Pensione, salute: conoscere per progettare meglio IL proprio futuro ®



Scaricare 234.5 Kb.
03.06.2018
Dimensione del file234.5 Kb.



Pensione, salute: conoscere per progettare meglio il proprio futuro ®

Obiettivi e progetto:

L’idea di organizzare la PRIMA “Giornata Nazionale della Previdenza” trae origine da una serie di “analisi sul campo” ed in particolare nelle università, dalle quali si evince che i giovani sanno poco del mondo del lavoro e del sistema previdenziale a cui a breve parteciperanno e ciò nonostante la maggior parte del campione fosse iscritta all’ultimo anno della Laurea Specialistica; i già lavoratori sono nelle stesse condizioni o solo poco più informati. La realizzazione di questo evento tiene anche conto dei molteplici inviti degli organismi comunitari e sovranazionali a diffondere una maggiore conoscenza dei temi finanziari e di quelli previdenziali; una “alfabetizzazione” in queste materie appare infatti indifferibile per il nostro Paese. L’evento si svilupperà su due giornate “intensive”. Si tratta quindi di un grande sforzo che si pone l’obiettivo di sensibilizzare in particolare le giovani generazioni e in generale tutti i lavoratori individuali e dipendenti sulla necessità di progettare il proprio futuro pensionistico e previdenziale; obiettivo che non può prescindere dall’acquisizione della tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, quale valore fondamentale nel mondo del lavoro, da parte dei giovani nel ruolo che già oggi esprimono o esprimeranno domani di lavoratori, imprenditori, artigiani o liberi professionisti.



Per raggiungere al meglio questo obiettivo il progetto si articola su tre livelli:

  1. Far comprendere che la “previdenza” e anche la “prevenzione nei luoghi di lavoro” non sono concetti astratti, gestiti chissà dove e non si sa da chi ma una realtà composta da più “enti previdenziali” di primo e secondo “pilastro”; per meglio favorire questa presa di coscienza all’evento parteciperanno “fisicamente” con una loro postazione i maggiori Enti Pensionistici del Paese, Inps, Inpdap, Enpals, Inail, Casse previdenziali dei Liberi Professionisti, e i soggetti gestori di forme di previdenza complementare. In questi “stand” i giovani, i lavoratori e i professionisti potranno verificare la loro posizione previdenziale, iscriversi alle forme di comunicazione tra iscritti ed Enti Gestori, ottenere PIN e password per accedere al proprio estratto conto previdenziale o fare proiezioni sulla propria futura pensione; nonché acquisire informazioni, conoscenze e materiale informativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro, conoscere i ruoli delle Istituzioni nel sistema della “prevenzione” italiano, accedere ai siti istituzionali dedicati per averli quali riferimenti di informazione nel percorso della loro vita lavorativa. Sono previste oltre 65 partecipazioni di enti e operatori di mercato.

  2. Accanto a questa “fisicità” la due giorni prevede un percorso di trasmissione delle conoscenze previdenziali e finanziarie di base attraverso la messa a disposizione di 9 convegni e 25 seminari e workshop; la partecipazione a questi incontri di info-formazione e i “contatti diretti” con gli enti pensionistici potranno stimolare una cultura previdenziale di base e favorire le conoscenze per affrontare alcuni problemi quali: “Come fare il riscatto di laurea; Come iscriversi alle gestioni pensionistiche obbligatorie; Quali sono le tipologie di lavoro e i relativi diritti/doveri; Come si legge la busta paga e le grandezze lorde e nette che contiene. Che cosa sono i tassi di sostituzione lordi e netti.” Questioni fondamentali per chi si affaccia sul mercato del lavoro e non ha altri mezzi per affrontarle.



  1. Il terzo livello è basato sull’interscambio di esperienze e sensibilità tra realtà differenti e sulla possibilità di rivedere e ragionare sui contenuti dei convegni anche dopo la conclusione dell’evento. Comunque, per favorire maggiormente la partecipazione e l’interscambio tra i giovani, nel corso delle giornate della previdenza saranno collegate con la sede di Milano otto università italiane. Successivamente, giovani, professionisti, lavoratori e operatori di settore potranno dialogare tra loro attraverso un “blog”; infatti, tutti i convegni e i seminari saranno fruibili gratuitamente collegandosi al sito dell’evento dove potranno essere altresì scaricate tutte le documentazioni presentate nella due giorni.


In sintesi, essendo il nucleo fondante di questo evento la diffusione della cultura previdenziale, avvicinandola ai diretti interessati che dovrebbero usufruirne e rendendola comprensibile anche ai meno tecnici, è importante che si dia la possibilità anche a chi non può essere presente alla Borsa Italiana o negli atenei in collegamento di accedere ai materiali didattici e in-formativi che verranno proposti, di vedere i video degli workshop e degli eventi principali attraverso il sito internet, il canale You Tube, di essere coinvolto direttamente seguendo la differita dell’evento e commentandola attraverso bacheche interattive e forum; è importante sottolineare come tutti i materiali, messi gratuitamente online, restino a disposizione degli interessati.
Organizzazione:
Per la realizzazione di un evento cosi complesso si sono resi necessari i seguenti tre livelli organizzativi: Itinerari Previdenziali, è titolare dei loghi e marchi e ha realizzato l’ideazione, il progetto, il coordinamento operativo e organizzativo nonché la “produzione dell’evento”.

Con Borsa Italiana e Prometeia SpA si è costituito un “comitato organizzativo per gestire in modo efficace le complesse plurime fasi preparatorie dell’evento.

Il Comitato promotore è l’organismo consultivo che partecipa a tutte le riunioni organizzative, e formula suggerimenti e raccomandazione per la buona riuscita dell’evento anche nell’ottica delle “pareti sociali”


  • ideazione, coordinamento e produzione: Itinerari Previdenziali ®




  • organizzazione: Itinerari Previdenziali, Borsa Italiana, Prometeia Spa.




  • Comitato promotore

Per favorire il massimo coinvolgimento degli operatori di settore e dei rappresentanti delle parti sociali, è stato costituito un “Comitato promotore” a cui hanno dato la loro adesione:




  • ADEPP, nella persona del Presidente Andrea Camporese;

  • ASSOPREVIDENZA, nella persona del Presidente Sergio Corbello

  • BORSA ITALIANA, nella persona del AD Raffaele Jerusalmi;

  • CISL, nella persona del Segretario Generale Raffaele Bonanni

  • CONFINDUSTRIA, nella persona del Presidente Emma Marcegaglia;

  • FEDERAZIONE DELLE BANCHE, DELLE ASSICURAZIONI E DELLA FINANZA, Presidente Corrado Faissola;

  • PROMETEIA SpA, nella persona del Presidente Angelo Tantazzi;

  • RETE IMPRESE ITALIA, nella persona del Presidente Carlo Sangalli;

  • UIL, nella persona del Segretario Generale Luigi Angeletti;

Temi e considerazioni:

  • nel nostro Paese sono in pagamento oltre 23 milioni di prestazioni previdenziali (di natura contributiva o assistenziale) cioè 1 per ogni 2,5 abitanti circa (neonati compresi); di queste oltre 9 milioni sono integrate o collegate al reddito in quanto la pensione “a calcolo” sarebbe stata insufficiente;

  • l’Italia, come molti altri Paesi, adotta il sistema pensionistico “a ripartizione” fondato su un forte patto intergenerazionale: i lavoratori di oggi con i loro contributi pagano le pensioni dei loro padri e nonni;

  • purtroppo i versamenti dei contributi previdenziali appena possibile vengono omessi in quanto manca una cultura previdenziale all’interno di una sana educazione civica; il 25% dei contribuenti non versa i contributi e un ulteriore 50% arriva a mala pena a versare tra i 3.000 e i 6.000 €; quale pensione si potrà avere con questi contributi??



  • le nuove generazioni però non avranno più la pensione generosa dei loro papà (calcolata sulla base delle ultime retribuzioni – metodo retributivo) ma la loro prestazione finale dipenderà da quanti contributi e per quanti anni li avranno pagati e, novità, dalla speranza media di vita al momento del pensionamento;

  • le nuove generazioni non avranno più la pensione integrata dallo Stato; l’integrazione al minimo tanto utilizzata in Italia, per loro non ci sarà più e quando lo sapranno sarà troppo tardi! E se avranno versato in maniera insufficiente dovranno lavorare anche da “vecchi” come accade nei Paesi con welfare state “leggero”

  • le nuove generazioni hanno però la possibilità di integrare la loro pensione con il “risparmio previdenziale” – la previdenza complementare e i fondi pensione.

  • Sarà bene pensarci per tempo perché il pesante cambiamento demografico e multiculturale in atto non consentirà gli attuali interventi dello Stato in campo sociale;



  • I giovanissimi e i nostri 30/40 enni le sanno queste cose? Sono consapevoli che devono pensare al proprio futuro compreso quello dei propri familiari ?; sanno cos’è una pensione, come ci si iscrive al sistema di base e a quello complementare, come si costruisce il proprio piano previdenziale? lo sanno che ogni anno di mancato versamento sarà un problema in età avanzata? Il tempo scorre e non si recupera più

  • In una scala di valori, nelle scelte di spesa cosa preferiscono: una gita al mare, un week end, una cena, una serata in discoteca o un sano risparmio previdenziale?

  • I contributi non sono una tassa ma un risparmio per se e per i propri cari; un modo per essere indipendenti, autosufficienti e non sperare sempre e solo nello Stato (cioè tutti noi) sempre meno ricco e con un alto debito da pagare a carico delle generazioni future!! Si proprio quelle più bisognose di conoscenza e previdenza.

I destinatari dell’evento:

Ovviamente la “Giornata nazionale della Previdenza” è aperta a tutti, anche ai genitori che si preoccupano del futuro dei loro figli; tuttavia particolare attenzione verrà dedicata a:



  • tutti i giovani diplomati, universitari, neolaureati e che si stanno affacciando per la prima volta al mercato del lavoro e che dovranno affrontare i loro primi problemi quali il riscatto di laurea, l’iscrizione alla “prima” gestione previdenziale obbligatoria usufruendo altresì dei vantaggi offerti ai giovani dalla previdenza complementare ;

  • i giovani lavoratori che svolgono incarichi flessibili iscritti alla gestione separata Inps o attività autonoma e da liberi professionisti che dovranno annualmente verificare e conservare il loro estratto conto previdenziale;

  • gli occupati ai quali mancano molti anni alla età di 65/67 anni, assicurati presso le varie gestioni che dovranno iniziare a fare le prime proiezioni e pensare anche alla loro previdenza complementare;

  • gli iscritti agli ordini professionali assicurati presso le loro gestioni sostitutive dell’assicurazione generale obbligatori.



  • La partecipazione ai vari seminari, workshop e incontri può dar luogo alla attribuzione di crediti formativi (precisati per ogni evento) come definiti dai rispettivi ordini professionali e associazioni di agenti assicurativi e promotori finanziari.

Patrocinio:

Presidenza della Repubblica

Consiglio Regionale Lombardia

Soggetti invitati a partecipare con stand interattivi:

a) Enti pubblici: Inps – Inpdap – Enpals - Inail;

b) Enti e Casse Previdenziali per i Liberi Professionisti;

c) Fondi pensione complementari preesistenti e negoziali

d) Fondi pensione aperti e FIP;

e) Compagnie di Assicurazioni, Banche, Sim, SGR che gestiscono fondi pensione o offrono servizi e prodotti di gestione delle risorse;

f) Soggetti operanti nei servizi ai fondi pensione: amministrativi, di raccolta delle contribuzioni e di custodian bank

g) Advisor finanziari, legali, attuariali

h) Media

I soggetti partecipanti potranno disporre di linee per i collegamenti telematici tali da consentire: demo previdenziali, modalità di adesione ai servizi internet degli enti (iscrizioni, password, pin ecc), stampe dirette di estratti conto e posizioni previdenziali, proiezioni e servizi offerti.



Ad esempio un giovane, anche al primo impiego come parasubordinato, dipendente, autonomo, libero professionista, potrà accedere allo stand del suo Ente ottenendo tutte le informazioni su come iscriversi, versare i contributi, interagire con l’ente stesso, partecipare a corsi di aggiornamento ecc; ottenere il proprio estratto conto previdenziale e una proiezione della sua pensione (“tasso di sostituzione”).

Struttura della manifestazione:

La due giorni previdenziale è incentrata su:

  • Tre conferenze principali e sei grandi convegni in sala parterre a cui parteciperanno i policy maker, le parti sociali, rettori docenti e studenti;



  • 23 incontri, seminari e workshop che si svolgeranno nelle sala interne di palazzo Mezzanotte che approfondiranno i temi più “caldi” della previdenza; per partecipare agli incontri occorrerà la preventiva iscrizione sul sito dell’evento; alcuni seminari saranno gestiti direttamente dagli Enti e società partecipanti.



  • La presenza di 65 tra Enti, fondi pensione ed operatori finanziari, assicurativi e di servizi che consentiranno una interazione diretta con il pubblico mediante incontri prenotabili ai vari “stand” sulle diverse problematiche: iscrizioni, riscatti di laurea, recupero contributi, valutazione dei diritti dei lavoratori in termini di contribuzione e dei doveri indicati nel “manifesto dell’evento”. In pratica sarà possibile incontrare con facilità ed in un solo luogo tutti gli enti che gestiscono forme di previdenza e di assistenza sanitaria integrativa, conoscere l’offerta di welfare integrativo, farne idonee comparazioni, accedere direttamente alle informazioni e richiedere la documentazione.


Enunciazione ideale dell’evento e “Manifesto per le giovani generazioni”
Dichiarazione di sir William Henry Beveridge sul welfare state

Il benessere collettivo deve essere raggiunto attraverso una stretta cooperazione fra lo Stato e l’individuo. Lo Stato deve offrire protezione in cambio di servizi e contribuzioni e nell’organizzare tale protezione lo Stato non deve soffocare ne le ambizioni ne le occasioni ne la responsabilità; stabilendo pertanto un minimo di attività nazionale che non deve però paralizzare le iniziative che portano l’individuo a provvedere più di quel dato minimo per se stesso e per la sua famiglia.”



William Beveridge

MANIFESTO A FAVORE DELLE GIOVANI GENERAZIONI

Nel corso della due giorni sarà auspicabile la sottoscrizione del MANIFESTO a favore delle giovani generazioni per la incondizionata “riduzione del debito pubblico” e per il rafforzamento del “patto intergenerazionale italiano”.



per favorire tutte le azioni atte a ridurre il debito pubblico a favore delle giovani generazioni; il vero patto intergenerazionale parallelo a quello pensionistico a ripartizione”

4 maggio 2011 - Prima giornata:

In occasione della sessione inaugurale saranno collegate alla sede di Milano, il Ministero del Lavoro per “una giornata per il futuro” e le università di Torino – Venezia – Bologna – Roma – Napoli -- Catania. Collegamenti e regia a cura di Telecom Italia;

Ore 9,30 – 12,30: sala parterre Inaugurazione della giornata - Conferenza di apertura:

Consapevolezza oggi, sicurezza domani”



Nelle singole sedi universitarie

Ore 9.15 Illustrazione del programma della mattinata

Ore 9.30 Inaugurazione della Giornata Nazionale della Previdenza

Video - realizzazione Mattia Shaumann

“Perché questa prima giornata nazionale della previdenza ? Le pensioni: un tema che appare lontano ma è così vicino e necessario; conoscere per programmare meglio il proprio futuro e quello dei propri cari”.

Presenta i lavori: Prof. Alberto Brambilla | Coordinatore CTS | Itinerari Previdenziali

Saluto del Sindaco di Milano, Letizia Moratti

Videomessaggio di apertura del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Ore 10.15 Il percorso storico e i significati economici e sociali delle riforme del sistema previdenziale italiano. Un’analisi interattiva tra i Relatori e le Università.

              

Conducono i lavori:
Prof. Alberto Brambilla | Coordinatore CTS | Itinerari Previdenziali

Dott. Stefano Blanco | Direttore Generale | Fondazione Collegio delle Università Milanesi
Relatori:

On. Lamberto Dini, Presidente Commissione Affari Esteri, Immigrazione; già Presidente CdM,

Dott. Antonio Mastrapasqua, Presidente Inps

Dott. Antonio Finocchiaro, Presidente Covip



interventi in collegamento dalle università: prof. Elsa Fornero (TORINO) – prof. Agar Brugiavini (VENEZIA) – prof. Paolo Onofri (BOLOGNA) – prof Pasquale Sandulli, prof De Angelis (ROMA) – prof. Marco Pagano, (NAPOLI) – prof. Roberto Cellini, prof. Francesco Vallacqua, (CATANIA)

Ore 12.30 Conclusioni



A Milano

12,45 Inaugurazione della mostra “I 150 anni della previdenza sociale nei 150 dell’Unità d’Italia”.

Con il Sindaco di Milano, Letizia Moratti

In sede locale:

Ore 12.35

chiusura del collegamento e dell’incontro con l’invito alla mostra de “I 150 anni della previdenza sociale nei 150 dell’Unità d’Italia” nelle rispettive sedi.

Conferenze:
12,30 Sala Blu: il riscatto di laurea: quando e come; tutte le agevolazioni a cura di INPS
12,45 Sala Gialla: La previdenza dei dipendenti pubblici, a cura di Inpdap(2 convegni consecutivi)

14,00 Sala Blu: La novità: il voucer lavoro: modalità di utilizzo e funzionamento; Come ci si iscrive alla gestione separata; definizione di lavoratore parasubordinato, associato in



partecipazione, lavoratore a progetto, lavori occasionali. a cura di INPS

13.45 Sala Gialla: La previdenza complementare dei dipendenti pubblici, a cura di Inpdap



14,00 Sala parterre: (14,00 – 15,30) Evento ASSOPREVIDENZA

20 anni di impegno nella previdenza integrativa e complementare

15,30 Sala Blu: Convegno Casse 103/96 1° parte

15,15 Sala Gialla: Convegno Allianz GI e Spa

sala parterre 16,00 – 17,30 evento BANCA INTESA SAN PAOLO

16,30 Sala Blu: Convegno Casse 103/96 2° parte

17,00 Sala Gialla: Convegno a cura di PREVINDAI e FASI

sala parterre 18,00 - 19,30 evento ADEPP
18,00 Sala Blu: Convegno Cassa Forense
18,30 Sala Gialla: convegno Cattolica Previdenza

sala parterre 20,30 a cura di Enpals: la previdenza dei lavoratori dello spettacolo e dello sport: testimonianze di un calciatore, di un attore e un cantante, a cura di Enpals **

5 maggio 2011 - Seconda giornata:

9,30 – 12,00 Sala Parterre: “Formiche e cicale”:

L’educazione previdenziale, parte integrante della nuova educazione civica nelle scuole e nella società”: quale impegno per media, finanza, università e politica?.

introduce Raffaele Jerusalmi, AD Borsa Italiana

lettura del messaggio del Presidente Carlo Azeglio Ciampi
Conduce il dibattito

Dott. Roberto Napoletano | Direttore Sole 24 ore

Intervengono:



Dott. Franco Bernabè | AD Telecom Italia (*)

Dott. Gianni Bocchieri | Capo dipartimento MIUR (*)

Dott. Corrado Passera | AD Intesa San Paolo

Dott. Sergio Romano | Ambasciatore (*)

Prof. Giovanni Puglisi | Rettore Università IULM

Prof. Andrea Taroni | Rettore Università LIUC

Dott. Massimo Sarmi | Presidente Poste Italiane (*)

Ore 11.45 I relatori rispondono alle domande degli studenti in sala


Ore 12.00 Conclusioni:

On. Roberto Maroni | Ministro degli Interni
12,30 Sala Blu: Convegno INPGI
12,30 Sala Gialla: Convegno INARCASSA

14,00 Sala Blu: Convegno Chimici 1° parte


14.00 Sala Gialla: Convegno QUANTA: il nuovo fondo FONTEMP – fondo pensione

complementare per i lavoratori temporanei



14,00 Sala parterre: (14,00 – 15,30) Evento ANASF

Consulenza e promozione finanziaria per la previdenza complementare


15,30 Sala Blu: Convegno Chimici 2° parte
15,30 Sala Gialla: CASSA GEOMETRI

sala parterre 16,00 – 17,30 Evento MANAGER ITALIA

16,30 Sala Blu: Convegno ENASARCO


17,00 Sala Gialla: convegno ENPACL

18,00 Sala parterre: Conclusione manifestazione:

Cultura previdenziale – un anno di impegno”:


L’impegno di tutti per una migliore conoscenza e diffusione della cultura della previdenza

Tavola rotonda condotta da Ferruccio De Bortoli: partecipano

Luigi Angeletti - Segretario Generale Uil

Alberto Bombassei - Vice Presidente Confindustria

Raffaele Bonanni - Segretario Generale Cisl

Andrea Camporese - Presidente ADEPP

Corrado Faissola - Presidente Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza

Natalino Guerrini - Portavoce Rete Imprese Italia, Presidente Confartigianato

Giuseppe Guzzetti - Presidente Fondazione Cariplo, Presidente Acri

Carlo Sangalli - Presidente Camera Commercio Milano, Presidente Confcommercio

Considerazione finali del Governo:

On Maurizio Sacconi, Ministro del lavoro e delle Politiche Sociali:

La giornata nazionale della previdenza e Una giornata per il futuro;

* in attesa di conferma

la copertura giornalistica sarà curata dal Corriere delle Sera, dalla RAI tramite le sedi regionali, dal Gruppo Sole 24 ore con quotidiano e Radio 24, da Class; alcune riprese potranno essere inviate a Rai Educational * per la messa in onda. Invitati in sala a Milano i Rettori delle principali università lombarde.





Pensione, salute: conoscere per progettare meglio il proprio futuro ®

Scheda riassuntiva sintetica:


  • Data evento: mercoledì e giovedì 4 e 5 maggio 2011

  • Durata: due giorni

  • Location: borsa italiana palazzo Mezzanotte, Milano

  • Ideazione, coordinamento e produzione: Itinerari Previdenziali ®

  • Organizzazione: Itinerari Previdenziali, Borsa Italiana, Prometeia Spa.

  • Comitato promotore: Adepp; Assoprevidenza; CISL; Confcommercio – Rete Imprese

Italia; Confindustria, Federazione Abi-Ania; Borsa Italiana; Prometeia SpA; Itinerari

Previdenziali ®; UIL (vedasi protocollo d’intenti dei soggetti promotori)

  • Sinergie: Enti previdenziali e Ministero del Lavoro (una giornata per il futuro)

  • Tre eventi istituzionali, 23 convegni e workshop

  • 65 partecipanti espositori

  • Enti partecipanti:

a) Enti pubblici: Inps – Inpdap – Enpals - Inail;

b) Enti e Casse Previdenziali per i Liberi Professionisti associate ADEPP;

c) Fondi pensione complementari preesistenti e negoziali

d) Fondi pensione aperti e FIP;

e) Compagnie di Assicurazioni, Banche, Sim, SGR che gestiscono fondi pensione o offrono servizi e prodotti di gestione delle risorse;

f) Soggetti operanti nei servizi amministrativi, di raccolta delle contribuzioni e di custodian bank

g) Advisor finanziari, legali, attuariali

h) Media


  • Soggetti collegati: 6 università in rete e gli studenti di diversi atenei

In totale



  • 10 + 8 incontri in sala Blu e Gialla, 3 eventi istituzionali e 6 Convegni in sala Parterre, prodotti e organizzati da Itinerari Previdenziali, dagli sponsor, dagli enti previdenziali pubblici e privati su temi quali:

  • ABC della previdenza complementare; come scegliere un fondo pensione;

  • il tfr dei pubblici dipendenti;

  • L’assistenza sanitaria dei lavoratori del commercio, turismo e servizi, a cura di Fondo Est

  • Quale sarà la mia pensione pubblica? I nuovi tassi di sostituzione;

  • Come progettare un piano di previdenza complementare?

  • Il calcolo delle prestazioni con il metodo contributivo, i tassi di rendimento pubblici (media quinquennale del Pil) e i coefficienti di trasformazione;

  • L’asset liability managment: attività passità funding ratio a cura di Prometeia






Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale