Messaggio mensile Torino Valdocco 24 ottobre 2016 Maria ci esorta a far sì che la preghiera sia vita



Scaricare 60.5 Kb.
Pagina1/9
29.03.2019
Dimensione del file60.5 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9

Messaggio mensile Torino - Valdocco 24 ottobre 2016
Maria ci esorta a far sì che la preghiera sia vita
Don Bosco fonda l’Associazione di Maria Ausiliatrice perché stupito e sorpreso dalle innumerevoli grazie e miracoli che la gente attribuisce all’intercessione dell’Ausiliatrice: “Ogni angolo, ogni mattone di questo sacro edifizio ricorda un benefizio, una grazia ottenuta da questa augusta Regina del cielo”. Maria è aiuto: occorre pregarla, invocarla, provocare la sua mediazione e il suo patrocinio.

Un aspetto tipico del socio ADMA è la capacità di riconoscere le grazie ricevute per intercessione di Maria Ausiliatrice, di don Bosco, dei santi e beati della Famiglia Salesiana e saper rendere grazie, segnalare tali favori ricevuti, dare un’offerta per le opere salesiane. I veri devoti dell’Ausiliatrice sanno riconoscere i segni della sua presenza e del suo amore e per questo la invocano e la ringraziano con cuore puro e aperto



Maria ci esorta ad ispirarci nella nostra vita terrena al suo esempio. La sua vita è stata intessuta di gioia, di dolore, di silenzio ed un’immensa fede e fiducia nel Padre Celeste. Con la sua esistenza ci ricorda che nulla è casuale: né il dolore, né la gioia, né la sofferenza, né l’amore. Sono tutte grazie che Dio ci dona e che ci conducono alla vita eterna. Maria ci insegna ad amare e pregare in Gesù e con Gesù, cioè pregare nel silenzio della propria anima e non soltanto recitare con le labbra. Si ama e si prega anche con il più piccolo gesto compiuto nel nome di suo Figlio; lo è la pazienza, la misericordia, l’accettazione del dolore ed il sacrificio fatto per gli altri.

Maria ci esorta a vivere la preghiera in unione con Dio, a sintonizzarci con lui, affinché tutta la preghiera sia vita. Solo così il nostro cuore si riempirà di pace e di gioia, sperimenteremo Dio vicino come un amico e parleremo con lui come qualcuno che conosciamo, con cui abbiamo famigliarità e lo sentiremo vivo nel nostro cuore. Maria vuole una preghiera che sia a tu per tu con Dio, un parlare con Gesù e ascoltare Gesù. Quando la preghiera dalla bocca entra nel cuore, nella mente, a quel punto diventiamo testimoni, perché noi senza Dio non possiamo vivere: siamo creati a Sua immagine e senza di Lui non possiamo vivere. Dio arriva al nostro livello, ci tira fuori da ogni tenebra e ci dice: “Guarda che stai sbagliando, ritorna, io sono qua come Padre misericordioso, sono qua come la tua speranza, la tua pace, la tua gioia, perché non troverai più gioia al di fuori di quella che ti do Io”. Prendiamo la decisone di vivere in profonda comunione con Dio e di preferire l’amicizia con lui ad ogni altro bene. Maria è con noi e ci aiuta.

Desideriamo esprimere un particolare saluto al nuovo Rettore della Basilica di Maria Ausiliatrice, don Cristian Besso, che come Consiglio dell’ADMA Primaria abbiamo già avuto modo d’incontrare. Auguriamo a lui ogni bene per la sua missione e assicuriamo la nostra vicinanza e preghiera. L’articolo 9 del nostro Regolamento dice. “L’Associazione Maria Ausiliatrice è unita vitalmente al Santuario di Torino Valdocco. Si può dire che Maria non solo è intervenuta nella costruzione, secondo la testimonianza di Don Bosco, ma da lì ha esteso il suo patrocinio in tutto il mondo. Ecco perché l’Associazione è chiamata a tenersi unita a questo luogo sacro”. Per tale vincolo carismatico e storico desideriamo crescere nella comunione e nella collaborazione con il Rettore della Basilica e tutta la comunità pastorale del santuario.



Sig. Lucca Tullio, Presidente

Don Pierluigi Cameroni SDB, Animatore spirituale



Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale