concreto, formulati nel linguaggio che ricorre frequentemente nella vita di tutti i giorni o sul lavoro.

Strategie di ricezione - Individuare indizi e fare inferenze

  • E’ in grado di usare l’idea che si è fatta del significato generale di brevi testi ed enunciati su argomenti quotidiani di tipo concreto, per indurre dal contesto il significato che le parole sconosciute possono avere.

Scritto

Produzione scritta generale

  • È in grado di scrivere una serie di semplici espressioni e frasi legate da semplici connettivi quali “e”, “ma” e “perché”.

Interazione scritta generale

  • È in grado di scrivere brevi e semplici appunti, relativi a bisogni immediati, usando formule convenzionali.

 

Ascolto

Comprensione orale generale

  • E’ in grado di comprendere quanto basta per soddisfare bisogni di tipo concreto, purché si parli lentamente e chiaramente.

  • E’ in grado di comprendere espressioni riferite ad aree di priorità immediata (ad es. informazioni veramente basilari sulla persona e sulla famiglia, acquisti, geografia locale e lavoro), purché si parli lentamente e chiaramente.

Parlato

Produzione orale generale

E’ in grado di descrivere o presentare in modo semplice persone, condizioni di vita o di lavoro, compiti quotidiani, di indicare che cosa piace o non piace ecc. con semplici espressioni e frasi legate insieme, così da formare un elenco. Interazione orale generale

E’ in grado di interagire con ragionevole disinvoltura in situazioni strutturate e conversazioni brevi, a condizione che, se necessario, l’interlocutore collabori. Fa fronte senza troppo sforzo a semplici scambi di routine; risponde a domande semplici e ne pone di analoghe e scambia idee e informazioni su argomenti familiari in situazioni quotidiane prevedibili.

E’ in grado di comunicare in attività semplici e compiti di routine, basati su uno scambio di informazioni semplice e diretto su questioni correnti e usuali che abbiano a che fare con il lavoro e il tempo libero. Gestisce scambi comunicativi molto brevi, ma raramente riesce a capire abbastanza per contribuire a sostenere con una certa autonomia la conversazione.





Descrittori livello B1

Lettura

Comprensione generale di un testo scritto

  • È in grado di leggere testi fattuali semplici e lineari su argomenti che si riferiscono al suo campo d’interesse raggiungendo un sufficiente livello di comprensione.

Strategie di ricezione - Individuare indizi e fare inferenze

  • È in grado di identificare in base al contesto parole sconosciute, relativamente ad argomenti che si riferiscono al suo campo di interesse.

E’ in grado di estrapolare dal contesto il significato di una parola sconosciuta e ricostruire il significato della frase, a condizione di avere familiarità con l’ argomento in questione.

Scritto

Produzione scritta generale

  • Su una gamma di argomenti familiari che rientrano nel suo campo d’interesse è in grado di scrivere testi lineari e coesi, unendo in una sequenza lineare una serie di brevi espressioni distinte.

Interazione scritta generale

  • È in grado di trasmettere informazioni e idee su argomenti sia astratti sia concreti, verificare le informazioni ricevute, porre domande su un problema o spiegarlo con ragionevole precisione.

  • È in grado di scrivere lettere e appunti personali per chiedere o dare semplici informazioni di interesse immediato, riuscendo a mettere in evidenza ciò che ritiene importante.

Ascolto

Comprensione orale generale

  • È in grado di comprendere informazioni fattuali chiare su argomenti comuni relativi alla vita di tutti i giorni o al lavoro, riconoscendo sia il significato generale sia le informazioni specifiche, purché il discorso sia pronunciato con chiarezza in un accento piuttosto familiare.

  • È in grado di comprendere i punti salienti di un discorso chiaro in lingua standard che tratti argomenti familiari affrontati abitualmente sul lavoro, a scuola, nel tempo libero ecc., compresi dei brevi racconti.

Parlato

Produzione orale generale

  • È in grado di produrre, in modo ragionevolmente scorrevole, una descrizione semplice di uno o più argomenti che rientrano nel suo campo d’interesse, strutturandola in una sequenza lineare di punti.

Interazione orale generale

  • E’ in grado di comunicare con discreta sicurezza su argomenti familiari, di routine o no, che lo/la interessino o si riferiscano alla sua professione.

  • E’ in grado di scambiare informazioni, le controlla e le conferma, fa fronte a situazioni meno frequenti e spiega perché qualcosa costituisce un problema. E’ in grado di esprimere il proprio pensiero su argomenti più astratti, culturali, quali film, libri, musica ecc.

  • E’ in grado di utilizzare un’ampia gamma di strumenti linguistici semplici per far fronte a quasi tutte le situazioni che possono presentarsi nel corso di un viaggio.

  • E’ in grado di intervenire, senza bisogno di una precedente preparazione, in una conversazione su questioni familiari e di esprimere opinioni personali e di scambiare informazioni su argomenti che tratta abitualmente, di suo interesse personale o riferiti alla vita di tutti i giorni.



Programma minimo di lingua e civiltà francese

- Per alunni diversamente abili.
- Per esami integrativi e d’idoneità alla classe V del Liceo linguistico e del Liceo delle scienze sociali

Conoscenza della lingua corrispondente al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento di seguito allegato

Contenuti:
Le Siècle des Lumières.

(L’Encyclopédie. Montesquieu. Voltaire. Diderot. Rousseau.)

Un brano a scelta per ognuno degli autori studiati.

Caratteri principali della Révolution française.



Microlingua relativa all’ambito storico-letterario e d’indirizzo.
Descrittori del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue a ciascun livello di competenza

Descrittori livello B1

Lettura

Comprensione generale di un testo scritto

  • È in grado di leggere testi fattuali semplici e lineari su argomenti che si riferiscono al suo campo d’interesse raggiungendo un sufficiente livello di comprensione.

Strategie di ricezione - Individuare indizi e fare inferenze

  • È in grado di identificare in base al contesto parole sconosciute, relativamente ad argomenti che si riferiscono al suo campo di interesse.

E’ in grado di estrapolare dal contesto il significato di una parola sconosciuta e ricostruire il significato della frase, a condizione di avere familiarità con l’ argomento in questione.

Scritto

Produzione scritta generale

  • Su una gamma di argomenti familiari che rientrano nel suo campo d’interesse è in grado di scrivere testi lineari e coesi, unendo in una sequenza lineare una serie di brevi espressioni distinte.

Interazione scritta generale

  • È in grado di trasmettere informazioni e idee su argomenti sia astratti sia concreti, verificare le informazioni ricevute, porre domande su un problema o spiegarlo con ragionevole precisione.

  • È in grado di scrivere lettere e appunti personali per chiedere o dare semplici informazioni di interesse immediato, riuscendo a mettere in evidenza ciò che ritiene importante.

Ascolto

Comprensione orale generale

  • È in grado di comprendere informazioni fattuali chiare su argomenti comuni relativi alla vita di tutti i giorni o al lavoro, riconoscendo sia il significato generale sia le informazioni specifiche, purché il discorso sia pronunciato con chiarezza in un accento piuttosto familiare.

  • È in grado di comprendere i punti salienti di un discorso chiaro in lingua standard che tratti argomenti familiari affrontati abitualmente sul lavoro, a scuola, nel tempo libero ecc., compresi dei brevi racconti.

Parlato

Produzione orale generale

  • È in grado di produrre, in modo ragionevolmente scorrevole, una descrizione semplice di uno o più argomenti che rientrano nel suo campo d’interesse, strutturandola in una sequenza lineare di punti.

Interazione orale generale

  • E’ in grado di comunicare con discreta sicurezza su argomenti familiari, di routine o no, che lo/la interessino o si riferiscano alla sua professione.

  • E’ in grado di scambiare informazioni, le controlla e le conferma, fa fronte a situazioni meno frequenti e spiega perché qualcosa costituisce un problema. E’ in grado di esprimere il proprio pensiero su argomenti più astratti, culturali, quali film, libri, musica ecc.

  • E’ in grado di utilizzare un’ampia gamma di strumenti linguistici semplici per far fronte a quasi tutte le situazioni che possono presentarsi nel corso di un viaggio.

  • E’ in grado di intervenire, senza bisogno di una precedente preparazione, in una conversazione su questioni familiari e di esprimere opinioni personali e di scambiare informazioni su argomenti che tratta abitualmente, di suo interesse personale o riferiti alla vita di tutti i giorni.



Programma minimo di lingua e civiltà francese
- Per alunni diversamente abili.
- Per esami preliminari agli esami di stato di Liceo linguistico e di Liceo delle scienze sociali

Conoscenza della lingua corrispondente al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento allegato
Contenuti:
XIX e XX secolo, con scelta degli autori più significativi (V. programma della classe V di riferimento).
Microlingua relativa all’ambito storico-letterario e d’indirizzo.

Descrittori del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue a ciascun livello di competenza

Descrittori livello B1

 


Lettura

Comprensione generale di un testo scritto

  • È in grado di leggere testi fattuali semplici e lineari su argomenti che si riferiscono al suo campo d’interesse raggiungendo un sufficiente livello di comprensione.

Strategie di ricezione - Individuare indizi e fare inferenze

  • È in grado di identificare in base al contesto parole sconosciute, relativamente ad argomenti che si riferiscono al suo campo di interesse.

E’ in grado di estrapolare dal contesto il significato di una parola sconosciuta e ricostruire il significato della frase, a condizione di avere familiarità con l’ argomento in questione.

Scritto

Produzione scritta generale

  • Su una gamma di argomenti familiari che rientrano nel suo campo d’interesse è in grado di scrivere testi lineari e coesi, unendo in una sequenza lineare una serie di brevi espressioni distinte.

Interazione scritta generale

  • È in grado di trasmettere informazioni e idee su argomenti sia astratti sia concreti, verificare le informazioni ricevute, porre domande su un problema o spiegarlo con ragionevole precisione.

  • È in grado di scrivere lettere e appunti personali per chiedere o dare semplici informazioni di interesse immediato, riuscendo a mettere in evidenza ciò che ritiene importante.

Ascolto

Comprensione orale generale

  • È in grado di comprendere informazioni fattuali chiare su argomenti comuni relativi alla vita di tutti i giorni o al lavoro, riconoscendo sia il significato generale sia le informazioni specifiche, purché il discorso sia pronunciato con

chiarezza in un accento piuttosto familiare.

  • È in grado di comprendere i punti salienti di un discorso chiaro in lingua standard che tratti argomenti familiari affrontati abitualmente sul lavoro, a scuola, nel tempo libero ecc., compresi dei brevi racconti.

Parlato

Produzione orale generale

  • È in grado di produrre, in modo ragionevolmente scorrevole, una descrizione semplice di uno o più argomenti che rientrano nel suo campo d’interesse, strutturandola in una sequenza lineare di punti.

Interazione orale generale

  • E’ in grado di comunicare con discreta sicurezza su argomenti familiari, di routine o no, che lo/la interessino o si riferiscano alla sua professione.

  • E’ in grado di scambiare informazioni, le controlla e le conferma, fa fronte a situazioni meno frequenti e spiega perché qualcosa costituisce un problema. E’ in grado di esprimere il proprio pensiero su argomenti più astratti, culturali, quali film, libri, musica ecc.

  • E’ in grado di utilizzare un’ampia gamma di strumenti linguistici semplici per far fronte a quasi tutte le situazioni che possono presentarsi nel corso di un viaggio.

  • E’ in grado di intervenire, senza bisogno di una precedente preparazione, in una conversazione su questioni familiari e di esprimere opinioni personali e di scambiare informazioni su argomenti che tratta abitualmente, di suo interesse personale o riferiti alla vita di tutti i giorni.


DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO/TEDESCO

TRIENNIO DEL LICEO LINGUISTICO

CLASSE TERZA:
Comprensione orale: comprendere semplici messaggi comunicativi afferenti a situazioni di vita quotidiana (in famiglia, tra amici, negli esercizi commerciali, nei luoghi del tempo libero); comprendere indicazioni stradali e semplici istruzioni.

Produzione orale: produrre semplici messaggi comunicativi relativi a relazioni interpersonali e situazioni di vita quotidiana (chiedere e dare informazioni personali, essere in grado di comunicare in esercizi commerciali, bar, ristoranti, fare, accettare e/o rifiutare inviti, proposte o suggerimenti, descrivere semplicemente i luoghi della propria vita quotidiana, parlare delle proprie abitudini e attività quotidiane, descrivere semplicemente i propri gusti e preferenze)

Si valuterà la capacità di produrre messaggi formalmente corretti ed efficaci dal punto di vista comunicativo in relazione ad un interlocutore disponibile.

Comprensione scritta: comprendere messaggi finalizzati ad espletare normali attività della vita quotidiana (acquistare un biglietto da un distributore automatico, comprendere una ricetta di cucina, comprendere avvisi personali) Comprendere globalmente racconti, descrizioni, esperienze, testi di civiltà e di tipo informativo.

Si valuterà l’abilità di comprensione attraverso domande a scelta multipla, risposte vero/falso o semplici risposte aperte.

Produzione scritta: produrre semplici avvisi e comunicazioni personali, sms, e-mail, semplici lettere personali.

Si valuterà la capacità di produrre testi formalmente corretti, coerenti, efficaci dal punto di vista comunicativo e aderenti alle consegne date.

Risultati attesi per la classe terza: raggiungimento di un livello A1 per il tedesco e A2/B1 per lo spagnolo.
CLASSE QUARTA:
Comprensione orale: comprendere messaggi di crescente complessità comunicativa in situazioni non familiari (agenzie di viaggio, alberghi, ristoranti, stazioni, aeroporti) e maggiormente formali (interviste, colloqui di lavoro)

Produzione orale: produrre messaggi di crescente complessità comunicativa anche in situazioni non familiari e maggiormente formali. Saper raccontare esperienze passate, ricordi, emozioni, esprimere speranze e progetti, esprimere e argomentare le proprie opinioni, riferire le parole di altri, dare consigli e raccomandazioni, formulare ipotesi.

Si valuterà una performance caratterizzata da fluenza, sostanziale correttezza formale, adeguatezza lessicale e un uso di più accurate strategie comunicative.

Comprensione scritta: comprendere testi di maggiore complessità morfosintattica e lessicale relativi ad ambiti e situazioni non strettamente di vita quotidiana. Riconoscere e comprendere i meccanismi di organizzazione e strutturazione di un testo, tanto di tipo personale quanto di tipo argomentativo.

Produzione scritta: produrre messaggi maggiormente complessi dal punto di vista morfosintattico e con una maggiore ricchezza lessicale. Produrre lettere personali contenenti racconti di esperienze passate e di progetti, espressione di sentimenti, consigli, raccomandazioni, richieste. Produrre testi in cui si esprimono e si argomentano le proprie opinioni su temi oggetto di dibattito in classe o sulle suggestioni dell’attualità.

Si valuterà la capacità di produrre testi formalmente corretti, coerenti e aderenti alle consegne date

Risultati attesi per la classe quarta: raggiungimento di un livello A2/B1 per il tedesco e B1 per lo spagnolo


CLASSE QUINTA:
Comprensione orale: essere capaci di comprendere la micro lingua letteraria e di seguire una lezione di letteratura in L2. Comprendere un film usando strumenti di facilitazione.

Produzione orale: essere capaci di interagire con l’insegnante in L2 nel corso delle attività proposte; essere capaci di esporre problematiche riguardanti la storia e la civiltà del paese in questione; saper esporre la trama di un film e di racconti ascoltati o letti; saper sintetizzare ed esporre le caratteristiche di un periodo letterario e dell’opera di un autore; saper analizzare ed esporre le caratteristiche formali di un testo letterario e di discuterne il contenuto e le tematiche salienti; saper sintetizzare ed esporre le relazioni esistenti tra un’opera letteraria, il suo autore e il contesto storico-sociale dell’epoca.

Si valuterà l’acquisizione dei contenuti disciplinari e la capacità di esporli in una lingua sostanzialmente corretta, con un lessico adeguato, in maniera logica e coerente. Si valuteranno inoltre le capacità critiche, di espressione personale e di stabilire collegamenti all’interno della stessa o con altre discipline.

Comprensione scritta: comprendere le consegne delle attività proposte in classe e delle verifiche; comprendere testi di vario genere (poesia, romanzo, testi teatrali) e riconoscerne gli aspetti formali; comprendere i testi di interpretazione (manuali di letteratura, testi critici).

Produzione scritta: saper raccontare la trama di un’opera letteraria o di un film; saper analizzare un testo letterario di vario genere attraverso attività date, essendo in grado di stabilire relazioni con altri testi, interpretando correttamente i messaggi ed esprimendo opinioni personali; rispondere sinteticamente a quesiti aperti sui contenuti studiati.

Si valuterà l’acquisizione dei contenuti disciplinari e la capacità di esporli in una lingua sostanzialmente corretta, con un lessico adeguato e una organizzazione coerente del discorso. Si valuteranno inoltre le capacità critiche e di espressione personale.

Risultati attesi per la classe quinta : raggiungimento approssimativo di un livello B1 per il tedesco e di un livello B1/B2 per lo spagnolo.

Latino

Liceo delle Scienze Sociali: obiettivi minimi


CLASSE 1

1 ) Saper leggere la lingua latina;

2 ) Possedere il concetto di lingua flessiva ( coniugazione, declinazione, funzioni logiche );

3 ) Conoscere la prima e la seconda declinazione, gli aggettivi della prima classe, la coniugazione attiva dell’ indicativo, dell’infinito e dell’imperativo;

4 ) Consultare correttamente il dizionario;

5 ) Comprendere brevi e semplici testi in latino.



CLASSE 2

1 ) Potenziamento della capacità di consultare il dizionario e di comprendere testi in latino;

2) Riflettere sulla diversa struttura del periodare latino;

3 ) Trasferire la comprensione del testo latino nel codice della madrelingua;

4 ) Arricchire il lessico italiano attraverso l’ apprendimento e la memorizzazione di vocaboli latini;

5 ) Conoscere le 5 declinazioni, la coniugazione attiva e passiva dei verbi, nonché i principali costrutti latini ( cum con il congiuntivo, ablativo assoluto, accusativo ed infinito).



CLASSE 3

1 ) Possedere il concetto di lingua indoeuropea ed al suo interno di lingua latina e della sua evoluzione nelle moderne lingue neolatine;

2 ) Riconoscere la tipologia dei testi proposti;

3 ) Dare al testo una collocazione storica;

4 ) Individuare i caratteri salienti della letteratura latina, collocando testi ed autori nella trama generale della storia letteraria;

5 ) Conoscere nelle linee essenziali la storia della letteratura latina dalle origini alla fine dell’età repubblicana.



CLASSE 4

1 ) Potenziamento e sviluppo dei punti 1,2,3,4 dell’anno precedente,

2 ) Conoscere nelle linee essenziali la storia della letteratura latina dalla fine dell’ età repubblicana a tutta l’ età augustea

CLASSE 5

1 ) Potenziamento e sviluppo del punto 1 dell’ anno precedente;

2 ) Conoscere nelle linee essenziali la storia della letteratura latina dell’ età imperiale.

LICEO DELLE SCIENZE SOCIALI





1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   12


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale