Ministero della difesa



Scaricare 284.8 Kb.
Pagina3/5
23.05.2018
Dimensione del file284.8 Kb.
1   2   3   4   5

giudichera' inidoneo il candidato che presenti tatuaggi se, per la

loro sede o natura, siano deturpanti o contrari al decoro

dell'uniforme (quindi visibili con l'uniforma di servizio estiva, le

cui caratteristiche sono visualizzabili sul sito

www.aeronautica.difesa.it/personale/uniformi) o siano possibile

indice di personalita' abnorme (in tal caso da accertare con visita

psichiatrica e con appropriati test psicodiagnostici);

10) ogni ulteriore indagine clinico specialistica, di laboratorio

e/o strumentale (compreso l'esame radiologico) ritenuta utile per

conseguire adeguata valutazione clinica e medico-legale del

concorrente.

Nel caso in cui si rendesse necessario sottoporre il concorrente

ad indagini radiologiche, indispensabili per l'accertamento e la

valutazione di eventuali patologie, in atto o pregresse, non

altrimenti osservabili ne' valutabili con diverse metodiche o visite

specialistiche, lo stesso dovra' sottoscrivere la dichiarazione di

cui all'allegato D.

5. Sulla scorta del vigente "Elenco delle imperfezioni e delle

infermita' che sono causa di inidoneita' al servizio militare" di cui

all'art. 582 del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo

2010, n. 90, e delle vigente direttiva applicativa emanata con

decreto ministeriale 4 giugno 2014, la commissione di cui al

precedente art. 7 comma 1, lettera b) dovra' accertare il possesso

dei seguenti specifici requisiti:

a) dati somatici: statura non inferiore a m. 1,65 se di sesso

maschile e non inferiore a m. 1,61 se di sesso femminile;

b) apparato visivo: visus uguale o superiore a complessivi

16/10 e non inferiore a 7/10 nell'occhio che vede meno, raggiungibile

con correzione non superiore a 4 diottrie per la sola miopia, anche

in un solo occhio e non superiore a 3 diottrie, anche in un solo

occhio, per gli altri vizi di refrazione; campo visivo e motilita'

oculare normali; senso cromatico normale alle matassine colorate.

L'accertamento dello stato refrattivo, ove occorra, puo' essere

eseguito con l'autorefrattometro, o in cicloplegia, o con il metodo

dell'annebbiamento;

d) apparato uditivo: la funzionalita' uditiva sara' saggiata

con esame audiometrico tonale liminare in camera silente. Potra'

essere tollerata una perdita uditiva monolaterale/bilaterale isolata

(e' quella che interessa massimo 2 frequenze per orecchio, calcolata

prendendo come riferimento il valore di dB piu' grave) valori > 20 e

_ < 30 dB per le frequenze tra 500 e 3000 Hz e _ < 35 dB a

250-400-6000-8000 Hz.

Monolaterale valori > 20 _ < 30 dB calcolata secondo le modalita'

previste dall'art. 18 comma B dell'Elenco Imperfezioni e Infermita'.

Bilaterale P.P.T.: > 20% e _ < 25%.

6. La commissione, al termine degli accertamenti psico-fisici,

provvedera' a definire per ciascun concorrente, secondo i criteri

stabiliti dalla normativa e dalle direttive vigenti, il profilo

sanitario che terra' conto delle caratteristiche somato-funzionali

nonche' degli specifici requisiti fisici suindicati. Saranno

giudicati idonei i concorrenti in possesso dei requisiti sopraccitati

cui sia stato attribuito il seguente profilo sanitario minimo:

+-------+-------+-------+-------+-------+------+------+------+------+

| PS | CO | AC | AR | AV | LS | LI | VS | AU |

+-------+-------+-------+-------+-------+------+------+------+------+

| 2 | 2 | 2 | 2 | 2 | 2 | 2 | 2 | 2  |

+-------+-------+-------+-------+-------+------+------+------+------+

7. Non saranno giudicati idonei dalla predetta commissione i

concorrenti risultati:

1) affetti da imperfezioni ed infermita' previste dalla vigente

normativa in materia di inabilita' al servizio militare;

2) affetti da imperfezioni ed infermita' per le quali e' prevista

l'attribuzione del coefficiente uguale o superiore a 3, nelle

caratteristiche somato-funzionali del profilo sanitario dalle vigenti

direttive per delineare il profilo sanitario dei soggetti giudicati

idonei al servizio militare ai sensi dell'art. 582 del decreto del

Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90 e della direttiva

tecnica del decreto 4 giugno 2014 del Ministero Difesa;

3) risultati positivi agli accertamenti diagnostici per abuso di

alcool, uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze

stupefacenti, nonche' l'utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non

terapeutico;

4) affetti da malattie o lesioni acute per le quali sono previsti

tempi lunghi di recupero dello stato di salute e dei requisiti

necessari per la frequenza del corso;

5) affetti da tutte le malattie dell'occhio e degli annessi

manifestamente croniche o di lunga durata o di incerta prognosi; la

presenza di alterazioni dei mezzi diottrici o del fondo oculare che

possono pregiudicare, anche nel tempo, la funzione visiva primaria o

quelle collaterali; gli strabismi manifesti anche alternanti; gli

esiti di cheratotomia x; gli esiti di trattamento lasik e gli esiti

di foto cheratoablazione con modesti disturbi funzionali e con

integrita' del fondo oculare;

6) affetti da disturbi dell'eloquio tali da renderlo non

chiaramente e prontamente intellegibile;

7) affetti da tutte quelle malformazioni ed infermita' non

contemplate dai precedenti alinea, comunque incompatibili con la

frequenza del corso e con il successivo impiego quale ufficiale in

servizio permanente del ruolo speciale dell'Aeronautica Militare.

La commissione, seduta stante, comunichera' per iscritto al

concorrente l'esito della visita medica sottoponendogli, per presa

visione, il verbale contenente uno dei seguenti giudizi:

a) "idoneo quale ufficiale in servizio permanente del ruolo

speciale dell'Aeronautica Militare", con indicazione del profilo

sanitario;

b) "inidoneo quale ufficiale in servizio permanente del ruolo

speciale dell'Aeronautica Militare", con indicazione della causa di

inidoneita'.

8. I concorrenti giudicati inidonei potranno tuttavia presentare,

seduta stante a pena di inammissibilita', all'Istituto di Medicina

Aerospaziale dell'Aeronautica Militare, specifica istanza di riesame

di tale giudizio di inidoneita', che dovra' poi essere supportata da

specifica documentazione rilasciata a riguardo da struttura sanitaria

pubblica, relativamente alle cause che hanno determinato il giudizio

di inidoneita'. Tale documentazione dovra' improrogabilmente

giungere, con le modalita' indicate al precedente art. 5, comma 3, al

Ministero della Difesa - Direzione Generale per il Personale

Militare, entro il decimo giorno successivo a quello di effettuazione

degli accertamenti psico-fisici.

Per ragioni di carattere organizzativo, al fine di contrarre i

tempi delle procedure concorsuali, i concorrenti che presentano

istanza di ulteriori accertamenti sanitari sono ammessi con riserva a

sostenere gli accertamenti attitudinali di cui al successivo art. 11.

9. Il mancato inoltro della documentazione sanitaria di supporto

dell'istanza di ulteriori accertamenti sanitari, con le modalita' e

nei termini sopraindicati, determinera' il rigetto dell'istanza

medesima e il giudizio di inidoneita' riportato al termine degli

accertamenti psico-fisici si intendera' confermato. In tal caso gli

interessati riceveranno apposita comunicazione da parte della

Direzione Generale per il Personale Militare.

Qualora invece la documentazione sanitaria giunga con le

modalita' e nei termini prescritti alla sopracitata Direzione

Generale, la stessa sara' valutata dalla commissione di cui al

precedente art. 7, comma 1, lett. c) la quale, solo se lo riterra'

necessario, potra' sottoporre gli interessati ad ulteriori

accertamenti sanitari prima di emettere il giudizio definitivo.

10. I concorrenti giudicati inidonei anche a seguito della

valutazione sanitaria di cui al precedente comma 8 o degli ulteriori

accertamenti sanitari disposti, nonche' quelli che rinunceranno ai

medesimi, saranno esclusi dal concorso.

Art. 11

Accertamenti attitudinali

1. Al termine degli accertamenti psico-fisici, di cui al

precedente art. 10, i concorrenti giudicati idonei e, con riserva,

quelli di cui al precedente art. 10, comma 8, saranno sottoposti

-presso il Centro di Selezione dell'Aeronautica Militare di Guidonia

(Roma), ingresso da viale Roma snc (Piazzale Ten. Maurizio Simone)- a

cura della commissione di cui al precedente art. 7, comma 1, lettera

d) agli accertamenti attitudinali, consistenti nello svolgimento di

una serie di prove (esercizi fisici, test, questionari, prove di

performance, intervista attitudinale di gruppo e/o individuale) volte

a valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari per un

positivo inserimento nella Forza Armata e nello specifico ruolo. Tale

valutazione -svolta con le modalita' che sono indicate nelle apposite

"Norme per la selezione psicoattitudinale dei candidati partecipanti

ai concorsi dell'Aeronautica Militare", emanate dal Comando Scuole

dell'Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea, vigenti all'atto

dell'effettuazione degli accertamenti- si articola nelle seguenti

aree d'indagine, a loro volta suddivise nelle specifiche

caratteristiche attitudinali:

a) efficienza fisica:

verra' valutata l'efficienza fisica e l'attitudine, in ambito

sportivo, necessaria allo svolgimento delle future attivita'

addestrative previste nella carriera di Ufficiale tramite lo

svolgimento dei seguenti esercizi:

1) corsa piana di 800 metri;

2) piegamenti sulle braccia.

Modalita' di dettaglio circa la presentazione al suddetto Centro,

lo svolgimento degli esercizi, la loro valutazione ed i comportamenti

da tenere in caso di infortunio sono riportate nell'allegato E che

costituisce parte integrante del presente decreto;

b) efficienza intellettiva:

verra' valutata tramite la somministrazione individuale (o

collettiva) di uno o piu' test intellettivi e/o attitudinali a

risposta multipla di tipologia individuata, a cura della commissione,

tra le seguenti: abilita' matematica; ragionamento astratto;

efficienza mentale; ragionamento numerico/matematico; abilita'

visuo/spaziale; trattamento informazioni.

Modalita' di dettaglio circa lo svolgimento dei test e la loro

valutazione sono riportate nell'allegato E che costituisce parte

integrante del presente decreto;

c) giudizio psicoattitudinale:

verra' effettuato tramite un colloquio individuale ed una o

piu' prove di gruppo (intervista/conferenza) integrati dalle

risultanze di eventuali questionari di personalita'.

Modalita' di dettaglio circa lo svolgimento delle suddette prove

e la loro valutazione sono riportate nell'allegato E che costituisce

parte integrante del presente decreto.

2. La commissione, sulla scorta dei criteri di valutazione

indicati nell'allegato E che costituisce parte integrante del

presente decreto, comunichera', seduta stante, a ciascun concorrente

l'esito degli accertamenti attitudinali, sottoponendogli il verbale

contenente uno dei seguenti giudizi:

a) "idoneo quale Ufficiale in servizio permanente dei ruoli

speciali dell'Aeronautica Militare";

b) "inidoneo quale Ufficiale in servizio permanente dei ruoli

speciali dell'Aeronautica Militare" con indicazione del motivo.

Il giudizio riportato negli accertamenti attitudinali e'

definitivo. Pertanto, i concorrenti giudicati inidonei saranno

esclusi dal concorso.

3. I verbali degli accertamenti psico-fisici e degli accertamenti

attitudinali dovranno essere inviati dalle rispettive commissioni, a

mezzo corriere, al Ministero della Difesa - Direzione Generale per il

Personale Militare - I Reparto - 1^ Divisione Reclutamento Ufficiali

e Sottufficiali - 2^ Sezione - viale dell'Esercito n. 180/186 - 00143

Roma Laurentino, entro il terzo giorno dalla conclusione degli

accertamenti di tutti i concorrenti.

Art. 12


Prova orale

1. I concorrenti risultati idonei agli accertamenti attitudinali

saranno ammessi a sostenere la prova orale vertente sugli argomenti

previsti dal programma riportato nel citato allegato A al presente

decreto. La prova orale avra' luogo, nella sede e nei giorni che

saranno comunicati agli interessati con le modalita' indicate nel

precedente art. 5 indicativamente nell'ultima decade del mese di

novembre 2014.

2. I concorrenti che non si presentano nel giorno stabilito

saranno considerati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso.

3. La prova orale si intendera' superata se il concorrente avra'

ottenuto una votazione non inferiore a 21/30, utile per la formazione

della graduatoria di merito di cui al successivo art. 13.

4. I concorrenti idonei alla prova orale, sempreche' lo abbiano

richiesto nella domanda di partecipazione al concorso, sosterranno

una prova orale facoltativa di lingua straniera (non piu' di due

lingue a scelta tra la francese, la spagnola e la tedesca), della

durata massima di quindici minuti per ciascuna lingua, che sara'

svolta con le seguenti modalita':

a) breve colloquio di carattere generale;

b) lettura di un brano di senso compiuto, sintesi e valutazione

personale;

c) conversazione guidata che abbia come spunto il brano.

5. Ai concorrenti che sosterranno detta prova sara' assegnato un

punteggio aggiuntivo in relazione al voto conseguito in ciascuna

delle lingue prescelte, cosi' determinato:

a) da 21/30 a 23,999/30: 1 punto;

b) da 24/30 a 26,999/30: 1,5 punti;

c) da 27/30 a 30/30: 2 punti.

Art. 13


Graduatoria di merito

1. La graduatoria di merito degli idonei sara' formata dalla

commissione esaminatrice, secondo l'ordine del punteggio conseguito

da ciascun concorrente ottenuto sommando:

a) la media dei punteggi riportati nelle prove scritte;

b) il punteggio riportato nella prova orale;

c) l'eventuale punteggio attribuito per i titoli di merito;

d) l'eventuale punteggio assegnato per ciascuna prova orale

facoltativa di lingua straniera.

2. La graduatoria di merito sara' approvata con decreto

dirigenziale.

Nel decreto di approvazione della graduatoria si terra' conto

della riserva di posti a favore del coniuge e dei figli superstiti

ovvero dei parenti in linea collaterale di secondo grado (se unici

superstiti) del personale delle Forze Armate e delle Forze di Polizia

deceduto in servizio o per causa di servizio. A parita' di merito,

dei titoli di preferenza previsti dall'art. 5 del decreto del

Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, posseduti alla

data di scadenza del termine di presentazione delle domande e

dichiarati nella domanda di partecipazione o in dichiarazione

sostitutiva allegata alla medesima. A parita' od in assenza di titoli

di preferenza, sempre a parita' di merito, sara' preferito il

concorrente piu' giovane d'eta', in applicazione del 2° periodo

dell'art. 3, comma 76 della legge n. 127/1997, come aggiunto

dall'art. 2, comma 9 della legge n. 191/1998.

3. I posti eventualmente non ricoperti in uno dei profili

professionali per insufficienza di candidati idonei potranno essere

devoluti ai concorrenti idonei negli altri profili professionali a

concorso, secondo l'ordine della graduatoria di merito.

4. Saranno dichiarati vincitori -sempreche' non siano

sopravvenuti gli elementi impeditivi di cui al precedente art. 1,

comma 2- i concorrenti che, per quanto indicato nei commi precedenti,

si collocheranno utilmente nella graduatoria di merito.

5. La graduatoria approvata con decreto dirigenziale sara'

pubblicata nel Giornale Ufficiale del Ministero della Difesa. Di tale

pubblicazione sara' dato avviso nella Gazzetta Ufficiale della

Repubblica italiana. Inoltre, esso sara' pubblicato, a puro titolo

informativo, nel sito "www.persomil.difesa.it" e nel portale dei

concorsi on-line.

Art. 14


Nomina

1. I vincitori del concorso, acquisito l'atto autorizzativo

eventualmente prescritto, saranno nominati Sottotenente in servizio

permanente del ruolo speciale del Corpo Sanitario Aeronautico, con

anzianita' assoluta nel grado stabilita nel decreto di nomina che

sara' immediatamente esecutivo.

2. Il conferimento della nomina e' subordinato all'accertamento,

anche successivo alla nomina, del possesso dei requisiti di

partecipazione di cui all'art. 2 del presente bando.

3. I vincitori -sempreche' non siano sopravvenuti gli elementi

impeditivi di cui al precedente art. 1, comma 2- saranno invitati ad

assumere servizio in via provvisoria, sotto riserva dell'accertamento

del possesso dei requisiti prescritti per la nomina e del superamento

del corso applicativo di cui al successivo comma.

4. Dopo la nomina essi frequenteranno un corso applicativo della

durata e con le modalita' stabilite dallo Stato Maggiore

dell'Aeronautica.

All'atto della presentazione al corso gli Ufficiali dovranno:

a) produrre il certificato anamnestico delle vaccinazioni

effettuate, rilasciato da strutture sanitarie pubbliche e il referto

analitico attestante l'esito del dosaggio del glucosio

6-fosfato-deidrogenasi, rilasciato da strutture sanitarie pubbliche;

b) contrarre una ferma di cinque anni decorrente dalla data di

inizio del corso e subordinata al superamento del corso applicativo.

Il rifiuto di sottoscrivere la ferma comportera' la revoca della

nomina.


La mancata presentazione al corso applicativo comportera' la

decadenza dalla nomina, ai sensi dell'art. 17 del decreto del

Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487.

Nel caso in cui alcuni dei posti a concorso risulteranno scoperti

per rinuncia o decadenza di vincitori, la Direzione Generale per il

Personale Militare potra' procedere all'ammissione al corso, entro

1/12 della durata del corso stesso, di altrettanti candidati idonei,

secondo l'ordine della graduatoria di cui al precedente art. 13.

5. Il concorrente di sesso femminile nominato Sottotenente in

servizio permanente del Corpo Sanitario Aeronautico che, trovandosi

nelle condizioni previste dall'art. 1494 del decreto legislativo 15

marzo 2010, n. 66, non possa frequentare il corso applicativo, sara'

rinviato d'ufficio al corso successivo.

6. Per gli Ufficiali che supereranno il corso applicativo

l'anzianita' relativa verra' rideterminata in base alla media del

punteggio ottenuto nella graduatoria del concorso e di quello

conseguito nella graduatoria di fine corso. Allo stesso modo, al

superamento del corso applicativo frequentato, sara' rideterminata

l'anzianita' relativa degli Ufficiali di cui al precedente comma 5,

ferma restando l'anzianita' assoluta di nomina.

7. I frequentatori che non supereranno o non porteranno a

compimento il corso applicativo:

a) se provenienti dal personale in servizio, rientreranno nella

categoria di provenienza. Il periodo di durata del corso sara'

computato per intero ai fini dell'anzianita' di servizio;

b) se provenienti dalla vita civile, saranno collocati in

congedo.

8. Agli Ufficiali, una volta ammessi alla frequenza del corso

applicativo, e ai concorrenti idonei non vincitori, potra' essere

chiesto di prestare il consenso a essere presi in considerazione ai

fini di un eventuale successivo impiego presso gli Organismi di

Informazione e Sicurezza di cui alla legge 3 agosto 2007, n. 124,

previa verifica del possesso dei requisiti.

Art. 15


Accertamento dei requisiti

1. Ai fini dell'accertamento dei requisiti di cui al precedente

art. 2 del presente decreto, la Direzione Generale per il Personale

Militare provvedera' a richiedere alle Amministrazioni Pubbliche ed

Enti competenti la conferma di quanto dichiarato nelle domande di

partecipazione al concorso e nelle dichiarazioni sostitutive

eventualmente prodotte. Inoltre verra' acquisito d'ufficio il

certificato del casellario giudiziale.

2. Fermo restando quanto previsto in materia di responsabilita'

penale dall'art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28

dicembre 2000, n. 445, qualora dal controllo di cui al precedente

comma 1 emerga la mancata veridicita' del contenuto della

dichiarazione, il dichiarante decadra' dai benefici eventualmente

conseguiti col provvedimento emanato sulla base della dichiarazione

non veritiera.

Art. 16


Esclusioni

1. La Direzione Generale per il Personale Militare puo' escludere

in ogni momento dal concorso i concorrenti che non fossero ritenuti

in possesso dei prescritti requisiti, nonche' dichiarare i medesimi

decaduti dalla nomina a Sottotenente in servizio permanente, se il

difetto dei requisiti venisse accertato dopo la stessa.

Art. 17

Spese di viaggio - Licenza

1. Le spese sostenute per i viaggi da e per le sedi delle prove e

degli accertamenti previsti al precedente art. 6 del presente bando

(comprese quelle eventualmente necessarie per completare le varie

fasi concorsuali) nonche' quelle sostenute per la permanenza presso

le relative sedi di svolgimento sono a carico dei concorrenti, anche

se militari in servizio.

2. I concorrenti, se militari in servizio, potranno fruire della

licenza straordinaria per esami, compatibilmente con le esigenze di

servizio, sino a un massimo di trenta giorni, nei quali dovranno

essere computati i giorni di svolgimento delle prove previste dal

precedente art. 6 del presente decreto, nonche' quelli necessari per

il raggiungimento della sede ove si svolgeranno dette prove e per il

rientro in sede. In particolare detta licenza, cumulabile con la

licenza ordinaria, potra' essere concessa nell'intera misura prevista

oppure frazionata in piu' periodi, di cui uno non superiore a dieci

giorni, per le prove scritte. Qualora il concorrente non sostenga le

prove d'esame per motivi dipendenti dalla sua volonta', la licenza

straordinaria sara' commutata in licenza ordinaria dell'anno in

corso.

Art. 18


Trattamento dei dati personali

1. Ai sensi degli artt. 11 e 13 del decreto legislativo 30 giugno

2003, n. 196, i dati personali forniti dai concorrenti saranno

raccolti presso il Ministero della Difesa - Direzione Generale per il

Personale Militare - I Reparto - 1^ Divisione Reclutamento Ufficiali



1   2   3   4   5


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale