Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina130/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   126   127   128   129   130   131   132   133   ...   177

La comunità carceraria

Brenda viene accolta bene dalle altre detenute, anche se non mancano, come racconta, momenti di scontri violenti tra le recluse. La gestione dell’ordine è praticamente anarchica, a parte alcuni casi in cui interviene l’incaricata: quando scoppia una rissa, nessuno si intromette, le detenute vengono lasciate libere di azzuffarsi fino ad ammazzarsi.


La maternità
Brenda, nell’ultimo ingresso in carcere, è incinta, e per questo avrà un trattamento completamente differente dalle altre detenute, non dovrà fare le pulizie né caricare cose pesanti. Al momento del parto viene trasferita in ospedale, rischia di perdere il bambino non perché viene portata in ritardo ma più che altro perché non aveva le doglie, che devono provocarle in ospedale. Normalmente, come racconta, si viene trasferite al nono mese, quando cominci ad avere le doglie. A differenza di molte donne, che vivono il momento del parto con ansia e preoccupazione, a causa di un futuro “messo in dubbio dall’incertezza e dall’assenza di progettualità per se stesse e per il bambino…” (Campelli, Faccioli, Giordano, Pitch, 1992), Brenda sembra vivere con serenità questo momento. Inoltre, è fortunata, poiché il penitenziario, dove è reclusa, è dotato di un asilo, un grande spazio adibito esclusivamente alle mamme e ai propri figli.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   126   127   128   129   130   131   132   133   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale