Progettare l’insegnamento piano di accompagnamento all'attuazione dell'obbligo di istruzione



Scaricare 445 b.
12.11.2018
Dimensione del file445 b.


PROGETTARE L’INSEGNAMENTO

  • Piano di accompagnamento all'attuazione dell'obbligo di istruzione


Le competenze indicate dalla Raccomandazione del Parlamento dell’Unione Europea, sono le seguenti:

  • Le competenze indicate dalla Raccomandazione del Parlamento dell’Unione Europea, sono le seguenti:

  • comunicazione nella madre lingua

  • comunicazione nelle lingue straniere

  • competenza matematica

  • competenze di base in scienza e tecnologia

  • competenza digitale

  • imparare ad imparare

  • competenze sociali e civiche,

  • spirito di iniziativa e imprenditorialità

  • consapevolezza

  • espressione culturale



In questa ottica si sente molto forte la necessità di coniugare curricolo formale e curricolo informale

  • In questa ottica si sente molto forte la necessità di coniugare curricolo formale e curricolo informale

  • Possedere saperi di cittadinanza significa comprendere il senso della propria esistenza, progettarla e guidarla, riempirla di significati per il sé, in funzione degli altri

  • I saperi di cittadinanza non sono aggiuntivi al curricolo, riguardano il curricolo, la didattica, l’organizzazione, le relazioni istituzionali e interistituzionali: il curricolo disciplinare deve farsi anche sapere sociale per garantire l’inclusione

  • Tutte le discipline, opportunamente calibrate, concorrono alla costruzione dei saperi di cittadinanza

  • Occorre ricercare coerenza nei POF, calibrando bene contenuti, tempi, forme e modalità di intervento



Gustavo Zagrebelsky in “Imparare la democrazia” riassume in 10 punti i contenuti minimi:

  • La fede in qualcosa

  • La cura delle personalità individuali

  • Lo spirito del dialogo

  • Lo spirito dell’uguaglianza

  • L’apertura verso chi porta identità diverse

  • La diffidenza verso le decisioni irrimediabili

  • L’atteggiamento sperimentale

  • La coscienza di maggioranza e coscienza di minoranza

  • L’atteggiamento altruistico

  • La cura delle parole



Non è possibile sviluppare alcune competenze chiave come “progettare”, “collaborare e partecipare”, “agire in modo autonomo e responsabile” senza attivare

  • Non è possibile sviluppare alcune competenze chiave come “progettare”, “collaborare e partecipare”, “agire in modo autonomo e responsabile” senza attivare

  • competenze disciplinari o di asse;

  • pratiche di lavoro di equipe

  • condivisione di obiettivi, strategie ed azioni.



A LIVELLO D’ISTITUTO

  • Recepire all’interno del POF le indicazioni per lo sviluppo e la certificazione delle Competenze Chiave di Cittadinanza che lo studente deve acquisire al termine dell’ istruzione obbligatoria



A LIVELLO D’ISTITUTO

  • Costituire un osservatorio privilegiato, formato dai docenti che si sono riuniti per confrontarsi su didattica e curricoli

  • Formare dipartimenti disciplinari



ALL’INTERNO DEL CONSIGLIO DI CLASSE SI DOVREBBE

  • ridurre l’incidenza delle pratiche di tipo prevalentemente trasmissivo;

  • privilegiare il come (la procedura) piuttosto che l’esposizione del cosa (il contenuto)

  • centrare l’apprendimento su situazioni problematiche reali; che favoriscono lo sviluppo di competenze

  • assegnare compiti che per loro natura richiedono la messa in campo da parte degli allievi, di azioni che hanno una valenza cittadinaria



Nell’immaginare compiti che per loro natura implichino sviluppo di competenze di cittadinanza e sia ai fini della riconsiderazione/ documentazione delle attività pregresse, sia della progettazione di esperienze formative, sia utile assumere a riferimento una

  • Nell’immaginare compiti che per loro natura implichino sviluppo di competenze di cittadinanza e sia ai fini della riconsiderazione/ documentazione delle attività pregresse, sia della progettazione di esperienze formative, sia utile assumere a riferimento una

  • MATRICE



LA MATRICE

  • Contesto: I bisogni formativi e le potenzialità espresse dagli allievi di un determinato gruppo classe

  • Oggetto: Il testo, il film, la fotografia, l’oggetto geometrico o matematico, il fenomeno, il tema, il problema, l’idea formativa … assunta a riferimento per la realizzazione di attività in cui sia implicato l’apprendimento di abilità e conoscenze connesse a competenze di Asse e di cittadinanza



LA MATRICE

  • Attività: La narrazione sintetica del “chi fa che cosa”, come, in quali contesti e con quali strumenti, i risultati e/o i prodotti attesi

  • Abilità e Conoscenze: Connesse a competenze di Asse e che costituiscono oggetto di verifica. E’ in questa sede che può essere realizzata la declinazione delle competenze di Asse. E può essere esplicitato il livello di apprendimento di tali competenze, in relazione non (solo) alle astratte potenzialità formative della disciplina, ma (soprattutto) alla descrizione delle concrete attività tramite le quali si ipotizza che l’allievo possa apprendere



LA MATRICE

  • Verifica e valutazione: L’esplicitazione degli strumenti e delle modalità tramite le quali misurare e valutare le conoscenze ed abilità che costituiranno oggetto di certificazione dall’osservazione (Rubric) alla somministrazione di prove strutturate, ecc.

  • Competenze di cittadinanza: L’esplicitazione delle competenze di cittadinanza correlate ai contenuti proposti ed alle attività realizzate, alle conoscenze ed abilità di cui è stato verificato l’apprendimento.

  • Raccordi: Con oggetti, attività relative ad altre Discipline / Assi.



LA MATRICE



PROGETTARE L’INSEGNAMENTO

  • Piano di accompagnamento all'attuazione dell'obbligo di istruzione







©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale