Microsoft Word Estratto dal Piano Emergenza 2017



Scaricare 54.75 Kb.
29.12.2017
Dimensione del file54.75 Kb.


INFORMAZIONE AI LAVORATORI








Arch. Cristina Maiolati Via U. Saba, 72 – Roma

Via Ulisse 28 – S. F. Circeo (LT)

c. maiolati@tiscali.it

Data: Febbraio 2017



ESTRATTO
DAL

PIANO DI EMERGENZA
E INFORMAZIONE AI LAVORATORI

Redatto ai sensi degli art. 15 e 36 del D.Lgs. 81/08


I I. I. S. “Einstein - Bachelet”
Via Pasquale II, 237 - Roma
    1. .: DOTT.ssa ANNUNZIATA MARCIANO RSPP: ARCH. CRISTINA MAIOLATI






INDIRIZZI E NUMERI TELEFONICI DI EMERGENZA


Numero Unico per le Emergenze:

112

POLICLINICO AGOSTINO GEMELLI


Largo Agostino Gemelli, 8 Roma Telefono : 0630151

AURELIA HOSPITAL

Via Aurelia, 860 - Roma tel. 0666492292/299-


CENTRO ANTIVELENI POLICLINICO UMBERTO I

Via del Policlinico, 155 - Roma Telefono : 06490663



CARABINIERI : Comando Stazione Roma Madonna del Riposo

Via Egidio Albornoz, 24 , Roma Telefono : 069375764



POLIZIA DI STATO: Commissariato “Roma Aurelio”

Via Aurelia - Roma Telefono : 066650021



VIGILI DEL FUOCO: Comando Casermetta Monte Mario

Via A. Verga, 2 – Roma Telefono : 06355731




Le procedure di emergenza antincendio saranno attuate solo dal personale qualificato in attesa dei soccorsi.



A.3 – GESTIONE DELL’EMERGENZA

Disposizioni preventive valide per tutti da trasmettere agli alunni:

  • il percorso verso l’esterno deve essere sgombro da qualsiasi ostacolo (banchi, zaini, ecc.).

  • Adoperarsi affinché l’attrezzatura antincendio sia facilmente raggiungibile.

  • Portare a conoscenza del Dirigente e/o del Responsabile della sicurezza, ogni eventuale incidente (avvenimento che interrompe il normale svolgimento delle attività), segno premonitore di infortunio.

  • Verificare l’idoneità degli strumenti, degli attrezzi e delle macchine utilizzate per le attività, segnalare eventuali anomalie o atti vandalici sull’attrezzatura antincendio.

  • Organizzare ogni attività affinché gli spazi siano sufficienti a garantire la sicurezza dei movimenti di ogni operatore.

  • I locali in genere con capienza oltre le 100 persone vengono assoggettate alla normativa per i locali dello spettacolo se utilizzate in orario di servizio. Eventuali manifestazioni possono essere svolte con un numero maggiore di utenti se non in contemporaneità con l’orario di servizio.
Norme di comportamento in caso di emergenza

LA DIFFUSIONE DELL'ORDINE DI EVACUAZIONE (campana, megafono o “tromba da stadio”)
      1. PREALLARME: SIRENA EMERGENZA o SUONO CAMPANELLA – 10 SQUILLI BREVI INTERVALLATI AD UN SECONDO


      2. EVACUAZIONE: SUONO CAMPANELLA – 3 SQUILLI BREVI INTERVALLATI AD UN SECONDO

Qualora dovesse porsi la necessità di comunicare l'ordine di evacuazione a voce, aula per aula, sarà cura dei personale non docente assicurare tale servizio.

  • Uscire dall’aula facendo attenzione a lasciare cartelle, oggetti personali, ecc.

  • Gli alunni si disporranno in file ordinate di una o due ed utilizzeranno le uscite di emergenza indicate nelle planimetrie affisse nei locali.

  • Chi non si trovasse nella propria classe (bagni, corridoi ecc.) guadagni l’uscita più vicina seguendo le indicazioni affisse nei corridoi e successivamente raggiunga il luogo sicuro.

  • Mantenere la calma ed evitare di correre o gridare per non ingenerare fenomeni di panico.

  • Raggiungere il luogo sicuro senza fermarsi lungo il percorso e senza ostruire l’uscita.

  • Raggiunto il luogo sicuro, raggrupparsi in attesa dell’appello che sarà fatto non appena ristabilita la calma, accertarsi che non manchi nessuno, nel qual caso evitare assolutamente di tornare indietro a cercarlo ma avvertire le forze dell’ordine.

  • Allontanarsi di almeno 10 metri dall’edificio senza intralciare i soccorsi sostando lungo i passi carrabili e/o spazi verdi.

  • Non allontanarsi per nessun motivo dal luogo sicuro ma attendere istruzioni.


PIANO DI ESODO IN EMERGENZA

Il seguente piano di esodo dispone le procedure da adottare nell’edificio in caso di emergenza nonché durante le esercitazioni di evacuazione rapida dello stabile.


PIANO DI ESODO SEDE EINSTEIN

Per la Sede Centrale di Via PASQUALE II i punti di raccolta sono:

  1. CORTILE ANTISTANTE L’EDIFICIO

  2. CAMPO SPORTIVO LATERALE PIANO TERRA

Gli occupanti degli uffici e del bar raggiungono il PR1 dall’ingresso principale.

Gli occupanti dell’aula magna utilizzano una delle uscite di emergenza di pertinenza del locale e raggiungono il PR più vicino.

Gli occupanti del laboratorio TD1 raggiungono il PR1 dall’uscita presente nel locale. Gli occupanti dell’aula ex TD2 raggiungono il PR1 dall’uscita indicata nel piano di emergenza.

Gli occupanti della biblioteca raggiungono il PR2 dall’uscita di emergenza.

Gli occupanti delle palestre si dirigono verso l’uscita di emergenza presente in entrambi gli ambienti e raggiungono il PR1, gli occupanti degli spogliatoi, depositi e servizi annessi si dirigono all’ingresso principale del blocco e raggiungono il PR1.

PRIMO PIANO

Gli occupanti delle aule e locali 101-103 e spazi accessori raggiungono il PR2 scendendo lungo la scala interna di emergenza.

Gli occupanti delle aule e locali 104-108 e spazi accessori raggiungono il PR1 dall’ingresso principale.

Gli occupanti delle aule e locali 109, 110, lab TDP1 e spazi accessori utilizzano la scala esterna di pertinenza del blocco per raggiungere il PR1.

Gli occupanti dei lab FIS1, FIS2, spazio intermedio, laboratorio di scienze e spazi accessori utilizzano la scala esterna di pertinenza del blocco per raggiungere il PR2.


SECONDO PIANO

Gli occupanti delle aule e locali 201-204bis e spazi accessori raggiungono il PR2 scendendo lungo la scala interna di emergenza.

Gli occupanti delle aule e locali 205-208 e spazi accessori raggiungono il PR1 dall’ingresso principale scendendo lungo le scale interne.

Gli occupanti delle aule e locali 209, 210, lab ELT e spazi accessori utilizzano la scala esterna di pertinenza del blocco per raggiungere il PR1.

Gli occupanti dei lab CHI, FCHI, spazio intermedio, aula audiovisivi e spazi accessori utilizzano la scala esterna di pertinenza del blocco per raggiungere il PR2.



TERZO PIANO

Gli occupanti delle aule e locali 301-304bis e spazi accessori raggiungono il PR2 scendendo lungo la scala interna di emergenza.

Gli occupanti delle aule e locali 305-308 e spazi accessori raggiungono il PR1 dall’ingresso principale scendendo lungo le scale interne.

Gli occupanti delle aule e locali 309, 310, lab ELG e spazi accessori utilizzano la scala esterna di pertinenza del blocco per raggiungere il PR1.

Gli occupanti dei lab TDP, assemblaggio, aree di studio sugli impianti fotovoltaici e spazi accessori utilizzano la scala esterna di pertinenza del blocco per raggiungere il PR2.


N.B.: Se è presente un alunno con difficoltà motorie verrà aiutato dal collaboratore scolastico del piano a raggiungere l’ingresso principale oppure lo spazio calmo sul terrazzo esterno, dove attenderanno i soccorsi.

IN CASO DI NECESSITA’, GLI ALUNNI USCIRANNO DALL’EDIFICIO PREVIA INTERRUZIONE DEL TRAFFICO DA PARTE DEGLI INCARICATI E SI DISPORRANNO LUNGO IL MARCIAPIEDE DALL’ALTRA PARTE DELLA STRADA



PIANO DI ESODO SEDE BACHELET

Per la Sede di Via Nazareth i punti di raccolta sono:

il punto di raccolta è PR1: SPAZIO ANTISTANTE L’INGRESSO PRINCIPALE.

il punto di raccolta è PR2: CAMPO SPORTIVO. PIANO TERRA

Gli occupanti degli uffici utilizzano l’ingresso principale o, alternativamente, l’uscita alla fine del corridoio lato nord-ovest e raggiungono il PR1.

Gli occupanti dei laboratori di informatica e delle aule per le attività alternative

utilizzano l’uscita alla fine del corridoio lato nord-ovest e raggiungono il PR1.

Gli occupanti dei laboratori di chimica, lingue, geografia utilizzano l’uscita posta al termine del corridoio lato nord-ovest e raggiungono il PR1.

Gli occupanti dell’aula magna e della sala docenti utilizzano l’uscita al termine del corridoio lato sud-est e raggiungono il PR2.

Gli occupanti della biblioteca utilizzano l’ingresso principale e raggiungono il PR1

Gli occupanti della palestra utilizzano le uscite dirette verso l’esterno e raggiungono il PR2.


PIANO PRIMO

Gli occupanti del piano superiore della biblioteca, degli spogliatoi della palestra e del bar utilizzano la scala posta al termine del corridoio lato sud est e raggiungono il PR2.

Gli occupanti delle aule e dei locali accessori utilizzano le scale esterne più vicine e raggiungono il PR2 dalla scala centrale ed il PR1 dalla scala esterna al termine del corridoio nord-ovest. Alternativamente utilizzano le scale centrali e raggiungono il PR1. PIANO SECONDO



Gli occupanti delle aule e dei locali accessori utilizzano le scale esterne più vicine e raggiungono il PR2 dalla scala centrale ed il PR1 dalla scala esterna al termine del corridoio nord-ovest. Alternativamente utilizzano le scale centrali e raggiungono il PR1.

N.B.: Se è presente un alunno con difficoltà motorie verrà aiutato dal collaboratore scolastico del piano, dall’AEC o dal docente di sostegno a raggiungere il pianerottolo delle scale esterne di emergenza.

Gli alunni con diversabilità psichiche verranno aiutati dall’AEC/docente di sostegno a raggiungere

l’uscita più vicina.

IN CASO DI NECESSITA’, ANCHE GLI ALUNNI RACCOLTI NEL PR2 USCIRANNO DALL’EDIFICIO PREVIA APERTURA DEL CANCELLO E INTERRUZIONE DEL TRAFFICO DA PARTE DEGLI INCARICATI. SI DISPORRANNO LUNGO IL MARCIAPIEDE DALL’ALTRA PARTE DELLA STRADA

A.3.2– NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI EMERGENZA




MODALITA’ DI ESODO

  • GLI ALUNNI E I DOCENTI SCENDERANNO IN ORDINE DI VICINANZA ALLE USCITE ED ALLE SCALE INIZIANDO DAL PIANO TERRA PROSEGUENDO CON I PIANI SUPERIORI.

  • IL DOCENTE, DOPO AVER VERIFICATO CHE NESSUNO SIA RIMASTO IN AULA, PRENDE IL REGISTRO E SEGUE LE PROPRIE CLASSI RICHIUDENDO CON CURA LA PORTA.

  • I COLLABORATORI SCOLASTICI SI ACCERTERANNO CHE NESSUNO SIA RIMASTO NEI SERVIZI IGIENICI, BIBLIOTECA, AULE DI SOSTEGNO, ecc. PRIMA DI USCIRE A LORO VOLTA.

  • RAGGIUNTO IL PUNTO DI RACCOLTA, SI PROCEDE ALL’APPELLO.




  • EVENTUALI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI SARANNO AIUTATI: DAL DOCENTE DI SOSTEGNO/AEC, SE PRESENTE, DAL DOCENTE DI CLASSE O DAI COMPAGNI, A RAGGIUNGERE IL PUNTO DI RACCOLTA:

  1. Gli eventuali disabili motori saranno accompagnati dall’AEC/docente sostegno nel luogo sicuro più vicino.

  2. In tutte le sedi eventuali non vedenti saranno accompagnati dal docente di classe o da compagni incaricati.

  3. In tutte le sedi eventuali disabili motori momentanei saranno accompagnati al punto di raccolta insieme ai compagni dal docente di classe o dal collaboratore di piano disponile.


INCENDIO DI AUTOMEZZO
IN QUESTO CASO NON SI DEVE EVACUARE IMMEDIATAMENTE L’EDIFICIO, A MENO CHE NON SIA NECESSARIO, MA VA VALUTATA L’IPOTESI DI ASPETTARE L’INTERVENTO DEI VVF .

NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO D'INCENDIO


  1. MANTIENI LA CALMA




  1. SE L'INCENDIO SI E’ SVILUPPATO IN CLASSE ESCI SUBITO CHIUDENDO LA PORTA




  1. SE L'INCENDIO SI E’ SVILUPPATO FUORI DELLA TUA CLASSE ED IL FUMO RENDE IMPRATICABILI LE SCALE E I CORRIDOI CHIUDI BENE LA PORTA E CERCA DI SIGILLARE LE FESSURE CON PANNI (POSSIBILMENTE BAGNATI)

  2. APRI LA FINESTRA E, SENZA ESPORTI TROPPO, CHIEDI SOCCORSO




  1. SE IL FUMO NON TI FA RESPIRARE FILTRA L'ARIA ATTRAVERSO UN FAZZOLETTO, MEGLIO SE BAGNATO, E SDRAIATI SUL PAVIMENTO (IL FUMO TENDE A SALIRE VERSO L'ALTO).



NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI TERREMOTO
Se ti trovi in un luogo chiuso


  1. MANTIENI LA CALMA E NON PRECIPITARTI FUORI




  1. RESTA IN CLASSE E RIPARATI SOTTO IL BANCO, SOTTO L'ARCHITRAVE DELLA PORTA O VICINO A

MURI PORTANTI.




  1. ALLONTANATI DALLE FINESTRE, PORTE A VETRI, ARMADI PERCHÉ CADENDO POTREBBERO FERIRTI.

  2. SE SEI NEL CORRIDOI O NEL VANO DELLE SCALE RIENTRA NELLA TUA CLASSE O IN QUELLA PIÙ VICINA

  3. DOPO IL TERREMOTO, ALL'ORDINE DI ESODO, ABBANDONA L'EDIFICIO E RICONGIUNGITI CON GLI ALTRI COMPAGNI DI CLASSE NELLA ZONA DI RACCOLTA ASSEGNATA

Se sei all'aperto:


  1. ALLONTANATI DALL'EDIFICIO, DAGLI ALBERI, DAI LAMPIONI E DALLE LINEE ELETTRICHE PERCHE’ POTREBBERO CADERE E FERIRTI.

  2. CERCA UN POSTO DOVE NON HAI NULLA SOPRA DI TE; SE NON LO TROVI CERCA RIPARO SOTTO QUALCOSA DI SICURO COME UNA PANCHINA

  3. NON AVVICINARTI AD ANIMALI SPAVENTATI.



EMERGENZA MINACCIA ARMATA E PRESENZA DI UN FOLLE
IN QUESTO CASO NON SI DEVE EVACUARE L’EDIFICIO.


  1. NON ABBANDONARE LA CLASSE O IL POSTO DI LAVORO PER NESSUN MOTIVO E NON AFFACCIARSI ALLE FINESTRE. NON AFFACCIARSI ALLE PORTE DEL LOCALE PER CURIOSARE ALL’ESTERNO.

  2. NON CONTRASTARE CON IL PROPRIO COMPORTAMENTO LE AZIONI COMPIUTE DALL’ATTENTATORE.

  3. MANTENERE LA CALMA E IL CONTROLLO PER OFFESE RICEVUTE; NON DERIDERE I COMPORTAMENTI SQUILIBRATI DEL FOLLE; ESEGUIRE I MOVIMENTI CON CALMA E NATURALEZZA.











©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale