Maestro dove abiti



Scaricare 0.83 Mb.
Pagina29/153
29.03.2019
Dimensione del file0.83 Mb.
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   153
4 schede e un’appendice.


  1. Una fede ricevuta, per comprendere il ruolo che ha avuto la famiglia nella propria decisione di fede

  2. Una fede “iniziata”, per ricomprendere il valore del Battesimo come inizio della vita cristiana

  3. vivere da risorti, per scoprire i segni di risurrezione dentro la vita della comunità e dei credenti

  4. storie di conversioni, per capire che non si è mai arrivati, e che si può sempre ricominciare

Appendice: “Lo Sbattezzo”



SCHEDA 1


Una fede ricevuta

introduzione
Proponiamo che questa scheda sia proposta affinché i ragazzi la usino personalmente, ovvero, al posto del normale incontro, proponiamo agli animatori di preparare i ragazzi a vivere l’incontro a casa loro, con le loro famiglie, qualsiasi sia il grado di coinvolgimento dei genitori nel percorso di fede, o andando a “intervistare“ le figure che essi stessi definiscono come importanti, in ordine alla trasmissione della fede che hanno ricevuta.


obiettivo
Obiettivo della scheda è aiutare i ragazzi a coscientizzare l’importanza che varie figure adulte possano aver avuto nello loro processo di maturazione alla fede.

proposte di attivita’


1.Dopo una prima messa a fuoco delle 4 figure più importanti e dopo un confronto con le percentuali dell’Indagine IARD, “intervistare” queste 4 persone, cioè dialogare e chiedere una risposta alle seguenti domande:

    • Che importanza ha avuto la fede nelle diverse stagioni della tua vita, e quale importanza ha ora?

    • Chi è stato importante nella tua formazione religiosa?

    • Tu sei stata una persone influente nel mio cammino di fede: ne sei cosciente? Quali attenzioni hai avuto per esserlo? Quali difficoltà hai incontrato?

  1. Un’altra attività potrebbe essere più direttamente rivolta alla famiglia: dopo aver fatto una graduatoria sui membri della famiglia in ordine all’importanza che danno alla religione, e averla confrontata con i dati a livello nazionale, provare a dialogare con i familiari sull’importanza che la fede ha nella vita di ciascuno e della famiglia. Potrebbe essere utilizzato per la discussione un passo del Direttorio di pastorale familiare della Conferenza episcopale italiana.

  2. Proponiamo inoltre che, dopo la fase di lavoro personale condotto da ogni singolo ragazzo, ci sia la possibilità di confronto e sintesi finale in gruppo.

  3. Proponiamo un incontro con genitori sensibili che si stanno preparando al battesimo dei figli (o lo hanno celebrato da poco), coinvolgendo il parroco e l’eventuale gruppo di persone che prepara gli incontri per i genitori. Scopo dell’incontro, è sempre quello di andare alla ricerca delle motivazioni che spingono a chiedere il battesimo.

  4. Infine proponiamo un incontro comune tra ragazzi, genitori, animatori, parroco, catechisti e varie persone significative coinvolte, per un confronto su ciò che i ragazzi si aspettano dagli adulti in ordine alla testimonianza/trasmissione della fede, ma anche su quello che gli adulti si aspettano da loro.

materiale per le attivita’

In ogni famiglia cristiana, con la parola e con la testimonianza, i genitori svolgano il loro servizio educativo e mettano in atto i loro carismi così da aiutare i figli a vivere nella fede, nelle varie tappa della loro crescita. Siano per loro i primi maestri della fede, perché fin dalla più tenera età imparino a «percepire il senso di Dio e a venerarlo e amare il prossimo secondo la fede che hanno ricevuto nel battesimo»". Li accompagnino nel cammino di preparazione ai sacramenti dell'iniziazione cristiana, sia riprendendo e riproponendo nel contesto familiare i contenuti della catechesi vissuta in parrocchia, sia partecipando cordialmente agli incontri e alle iniziative che dalla parrocchia stessa vengono proposti e promossi appositamente per i genitori. Siano presenti con generosa e discreta disponibilità nei diversi luoghi educativi ecclesiali e vi attuino autentiche forme di corresponsabilità, evitando di delegare totalmente ad altri (sacerdoti, reli­giosi e laici) il loro diritto-dovere anche di educatori nella fede. Si adoperino perché la catechesi familiare sia in grado di pre­cedere, accompagnare e arricchire ogni altra forma di catechesi. A tale scopo è indispensabile che in famiglia ci sia una vera e propria comunicazione nella fede, attuata non solo nel dialogo esplicito sui temi della fede, ma anche e soprattutto vivendo secondo il Vangelo, sia le scelte più semplici di ogni giornata, sia quelle legate ad alcuni particolari avvenimenti della stessa vita familiare. Condividano l'importanza e ritrovino la semplicità di alcuni segni visibili da mettere in risalto nella casa (dal crocifisso a un qua­dro religioso, dal libro della sacra Scrittura al segno che ricorda il battesimo...) e di alcuni gesti concreti da vivere con gioiosa e intelli­gente fedeltà (dal segno di croce, alla preghiera prima e dopo i pasti, ad alcune espressioni di attenzione, di carità, di aiuto e di festa che le varie tradizioni locali e familiari sanno indicare e suggerire...). Formino «i figli alla vita, in modo che ciascuno adempia in pienezza il suo compito secondo la vocazione ricevuta da Dio». Consapevoli della fondamentale responsabilità della famiglia in proposito, attraverso l'ascolto della parola di Dio, la vita di preghiera, l'esercizio della carità, una condotta vigile e sobria, una generosa partecipazione alla vita ecclesiale, i genitori creino le premesse per scelte vocazionali mature e responsabili. Non ostacolino, ma rispetti­no, condividano e accompagnino con trepida e fiduciosa gioia il cammino di quei figli che intendessero verificare e seguire una voca­zione al sacerdozio, alla consacrazione religiosa o secolare, o alla vita missionaria.

(Direttorio di pastorale familiare n° 144)

La trasmissione religiosa in famiglia


L’influenza della famiglia di origine rispetto alla familiarità dei giovani italiani con la pratica religiosa è molto forte. I dati a disposizione, evidenziano che anche all’interno delle famiglie è in atto un processo di indebolimento della dimensione religiosa, con una progressiva perdita di importanza da una generazione a quella successiva.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   153


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale