Premio Internazionale Teresa Pomodoro per IL Teatro dell’Inclusione



Scaricare 171.5 Kb.
13.11.2018
Dimensione del file171.5 Kb.




Premio Internazionale Teatro dell’Inclusione
dedicato a Teresa Pomodoro

Milano, 19 maggio 2009 – L’Associazione NO’HMA e il Comune di Milano – Cultura, presentano il Premio Internazionale Teresa Pomodoro per il Teatro dell’Inclusione. Il nuovo Premio ha come obiettivo quello di contribuire a rivelare e promuovere quelle forme di “teatro dell’inclusione” che immettono le arti sceniche nel cuore delle società, restituendo al teatro il suo valore di esperienza, occasione di crescita e condivisione aperta a tutti i cittadini, senza distinzione di età, classe sociale, sesso e appartenenza geografica.


Il Premio è intitolato alla memoria di Teresa Pomodoro, originale ispiratrice e anima di una concezione del teatro aperto alla contaminazione fra le diverse discipline artistiche che, nello Spazio Teatro di Via Orcagna, si compenetrano idealmente in spettacoli, manifestazioni e incontri, animando così i luoghi della solitudine sociale e dell’emarginazione, perché il teatro si faccia ponte per gli esclusi e li renda protagonisti della sua arte, recuperandone la funzione morale che è prima di tutto catarsi, oltre il ruolo mimetico della tradizione aristotelica.

NO’HMA onora l’originalità della proposta di Teresa Pomodoro con la nascita del Premio Internazionale Teatro dell’Inclusione dedicato a Teresa Pomodoro con l’ambizione di scoprire in tutto il mondo ciò che significa rappresentare tematiche normalmente escluse dalla scena: quel teatro che dà voce all’emarginazione, al degrado, alle periferie, all’estraneità tra individui. Prendendo spunto dal Metateatro di Teresa Pomodoro si cercherà di conoscere e promuovere quelle esperienze che esprimono e sostengono la vita, abbattendo pregiudizi e barriere culturali. L’inclusione è accoglienza dell’altro attraverso un teatro che va oltre, alla ricerca del significato di dignità, di umanità e dei valori condivisibili da tutti.

Il Premio è proprio questo: l’esortazione a far luce nei luoghi bui della nostra anima abitati da indifferenza, egoismo, banalità, per fare emergere la bellezza e la grandezza dell’esperienza umana. Un teatro originale che attraverso mezzi espressivi eterogenei prende vita da storie di abbandono, sofferenza, razzismo, precarietà ma anche di riscatto sociale, di sensibilità al servizio degli altri: è lo spazio dove comunicare con le realtà ai margini del nostro campo visivo, con uomini e donne senza voce legati però a noi dalla comunanza di aspirazioni e necessità, quelle più connaturate alla nostra essenza di esseri umani. Un teatro, dunque, come luogo d’incontro fra esseri umani e fra linguaggi e arti.
Concorrono al Premio Internazionale Teresa Pomodoro per il Teatro dell’Inclusione quelle forme di teatro e quelle creazioni che hanno come finalità la condivisione dell’esperienza teatrale fra artisti e cittadini di diversa estrazione. Il Premio è rivolto alle produzioni e alle esperienze nazionali, europee e internazionali. Vi possono concorrere artisti di tutte le discipline oltre le forme tradizionali di teatro, compagnie, teatri, associazioni, istituzioni, non soltanto culturali e/o artistiche. Concorrono quegli spettacoli e quelle esperienze che affrontano tematiche rilevanti sotto il profilo sociale, ma sovente trascurate o omesse. Si terrà conto nella valutazione delle esperienze in concorso modalità e contenuti, processi attivati e tematiche affrontate.
La Giuria internazionale del Premio è composta di personalità del mondo della cultura, dell’arte, della società, che cambieranno ogni anno. La Giuria sarà coadiuvata da una rete internazionale di collaboratori del Premio che indicheranno alla Segreteria organizzativa del riconoscimento gli spettacoli, le esperienze, le creazioni che concorreranno ogni anno al Premio. Presidente della Giuria è Livia Pomodoro.

Il lavoro teatrale, vincitore del Premio, sarà lo spettacolo inaugurale della nuova stagione dello Spazio Teatro NO’HMA.


Il Premio verrà consegnato al vincitore, o ai vincitori, in una cerimonia che si terrà nel mese di novembre di ciascun anno. Il vincitore riceverà un’opera creata ad hoc da un artista scelto dai Promotori del Premio. Il riconoscimento prevede anche la presentazione dello spettacolo vincitore. Le segnalazioni delle opere in concorso dovranno pervenire alla segreteria del Premio entro il 30 settembre 2009.
Per lo Spazio Teatro NO’HMA, l’istituzione del nuovo premio si aggiunge alla già poliedrica attività che esso svolge sin dalla sua fondazione, diventandone il “cuore” e un ulteriore nesso con il mondo.

Per il Comune di Milano, rappresenta, invece, l’arricchimento della propria politica di sostegno e promozione dei premi teatrali cittadini, ma di rilevanza nazionale, che rappresentano un ulteriore sostegno alla creatività teatrale, che connota Milano quale capitale dello spettacolo. Fra tutti ricordiamo il Premio Milano per il Teatro di recente istituzione.

Ufficio Stampa Comune di Milano

02 884 50150/56796

www.comune.milano.it
Ufficio Stampa Spazio Teatro NO’HMA

0245485085 - 0226688369



www.nohma.it





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale