Maestro dove abiti


Gv 2,22: Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù



Scaricare 0.83 Mb.
Pagina79/153
29.03.2019
Dimensione del file0.83 Mb.
1   ...   75   76   77   78   79   80   81   82   ...   153

Gv 2,22: Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.

É testo significativo che ci fornisce l’esempio di come sia avvenuta la lettura della vita e dell’evento di Gesù Cristo: ogni suo fatto o detto é stato riletto alla luce del Grande Evento che é la pasqua: senza la Pasqua la vita di Gesù non sarebbe stata compresa, nello stesso tempo la Pasqua il dato puramente storico di Gesù, perché vede in lui quello che prima non era pienamente visibile: il risorto. Solo dopo la Pasqua i testimoni sono in grado di testimoniare con autenticità la storia di Gesù Cristo, perché ormai sono nella condizione di vedere che il Gesù di Nazareth che avevano conosciuto é il Figlio di Dio fin dall’inizio: alla luce di questo tutto diventa chiaro e tutto acquista un significato.



  • il ruolo dello Spirito: con la Pasqua non tutto resta come prima; emerge chiaramente la comprensione che ciò che Gesù ha rivelato é talmente importante che non può essere lasciato alla semplice comprensione umana; si sollecita e si percepisce la presenza di un accompagnatore che diventa l’autentico maestro capace di insegnare, di far ricordare e di attualizzare; tutto questo é prerogativa dello Spirito Santo


Gv 14,26: Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   75   76   77   78   79   80   81   82   ...   153


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale