Masarykova univerzita Filozofická fakulta Ústav románských jazyků a literatur Bakalářská diplomová práce



Scaricare 244 Kb.
Pagina1/11
26.11.2017
Dimensione del file244 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11


Masarykova univerzita

Filozofická fakulta
Ústav románských jazyků a literatur


Bakalářská diplomová práce

2015 Dominika Palová

Masarykova univerzita

Filozofická fakulta
Ústav románských jazyků a literatur
Italský jazyk a literatura
Dominika Palová

Il concetto della «compaesanità» come la conseguenza della ricerca dell'identità nell'opera di Mario Rigoni Stern

Bakalářská diplomová práce

Vedoucí práce: Mgr. Zuzana Šebelová, Ph.D.

2015

Prohlašuji, že jsem diplomovou práci vypracovala samostatně s využitím uvedených pramenů a literatury. Dále prohlašuji, že tištěná verze je totožná s verzi elektronickou.


.................................................

Podpis autora práce

Chtěla bych poděkovat paní doktorce Šebelové za její ochotu a čas, který mi věnovala během psaní této práce. Velký dík patří také Ivanu Folettimu za jeho cenné rady. Dále také děkuji prof. Mariu Gabrieli Giordanovi ze Sabatia Editrice za vstřícnost a poskytnutí důležitých studijních materiálů. Nakonec bych ráda poděkovala své rodině za podporu.


Indice





Indice 5

1. Introduzione 6

2. Il sergente nella neve 10

3. Storia di Tönle 19

4. Opera narrativa di Mario Rigoni Stern, alcuni spunti di riflessione 27

5. Conclusione 34

6. Breve biografia di Mario Rigoni Stern 35

7. Bibliografia 36




1. Introduzione



Nella presente tesi mi vorrei occupare di due opere letterarie di Mario Rigoni Stern: del suo primo racconto autobiografico Il sergente nella neve1 e del romanzo storico Storia di Tönle.2 Tale scelta si giustifica con il fatto che entrambe le opere hanno in comune, oltre all’argomento bellico, una riflessione circa una ricerca identitaria del loro autore. Una ricerca che poi sfocia, in entrambi i testi, nella critica del concetto dell'identità nazionale italiana. Da tale ricerca Rigoni Stern giunge quindi a un concetto completamente opposto al concetto identitario imposto dallo stato-nazione italiano: all'idea della «compaesanità».

Per quanto riguarda la letteratura critica usata per questo lavoro, oltre ai volumi analizzati, si lavorerà soprattutto con due tipi di fonti. Mario Rigoni Stern è uno scrittore di fama internazionale perciò per la mia tesi avrò a disposizione, oltre ad altre sue opere letterarie,3 anche una serie di interviste,4 in cui Rigoni Stern commenta vari temi politico-sociali e che mi serviranno come fonti accessorie. L'opera letteraria di Mario Rigoni Stern è stata inoltre esaminata da numerosi studiosi italiani e stranieri. Questo lavoro sarà basato quindi soprattutto sugli studi di alcuni esperti, tra cui: Antonio Motta5 o Michele Buzzi6, autori di uno studio sulla vita di Mario Rigoni Stern e di analisi di alcune sue opere; Marie-Hélène Angelini-Trevet7, autrice di un saggio dedicato ai concetti cruciali della narrativa rigoniana8. Sarà importante per il presente lavoro anche l’opera di Ronnie Ferguson9, un linguista scozzese che si è occupato nel suo studio della problematica identitaria nell'opera di Mario Rigoni Stern; Sigrid Huber10, autore di una tesi di laurea su Mario Rigoni Stern. Infine, saranno cruciali anche i testi di Giorgio Pullini11, specialista della letteratura italiana postbellica. Riallacciandomi alla maggior parte degli autori menzionati, mi concentrerò principalmente sulla sopraccitata problematica identitaria.

Le questioni riguardanti la tale problematica saranno studiate in base all'analisi di due opere fondamentali: il punto di partenza, per quanto concerne la questione della «problematica identitaria», sarà Il sergente nella neve (1953)12 poiché proprio in questa opera nascono (pur restando sempre sottintesi) la polemica sull'identità nazionale italiana ed il concetto della «compaesanità». In un secondo momento sarà presa in considerazione la Storia di Tönle (1978)13 dove la polemica identitaria raggiunge una espressione esplicita ed assoluta.14

Entrambe queste opere saranno esaminate sia dal punto di vista del contenuto che da quello linguistico e stilistico.

L'analisi del contenuto è scandita da temi come: «l’indentità»15, «l'identità nazionale» e la «critica dell'identità nazionale italiana»16, la «denuncia antibellica»17, «la guerra e il mondo della montagna»18 e «la testimonianza di guerra»19. Anche l'aspetto linguistico, e soprattutto l'uso del dialetto altipianese, può essere interpretato come un elemento importante nella ricerca identitaria di Rigoni Stern. In questo senso lo stile e il contenuto tendono a volte a sovrapporsi.

Un altro elemento significativo consiste nella prospettiva stilistica dell'opera di Rigoni Stern, e ciò per due ragioni: la maniera della sua narrazione è viva ma sempre asciutta e riservata. Lo stile è semplice e diretto, con l'uso di un linguaggio semplice arricchito da espressioni dialettali.20 L'efficacia espressiva e drammatica della sua narrazione poggia anche sul fatto che l'autore, immedesimandosi con i diversi protagonisti, lascia «parlare i fatti», e che, a differenza di alcuni altri21 letterati che parlano di guerra, non ricorre alla retorica e al patetico.22

Un ulteriore elemento cruciale per lo stile dell'opera rigoniana è il fatto che Rigoni, non essendo uno scrittore professionista, dovette sviluppare uno stile e una maniera di scrivere personali.23 Essendo al primo posto la esigenza di «testimoniare» piuttosto che il desiderio di «fare arte», sembra che per Rigoni il contenuto sia più importante dello stile stesso, o che questi due elementi si colleghino così strettamente da creare un carattere particolare raggiungendo grande forza espressiva.24

Oltre all'analisi stessa dei testi di Rigoni Stern ritengo necessario guardare alla sua opera nel contesto storico dell'Italia ante- e postbellica,25 e in particolare nel contesto del dibattito sociale e politico di quegli anni. Come è già stato detto, Mario Rigoni Stern non era soltanto uno scrittore «immerso nei suoi libri», ma egli stesso si considerava soprattutto un interprete dei tremendi eventi di cui sentì importante di testimoniare.26 Egli era, infine, anche un uomo attivo nella società italiana27 (e soprattutto nella società montana) la quale tentava di superare il trauma della guerra e del regime fascista.28

In base all'analisi, che prende in considerazione il suo impiego nel contesto storico, si lavorerà quindi con l’ipotesi che il concetto chiave per la comprensione dell’opera rigoniana sia quello della «paesanità» e (o) la «compaesanità». Questi ultimi vengono interpretati come un sentimento reciproco che unisce gli uomini che hanno provato l'esperienza di ritrovarsi in una società simile a quella propria.29 Lo stesso Rigoni spiega la «paesanità», come «il modo di legare nella vita: l'opposto della solitudine.»30

La nozione della «compaesanità», appunto, aiuta a descrivere quello che Rigoni Stern considera la propria identità, cioè le proprie radici e la sostanza della propria esistenza, e permette di capirne la duplice essenza. Questa ultima, come vedremo, si rivolge da una parte alla cerchia più stretta dei suoi compaesani altipianesi, dall'altra parte si apre a tutto il mondo.31

Il presente studio sarà pertanto strutturato successivamente: nel primo capitolo mi dedicherò a Il Sergente nella neve. In questo capitolo presenterò la trama del libro e lo sfondo storico. Poi mi concentrerò sull'analisi dell'opera sulla base del metodo scelto.

Similmente procederò nel secondo capitolo dove mi occuperò del romanzo storico Storia di Tönle.

Seguirà il terzo capitolo dove riassumerò i risultati della mia analisi. In questa parte sintetica cecherò di lavorare in particolare con i concetti precisati qui sopra. L’ultima tappa di questo lavoro sarà quindi una riflessione sul significato dell'opera rigoniana e della sua ricerca identitaria nel quadro più generale della società italiana postbellica.

La tesi sarà conclusa con una breve biografia di Mario Rigoni Stern e con la bibliografia di cui mi sono servita durante la stesura del presente lavoro.




Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale