Perché integrare? L’importanza di una integrazione ottimale a base di ossigeno vitamine e minerali



Scaricare 69.89 Kb.
Pagina10/12
29.03.2019
Dimensione del file69.89 Kb.
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   12
Studio cross over: Le persone arruolate sono assegnate a caso a uno dei due gruppi di trattamento e sono seguite per vedere gli effetti del trattamento. Dopo un periodo di tempo opportuno, questi soggetti vengono passati all’altro trattamento.
Vantaggi: poiché i soggetti fungono da controlli di loro stessi, la varianza d’errore risulta ridotta e si rende necessaria una dimensione del campione più piccola rispetto alle sperimentazioni controllate randomizzate.

Allo scopo sono stati reclutati presso l’Istituto di Medicina dello Sport di Pretoria 45 maratoneti, di età compresa tra 20 e 51 anni, 28 uomini e 17 donne. Al termine delle 18 settimane di studio, si è osservato che, rispetto al placebo, CELLFOOD:




  • Riduce la frequenza cardiaca, riducendo in questo modo il carico di lavoro del cuore sotto sforzo (da 180 battiti al minuto a 162).

  • Riduce la frequenza respiratoria sotto sforzo.

  • Induce un significativo aumento della VO2 max assoluta (da 3178 a 3337)

Il consumo massimo di ossigeno, VO2 max, rappresenta la massima quantità di ossigeno che il corpo può utilizzare quando è impegnato in un esercizio fisico.

Per quoziente respiratorio (QR) si intende il rapporto tra l’anidride carbonica, che un individuo produce ed elimina durante uno sforzo fisico, e l’ossigeno che consuma nello stesso periodo.




  • Induce un significativo aumento del numero di globuli rossi

  • Induce un significativo aumento dei livelli di emoglobina

  • Induce un significativo aumento del numero dei globuli bianchi

  • Riduce significativamente le concentrazioni di lattato nel sangue, quindi miglioramento delle prestazioni muscolari e tempi di recupero più rapidi)

Nel complesso questi dati indicano che CELLFOOD è un eccellente integratore nutrizionale per coloro che svolgono attività sportiva anche di tipo agonistico.



(15)

Pur non essendo un farmaco, CELLFOOD è stato sottoposto a rigorosi studi di tossicità.

Studi in vivo sono stati intrapresi allo scopo di valutare la tossicità acuta di CELLFOOD in termini di DL50.

Questo parametro è stato valutato somministrando CELLFOOD su 10 ratti albini (5 maschi e 5 femmine) in uno studio della durata di 14 giorni incrementando le dosi fino 5000 mg/Kg. Al termine dello studio tutti gli animali sono sopravvissuti presentandosi in buone condizioni di salute. Quindi non è stato possibile determinare la DL50.

Ciò equivale dire che fino a 5 grammi della formulazione di peso corporeo (che equivale a 400 g nell’uomo medio di 80 Kg) non sono risultate letali, indicando che CELLFOOD è praticamente privo di tossicità.
(DL50 (DOSE LETALE) - Dosaggio di una sostanza solida o liquida che, se somministrata in unica volta, si rivela letale sul 50% della popolazione di animali soggetta a sperimentazione (per via orale o cutanea). Si esprime in mg di sostanza per kg di peso corporeo. Indicativamente (i dati possono variare in funzione delle vie di penetrazione) una sostanza liquida può essere, in relazione alla DL 50
(16) CELLFOOD: l’unico integratore disponibile in 8 formulazioni sistemiche ed 1 a uso topico.
Il vantaggio di avere formulazioni diversificate consente di poterle combinare in svariati modi per integrare e nutrire le cellule in maniera più completa, rendendo disponibili nello stesso tempo più nutrienti, il tutto in maniera naturale e senza alcun tipo di controindicazioni.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   12


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale