Piattaforma tecnologica di Monitoraggio Qualità Servizi Erogati Architettura della Piattaforma di monitoraggio quali-quantitativo dei servizi erogati Documento di progetto



Scaricare 1.54 Mb.
Pagina1/13
12.11.2018
Dimensione del file1.54 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   13





Piattaforma tecnologica di

Monitoraggio Qualità Servizi Erogati


Architettura della Piattaforma di monitoraggio quali-quantitativo dei servizi erogati

Documento di progetto (Codice: A2P5)


Riferimento




Versione

0.1

Data

24 febbraio 2009

Destinatario

Gianluca Vannuccini

Comune di Firenze

Presentata da

Antonio Cavallari (Capo Progetto Altran)

Lista di distribuzione per approvazione da Enti Collaudatori



Nome

Data

Ente



24/02/2009

Comune di Firenze



24/02/2009

Comune di Parma



24/02/2009

Provincia di Padova

Indice


1 Introduzione 3

1.1 Scopo del documento 3

1.2 Definizioni e Naming Convention 4

1.3 Riferimenti 5

1.4 Overview 5

2 Rappresentazione architetturale 7

2.1 Architettura logica del sistema 7

2.2 Specifiche tecniche e funzionali dei moduli componenti la piattaforma 12

2.2.1 Anagrafe dei servizi [A3P8] 13

2.2.2 Tool di rilevazione dei parametri quanti/qualitativi [A3P1] 14

2.2.2.1 Tool di rilevazione dei parametri quantitativi 15

2.2.2.2 Tool di rilevazione dei parametri qualitativi 15

2.2.3 Modulo di Aggregazione dei dati di monitoraggio [A3P13] 17

2.2.4 Modulo di Business Intelligence [A3P11] 19

2.2.5 Amministrazione, gestione e servizi della piattaforma 20

2.2.6 Componente di Access Management 20

2.2.6.1 Attori del sistema, ruoli e autorizzazioni 21

2.3 Architettura fisica 21

2.3.1 Requisiti Hardware 22

2.3.2 Requisiti Software 23

2.4 Fattori architetturali 25

2.5 Decisioni architetturali 30

2.6 Viste architetturali 33

3 Use Case View 34

3.1 Registrazione di un servizio 34

3.2 Inserimento e aggiornamento manuale dei dati quantitativi 36

3.3 Creazione e pubblicazione di un sondaggio o un questionario 37

3.4 Inserimento manuale dei dati qualitativi 39

3.5 Processi di acquisizione, aggregazione ed elaborazione 40

3.6 Servizi di visura dati monitoraggio e gestione strumenti BI 42

4 Logical View 44

4.1 Autenticazione e profilazione dell’utente, single sign-on 44

4.2 Registrazione di un nuovo servizio 45

4.3 Aggregazione dei dati di monitoraggio – Acquisizione dati 47

4.4 Aggregazione dei dati di monitoraggio – Validazione ed elaborazione 48

5 Process View 51

6 Implementation View 53

7 Deployment View 55

7.1 Dispiegamento del prototipo 55

7.2 Dispiegamento in ambiente di collaudo 57

7.3 Dispiegamento in ambiente di produzione 57

7.4 Amministrazione del sistema 58




1Introduzione




1.1Scopo del documento


Lo scopo del presente documento, all’interno del progetto di realizzazione della Piattaforma di Monitoraggio Qualità Servizi Erogati nell’ambito del progetto IQuEL, è quello di definire le specifiche tecniche e l’architettura software della soluzione, analizzando nel dettaglio le caratteristiche architetturali a supporto della modularità e dell’adattabilità verso diversi contesti territoriali di Enti locali di dimensioni diverse (piccoli, medi e grandi Comuni, CST, Province).
Questo documento di progettazione, redatto secondo lo standard UML, modella i servizi offerti dalla piattaforma (architettura ed organizzazione dei moduli, formalizzazione delle strutture dati). Questo deliverable contiene, inoltre, la modellazione dei principali processi di comunicazione tra sottosistemi ed Enti, al fine di erogare i servizi di aggregazione, elaborazione, ricerca e presentazione che sono offerte dalla piattaforma.
Partendo dalla descrizione dei requisiti funzionali e non funzionali (usabilità, affidabilità, prestanza, scalabilità, interoperabilità, sicurezza, etc.) del sistema, nel rispetto dei vincoli tecnologici e delle modalità di dispiegamento richiesti dal Progetto IQuEL, si procede con la definizione dell’architettura funzionale della piattaforma, analizzata attraverso la definizione di un modello pienamente compatibile con l’architettura fisica degli ambienti operativi messi a disposizione dagli Enti.

In particolare, l’analisi si sviluppa attraverso la definizione di un modello logico del sistema (modello dei casi d’uso, diagrammi di sequenza più significativi per modellare il comportamento dinamico del sistema) e di un modello fisico del sistema (modello statico con la definizione delle interfacce applicative, topologie di dispiegamento per almeno tre distinte configurazioni: Ente singolo di grandi dimensioni, Ente singolo di medie dimensioni, Aggregazione di Enti di piccole dimensioni). Tali modelli descrivono formalmente i principali moduli componenti la piattaforma (anagrafe dei servizi, componente per la rilevazione dei parametri quanti/qualitativi, modulo di aggregazione dei dati di monitoraggio, modulo di business intelligence), il componente per la gestione degli accessi, i servizi di piattaforma a livello di amministrazione, configurazione e gestione.

Tale documento descrive il sistema nel suo complesso, individuando i componenti principali e analizzando la distribuzione delle competenze e delle responsabilità tra i singoli moduli. Le specifiche delle strutture dati e delle interfacce, umane e applicative, sono invece riportate nei deliverable architetturali documentali associati ai singoli moduli. In particolare, in A3P7 saranno fornite le specifiche di aggregazione dei dati, in termini di metodi esposti e strutture dati componenti. In maniera analoga, la documentazione sul’anagrafe dei servizi, sui diversi componenti del tool di rilevazione dei dati quali-quantitativi e sul modulo di business intelligence sarà fornita contestualmente alla consegna del deliverable software, in coerenza con quanto previsto nel piano di progetto.

La produzione di un datamart per ogni tipo di qualità analizzata è uno dei prodotti fondamentali dell’intero progetto: occorrerà costruire dei data mart ben condivisi con gli Enti, e dare loro adeguata visibilità all’interno dei deliverable. Le specifiche dei datamart prodotti sono descritte nella documentazione associata al modulo di business intelligence A3P11, assieme alla presentazione delle procedure ETL per l’aggregazione e l’elaborazione dei dati.





Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   13


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale