Nuova matrice curricolo secondaria primo grado disciplina: italiano


CURRICOLO DI MATEMATICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO



Scaricare 0.96 Mb.
Pagina5/7
14.11.2018
Dimensione del file0.96 Mb.
1   2   3   4   5   6   7


CURRICOLO DI MATEMATICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO



ABILITA’
1^ CLASSE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


SAPERI



AMBIENTE

D’ APPRENDIMENTO


RACCORDI


OBIETTIVI PER LA CITTADINANZA


NUMERI




  1. Rappresentare i numeri naturali sulla retta.

  2. Eseguire operazioni e confronti fra numeri conosciuti (numeri naturali, frazioni), scegliendo l’opportuno algoritmo.

  3. Utilizzare le proprietà delle operazioni per eseguire mentalmente semplici calcoli.

  4. Usare le proprietà delle potenze per semplificare calcoli e notazioni.

  5. Utilizzare la notazione usuale per le potenze con esponente intero positivo, per cogliere l’ordine di grandezza dei numeri.

  6. Individuare multipli e divisori di uno o più numeri naturali per comprendere il significato e l’utilità del m.c.m. e del M.C.D. in Matematica e in diverse situazioni concrete.

  7. Scomporre numeri naturali in fattori primi per conoscere l’utilità di questa scomposizione in diverse applicazioni.

  8. Eseguire semplici espressioni di calcolo con i numeri naturali, per essere consapevoli del significato delle parentesi e per consolidare le abilità di calcolo.

  9. Descrivere con un’espressione numerica la sequenza di operazioni per fornire la soluzione di un problema







  • Confronto dei numeri naturali e rappresentazione su una retta.

  • Le quattro operazioni e le rispettive proprietà nell’insieme dei numeri naturali e nell’insieme dei numeri decimali.

  • Calcolo rapido delle quattro operazioni.

  • Concetto, proprietà e regole di calcolo rapido delle potenze.

  • Ordine di grandezza di numeri grandi e piccoli

  • I multipli e i divisori di un numero.

  • Scomposizione in fattori primi e loro applicazioni.

  • Ordine di risoluzione delle operazioni in espressioni con le parentesi.

  • Risoluzione di situazioni problematiche con l’uso delle espressioni o con metodi risolutivi diversi.







  • Analisi delle preconoscenze degli alunni

  • Lezione frontale e/o interattiva

  • Lettura e analisi del testo

  • Utilizzo di modelli concreti

  • Utilizzo del disegno e dei relativi strumenti

  • Costruzione delle conoscenze a partire da esperienze concrete e da situazioni problematiche

  • Esercizi di controllo degli apprendimenti

  • Correzione dialogata degli esercizi.

  • Individuazione dell’errore come stimolo al superamento degli ostacoli

  • Esercitazioni individuali e cooperative di complessità graduale

  • Utilizzo software specifici







  • Storia:i numeri presso gli antichi popoli

  • Scienze : la notazione esponenziale







  1. Attivare atteggiamenti di ascolto.

  2. Mettere in atto comportamenti di autonomia, di autocontrollo e fiducia in sé.

  3. Attivare modalità relazionali positive con i compagni e con gli adulti.

  4. Accettare, rispettare, aiutare gli altri e i diversi da sé, comprendendo le ragioni dei loro comportamenti.

  5. Partecipare in modo corretto alle attività di gruppo, rispettando le regole ed i ruoli.





SPAZIO E FIGURE






  1. Utilizzare in modo appropriato e con accuratezza opportuni strumenti (riga, squadra, compasso, software di geometria) per riprodurre figure piane e disegni geometrici.

  2. Conoscere definizioni e proprietà significative degli enti geometrici fondamentali e derivati (semiretta, segmenti ed angoli).

  3. Conoscere definizioni e proprietà significative delle principali figure piane (triangoli, quadrilateri…) per stimolare l’osservazione.

  4. Riprodurre figure e disegni geometrici decodificando informazioni e linguaggi specifici.

  5. Utilizzare le proprietà geometriche delle figure per risolvere problemi .







  • Riproduzione di figure piane e disegni geometrici con l’uso di strumenti diversi

  • Concetto di punto, linea, retta e piano.

  • Confronto ed operazioni con i segmenti e con gli angoli.

  • Caratteristiche e proprietà dei poligoni rispetto ai lati e agli angoli.

  • Risoluzione di problemi con l’applicazione delle proprietà delle figure





RELAZIONI E FUNZIONI




  1. Conoscere e saper descrivere alcune relazioni significative (essere uguale a, essere multiplo di, essere maggiore di, essere parallelo o perpendicolare a, …) per riconoscere analogie e differenze

  2. Rappresentare con lettere le principali proprietà delle operazioni, proprietà e formule geometriche e semplici regolarità per avviare al processo di astrazione e generalizzazione.




  • Costruzione di relazioni significative

  • (analogie e differenze).

  • Confronto dei numeri naturali e rappresentazione su una retta.

  • I multipli e i divisori di un numero.






  • Storia

  • Tecnologia


MISURE, DATI E PREVISIONI




  1. Rappresentare insiemi di dati, anche facendo uso di un foglio elettronico. In situazioni significative, confrontare dati al fine di prendere decisioni, utilizzando le distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni di media aritmetica e mediana.

  2. Conoscere le principali unità di misura per lunghezze, angoli , aree, volumi/capacità, intervalli temporali, masse/pesi per effettuare misure e stime in contesti significativi per le Scienze e per la tecnica.







  • Fasi di un’indagine statistica, raccolta e organizzazione dei dati in tabelle per l’analisi degli indici.

  • Il Sistema Internazionale di misura




  • Geografia

  • Scienze

  • Tecnologia

  • Storia


ABILITA’
2^ CLASSE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


SAPERI


AMBIENTE D’APPRENDIMENTO


RACCORDI


OBIETTIVI PER LA CITTADINANZA


NUMERI




  1. Eseguire operazioni e confronti fra numeri conosciuti (frazioni, numeri razionali), scegliendo l’opportuno algoritmo o strumento di calcolo.

  2. Utilizzare l’arrotondamento dei numeri decimali per dare stime approssimate dei risultati delle operazioni .

  3. Rappresentare i numeri razionali sulla retta.

  4. Utilizzare le frazioni per descrivere rapporti e quozienti.

  5. Utilizzare i rapporti per confrontare grandezze ed operare con esse.

  6. Utilizzare frazioni equivalenti e numeri decimali per denotare uno stesso numero razionale in diversi modi, a seconda dell’obiettivo da raggiungere

  7. Calcolare percentuali per rappresentare graficamente fatti e fenomeni.

  8. Conoscere la radice quadrata come operatore inverso dell’elevamento al quadrato per ampliare la conoscenza degli insiemi numerici agli irrazionali assoluti.

  9. Eseguire operazioni e confronti fra numeri conosciuti (numeri irrazionali), scegliendo l’opportuno algoritmo o strumento di calcolo.

  10. Eseguire semplici espressioni di calcolo con i numeri razionali e irrazionali, per consolidare le abilità di calcolo.







  • Operazioni e confronto tra numeri razionali con l’uso di metodi e strumenti diversi.

  • Stima approssimata delle operazioni con l’arrotondamento dei numeri decimali

  • Immagine del numero razionale sulla retta

  • La frazione come rapporto e come quoziente

  • I rapporti e la realtà.

  • Frazioni equivalenti, classe di equivalenza e applicazioni del concetto di equivalenza

  • Rappresentazione grafica delle percentuali

  • Definizione di radice e calcolo della radice quadrata esatta e approssimata di numeri naturali e decimali.

  • Operazioni e confronto tra numeri irrazionali con l’uso di metodi e strumenti diversi e loro rappresentazione sulla retta.

  • Espressioni con le frazioni e le radici quadrate.





  • Analisi delle preconoscenze degli alunni

  • Lezione frontale e/o interattiva

  • Lettura e analisi del testo

  • Utilizzo di modelli concreti

  • Utilizzo del disegno e dei relativi strumenti

  • Costruzione delle conoscenze a partire da esperienze concrete e da situazioni problematiche

  • Esercizi di controllo degli apprendimenti

  • Correzione dialogata degli esercizi.

  • Individuazione dell’errore come stimolo al superamento degli ostacoli

  • Esercitazioni individuali e cooperative di complessità graduale

  • Utilizzo software specifici







  • Scienze

  • Tecnologia

  • Storia

  • Geografia

  • Musica




  1. Attivare atteggiamenti di ascolto.

  2. Mettere in atto comportamenti di autonomia, di autocontrollo e fiducia in sé.

  3. Attivare modalità relazionali positive con i compagni e con gli adulti.

  4. Accettare, rispettare, aiutare gli altri e i diversi da sé, comprendendo le ragioni dei loro comportamenti.

  5. Partecipare in modo corretto alle attività di gruppo, rispettando le regole ed i ruoli.

  6. Comprendere i punti di vista diversi dal proprio per un confronto critico.





SPAZIO E FIGURE




  1. Utilizzare in modo appropriato e con accuratezza opportuni strumenti (riga, squadra, compasso, software di geometria) per riprodurre figure piane e disegni geometrici.

  2. Utilizzare il sistema di riferimento cArtesiano per rappresentare punti, segmenti e figure piane.

  3. Conoscere definizioni e proprietà significative delle principali figure piane (triangoli, quadrilateri, poligoni regolari, cerchio) per stimolare l’osservazione.

  4. Riprodurre figure e disegni geometrici, anche complessi, decodificando informazioni e linguaggi specifici.

  5. Calcolare l’area di semplici figure scomponendole in figure elementari, per comprendere i concetti di equiscomponibilità e di equivalenza.

  6. Conoscere le formule per calcolare le aree delle figure piane.

  7. Riconoscere figure piane simili in vari contesti per riprodurre in scala una figura assegnata.

  8. Conoscere il Teorema di Pitagora per applicarlo alle varie figure geometriche.

  9. Utilizzare le proprietà geometriche delle figure per risolvere problemi.




  • Riproduzione di figure piane e disegni geometrici con l’uso di strumenti diversi

  • Gli enti geometrici e le figure piane sul piano cArtesiano.

  • Le figure piane nella realtà.

  • Equiscomponibilità ed equivalenza nelle figure piane

  • Formule per il calcolo delle aree delle figure piane

  • Riproduzione in scala delle figure piane

  • Il Teorema di Pitagora applicato alle varie figure piane

  • Uso delle proprietà delle figure geometriche per la risoluzione di problemi







  • Storia

  • Scienze

  • Tecnologia


RELAZIONI E FUNZIONI




  1. Costruire, interpretare e trasformare formule che contengono lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà.

  2. Esprimere la relazione di proporzionalità con una uguaglianza di frazioni e viceversa.

  3. Usare il piano cArtesiano per rappresentare relazioni e funzioni, e per conoscere in particolare le funzioni del tipo y=ax, y=a/x e i loro grafici.

  4. Collegare le due funzioni al concetto di proporzionalità.







  • Le proporzioni e le proprietà delle proporzioni

  • Funzioni del tipo y=ax, y= a/x e loro rappresentazione grafica

  • Le grandezze direttamente e inversamente proporzionali




  • Scienze

  • Tecnologia

  • Storia


MISURE, DATI E PREVISIONI





  1. Rappresentare insiemi di dati, anche facendo uso di un foglio elettronico. In situazioni significative, confrontare dati al fine di prendere decisioni, utilizzando le distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni di media aritmetica e mediana.

  2. Utilizzare scale graduate in contesti significativi per le Scienze e per la tecnica.







  • Le fasi di una ricerca statistica, i vari tipi di rappresentazione grafica e il significato di media aritmetica, moda e mediana

  • Uso delle scale graduate







  • Scienze

  • Geografia


ABILITA’
3^ CLASSE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


SAPERI


AMBIENTE D’APPRENDIMENTO


RACCORDI


OBIETTIVI PER LA CITTADINANZA


NUMERI




  1. Eseguire operazioni e confronti fra numeri conosciuti (numeri reali assoluti e relativi), scegliendo l’opportuno algoritmo o strumento di calcolo.

  2. Rappresentare i numeri reali sulla retta.

  3. Eseguire semplici espressioni di calcolo con i numeri conosciuti, essendo consapevoli del significato delle parentesi e delle convenzioni sulla precedenza delle operazioni.

  4. Conoscere gli elementi fondamentali del calcolo algebrico per esprimere in forma generale semplici proprietà e regolarità.

  5. Utilizzare scale graduate in contesti significativi per le Scienze e per la tecnica.







  • Operazioni e confronto dei numeri relativi con l’uso di metodi e strumenti diversi.

  • Proprietà delle quattro operazioni.

  • Rappresentazione grafica dei numeri relativi

  • Espressioni con i numeri relativi

  • I numeri relativi e le scale graduate




  • Analisi delle preconoscenze degli alunni

  • Lezione frontale e/o interattiva

  • Lettura e analisi del testo

  • Utilizzo di modelli concreti

  • Utilizzo del disegno e dei relativi strumenti

  • Costruzione delle conoscenze a partire da esperienze concrete e da situazioni problematiche

  • Esercizi di controllo degli apprendimenti

  • Correzione dialogata degli esercizi.

  • Individuazione dell’errore come stimolo al superamento degli ostacoli

  • Esercitazioni individuali e cooperative di complessità graduale

  • Utilizzo software specifici







  • Storia







  1. Attivare atteggiamenti di ascolto.

  2. Mettere in atto comportamenti di autonomia, di autocontrollo e fiducia in sé.

  3. Attivare modalità relazionali positive con i compagni e con gli adulti.

  4. Accettare, rispettare, aiutare gli altri e i diversi da sé, comprendendo le ragioni dei loro comportamenti.

  5. Partecipare in modo corretto alle attività di gruppo, rispettando le regole ed i ruoli.

  6. Manifestare il proprio punto di vista e le esigenze personali in forme corrette e argomentate





SPAZIO E FIGURE




  1. Riprodurre e descrivere figure complesse e costruzioni geometriche al fine di comunicarle ad altri.

  2. Stimare per difetto e per eccesso l’area di una figura delimitata da linee curve.

  3. Conoscere il numero π e il suo significato.

  4. Conoscere le formule per calcolare l’area del cerchio e la lunghezza della circonferenza, in situazioni problematiche.

  5. Visualizzare oggetti tridimensionali a partire da rappresentazioni bidimensionali e viceversa per comprendere il concetto di estensione.

  6. Conoscere le formule per calcolare le aree e i volumi dei principali solidi.

  7. Utilizzare le proprietà geometriche delle figure in situazioni problematiche per costruire argomentazioni e semplici dimostrazioni.







  • Riproduzione di figure complesse e di disegni geometrici con l’uso di strumenti diversi

  • Calcolo approssimato di una figura a contorno curvilineo

  • Significato del numero л

  • Risoluzione di problemi mediante l’uso delle formule per il calcolo dell’area e della lunghezza del cerchio e della circonferenza

  • Sviluppo dei solidi

  • Formule per il calcolo delle aree e dei volumi dei solidi

  • I solidi nella realtà




  • Storia

  • Tecnologia

  • Arte





RELAZIONI E FUNZIONI




  1. Costruire, interpretare e trasformare formule che contengono lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà.

  2. Conoscere gli elementi fondamentali del calcolo algebrico.

  3. Usare il piano cArtesiano per rappresentare relazioni e funzioni, e per conoscere in particolare le funzioni del tipo y=ax, y=a/x, y=ax2, y=2n e i loro grafici.

  4. Esplorare e risolvere problemi utilizzando equazioni di primo grado.




  • Uso delle lettere per esprimere proprietà e regolarità ( numeriche, geometriche, fisiche…).

  • Elementi fondamentali del calcolo algebrico.

  • Rappresentazione delle funzioni e delle relazioni sul piano cArtesiano ( y=ax, y=a/x, y=ax2, y=2n)

  • Uso delle equazioni di primo grado per risolvere problemi




  • Scienze

  • Storia


MISURE, DATI E PREVISIONI





  1. Rappresentare insiemi di dati, anche facendo uso di un foglio elettronico. In situazioni significative, confrontare dati al fine di prendere decisioni, utilizzando le distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni di media aritmetica e mediana.

  2. In semplici situazioni aleatorie, individuare gli eventi elementari, discutere i modi per assegnare a essi una probabilità, calcolare la probabilità di qualche evento, decomponendolo in eventi elementari disgiunti.

  3. Riconoscere coppie di eventi complementari, incompatibili, indipendenti.




  • Fasi di un’indagine statistica, raccolta e organizzazione dei dati in tabelle per l’analisi degli indici.

  • Valutazione della probabilità classica, frequentista e soggettiva.

  • Significato di eventi impossibili, certi, incerti, incompatibili, compatibili e complementari.







  • Geografia

  • Storia

  • Scienze

  • Tecnologia


Curricolo di italiano secondaria primo grado
Curriculo di inglese secondaria di i grado
Curricolo di motoria secondaria di i grado
Curricolo di geografia
Curricolo di scienze scuola secondaria i grado
Curricolo di tecnologia



1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale