Pacchetto Energia e Ambiente Gennaio 2007: Pacchetto energia–ambiente


ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI



Scaricare 445 b.
Pagina8/11
02.02.2018
Dimensione del file445 b.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11

ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (2/8)

  • Punti principali del D.M. 19.2.2007

  • GSE (Gestore dei Servizi Elettrici) è il soggetto attuatore

  • Richiesta di ammissione alle tariffe a valle dell'entrata in esercizio dell'impianto

  • Ampliamento della potenza incentivabile ed eliminazione dei limiti annuali di potenza. Incentivabili 1200 MW + periodo di moratoria di 14 mesi (24 mesi per i soggetti pubblici)

  • Eliminato il limite massimo di 1000 kW per il singolo impianto

  • Tariffe che premiano il grado di integrazione architettonica e l'uso efficiente dell'energia



ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (3/8)

  • Incentivo riconosciuto all’energia prodotta

  • Tariffe (Euro/kWh) per impianti in esercizio entro il 31 dicembre 2008

  • Potenza P (kW) Tipo Impianto

  • Non integrato Parz.integrato Integrato

  • 1 ≤ P ≤ 3 0,4 0,44 0,49

  • 3 < P ≤ 20 0,38 0,42 0,46

  • P > 20 0,36 0,4 0,44

  • N.B. Le tariffe riportate si riferiscono ad impianti entrati in esercizio entro il 31/12/2008. Dal 01/01/2009 al 31/12/2010 le tariffe saranno inferiori del 2%.



ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (4/8)

  • Variazione delle tariffe nel tempo

  • L'energia prodotta dagli impianti FTV ha diritto all'incentivazione per un periodo di 20 anni a decorrere dall'entrata in esercizio degli impianti (tariffe anni 2007 e 2008 riportate nel DM).

  • Le tariffe, per gli impianti entrati in esercizio dal 1 o gennaio 2009 al 31 dicembre 2010, saranno decurtate del 2 % rispetto al valore di riferimento degli anni 2007 e 2008, per ciascuno degli anni successivi al 2008.

  • Il valore della tariffa è costante per tutto il periodo dell'incentivazione.

  • Con successivi decreti (a partire dal 2009) MSE e MATT provvederanno ad aggiornare il quadro delle tariffe incentivanti per gli impianti che entreranno in esercizio dopo il 2010.



ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (5/8)

  • Incremento del 5% delle tariffe incentivanti

  • Sono previste maggiorazione del 5% per impianti “non integrati” (sopra i 3 kWp) la cui produzione viene consumata per almeno il 70% dall’utenza, per impianti su scuole e strutture sanitarie pubbliche, su edifici pubblici di comuni con meno di 5.000 abitanti, per impianti integrati di aziende agricole e impianti integrati che sostituiscono coperture in eternit.

  • Gli impianti che operano in regime di scambio sul posto possono usufruire di un premio se sono abbinati ad un uso efficiente dell’energia.



ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (6/8)

  • Cumulabilità degli incentivi

  • La tariffa incentivante non può essere richiesta (così come il relativo premio) nel caso in cui siano stati concessi incentivi pubblici in conto capitale oltre il 20% del costo dell’investimento. Questo non vale per le scuole pubbliche e le strutture sanitarie pubbliche.

  • Non è possibile comunque cumulare la tariffa incentivante con i certificati verdi e i titoli di efficienza energetica. Non possono usufruire dell’incentivo gli impianti per i quali è stata riconosciuta o richiesta la detrazione fiscale per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, come da finanziaria 2007.



ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (7/8)

  • Iter da seguire per accedere all'incentivazione

  • 1) Il soggetto responsabile (SR) inoltra il progetto preliminare al gestore di rete (Terna) e chiede la connessione alla rete (eventualmente il servizio di scambio).

  • 2) Ad impianto ultimato, SR comunica la conclusione dei lavori al gestore di rete.

  • 3) Entro 60 giorni dalla data di entrata in esercizio dell'impianto, SR - pena la non ammissibilità alle tariffe incentivanti - è tenuto a far pervenire al GSE la richiesta di concessione della tariffa, insieme alla documentazione finale di entrata in esercizio dell'impianto.

  • 4) Entro i successivi 60 giorni GSE verifica il rispetto delle disposizioni del DM e comunica a SR la tariffa riconosciuta.

  • 5) In caso di documentazione incompleta, GSE richiede integrazioni che dovranno pervenire al GSE entro 90 giorni, pena l'esclusione dall'incentivazione.



ITALIA - QUADRO INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI

  • Nuovo Conto energia per il fotovoltaico (8/8)

  • La cessione del credito per il finanziamento dell'impianto

  • Il GSE, allo scopo di facilitare il finanziamento dell'impianto, agevola la cessione dei crediti derivante dall'ammissione all'incentivazione al soggetto finanziatore.

  • AI 2 ottobre 2007 60 Istituti di Credito hanno sottoscritto con il GSE l'accordo per la cessione del credito (l'elenco si trova sul sito www.gsel.it)

  • Le tariffe incentivanti non sono cumulabili con i certificati verdi e con i titoli di efficienza energetica.





1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale