Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina25/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   ...   177

2. L’INTERVISTA



Prima della strada
La famiglia

Non ho molto da parlare sulla mia famiglia perché mai ho vissuto con loro…mio padre non l’ho mai conosciuto, diciamo che mia madre neanche la conobbi fino a tre anni che la venni a conoscere… Più o meno mi ricordo che avevo un padrino, lui beveva molto e ogni volta che tornava ubriaco picchiava mia madre o picchiava me e non so se mi fece una pressione anche… conobbi mia madre nel 97, non l'avevo mai conosciuta, lei parlò di Dio. Mi parlò di Dio e quando io l'ho accettato, non so, almeno una volta nella mia vita mi sono sentito felice, mi sentivo con un'allegria, però allo stesso tempo lei iniziò a crearmi…allo stesso tempo fece in modo che io cadessi ancora una volta indietro, perché quando in realtà io avevo bisogno di un suo aiuto, lei mi rifiutò e mi fece soffrire davvero tanto, perché io mi ero creato un’illusione, perché mai avevo provato l’amore di una famiglia.


Le altre istituzioni

…io sono stato a lavorare con Carlos Toledo, perché lo conobbi da piccolo, e mi integrai…ero di fiducia, sono stato un ladro ma so quando farlo e quando devo rispettare…da una parte va bene quelli che vanno a rubare, però d’altra parte, che scelgano anche la persona adeguata…lui era una bella storia, lui se avevi bisogno: “Figurati, ho un debito”, lui diceva: “Prendi” e ti dava un assegno…però a me non mi è mai piaciuto tirargli fuori i soldi, mi bastava ciò che lui faceva per me, mi dava da mangiare, un tetto, acqua, luce, e ogni tanto mi dava cinquanta o cento quetzales





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale