Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina100/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   96   97   98   99   100   101   102   103   ...   177

3. COMMENTO




3.1 Processo di callejizaciòn

Oliver prima di scegliere la strada, frequentava la scuola, raggiunge il terzo basico ma a metà anno conosce alcuni ragazzi di strada e soprattutto la droga. In realtà, prima rubava e beveva soltanto, ma quando comincia a frequentare alcune amicizie della strada, inizia a drogarsi, a perdersi prima nella marijuana, nel solvente, nelle pasticche e nella colla. Inizialmente frequenta la strada solo di giorno e torna la sera a casa, avvertendo però che uno di quei giorni i genitori non l’avrebbero più accettato. Non entra immediatamente in un gruppo di strada, prima vive per alcuni giorni da solo, poi conosce il gruppo della Parrocchia, attratto dal fatto che ci fossero ragazze e solvente.

I primi contatti che Oliver ha con la strada, confermano ciò che rilevano Anleu e Gonzalez (1996), anche lui cerca dei compagni e quindi un gruppo come forma di protezione ed un modo per imparare a vivere, insieme all’elemento della droga alla quale si avvicina per curiosità e per imitazione, infatti, anche prima frequentava la strada, ma, come lui stesso si definisce, “ero solo cachero”, in altre parole si dedicava solo al furto.

È interessante notare come durante le prime notti in strada, Oliver prova vergogna a dormire sui marciapiedi, sentimento che pian piano sparirà, adattandosi sempre più alla vita di strada, quando in pratica cominciano a cambiare le regole della sopravvivenza e la droga occupa uno spazio sempre più largo nel corso della giornata.







Condividi con i tuoi amici:
1   ...   96   97   98   99   100   101   102   103   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale