Pierpaolo Coccia



Scaricare 0.67 Mb.
Pagina99/177
28.03.2019
Dimensione del file0.67 Mb.
1   ...   95   96   97   98   99   100   101   102   ...   177
L’uscita
Le relazioni con la strada

Uscii più arrabbiato, non finivo di uscire che volevo già andare a divertirmi e a drogarmi, appena uscivo dicevo: “voglio il mio solvente o il mio spinello di marijuana ” … adesso non ho questi pensieri perché adesso mi arrestano senza nessun motivo … la verità è che mi abituai ad essere arrestato.


Proposte d’intervento
La possibilità di organizzarsi dentro e fuori dal carcere per migliorare le condizioni di vita, difendere i propri diritti

Così come sei non puoi fare nulla, uno deve entrare nella polizia ed essere una guardia in carcere e poter così controllare e quindi fare qualcosa, altrimenti non ci sono possibilità … lì dentro accade spesso che quando viene qualcuno a visitarti, ti chiedono che cosa ti hanno lasciato, se non ti hanno lasciato nulla ti portano in bagno e cominciano a picchiarti, altrimenti ti tolgono tutto quello che hai.


L’aiuto e l’appoggio del movimento dentro e fuori dal carcere

A quelli che sono attivi, si, cioè a quelli che vanno generalmente al movimento. L’appoggio in pratica consiste nel fatto che ti vengono a visitare, a volte uno non conosce nessuno né del Terminal né del Parco.

Potrebbe darti un orientamento, cioè che ti orientino e tutto, però devi captare, devi essere sincero, perché immaginati quelli che entrano qui, a parecchi gli entra la A da un orecchio e gli esce la U dall’altro, non capisce nulla , quindi, per questo uno deve ragionare, è questo quello che ti dicono. Io so che questa non è una casa di riabilitazione, è solo un luogo (il movimento) di orientamento dove uno può orientarsi e venire a esprimere le proprie parole.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   95   96   97   98   99   100   101   102   ...   177


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale