Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina29/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   177
L’uscita
Le relazioni con la strada

Quando entrai ero tutto impaurito, perché non ero mai entrato in una prigione, però per come ti trattano, esci furioso, e come se ti allenassero a uccidere, si esce già con più rabbia, e quando qualcuno ti si mette davanti, chiunque, anche fosse Golia e tu sei piccolino, non hai più paura, pur sapendo che ti colpirà, però sai che per lo meno gli farai qualcosa…questa è stato il mio modo di pensare. Avevo allo stesso tempo più coraggio e più paura…Ogni volta che ero arrestato e uscivo, dicevo a chi incontravo che potevo ammazzarlo e lo potevo pagare con il carcere, non so perché, ma avevo un gran rancore verso tutta la gente, un odio per tutte le persone, come se fossi rimasto traumatizzato…tornare in strada dopo essere uscito dal carcere, senti che qualcosa è cambiato…perché apprendi a sopravvivere, in un modo o nell’altro, sempre con dei rischi, però per sopravvivere devi passare un sacco di cose, così come un coyote, o un lupo, che quando vuole mangiare qualcosa deve rischiare, a volte andando in una casa a rubare una gallina, rischia di essere ammazzato, lo stesso può succedere a uno…in carcere si impara a sopravvivere…credo che siamo gli stessi, perché un animale o un lupo così, quando riescono a prenderlo vivo e viene messo in una gabbia, è possibile che rimanga debilitato, però sono rischi che si corrono per sopravvivere.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale