Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina153/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   149   150   151   152   153   154   155   156   ...   177

3. COMMENTO




3.1 Processo di callejizaciòn

Francisca conosce la strada quando dalla sua città, Panacachel, parte verso la capitale, dopo che la mamma le ha dato cento quetzales per la spesa. Quando arriva nella capitale, viene lasciata nella ventesima strada, dove trova una situazione di povertà e di tristezza: parecchie persone sono buttate a terra a dormire, decide così anche lei di fermarsi lì per la notte. Quando si sveglia la mattina dopo vede alcune ragazze, inizialmente ha paura che le possono rubare il denaro che con sé, ma poi ognuna di loro comincia a raccontare i propri problemi familiari. Le ragazze le parlano della strada, spiegandole che è una vita dura poiché si è in continuo pericolo: a volte qualcuno, con dei regali cerca di avvicinarle, per poi violentarle. Le ragazze le consigliano di non fidarsi di nessuno e di rimanere sempre con loro, è pericoloso andare da sole in strada.

Inizialmente Francisca ha paura delle ragazze che incontra, ma il poter condividere con loro problematiche comuni, la fa sentire parte di qualcosa. Le ragazze che Francisca conosce assolvono le funzioni di protezione e di orientamento tipiche del gruppo di strada: la banda difende dagli attacchi esterni e permette al ragazzo o alla ragazza di imparare a vivere in strada (Anleu e Gonzalez, 1996; Lutte, 2001).

Grazie alle ragazze che incontra, Francisca apprende le prime tecniche di sopravvivenza in strada: quando non riescono a ottenere soldi elemosinando, si dedicano al furto. Le attività necessarie per la sopravvivenza si affinano, dopo il primo periodo passato in strada, si comincia a rubare, in gruppo, oggetti di valore e soldi (Anleu e Gonzalez, 1996).

L’incontro di Francisca con la droga avviene per gradi, in un primo momento, si limita ad osservare le altre ragazze e si rifiuta di assumerla, poi nel giorno di Natale, cominciò a fumare marijuana. Quando conosce un ragazzo, con lui comincia a bere e a prendere pasticche: inizia prendendone una metà ma poi aumenta sempre più, arrivando, in un momento di disperazione, a prenderne una dose tanto eccessiva da farla svenire. La conoscenza della droga avviene in parecchie occasioni per imitazione, solitamente gli altri compagni insegnano come usarla: se all’inizio il consumo di droga, è un elemento che determina l’appartenenza alla strada, in un secondo momento occupa uno spazio sempre più importante per la ragazza o il ragazzo di strada (ibidem).





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   149   150   151   152   153   154   155   156   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale