Nozioni base di economia



Scaricare 34.74 Kb.
Pagina1/3
26.03.2019
Dimensione del file34.74 Kb.
  1   2   3


Nozioni base di economia
Nozioni base di economia

Introduzione


  L’Economia può apparire come lo studio di grafici e tabelle complesse, statistiche e numeri, ma di fatto, è lo studio di ciò che costituisce il comportamento umano razionale o meno nel tentativo di soddisfare esigenze e desideri.  Come individuo, per esempio, c’è il problema di aver a disposizione risorse limitate con le quali soddisfare i propri desideri e bisogni, di conseguenza, è necessario fare certe scelte con i soldi disponibili: quanta parte del proprio reddito destinare a consumi nel breve periodo come affitto, cibo, bollette o per andare al cinema o comprare un nuovo paio di jeans? Quanto per consumi più duraturi come un auto o un appartamento? Quanto destinare al risparmio e agli investimenti per esigenze di consumo future?
Gli economisti sono interessati alle scelte che si fanno, e indagare il motivo per cui, per esempio, è possibile scegliere di spendere dei soldi su un nuovo portatile invece di sostituire il vostro vecchio televisore. Si cerca di capire se si è ancora disponibili a comprare qualcosa se il prezzo è cresciuto, oppure quale sia il prezzo corretto per una villetta in periferia. Il senso di fondo dell'economia sta nel cercare di capire come, sia per gli individui, le aziende, le nazioni si comportano in risposta a determinati vincoli materiali.  
Possiamo dire, quindi, che l'economia sia uno studio di alcuni aspetti della società, una scienza sociale, che prende in esame le persone si comportano in base ai loro interessi personali.

Adam Smith (1723 - 1790), filosofo ed economista scozzese, autore del famoso libro An Inquiry into the Nature and Causes of the Wealth of Nations (Indagine sulla natura e le cause della ricchezza delle nazioni), è riconosciuto come il padre della scienza economica moderna e con i suoi studi ha cercato di capire e approfondire perché alcune nazioni prosperino mentre altri rimangano indietro nella morsa della povertà. Molti altri economisti, da allora hanno esplorato come l'assegnazione di risorse di una nazione sia connessa o meno con la sua ricchezza e prosperità.

La definizione che diede alla fine del ventesimo secolo il famoso economista inglese Alfred Marshall, autore di "I principi di economia", riflette la complessità sottostante alla scienza economica: "Si tratta da un lato dello studio sulla ricchezza, e dall'altro, e forse più importante, dello studio dell'uomo. "

La scarsità
La scarsità, concetto implicitamente discusso nell'introduzione precedente, si riferisce alla tensione tra le nostre risorse limitate e la nostra illimitata desideri e bisogni. Per un individuo, le risorse includono il tempo, il denaro e l'abilità, per un paese, risorse limitate includono quelle naturali, il capitale, forza lavoro e tecnologia. Dato che le nostre risorse sono limitate in confronto ai nostri desideri e bisogni, gli individui e le nazioni devono prendere decisioni riguardo alle decisioni di spesa, quali beni e servizi possono acquistare e a quali devono rinunciare.

Quindi, a causa della scarsità, le persone e le economie nazionali devono prendere decisioni su come allocare al meglio le proprie risorse. La scienza economica si propone di studiare il motivo per cui vengono implementate tali decisioni e il modo in cui allocare le risorse nel modo più efficiente.






Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale