Piano dell’offerta formativa anno scolastico 2014/15 liceo linguistico



Scaricare 485.6 Kb.
Pagina88/109
28.03.2019
Dimensione del file485.6 Kb.
1   ...   84   85   86   87   88   89   90   91   ...   109
VERIFICHE E VALUTAZIONE
Gli interventi, le discussioni, le richieste di chiarimenti, nonché le prove scritte e orali sono considerati parte di un processo educativo finalizzato a scopi formativi, pertanto la valutazione non si porrà al termine dell'intero processo di apprendimento ma ne seguirà il corso.

L'interrogazione sarà vista come colloquio non solo per il singolo ma anche occasione di partecipazione per l'intera classe, in modo da rendere più fruttuoso possibile quel momento, anche in vista dell'economia del tempo a disposizione. Il colloquio sarà quindi anche un’occasione di socializzante e l'intervento dell'insegnante diventerà ulteriore spiegazione, chiarimento e collegamento interdisciplinare. L'interdisciplinarità, essendo caratteristica intrinseca alla Storia dell’arte, sarà uno dei momenti fondamentali del procedere conoscitivo; attenzione ed importanza sarà anche data a tutte le occasioni di attualità culturale che permettono di calare sempre più il sapere degli alunni nella realtà del quotidiano.

Si prevedono almeno due prove per quadrimestre.
Nelle classi in cui è previsto l’insegnamento CLIL le verifiche degli argomenti trattati in lingua tedesca verranno effettuate nelle stessa lingua sotto forma di verifiche orali e scritte. In questi casi la valutazione verterà soprattutto sulla conoscenza dei contenuti e sul grado di raggiungimento di competenze e abilità programmate nella disciplina, oltre che sulla padronanza di un lessico specifico in lingua tedesca.



Piano dell’offerta formativa
Quadro orario in autonomia
Considerazioni metodologiche generali
Linee generali del programma
Principi genera di didattica
Tipologia delle prove
Contenuti prescrittivi
Livelli essenziali per la sufficienza a conclusione del primo anno
Livelli essenziali per la sufficienza a conclusione del secondo anno
Criteri per l’attribuzione della sufficienza a livello minimo nelle singole prove
Storia premessa
Geografia premessa
Abilità procedurali e competenze a conclusione del primo biennio
Storia linee generali e competenze
Secondo biennio
Verifiche e criteri di valutazione
Obiettivi minimi
Quarte conoscenze:
Quinte conoscenze:
Filosofia linee generali e competenze
Obiettivi specifici di apprendimento
Competenze in uscita dal percorso di studio
Primo biennio
Funzioni comunicative
Contenuti morfo-sintattici
Verifica e valutazione
Obiettivi minimi
Livello di eccellenza
Secondo biennio e quinto anno
Competenze in entrata
Funzioni linguistiche
Lingua - funzioni comunicative
Cultura e letteratura
Quinto anno competenze in entrata
Conoscenze lingua
Verifica e valutazione secondo biennio e quinto anno
Certificazioni esterne
Alla fine del primo biennio l’allievo deve
Standard minimi di conoscenze e abilità nel primo biennio
Alla fine del secondo biennio l’allievo deve
Standard minimi di conoscenze e abilità nel secondo biennio
La valutazione insufficiente molto grave
Classe seconda
Obiettivi eccellenza:
Abilità e competenze da conseguire nel primo biennio
Classe quarta
Abilità e competenze da conseguire nel secondo biennio
Abilità e competenze da conseguire nell’anno conclusivo
Competenze da conseguire al termine del percorso:
Nuclei tematici
Elementi di valutazione:
Obiettivi di apprendimento
Secondo biennio
Strumenti di verifica
Obiettivi di eccellenza
Obiettivi formativi generali della disciplina
Mezzi e strumenti
Obiettivi didattici secondo biennio
Obiettivi didattici quinto anno
Contenuti secondo biennio e quinto anno



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   84   85   86   87   88   89   90   91   ...   109


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale