Maestro dove abiti



Scaricare 0.83 Mb.
Pagina38/153
29.03.2019
Dimensione del file0.83 Mb.
1   ...   34   35   36   37   38   39   40   41   ...   153
Rito dell’ «Effeta»

Il celebrante tocca, con il pollice, le orecchie e le labbra del battezzato, dicendo:
Celebrante:
Il Signore Gesù, che fece udire i sordi e parlare i muti,
ti conceda di ascoltare presto la sua parola,
e di professare la tua fede,
a lode e gloria di Dio Padre.
Assemblea:
Amen.

SCHEDA 3

Vivere da risorti


introduzione


Da una comprensione intellettuale del significato del sacramento e del rito, cercare di interiorizzarne il significato e la forza: cosa significa vivere da risorti?


obiettivo
Fare memoria di eventi e situazioni in cui la morte e risurrezione di Gesù sono all’opera nella vita dei cristiani e delle comunità

proposte di attivita’


2.Dopo la lettura della pagina proposta, invitare i ragazzi a fare memoria di esperienze in cui si è toccata la forza della risurrezione, ma anche cercare di individuare situazioni in cui il cristiano è chiamato a farsi testimone della Risurrezione.

3.Dopo la lettura della pagina tratta dal documento preparatorio al Convegno ecclesiale nazionale dell’ottobre 2006, proprio nella nostra Verona, organizzare una sorta di “caccia al tesoro” tra i gruppi e le famiglie della parrocchia; lo scopo/titolo dell’attività “dove abita la speranza” diventa una sorta di provocazione alla comunità, per verificare, nelle aperture di speranza che essa ha o meno, il suo “stato di salute”. Si potrebbe partire da due domande che il documento stesso pone per la riflessione:



    • In che modo genitori ed educatori cristiani comunicano con il loro stile di vita la speranza della novità cristiana alle giovani generazioni?

    • Ci sono adulti nella fede, impegnati nella professione, nel mondo culturale e nella vita sociale, in cui i giovani possano trovare modelli per i loro progetti di vita e di impegno

4.Le IENE: laddove il clima della propria comunità permetta di farlo in modo costruttivo, d’accordo col parroco e col consiglio pastorale, si potrebbe con i ragazzi creare una puntata de “le iene”, nella quale cercare criticamente, con occhio di giovani cristiani, i segni che dicono l’assenza di speranza nella propria comunità. Scopo sarà poi quello di presentare la puntata al consiglio pastorale o a una assemblea parrocchiale.

Interessante potrebbe essere lavorare coi i ragazzi nel trovare soluzioni alla situazione “di-sperata” della propria comunità.

Altrettanto interessante provare a ragionare con i ragazzi cosa succederebbe se le “iene” fossero dei loro amici che non credono o non frequentano, e se gli “indagati” fossero loro in quanto giovani cristiani.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   34   35   36   37   38   39   40   41   ...   153


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale