Oggetto: Adesione alla proposta di Accordo di Programma ex art



Scaricare 64.57 Kb.
26.01.2018
Dimensione del file64.57 Kb.

Oggetto: Adesione alla proposta di Accordo di Programma ex art. 34 del D. Lgs. 18/8/2000 n. 267, avanzata dal Comune di Roma, avente ad oggetto: “Comune di Roma -Approvazione del programma di trasformazione urbanistica dell’ambito di trasformazione integrato I-10 Riserva Verde B, comprendente la compensazione edificatoria di parte del comprensorio E1 Monti della Caccia attraverso la rilocalizzazione della relativa volumetria nel medesimo comprensorio Riserva Verde B”, in variante al P.R.G. vigente.

LA GIUNTA REGIONALE
Su proposta dell’Assessore all’Urbanistica
PREMESSO
Che il Comune di Roma ha proposto alla Regione Lazio la sottoscrizione di apposito Accordo di Programma per l’approvazione del Programma in oggetto, ai sensi dell’art. 34 del D.Lgs. n. 267/2000;

Che su tale Programma,in variante al vigente P.R.G., l’Amministrazione comunale ha acquisito i pareri e gli assensi necessari nell’ambito di apposita Conferenza dei Servizi conclusasi positivamente il 06.03.06, come integrata dalla Conferenza di Servizi del 14.02.07;


PRESO ATTO
Dei contenuti dell’Accordo di Programma, il cui schema è parte integrante del presente atto;

Della deliberazione di C.C.di Roma n. 276 del 27.10.05;

Delle determinazioni dirigenziali del Dipartimento VI del Comune di Roma n. 991 del 21.11.06 e n. 175 del 01.03.07, dei verbali e dei pareri delle Conferenze dei Servizi;

Degli elaborati progettuali elencati nello schema di Accordo di Programma;


RITENUTO'>VISTO
Il parere espresso dalla Direzione regionale Territorio e Urbanistica con note prot.n.5063 del 10.03.06 e prot.n.16205 del 14.02.07 e le considerazioni ivi espresse;
RITENUTO
Di condividere tali considerazioni ;

Di aderire conseguentemente ai contenuti dell’Accordo di Programma in oggetto;


VISTO
Lo Statuto della Regione Lazio;

La L. 07.08.1990 n. 241 “Nuove norme in materia di Procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e s.m.i;

L’Art. 34 del Decreto Legislativo 18.08.2000 n. 267 “Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali”;

Il R.R. 6 settembre 2002, n° 1 “Regolamento di organizzazione degli Uffici e dei Servizi della Giunta Regionale” e s.m.i.;


RITENUTO
Che il presente provvedimento non è soggetto a concertazione con le parti sociali;
All’unanimità
DELIBERA
Per quanto in premessa,

di aderire alla proposta di Accordo di Programma ex art. 34 del D. Lgs. 18/8/2000 n. 267, avanzata dal Comune di Roma, avente ad oggetto: “Comune di Roma -Approvazione del programma di trasformazione urbanistica dell’ambito di trasformazione integrato I-10 Riserva Verde B, comprendente la compensazione edificatoria di parte del comprensorio E1 Monti della Caccia attraverso la rilocalizzazione della relativa volumetria nel medesimo comprensorio Riserva Verde B”, in variante al P.R.G. vigente.





REGIONE LAZIO COMUNE DI ROMA

ACCORDO DI PROGRAMMA
ex art. 34 del D.L.vo 18 agosto 2000, n. 267 avente ad oggetto: “Comune di Roma -Approvazione del programma di trasformazione urbanistica dell’ambito di trasformazione integrato I-10 Riserva Verde B, comprendente la compensazione edificatoria di parte del comprensorio E1 Monti della Caccia attraverso la rilocalizzazione della relativa volumetria nel medesimo comprensorio Riserva Verde B”, in variante al P.R.G. vigente.


PREMESSO

  • che con deliberazione della G.R.L. n. 856 del 10 settembre 2004, è stata approvata la Variante Generale al Piano Regolatore denominata “Piano delle Certezze”, che ha introdotto il principio della “compensazione edificatoria”;

  • che la Società Giglio 72 S.r.l. era proprietaria di un’area di circa mq. 9.633,00 (novemilaseicentotrentatre virgola zero zero), costituente parte dell’ex comprensorio E1, denominato “Monti della Caccia”, modificato in zona H2 dal “Piano delle Certezze” che ha inserito i relativi diritti edificatori tra quelli da compensare;

  • che la suddetta Società Giglio 72 S.r.l., con nota prot. Dipartimento VI n. 8564 del 09 giugno 2005, ha manifestato l’interesse ad aderire alla procedura di compensazione edificatoria mediante la rilocalizzazione della quota parte dei propri diritti edificatori nel Programma di Trasformazione Urbanistica dell’area denominata Riserva verde B, destinata dal P.R.G. vigente a sottozona E1 e dal N.P.R.G., adottato dal C.C. con deliberazione n. 33 del 19 e 20 marzo 2003, ad Ambito di Trasformazione Integrata ATO I10;

  • che la Società Zio Sam S.r.l. in qualità di proprietaria dell’area Riserva Verde B, sopra menzionata, di mq. 34.723,00 (trentaquattromilasettecentoventitre virgola zero zero), con la medesima nota sopra citata prot. Dipartimento VI n. 8564 del 09 giugno 2005, ha manifestato anch’essa l’interesse ad accogliere il trasferimento dei diritti edificatori derivanti dalle aree ricomprese nel comprensorio E1 Monti della Caccia nell’area di sua proprietà Riserva Verde B;

  • che, la proposta presentata costituente il Programma di Trasformazione Integrato I10 Riserva Verde B sopra citato prevedeva:

  1. l’edificazione nell’area Riserva Verde B, di una volumetria di mc. 27.049,00 (ventisettemilaquarantanove virgola zero zero);

  2. la rilocalizzazione dei diritti edificatori ammessi in compensazione relativi al comprensorio E1 Monti della Caccia per mc. 9.016,53 (novemilasedici virgola cinquantatre) corrispondenti ad una volumetria nel comprensorio E1 Riserva Verde di mc. 5.029,10 (cinquemilaventinove virgola dieci), pari al 18,59% (diciotto virgola cinquantanove) dei 27.049,00 (ventisettemilaquarantanove virgola zero zero) mc. afferenti il comprensorio medesimo;

  3. la messa a disposizione del Comune di Roma di mc. 1.733,30 (millesettecentotrentatre virgola trenta) pari al 6,41% (sei virgola quarantuno) dei 27.049,00 (ventisettemilaquarantanove virgola zero zero) mc. afferenti il comprensorio E1 Riserva Verde sopra citato;

  4. la cessione all’Amministrazione Comunale di tutte le aree aventi destinazione pubblica, previste nel Programma di Trasformazione Urbanistica “Riserva Verde B”

  5. la cessione all’Amministrazione Comunale dell’area del comprensorio E1 Monti della Caccia, di mq. 9.633,00 (novemilaseicentotrentatre virgola zero zero) i cui diritti edificatori sono stati ammessi in compensazione nel comprensorio Riserva Verde B;

  • che tale proposta prevede:

    1. per l’area Monti della Caccia da sottozona H2 di P.R.G. vigente a “zona in corso di convenzione” (parco pubblico in cessione);

    2. per il comprensorio Riserva Verde B, da sottozona E1 di P.R.G. vigente a “zona in corso di convenzione”;

  • che il Programma di Trasformazione sopra citato, dovrà essere attuato mediante un’apposita convenzione urbanistica, previa cessione gratuita all’Amministrazione Comunale di tutte le aree aventi destinazione pubblica;

  • che la società Zio Sam S.r.l., proprietaria del comprensorio E1 Riserva Verde B, in data 29 maggio 2003, con nota protocollo del VI Dipartimento n. 6720, ha presentato il progetto definitivo del citato Programma degli Interventi;

  • che detto progetto è stato approvato dagli Uffici ed Enti interessati al procedimento;

  • che i proprietari delle aree interessate dal suddetto Programma di Interventi, hanno presentato, con prot. N. 8881 del 16 giugno 2005, un atto d’obbligo preliminare con il quale si sono impegnati a realizzare il sopracitato Programma degli Interventi;

  • che per approvare il suddetto Programma di Trasformazione urbanistica è necessario addivenire alla definizione di un Accordo di Programma ex art. 34 del D.lgs 267/00, previa Conferenza dei Servizi con la partecipazione del Comune di Roma e della Regione Lazio;

  • che con deliberazione del C.C. n. 276 del 27 ottobre 2005, sono stati approvati gli Indirizzi al Sindaco ex art. 24 dello Statuto Comunale per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma sopra citato;

  • che il C.C. con la suddetta deliberazione n. 276/05 ha altresì:

  1. approvato l’atto d’obbligo preliminare presentato dalle società Zio Sam S.r.l. e Giglio 72 S.r.l., in qualità di proprietarie proponenti, delle aree interessate dal Programma di Trasformazione Urbanistica, con nota protocollo del VI Dipartimento n. 8881 del 16 giugno 2005;

  2. prescritto che le società proprietarie sopra citate, sottoscrivano un atto d’obbligo in forma pubblica, da allegare all’Accordo di Programma, con il quale si impegnino:

    1. a rispettare i patti, gli oneri, le obbligazioni e le condizioni generali previsti nel Disciplinare Generale e in tutti gli altri elaborati tecnici facenti parte del Programma degli Interventi, che sono parte integrante del presente atto;

    2. ad utilizzare nel Programma degli Interventi in oggetto le fonti di energia rinnovabili e le tecniche costruttive finalizzate al risparmio energetico secondo la normativa vigente, da sottoporre al vaglio del Comitato per la Qualità Urbana ed Edilizia di Roma Capitale;

  3. che con provvedimento successivo alla sottoscrizione dell’Accordo di Programma l’Amministrazione provveda ad accettare tutte le aree che dovranno essere cedute dai privati in forza della stipulanda convenzione;

  4. che una quota pari al 10% (dieci per cento) delle superfici utili lorde (S.U.L.) complessive residenziali del Programma di Interventi sia destinata ad affitto a canone “concordato” per un periodo di anni 8 (otto) ai sensi dell’art. 2, comma 3, della Legge n. 431/98, e sia costituito da unità immobiliari che sviluppino mediamente una S.U.L. di circa mq. 62 (sessantadue);

  5. che così come già emendato in sede di approvazione delle deliberazioni del C.C. n. 53/2003 e n. 99/2003, l’indice di trasferimento delle volumetrie da compensare non sia maggiore dei 2,3 e non minore dello 0,75% (zero virgola settantacinque per cento);

  6. che le eventuali residue somme risultanti dalla differenza fra le quote di contributi previsti ed i costi di lavori attribuiti alle OO.UU. siano comunque utilizzate per la realizzazione di ulteriori opere di interesse pubblico che l’A.C. riterrà necessarie anche su indicazione del Municipio competente per territorio;

  • che tutti gli atti relativi alla deliberazione del C.C. n. 276 sono stati pubblicati ai sensi di legge e depositati presso la Segreteria Comunale in data 09 gennaio 2006, e che nei trenta giorni successivi alla suddetta data non sono pervenute né osservazioni, né opposizioni al Dipartimento VI in merito alla citata deliberazione;

  • che con nota protocollo n. 8293 del 03 febbraio 2006 sono state approvate dalla II U.O. del IX Dipartimento alcune piccole modifiche del Programma degli Interventi ininfluenti ai fini urbanistici, riguardanti le superfici utili lorde da realizzare in alcuni singoli comparti fondiari, a parità di superfici utili complessive, ed alcune quote di imposta ed altezze massime degli edifici;

  • che con Determinazione Dirigenziale n. 129 del 14 febbraio 2006, il Direttore della V U.O. del VI Dipartimento ha approvato le piccole modifiche sopra citate;

  • che con nota protocollo n. 1772 del 31 gennaio 2006, la V U.O. del VI Dipartimento ha trasmesso alla Regione Lazio Dipartimento Territorio, Area 2B5 tutti gli atti del succitato Programma di Interventi per il parere di competenza, fissando per il giorno 13 febbraio 2006 presso la Direzione della V U.O. dello stesso Dipartimento la riunione della Conferenza dei Servizi prevista ai sensi dell’art. 14 e seguenti della legge n. 241/90 e dell’art. 34 del D.lgs 267/00;

  • che nei giorni 13 febbraio 2006 e 06 marzo 2006 si sono svolte due riunioni della Conferenza dei Servizi sopra citata a cui hanno partecipato la Regione Lazio ed il Comune di Roma, che ha approvato il Programma degli Interventi in oggetto;

  • che con Determinazione Dirigenziale n. 145 del 17 febbraio 2006 il Direttore della V U.O. del VI Dipartimento ha attestato, ai sensi dell’art. 6 della Legge Regionale n. 59/95, che le aree interessate dal Programma degli Interventi in oggetto, non sono soggette ad usi civici, né figurano tra quei territori per i quali è stata denunciata l’esistenza di usi civici, ai sensi della legge n. 1766 del 16 giugno 1927;

  • che in data 01 marzo 2006 l’Ufficio Area usi civici e diritti collettivi della Regione Lazio, con nota protocollo n. 31165/D3, ha espresso il parere che il Programma degli interventi in oggetto possa proseguire il suo iter approvativo;

  • che i progetti del Programma degli Interventi in oggetto, approvati dalla Conferenza dei Servizi sopra citata sono costituiti dai seguenti elaborati tecnici:

- Relazione di valutazione delle zone Monti della Caccia e Riserva Verde

- Relazione Tecnica d'Ufficio
ELABORATI DI VARIANTE

All. A1 Estratto del P.R.G. vigente dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. A1a Estratto del P.R.G. vigente dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)

All. A2 Variante del P.R.G. dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. A2a Variante del P.R.G. dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)

All. A3 Estratto del P.R.G. adottato dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. A3a Estratto del P.R.G. adottato dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)
PROGETTO URBANISTICO

All. A7 Relazione Tecnica Illustrativa

All. A8 Norme Tecniche di Attuazione

All. A9 Relazione di previsione di massima delle spese

All. A10 Relazione dell'indagine di tipo geologico

All. A11 Relazione dell'indagine di tipo vegetazionale

All. A12 Relazione dell'impatto acustico

All. A13 Verifica assoggettabilità a procedura VIA

All. A14 Disciplinare Generale

All. B1 Planimetria catastale e proprietà dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)

All. B2 Planimetria catastale e proprietà dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. B3 Certificati catastali dell'area dell'intervento e dell'area in cessione

All. B4 Tipo di frazionamento catastale

All. C1 Inquadramento infrastrutturale

All. C2 Relazione sulla Mobilità

All. C3 Rete Viaria e Parcheggi Pubblici

All. C4 Stato di fatto

All. D Zonizzazione su base catastale

All. E Verde e servizi pubblici

All. Fbis Superfici private

All. Gbis Esecutivo planivolumetrico

All. H Planimetria delle preesistenze


PROGETTO ASILO NIDO

All. L1 Planimetrie, prospetti e sezioni

All. L2 Relazione tecnica

All. L3 Computo metrico



RETE STRADALE

All. M1 Relazione

All. M2 Relazione geologica - geotecnica

All. M3 Corografia

All. M4 Rilievo planoaltimetrico

All. M5 Planimetria con traccia delle sezioni

All. M6 Profili rete stradale

All. M7 Sezioni trasversali stradali

All. M8 Computo movimenti di terra

All. M9 Planimetria sistemazione superficiale

All. M10 Planimetria fognatura secondaria

All. M11 Verifica opere stradali

All. M12 Tipi dei manufatti e particolari costruttivi

All. M13 Computo metrico

All. M14 Stima dei lavori

All. M15 Elenco prezzi unitari


RETE FOGNATURA

All. N1 Relazione

All. N2 Calcolo idraulico

All. N3 Relazione geologica - geotecnica

All. N4 Corografia

All. N5 Rilievo planoaltimetrico

All. N6 Planimetria fognatura principale acque bianche

All. N7 Planimetria fognatura principale acque nere

All. N8 Profili fognatura principale acque bianche

All. N9 Profili fognatura principale acque nere

All. N10 Tipi dei manufatti e particolari costruttivi

All. N11 Verifica opere fognatura

All. N12 Computo metrico

All. N13 Stima dei lavori

All. N14 Elenco prezzi unitari
PROGETTO PARCO PUBBLICO

All. Q1 Planimetria sezioni e particolare del ponte

All. Q2 Impianto di irrigazione - planimetria e dettagli

All. Q3 Relazione tecnica

All. Q4 Relazione impianto irrigazione

All. Q5 Disciplinare

All. Q6 Computo metrico estimativo

Perizia giurata sulla normativa paesistica vigente



TIPOLOGIE

All. Pa1 Tipologia A comparto Z3

All. Pa2 Tipologia A comparto Z5

All. Pa8 Tipologia A comparto Z8

All. Pb Tipologia B comparto Z4

All. Pc Tipologia C comparto Z7

All. Pd Tipologia D comparto Z1

All. Pe Tipologia E comparto Z2

All. Pg Tipologia G comparto Z6


  • che con atto a rogito del notaio Giovanni Giuliani in Roma in data 12 luglio 2006, repertorio n. 47118/15085, registrato a Roma il 14.7.2006 al n. 18582/1T, la società "Zio Sam S.r.l." ha acquistato dalla società "Giglio 72 S.r.l." l'area di mq. 9.633,00 (novemilaseicentotrentatre virgola zero zero) distinta nel Catasto Terreni del Comune di Roma al foglio n. 1154 allegato n. 1296, particella n. 1267 (già 144/b)ed ha assunto nei riguardi del Comune di Roma tutti gli impegni in precedenza sottoscritti dalla Società Giglio 72 s.r.l.;

  • che successivamente all’approvazione da parte del C.C. della deliberazione n. 276/05 di Indirizzi al Sindaco per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma in oggetto e da parte della Conferenza dei Servizi svoltasi nei giorni 13 febbraio 2006 e 06 marzo 2006, del Programma degli interventi di cui trattasi, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto necessario che la Società Zio Sam s.r.l. realizzi a sua cura e spese, a scomputo degli oneri di urbanizzazione previsti, quale opera aggiuntiva, oltre alle OO. di UU. già previste, anche l’ampliamento e l’adeguamento del tratto di via Salorno compresa tra il comprensorio ATO I-10 in oggetto e via di Castel Porziano e della parte di via Bedollo prospiciente lo stesso comprensorio ATO I-10;

  • che con nota assunta al protocollo del VI Dipartimento con il n. 16578 del 13.10.2006, la società "Zio Sam s.r.l." ha presentato il progetto definitivo delle opere di urbanizzazione aggiuntive, sopra indicate, consistenti nell'ampliamento ed adeguamento di via Salorno e di un tratto di via Bedollo, per un importo pari ad Euro 327.109,30 (trecentoventisettemilacentonove e trenta), al netto del ribasso del 39,67% (trentanove virgola sessantasette per cento), come indicato all'art. 5 del presente atto.

  • che il progetto di ampliamento ed adeguamento sopra indicato è stato redatto secondo le modalità tecniche ed i prezzi unitari già approvati dal XII Dipartimento per l’ampliamento della parte di via Salorno prospiciente il comprensorio ATO I-10, con nota protocollo n. 58200 del 03 novembre 2004, dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 276/05 e dalla Conferenza dei Servizi svoltasi nei giorni 13 febbraio e 06 marzo 2006;

  • che con Determinazione Dirigenziale n. 884 del 20 ottobre 2006 il Direttore della V U.O. del VI Dipartimento ha approvato il progetto esecutivo di ampliamento e di adeguamento di via Salorno, nel tratto compreso tra il Comprensorio Riserva Verde e via di Castel Porziano, e di un tratto di via Bedollo, per un importo pari ad Euro 327.109,30 (trecentoventisettemilacentonove virgola trenta), sopra citato, costituito dai seguenti elaborati:


RETE STRADALE( via Salorno angolo via Bedollo)

R1 Relazione;

R2 Relazione geologica - geotecnica;

R3 Planimetria con traccia delle sezioni;

R4 Profili rete stradale;

R5 Sezioni trasversali stradali;

R6 Planimetria di progetto e segnaletica;

R7 Planimetria fognatura secondaria;

R8 Particolari costruttivi;

R9 Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione aggiuntive;




  • che con atto a rogito del notaio Giovanni Giuliani del 24 ottobre 2006, repertorio n. 47752, racc. n.15358, i proponenti il Programma degli Interventi in oggetto, si sono impegnati a cedere gratuitamente al Comune di Roma l’area di proprietà ubicata all’interno della sottozona ex E1 Monti della Caccia a realizzare le OO. di UU. previste dal Programma degli Interventi all’interno ed all’esterno dell’ATO I10, a scomputo parziale degli oneri di cui all’art. 16 del D.P.R. n.380/01, ad utilizzare le fonti di energia rinnovabili e le tecniche costruttive finalizzate al risparmio energetico ed a stipulare con il Comune di Roma una apposita convenzione urbanistica;

  • che con determinazione dirigenziale n. 991 del 21.11.06 il Direttore della V U.O. del VI Dipartimento ha preso atto della conclusione della Conferenza dei Servizi svoltasi nei giorni 13 febbraio 2006 e 06 marzo 2006, della sottoscrizione da parte dei proponenti di un atto d’obbligo con il quale si sono impegnati a dare attuazione al Programma degli Interventi in oggetto ed ha autorizzato la stipula della convenzione urbanistica in oggetto.

  • Che al fine di acquisire il parere della Regione Lazio Dipartimento Territorio Area 2B.5 e della Soprintendenza Archeologica di Ostia del progetto di ampliamento ed adeguamento di Via Salrorno e di Via Bedollo quale risulta dagli elaborati sopra citati “R1/R9”, della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Roma sull’intero Programma di Trasformazione urbanistico, in oggetto, con note prot. n. 1631 del 24 gennaio 2007 e prot. n. 1629 del 24 gennaio 2007 è stata convocata per il giorno 14 febbraio 2007 una Conferenza di Servizi integrativa della precedente Conferenza di Servizi del 6 marzo 2006;

  • Che nella suddetta Conferenza di Servizi integrativa la Regione Lazio Dipartimento Territorio, Area 2B.5 ha assentito il progetto di ampliamento ed adeguamento di Via Salorno e di Via Bedollo, la Soprintendenza Archeologica di Ostia ha assentito il progetto di ampliamento ed adeguamento di Via Salorno e di Via Bedollo confermando il suo precedente parere favorevole sull’intero Programma degli Interventi e la Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Roma ha dichiarato di non avere titolo ad esprimere un parere in merito al Programma degli Interventi in oggetto ed ha richiesto che i progetti esecutivi siano assoggettati, ai sensi dell’art. 146 del D.L.gs 42/04 alla successiva autorizzazione del Dipartimento Territorio Area 2B.5 della Regione Lazio;

  • Che con determinazione n. 175 del 1° marzo 2007 il Direttore della V- U.O. del VI Dipartimento ha preso atto della conclusione del procedimento della Conferenza di Servizi del 14 febbraio 2007, integrativa della precedente Conferenza di Servizi del 6 marzo 2006;

  • Che in data 12.03.07 con nota prot. n. JcA/yp/008/2007 del 12.03.07, acquisita al protocollo del VI Dipartimento del Comune di Roma con il n.5581 del 14.03.07, la Società Zio Sam S.r.l si è impegnata a consentire di aggiornare prima della stipula della convenzione urbanistica, gli oneri di urbanizzazione ai sensi della D.C.C. n.12 del 01.02.07;



PRESO ATTO

Dell’elaborato “Z”contenente :



  • I verbali delle Conferenze di Servizi del 13.02.06, del 06.03.06 e 14.02.07;

  • I Pareri, gli assensi comunque denominati, le prescrizioni degli Enti coinvolti nel procedimento;

- Gli atti del procedimento
TUTTO CIÒ PREMESSO E CONSIDERATO
La Regione Lazio rappresentata dal Presidente p.t. Pietro Marrazzo ed il Comune di Roma, rappresentato dal Sindaco p.t. Walter Veltroni stipulano quanto segue:
ART. 1
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 34 del D.Lgs 267/2000 è approvato il Programma di Trasformazione Urbanistica dell’Ambito di Trasformazione Integrato I-10 Riserva Verde B comprendente la compensazione edificatoria di parte del comprensorio E1 Monti della Caccia, attraverso la rilocalizzazione della relativa volumetria nel medesimo comprensorio Riserva Verde B, in variante al vigente P.R.G. del Comune di Roma, come descritta nelle premesse, e costituito dai seguenti elaborati:
Relazione di valutazione delle zone Monti della Caccia e Riserva Verde

Relazione Tecnica d'Ufficio


ELABORATI DI VARIANTE

All. A1 Estratto del P.R.G. vigente dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. A1a Estratto del P.R.G. vigente dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)

All. A2 Variante del P.R.G. dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. A2a Variante del P.R.G. dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)

All. A3 Estratto del P.R.G. adottato dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. A3a Estratto del P.R.G. adottato dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)
PROGETTO URBANISTICO

All. A7 Relazione Tecnica Illustrativa

All. A8 Norme Tecniche di Attuazione

All. A9 Relazione di previsione di massima delle spese

All. A10 Relazione dell'indagine di tipo geologico

All. A11 Relazione dell'indagine di tipo vegetazionale

All. A12 Relazione dell'impatto acustico

All. A13 Verifica assoggettabilità a procedura VIA

All. A14 Disciplinare Generale

All. B1 Planimetria catastale e proprietà dell'area dell'intervento (E1 Riserva Verde)

All. B2 Planimetria catastale e proprietà dell'area in cessione (E1 Monti della Caccia)

All. B3 Certificati catastali dell'area dell'intervento e dell'area in cessione

All. B4 Tipo di frazionamento catastale

All. C1 Inquadramento infrastrutturale

All. C2 Relazione sulla Mobilità

All. C3 Rete Viaria e Parcheggi Pubblici

All. C4 Stato di fatto

All. D Zonizzazione su base catastale

All. E Verde e servizi pubblici

All. Fbis Superfici private

All. Gbis Esecutivo planivolumetrico

All. H Planimetria delle preesistenze


PROGETTO ASILO NIDO

All. L1 Planimetrie, prospetti e sezioni

All. L2 Relazione tecnica

All. L3 Computo metrico


RETE STRADALE

All. M1 Relazione

All. M2 Relazione geologica - geotecnica

All. M3 Corografia

All. M4 Rilievo planoaltimetrico

All. M5 Planimetria con traccia delle sezioni

All. M6 Profili rete stradale

All. M7 Sezioni trasversali stradali

All. M8 Computo movimenti di terra

All. M9 Planimetria sistemazione superficiale

All. M10 Planimetria fognatura secondaria

All. M11 Verifica opere stradali

All. M12 Tipi dei manufatti e particolari costruttivi

All. M13 Computo metrico

All. M14 Stima dei lavori

All. M15 Elenco prezzi unitari


RETE FOGNATURA

All. N1 Relazione

All. N2 Calcolo idraulico

All. N3 Relazione geologica - geotecnica

All. N4 Corografia

All. N5 Rilievo planoaltimetrico

All. N6 Planimetria fognatura principale acque bianche

All. N7 Planimetria fognatura principale acque nere

All. N8 Profili fognatura principale acque bianche

All. N9 Profili fognatura principale acque nere

All. N10 Tipi dei manufatti e particolari costruttivi

All. N11 Verifica opere fognatura

All. N12 Computo metrico

All. N13 Stima dei lavori

All. N14 Elenco prezzi unitari
PROGETTO PARCO PUBBLICO

All. Q1 Planimetria sezioni e particolare del ponte

All. Q2 Impianto di irrigazione - planimetria e dettagli

All. Q3 Relazione tecnica

All. Q4 Relazione impianto irrigazione

All. Q5 Disciplinare

All. Q6 Computo metrico estimativo

Perizia giurata sulla normativa paesistica vigente



TIPOLOGIE

All. Pa1 Tipologia A comparto Z3

All. Pa2 Tipologia A comparto Z5

All. Pa8 Tipologia A comparto Z8

All. Pb Tipologia B comparto Z4

All. Pc Tipologia C comparto Z7

All. Pd Tipologia D comparto Z1

All. Pe Tipologia E comparto Z2

All. Pg Tipologia G comparto Z6
RETE STRADALE ( via Salorno angolo via Bedollo)

R1 Relazione;

R2 Relazione geologica - geotecnica;

R3 Planimetria con traccia delle sezioni;

R4 Profili rete stradale;

R5 Sezioni trasversali stradali;

R6 Planimetria di progetto e segnaletica;

R7 Planimetria fognatura secondaria;

R8 Particolari costruttivi;

R9 Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione aggiuntive;


ART. 2
È approvato l’atto d’obbligo a rogito del notaio Giovanni Giuliani del 24 ottobre 2006, repertorio n. 47752, racc. n. 15358, contenente lo schema di convenzione urbanistica da stipulare tra i proponenti ed il Comune di Roma per la realizzazione del Programma degli Interventi in oggetto.

Prima della stipula della convenzione urbanistica tra la Società proponente e il Comune di Roma, il contributo relativo alle opere di urbanizzazione a carico della stessa Società proponente di cui all’art. 5 del succitato Atto D’Obbligo, dovrà essere adeguato ai sensi della D.C.C. n. 12 del 01.02.2007;


ART. 3
L’efficacia del presente Accordo di Programma è sospensivamente condizionata alla cessione effettiva e formale in proprietà, al Comune di Roma a titolo gratuito, da parte dei proprietari, delle aree del comprensorio E1 Monti della Caccia interessate dalla compensazione edificatoria e delle aree dell’Ambito di Trasformazione Integrata Riserva Verde B, aventi destinazioni pubbliche nonché alla stipula della convenzione urbanistica per l’attuazione del Programma di Interventi in oggetto.
ART. 4
Ai sensi dell’art. 34 comma 5 del Testo Unico sull’Ordinamento degli Enti Locali, l’adesione del Sindaco al presente Accordo deve essere ratificata dal Consiglio Comunale entro 30 giorni dalla data di sottoscrizione, a pena di decadenza dell’accordo stesso.

Ai sensi dell’art. 34, comma 4 del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali il presente Accordo di Programma sottoscritto dai legali rappresentanti delle Amministrazioni interessate, è approvato con provvedimento del Sindaco, e sarà adottato, ai fini urbanistici, dal Presidente della Regione Lazio con proprio atto formale.



Entrambi gli atti saranno pubblicati sul bollettino della Regione Lazio con la materiale esclusione degli elaborati e dell’Atto D’Obbligo di cui all’art.2 del presente Accordo di Programma, agli atti del Comune di Roma - Dipartimento VI Politiche della Programmazione e Pianificazione – Roma Capitale – U.O. 5.
ART. 5
La vigilanza sull’esecuzione del presente Accordo di Programma sarà svolta da un collegio presieduto dal Sindaco, che lo costituirà con proprio atto formale, - o suo delegato -, e composto da rappresentanti per ciascuno degli Enti firmatari.

Per la Regione Lazio

Per il Comune di Roma
Roma,



©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale