Piano educativo individualizzato



Scaricare 0.54 Mb.
26.01.2018
Dimensione del file0.54 Mb.



ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 1°

SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO “ F. PENTIMALLI”

VIA DANTE ALIGHIERI, 13 – 89013 GIOIA TAURO (RC)

C.F.: 82001840808 – C.M. RCIC859008

TEL. 0966/500898 – 505346 FAX 0966/51260

e-mail RCIC859008@istruzione.it
PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO
Alunno ___________________________________________________
nato a ________________________ il ________________________
classe ______ sezione _______


Insegnanti della classe




Cognome e nome

Italiano

Storia – Geografia

Scienze matematiche




Lingua Inglese




Lingua Francese




Lingua Spagnola




Tecnologia/informatica




Arte ed immagine




Musica




Scienze motorie e sportive




Religione




Sostegno




Ore settimanali di sostegno assegnate nell’anno scolastico 201­_ /201­_ ________________________


Diagnosi Funzionale:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


________________________________________________________________________________________________________________________

CARATTERISTICHE COMPORTAMENTALI




G
SI

NO

IN PARTE
estione dell’emotività



C
SI

NO

SI

NO

IN PARTE

IN PARTE
ollaborazione e


partecipazione Dipendenza

NO


SI


Frequenta: volentieri in modo assiduo in modo saltuario


SI



NO

IN PARTE

Accettazione delle regole

alta

bassa/indifferente

nulla/rifiuto

adeguata

Motivazione al lavoro scolastico

R
SI

NO

IN PARTE
ispetto degli impegni e delle responsabilità





PROFILO DIDATTICO

Descrizione della classe
N° alunni della classe _______
Situazione generale della classe. Presenza di altri alunni in situazione di handicap o in particolari difficoltà.

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________



ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA

(desunta dal PDF, dalla valutazione finale dell’anno precedente e dall’esito delle prove d’ingresso)


AREA AFFETIVO - RELAZIONALE


Area della socializzazione


Problematico


Abbastanza positivo

Positivo




rapporto con i compagni









rapporto con gli insegnanti









rapporto con gli adulti









Area degli Apprendimenti

Area linguistico-espressiva

(Italiano e Lingua straniera)



Non suff.


Parz. suff.


Suff

Buono




comunicazione non verbale











comunicazione verbale











lettura e comprensione del testo











Scrittura









Area storico-geografica

Non suff.



Parz.suff.



Suff

Buono




orientamento nello spazio











orientamento nel tempo











riferire un argomento di studio









Area logico-matematica


Non suff.

Parz.suff

Suff

Buono




ragionamento logico













numeri e operazioni













problemi (comprensione-risoluzione)












Area delle autonomie




Non suff.

Parz.suff.

Suff.

Buono




autonomia personale












autonomia sociale












autonomia scolastica












Area MOTORIO-PRASSICA





Non suff.

Parz.suff.




Suff

Buono




muoversi nell’ambiente
con padronanza













schema corporeo












motricità fine












autocontrollo












Area sensoriale

Area dello sviluppo percettivo


Deficitaria


Nella norma




percezione uditiva








percezione visiva








percezione tattile








percezione olfattiva e gustativa










AREA NEURO-PSICOLOGICA



Non suff.




Parziale


Sufficiente




attenzione









concentrazione









memoria





OSSERVAZIONI

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

AREE DI MAGGIORE CARENZA (difficoltà rilevate)

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________




ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO
Ore di intervento: _________

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

TABELLA PROGRAMMAZIONE SEMPLIFICATA

ITALIANO




MATEMATICA




SCIENZE




STORIA




GEOGRAFIA




LINGUE STRANIERE




TECNOLOGIA




MUSICA




ARTE E IMMAGINE




ED. FISICA













TABELLA PROGRAMMAZIONE DIFFERENZIATA

AREA LINGUISTICO-ESPRESSIVA




AREA LOGICO-MATEMATICA




AREA MOTORIO-PRASSICA



Il consiglio di classe, considerate le difficoltà e le risorse evidenziate dall’alunno, ritiene di proporre per lui un percorso formativo:




  • Curricolare, simile al percorso proposto al resto della classe, con semplificazione dei contenuti nelle seguenti discipline :

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


  • Individualizzato, con diversificazione, rispetto alla classe, delle conoscenze ed abilità, dei contenuti, delle attività e delle metodologie, nelle seguenti aree disciplinari:

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
- Modalità di apprendimento (relativamente ai locali: in aula, nei laboratori, nelle aule speciali, in ambienti esterni alla scuola; relativamente alla forma: da solo con l’insegnante di sostegno o altro insegnante/ tutor, in coppia, in piccolo gruppo, in classe, in gruppi interclasse)

- Strumenti compensativi previsti a sostegno dello studio (sintesi vocale, registratore, programmi di video scrittura con correttore ortografico, DVD, CD, calcolatrice, tabelle, formulari, mappe concettuali, schemi con le tappe di svolgimento dei compiti inerenti la disciplina, cartine geografiche e storiche, linea del tempo, dizionari di lingua straniera, in formato cartaceo e digitale, altro da indicare)

- Misure dispensative previste per rendere più agevole lo studio (semplificazione dei contenuti,assegnazione di tempi più lunghi di apprendimento, programmazione di verifiche e interrogazioni, altro da indicare)

METODOLOGIA

In relazione agli obiettivi e ai contenuti si utilizzeranno diverse strategie operative per coinvolgere attivamente l'alunno/a nel processo di apprendimento:





Inserire la x nelle arre interessatre







Lezione dialogata e simmetrica connessa agli argomenti trattati (individualizzata o di gruppo)




Osservazione ed analisi di materiale linguistico e didattico in genere




Analisi guidata di brani e di testi di vario genere attraverso domande, conversazioni e sintesi




Role-play: simulazione dei ruoli o interpretazione di parti




Fading: riduzione degli stimoli o interpretazione di parti




Chaining: suddivisione della abilità in una serie di passi che costituiscono le precise azioni da eseguire e la sequenza temporale dei passi stessi




Problem-solving: individuazione di procedure per risolvere un problema




Modeling: imitazione di modello.

In generale le strategie operative varieranno in corrispondenza dei diversi obiettivi e contenuti e lavoreranno sinergicamente per stimolare nell’alunno tutte le possibili facoltà e per renderle effettive ed efficaci.

Si cercherà di procedere sempre con estrema gradualità, dal semplice al complesso, dal reale all’astratto.

Si forniranno rinforzi verbali e scritti quali spiegazioni ulteriori, indicazioni di metodi di studio, integrazione di appunti, stesura di schemi riepilogativi

Si considereranno imprescindibili la ripetizione e la reiterazione.

Si utilizzerà il rinforzo positivo quale incoraggiamento e aiuto a sviluppare fiducia in sé e a rendere maggiore la tolleranza alle frustrazioni.

Tali strategie saranno organizzate e strutturate dall'insegnante calibrando percorsi informativi, formativi, tempi, esercizi, schematizzazioni relativi alla rispondenza quantitativa e qualitativa dell'alunno.
MEZZI E STRUMENTI:

□ Testi di supporto □ Sussidi multimediali e audiovisivi

□ Schede operative prestampate □ Mappe concettuali

□ Conversazioni guidate □ Cartelloni, fotografie, giornali

□ Quaderni di lavoro □ Libri di testo strutturati

□ Rubrica □ Giochi linguistici

□ Cruciverba □ Libri di testo

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

L’alunno/a sarà valutato in base al suo reale progresso di maturazione e di apprendimento rispetto alla situazione di partenza, attraverso verifiche periodiche programmate con i rispettivi insegnanti curriculari.

Le verifiche proposte all’alunno/a saranno in alcuni casi identiche a quelle proposte ai compagni, in altri casi semplificate e/o equipollenti.

Per la valutazione, il C. di C. terrà conto del grado di maturità e del livello di autonomia raggiunto nelle aree sopraesposte.

In sede di valutazione periodica si riporteranno nella scheda dell’alunno le opportune modificazioni dei descrittori.

Assumeranno valenza valutativa anche le osservazioni sistematiche del comportamento dell’alunno nelle diverse situazioni scolastiche.

Il presente Piano Educativo Individualizzato sarà sottoposto a verifica e, conseguentemente, ad eventuali cambiamenti degli obiettivi programmati, in un qualunque momento se ne ravvisi la necessità.



IL CONSIGLIO DI CLASSE


Italiano




Storia




Geografia - Cittadinanza e C.




Scienze matematiche




Lingua Inglese




Francese / Spagnolo




Tecnologia




Arte ed immagine




Musica




Scienze motorie e sportive




Religione




Sostegno



Il Dirigente Scolastico

Dott.ssa Luisa VITALE

GIOIA TAURO, _________________________

(DATA)





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale