Maestro dove abiti



Scaricare 2.13 Mb.
Pagina65/153
29.03.2019
Dimensione del file2.13 Mb.
1   ...   61   62   63   64   65   66   67   68   ...   153
Scegliere il brano: conviene che sia una racconto, una parabola che scandisce in momenti diversi una successione di eventi (più difficile sarebbe invece con un discorso).
Materiale: un testo biblico (tatticamente scelto), fotocopiato in grande su un foglio (meglio se A3), un cartellone, dei pennarelli e delle forbici, colla!
Sequenza: presentare la tecnica di lavoro, dividersi in gruppi (max. 6 persone, numero ideale 3/4) e dare inizio all’opera.

Fasi del lavoro di gruppo


Il testo: leggere con attenzione!
Le parti del testo: vedere assieme in quante parti può essere suddiviso il testo, seguire cioè una sua probabile struttura, il suo andamento (appropriazione).
La suddivisione del testo: discutere assieme quali parti sono selezionabili e tagliarle con la forbici.
La titolazione: ricostruire un nuovo testo sul cartellone incollando le varie parti scrivendovi un possibile titolo, slogan, disegno, ecc.. (genio e fantasia aiutano a tirare fuori dal testo molte idee).
Presentazione: ciascuno si occupi di presentare una parte del cartellone quando ci si ritrova insieme: max 5 minuti per gruppo!
Insieme: ogni gruppo presenta (riespressione) il proprio lavoro! Il coordinatore (catechista o eventuale biblista) raccoglie le idee e le confronta (verifica) con la propria elaborazione del testo.
Per l’animatore


  • Risultato rispetto al contenuto: appropriazione del testo biblico e del suo significato.

  • Risultato rispetto al soggetto: protagonismo, destituzione delle proprie proiezioni e attese superficiali nei confronti del testo per lasciar spazio ad un messaggio nuovo e personalizzato nei confronti dei bisogni più profondi.

  • Risultato rispetto alla dinamica relazionale: collaborazione tra soggetti attorno all’unico testo, confronto e forte coinvolgimento esperienziale.

  • Risultato nei confronti dell’animatore: momento ideale per rilevare la dinamica relazione la tra i soggetti, destituzione delle proprie proiezioni sui soggetti operanti, nuovo spazio ad una nuova e più profonda dei soggetti e del loro modo di lasciar emergere la verità di se stessi dalla parola.






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   61   62   63   64   65   66   67   68   ...   153


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale