Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina101/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   97   98   99   100   101   102   103   104   ...   177

3.2 La strada

La giornata si trascorre in gruppo, dal momento del risveglio, andando a rubare, ad elemosinare e anche divertendosi, come per esempio andando in piscina. Nella notte si elemosina davanti ad un supermercato e ci si droga, si fuma piedra. Oliver preferisce rubare, spiegando che la sua motivazione è sempre il consumo di droga, mettendo il cibo come secondo fine, poiché questo può essere elemosinato. L’adattamento di Oliver alla strada è completo, anche lui, per sopravvivere deve ricorrere a delle attività “illegali”, come quella del furto: è questo il lavoro “fuorilegge” più praticato dai ragazzi, eseguito ed organizzato sempre in gruppo (Lutte, 2001), aspetto, quello della collaborazione, che caratterizza anche i furti di Oliver. Rubando però si va incontro a continui pericoli, dall’essere arrestato e torturato, fino ad essere ammazzato dalla polizia nazionale civile e dalle guardie private (Lutte, 2001), un rischio che Oliver corre in diverse occasioni con il suo gruppo: se da una parte conosce una piccola minoranza di poliziotti che definisce “tranquilli”, poiché danno loro da mangiare e consigli, dall’altra, la maggior parte sono acerrimi nemici dei ragazzi di strada, soprattutto con “quelli che facevano più cacha…”, cioè che rubano di più, ed Oliver è tra questi.

Oliver come ho già detto vive nel gruppo della Parrocchia, un gruppo numeroso, costituito da quasi 50 ragazzi, all’interno la solidarietà tra i compagni è continua, come quando arriva un ragazzo, sporco, con gli indumenti strappati e scalzo, che deve presentarsi a Casa Alianza o al Movimento: tutti si rendono disponibili andando a rubare vestiti e scarpe per lui, cioè si forma una vera e propria rete di relazioni tra i componenti del gruppo che forma una base di ricorsi, per la realizzazione di obiettivi specifici in determinati momenti di bisogno (Lucchini, 1996). Le relazioni con le altre bande non sono sempre buone, con alcuni, come il Concordia e il Colon, sono continue le risse spesso la causa sono le ragazze contese tra i ragazzi di gruppi differenti, inoltre come se non bastasse si aggiungono i camionisti della Palencia, zona vicina al parco della Parrocchia.

Concludendo, la sopravvivenza in strada di Oliver è sofferta, come per tanti altri ragazzi di strada, non sempre tutto va per il verso giusto, oscilla tra momenti in cui ha tutto ed altri in cui viene arrestato e picchiato dalla polizia, questo ci conferma come la scelta della strada è una scelta di autonomia, di liberazione dall’oppressione degli adulti, ma significa anche adattarsi ad una vita fatta di pericoli, instabile, continuamente minacciata dalla morte (Lutte, 2001).






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   97   98   99   100   101   102   103   104   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale