Pierpaolo Coccia


Processo di callejizaciòn



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina32/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   177

3.1 Processo di callejizaciòn

Luis sceglie la strada, quando non riesce più a sopportare la “pressione” che il patrigno esercitava su di lui, il fatto che tornasse sempre a casa ubriaco e picchiasse sia la madre che lui. Questa situazione spinge Luis ad andare via di casa e cominciare a dormire nei pressi di un mercato, dal quale partono bus ogni giorno. La sua curiosità per il Guatemala, lo spinge a partire un giorno su di un camion, lavorerà in diversi luoghi, dove verrà sempre sfruttato e maltrattato, infine accusato di furto, verrà mandato in un rieducativo della capitale, il Rafael Ayau. Sarà questo il luogo, dove Luis conoscerà realmente la strada e i “cattivi esempi”, come dice lui stesso. Infatti, come vediamo in Lutte (2001), Luis prende contatto con la strada in un riformatorio, non sappiamo con precisione se sia qualche coetaneo a iniziarlo. Riguardo al motivo della scelta, ciò che spinge Luis, inizialmente, non è la solo la sua situazione familiare: dobbiamo guardare alla scelta della strada come una ricerca di autonomia e quindi come una liberazione (ibidem). Luis, dopo essere partito per il Guatemala, non sceglie immediatamente la vita di strada, lo fa dopo il riformatorio, sia perché lì arriva a conoscerla, ma soprattutto perché viene da una serie di delusioni e di negazioni della sua autonomia ed indipendenza: i luoghi nei quali lavora deludono tutti le sue aspettative fino ad etichettarlo come ladro.






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale