Pacchetto Energia e Ambiente Gennaio 2007: Pacchetto energia–ambiente


ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI



Scaricare 445 b.
Pagina10/11
02.02.2018
Dimensione del file445 b.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11

ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • CV agricoli

  • L'incentivo è cumulabile con altri incentivi in conto capitale o conto interessi con capitalizzazione anticipata, fino al 40% dell'investimento, solo per impianti entrati in funzione entro il 31/12/2008 (Finanziaria 2008)





ANALISI DI ALCUNI PROGRAMMI EUROPEI NEL SETTORE ENERGIA E AMBIENTE

  • L'Unione europea (UE) deve affrontare delle problematiche energetiche reali sia sotto il profilo della sostenibilità e delle emissioni dei gas serra che dal punto di vista della sicurezza dell'approvvigionamento e della dipendenza dalle importazioni, senza dimenticare la competitività e la realizzazione effettiva del mercato interno dell'energia.

  • La definizione di una politica energetica europea è dunque la risposta più efficace a queste problematiche, che sono condivise da tutti gli Stati membri.

  • L'UE intende essere l'artefice di una nuova rivoluzione industriale e creare un'economia ad elevata efficienza energetica e a basse emissioni di CO2.



SETTIMO PROGRAMMA QUADRO 2007-2013 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO

  • Il 7PQ di ricerca e sviluppo tecnologico, che copre il periodo 2007-2013, è per l'Unione europea un’opportunità di portare la sua politica della ricerca al livello delle sue ambizioni economiche e sociali, consolidando lo Spazio europeo della ricerca (SER).

  • REGOLAMENTO (CE) N. 1906/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 18 dicembre 2006 che stabilisce le regole per la partecipazione di imprese, centri di ricerca e università alle azioni nell'ambito del settimo programma quadro e per la diffusione dei risultati della ricerca (2007-2013)



SETTIMO PROGRAMMA QUADRO 2007-2013 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO

  • SETTIMO PROGRAMMA QUADRO RST 2007-2013 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO)

  • Per realizzare l'obiettivo, la Commissione ha aumentato il bilancio annuale dell'UE destinato alla ricerca incentivando così gli investimenti nazionali e privati. L'attuazione del Settimo programma quadro vuole soddisfare le esigenze in termini di ricerca e di conoscenza dell'industria e più in generale delle politiche europee.

  • Il programma, che si articola in quattro programmi principali, è stato notevolmente semplificato rispetto alle versioni precedenti in modo da essere più accessibile ai ricercatori e più efficace.



SETTIMO PROGRAMMA QUADRO 2007-2013 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO

  • IL 7PQ si suddivide in Quattro programmi specifici principali:

  • 1. COOPERAZIONE: dedicato ad attività di Cooperazione transnazionale (all’interno dell’Unione Europea e con Paesi Terzi) nella ricerca: progetti collaborativi, network, coordinamento di programmi di ricerca.

  • 2. PERSONE: sviluppo delle risorse umane in ricerca e sviluppo in Europa tramite le cosiddette 'Azioni Marie Curie', volte a finanziare attività transnazionali di formazione e sviluppo di carriera dei ricercatori, nel settore pubblico e in quello privato, affinché acquisiscano le conoscenze e le competenze adeguate per rendere l'Europa competitiva a livello mondiale. E’ rivolto a ricercatori in fase iniziale con non più di 4 anni di esperienza di ricerca dopo aver ottenuto la laurea, a prescindere dal dottorato, ma anche a ricercatori esperti con almeno 4 anni di esperienza nella ricerca, oppure con il dottorato di ricerca.



SETTIMO PROGRAMMA QUADRO 2007-2013 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO

  • 3. IDEE: sostiene progetti di ricerca ad orientamento “investigativo”, condotti da gruppi individuali che competono a livello internazionale. La “ricerca di frontiera”, che costituisce il fulcro del programma si distingue per essere ad alto contenuto di rischio, interdisciplinare, ed internazionale; essa è gestita dal Consiglio Europeo della Ricerca (CER), composto dal Consiglio Scientifico e da una struttura a sé stante che si occuperà della gestione effettiva. Le aree di ricerca coperte saranno indipendenti da quelle delle priorità tematiche indicate nel Programma Quadro, e comprenderanno anche l’ingegneria, le scienze sociali e le materie umanistiche.

  • 4. CAPACITA’: supporto alle Infrastrutture di ricerca; politiche a sostegno delle PMI; attività per promuovere le “Regioni della Conoscenza”; supporto allo sviluppo del potenziale di ricerca in regioni di convergenza; attività per avvicinare la scienza e la società, con l'obiettivo di ottenere una integrazione armoniosa delle scienze e delle tecnologie nella società europea; attività per promuovere lo sviluppo coerente delle politiche di ricerca a livello locale, regionale, nazionale ed europeo; attività di coordinamento per quanto riguarda le attività di cooperazione internazionale in materia di ricerca e sviluppo tecnologico.



SETTIMO PROGRAMMA QUADRO 2007-2013 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO

  • Con il 7PQ l’Unione procede verso:

  • • la semplificazione delle procedure di partecipazione;

  • • l'attuazione per temi e non per strumenti, per un'azione più coordinata;

  • • la creazione del Consiglio europeo della ricerca per sostenere la ricerca di frontiera;

  • • le cooperazioni rafforzate con l'industria con co-finanziamenti privato-pubblico;



1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale