Programmazione didattica annuale



Scaricare 247.4 Kb.
Pagina1/2
18.11.2017
Dimensione del file247.4 Kb.
  1   2


ISTITUTO COMPRENSIVO n°1 DI MODENA
SCUOLA PRIMARIA “Giovanni XXIII”

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE




CLASSI SECONDE

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016






PATTO EDUCATIVO SCUOLA FAMIGLIA


La creazione di un clima positivo all’interno della classe necessita degli sforzi di tutte le componenti. Insegnanti, genitori e bambini, trovando strade di collaborazione e di confronto sereno, possono costruire un ambiente che favorisce l’apprendimento e che facilita lo sviluppo dei rapporti interpersonali.

Per questo vengono riportate le linee-guida che già lo scorso anno avevano introdotto il piano di lavoro annuale.



LE INSEGNANTI

I GENITORI

GLI ALUNNI

-Predispongono una suddivisione dell’orario di insegnamento il più possibile equilibrato nell’arco della giornata e della settimana e concordano le linee educative per la gestione dei momenti fissi.

- Progettano in team il piano di lavoro annuale definendo le compresenze e gli obiettivi educativi da promuovere e predispongono una programmazione di classe che tenga conto dei diversi ritmi e stili di apprendimento.

- Motivano gli alunni all’apprendimento , aiutandoli a scoprire e valorizzare le proprie

capacità e attitudini , spiegando loro dove sono arrivati, dove possono giungere e qual è il percorso formativo che devono compiere.

- Verificano all’inizio, durante e al termine dell’anno scolastico l’acquisizione delle competenze di base e il processo di maturazione dei bambini, favorendo l’autocorrezione e l’autovalutazione. Rendono espliciti i criteri di valutazione sia ai genitori che ai bambini.

-Seguono e aiutano gli alunni nel lavoro e sviluppano forme di apprendimento collaborativo tra compagni; promuovono un clima sereno e di fiducia reciproca che consenta a tutti di lavorare al meglio delle proprie potenzialità.

-Intervengono per affermare il rispetto delle persone e delle cose, e per far osservare le regole della classe e della scuola.

-Condividono con le famiglie le scelte educative, informano sull’andamento dell’attività didattica e sul percorso scolastico degli alunni.

-Sono disponibili al confronto con i genitori, durante i colloqui , nella ricerca di strade comuni per risolvere eventuali difficoltà.

-Garantiscono, nell’assegnazione dei compiti a casa, un carico equilibrato, tenendo conto della classe, delle ore di permanenza a scuola e delle festività.




-Contribuiscono a far conoscere il proprio bambino, comunicando aspetti importanti , consigliando e confrontandosi con le insegnanti.

-Parlano con i propri figli delle attività svolte a scuola.

-Controllano l’esecuzione dei compiti che servono ad esercitare e rinforzare le abilità apprese e che sono un’occasione di riflessione sullo stile di apprendimento del bambino.

-Valorizzano il lavoro eseguito in classe.

-Favoriscono l’autonomia personale dei figli, aiutandoli nell’organizzazione di tempi e spazi adeguati per i compiti e sollecitando alla cura del materiale scolastico.

-Leggono e discutono con i propri figli delle valutazioni date dagli insegnanti evitando il confronto con gli altri bambini e cercando di stimolare l’impegno individuale. Evitano critiche nei confronti dei docenti o della scuola alla presenza dei bambini.

-Conoscono e osservano il regolamento d’Istituto

-Responsabilizzano i propri figli al rispetto delle norme di vita scolastica.

-Si impegnano a partecipare agli incontri di tipo formalizzato(assemblee, colloqui individuali,…)

-Leggono puntualmente le comunicazioni sul diario o sul quaderno degli avvisi, siglando per presa visione.

-Se il figlio resta assente si informa da insegnanti o compagni sulle attività svolte e cercano di procurarsi il materiale indispensabile per recuperare.


-Partecipano attivamente alle lezioni rispettando i turni di parola.

-Sperimentano il piacere della “scoperta” e il gusto di imparare insieme agli altri recuperando i loro saperi spontanei.

-Si sforzano di rispettare i tempi previsti per le diverse attività.

-Si impegnano a costruire un clima di classe sereno e positivo, avendo “rispetto” per le insegnanti e per i loro compagni. Aiutano quelli in difficoltà.

-Partecipano a uscite e viaggi d’istruzione significativi per approfondire e ampliare le proprie conoscenze e le relazioni con gli altri.

-Si sforzano di riflettere sulle modalità e sugli esiti delle valutazioni accettando i rilievi e i suggerimenti degli insegnanti.

-Si impegnano a mantenere un comportamento corretto e rispettoso delle norme stabilite all’interno della classe e della scuola.

-Collaborano a rendere accogliente l’ambiente scolastico , utilizzando i materiali , gli spazi e le attrezzature con rispetto.

-Mostrano responsabilità nello svolgere gli incarichi assegnati (riordino aula, distribuzione materiali, camerieri, …)

-Gestiscono con cura e senza sprechi il materiale personale e collettivo.




LINGUA ITALIANA
Lo sviluppo di competenze linguistiche ampie e sicure è una condizione indispensabile per la crescita della

persona, per l’esercizio pieno della cittadinanza, per l’accesso critico a tutti gli ambiti culturali e per il

raggiungimento del successo scolastico. L’insegnamento della lingua italiana, quindi necessita di una

progettazione didattico – educativa flessibile e trasversale, che concorra ad uno sviluppo globale dei bambini che

dovranno padroneggiare le tecniche di lettura e di scrittura e imparare a comprendere e a produrre significati

attraverso la lingua scritta.

Per aiutare gli alunni a raggiungere progressivamente tali competenze si darà importanza all’ascolto e alla oralità,

prendendo spunto da situazioni relative al mondo sociale, naturale e fantastico proprio dei bambini.

Particolare attenzione sarà rivolta alla lettura. Verranno letti dall’insegnante diversi libri scelti sia dal repertorio

classico che contemporaneo. Sarà dato spazio alla lettura individuale degli alunni al fine di attivare tutte quelle

attività che contribuiranno alla comprensione del testo scritto, competenza necessaria e trasversale a tutte le

discipline.

Particolare attenzione verrà data al consolidamento dell’ortografia, come suggerito dal percorso di ricerca-azione

legato al monitoraggio della letto-scrittura, anche attraverso giochi con e sulle parole e schede di autocorrezione.

Si cercherà di attivare il piacere di scrivere, sia in gruppo che individualmente, attraverso la lettura di storie e testi,

l’osservazione di immagini stimolo, il completamento di parti mancanti in storie date, l’invenzione di filastrocche e

poesie, la corrispondenza con altre classi reali o fantastiche.

Si inizierà anche un lavoro di riflessione linguistica accompagnando i bambini all’osservazione della struttura della frase per coglierne le parti principali.



Gli insegnanti pertanto avranno particolari attenzioni nei momenti

- di progettazione delle proposte

- di scelta dei metodi

- di ESPLICITAZIONE degli obiettivi formativi

- di personalizzazione dell’intervento didattico

- di raccordo con gli esperti del “monitoraggio per la prevenzione dei disturbi specifici dell’apprendimento”, con i

quali si concorderanno eventuali percorsi specifici da proporre ad alcuni alunni

- di valutazione formativa e costruttiva delle risposte dei singoli alunni, guidando i bambini a prendere consapevolezza dei loro “punti di forza” e dei loro “punti di debolezza”.




ASCOLTARE/PARLARE
NUCLEI FONDANTI:


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
- Comprendere ed eseguire consegne orali

- Comprendere domande e fornire risposte adeguate

- Apprezzare l’ascolto di una lettura da parte dell’insegnante (piacere della lettura)

- Comprendere un testo ascoltato e rispondere a domande

- Comprendere e ricordare i contenuti essenziali di un breve testo ascoltato

- Cogliere le informazioni principali da una storia ascoltata

- Riferire con ordine regole e istruzioni

- Riferire una storia ascoltata

- Riferire esperienze rispettando l’ordine temporale

- Intervenire nel dialogo in modo ordinato e pertinente

- Formulare richieste e/o messaggi orali adeguati allo scopo

- Inventare e narrare un racconto partendo da stimoli visivi

- Comunicare in modo chiaro e comprensibile


SCRIVERE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
- Saper utilizzare il carattere corsivo

- Produrre semplici frasi

- Produrre semplici testi in coppia e individualmente

- Scrivere brevi messaggi, inviti, auguri, avvisi

- Produrre brevi filastrocche in rima

- Scrivere didascalie a commento di immagini

-Scrivere la parte iniziale di una storia

- Scrivere la parte centrale di una storia

- Scrivere la parte finale di una storia

- Scrivere una storia partendo da elementi dati ( due parole, personaggi, tempo)

- Scrivere una storia partendo da un’immagine

- Produrre brevi testi relativi a esperienze personali

- Produrre brevi testi con coerenza e connessione logica

- Rispondere per iscritto a domande relative a testi

- Sforzarsi di rendere la propria comunicazione scritta il più efficace possibile

- Arricchire il lessico




LEGGERE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
- Leggere un’immagine o una sequenza di immagini

- Leggere parole e testi in stampato maiuscolo, in script e in corsivo

-Utilizzare codici extralinguistici per comprendere brevi testi

- Leggere e comprendere brevi testi

- Leggere e comprendere frasi in sequenza

- Leggere e comprendere didascalie e consegne

- Leggere e comprendere filastrocche e poesie riconoscendone la rima

- Leggere correttamente a prima vista

- Leggere rispettando la punteggiatura

- Leggere, comprendere e completare storie con cloze

- Leggere e comprendere elementi intrusi (parole o frasi)

- Leggere e riconoscere la parte iniziale, centrale e finale di una storia

- Individuare le informazioni esplicite in testi narrativi, descrittivi e poetici

- Individuare le informazioni implicite in testi narrativi, descrittivi e poetici

- Leggere in modo espressivo



RIFLETTERE



OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
- Discriminare i suoni affini

- Conoscere e utilizzare le principali convenzioni ortografiche

- Conoscere e utilizzare l’accento, l’apostrofo e l’h

- Riconoscere l’ordine alfabetico

- Riordinare parole secondo l’ordine alfabetico

- Dividere correttamente le parole in sillabe

- Riconoscere la frase come un insieme ordinato di parole

- Riconoscere l’accordo soggetto – predicato e individuare la frase minima

- Iniziare ad utilizzare i principali segni di punteggiatura: punto, punto esclamativo, punto interrogativo, virgola

- Riconoscere il nome, l’articolo e il verbo

- Stabilire alcune relazioni di tipo lessicale (sinonimi, contrari, omonimi)

LINGUA INGLESE
Le abilità orali dell’ascolto e del parlato avranno la precedenza per favorire lo sviluppo della lingua che è condizione fondamentale per un possesso pieno del codice linguistico.

La scelta metodologica si basa principalmente sull’ approccio comunicativo. Pertanto sarà di tipo ludico –

comunicativo, basato cioè sul principio del “learning by doing”. Per questo verranno privilegiate le attività che

forniscono agli alunni occasioni reali per parlare ed ascoltare (pair work, group work, giochi di ruolo, uso di canti e

filastrocche, drammatizzazione).

Verrà data la massima importanza alla ciclicità degli argomenti, allo sviluppo del linguaggio passivo attraverso

l’ascolto e alla comprensione.

Si approccerà al linguaggio scritto e letto attraverso fumetti legati alle storie del libro di testo e a certe strutture di uso quotidiano.



Autumn

Lezione sulla stagione

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare la stagione dell’autunno

  • Ascoltare e identificare soggetti autunnali

  • Ascoltare e identificare aspetti del tempo atmosferico

  • Ascoltare, comprendere ed eseguire istruzioni

Lessico

  • berries

  • apples

  • a basket

  • wood

Forme linguistiche

  • It’s autumn.

  • It’s windy.




Interazione

  • Partecipare a una canzone mimata




Produzione

  • Nominare soggetti autunnali

  • Nominare soggetti legati all’ambiente del bosco

  • Dire espressioni del tempo atmosferico

Unit 1

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare i numeri da 1 a 10

  • Ascoltare e identificare i colori

  • Ascoltare e comprendere l’espressione Happy Birthday!

  • Ascoltare e comprendere la domanda per chiedere l’età

  • Ascoltare e comprendere la frase per dire l’età

  • Comprendere la domanda What colour is…?

  • Comprendere l’espressione Welcome

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • one

  • two

  • three

  • four

  • five

  • six

  • seven

  • eight

  • nine

  • ten

  • pink

  • yellow

  • red

  • brown

  • blue

  • whitw

  • purple

  • black

  • orange

  • green


Forme linguistiche

  • How old are you?

  • I’m (7).

  • Happy Birthday!

  • What colour is…?

  • (six)(purple)(berries)




Interazione

  • Formulare e ricevere auguri

  • Chiedere e dire l’età

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Dire i numeri da 1 a 10

  • Dire i colori

  • Formulare la domanda per chiedere l’età

  • Dire l’età

  • Formulare gli auguri

  • Indicare la quantità e il colore di oggetti




Unit 2

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare oggetti scolastici

  • Ascoltare e comprendere semplici istruzioni relative al posizionamento di oggetti

  • Ascoltare e comprendere la domanda What’s this?

  • Ascoltar e comprendere la domanda Is it a …?

  • Ascoltare e comprendere le risposte brevi Yes, it is./No, it isn’t.

  • Ascoltare una storia

Lessico



  • a ruler

  • a pen

  • a pencil

  • a rubber

  • a desk

  • a book

  • a chair

  • a bag

  • in

  • on

Forme linguistiche

  • What’s this?

  • It’s a (bag).

  • Is it a (pen)?

  • Yes, it is./No, it isn’t.

  • Put your (pen) in /on (your bag).



Interazione

  • Rivolgere domande su oggetti e rispondervi

  • Dare semplici istruzioni

  • Eseguire istruzioni ricevute

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Dire i nomi di oggetti scolastici

  • Rivolgere domandi su oggetti

  • Rispondere a domande su oggetti

  • Dare istruzioni relative alla posizione di oggetti

Winter

Lezione sulla stagione

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare la stagione dell’inverno

  • Ascoltare e identificare soggetti invernali

  • Ascoltare e identificare aspetti del tempo atmosferico

  • Ascoltare, comprendere ed eseguire istruzioni

Lessico

  • A snowball

  • skis

  • gloves

  • hot chocolate

Forme linguistiche

  • It’s winter.

  • It’s snowy.




Interazione

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Nominare soggetti invernali

  • Dire espressioni del tempo atmosferico

Unit 3

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare ambienti domestici

  • Ascoltare e identificare i componenti della famiglia

  • Ascoltare e comprendere la domanda per chiedere dov’è qualcuno

  • Ascoltare e comprendere frasi per localizzare persone in ambienti domestici

  • Ascoltare e comprendere la domanda Is he/she in the…?

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • an attic

  • a bathroom

  • a bedroom

  • a kitchen

  • a living room

  • grandma

  • grandpa

  • mum

  • dad

  • sister

  • brother

Forme linguistiche

  • Where’s (Bud)?

  • He’e/She’s in the (bedroom)?

  • Is he/she in the (kitchen)?

Yes./No.


Interazione

  • Formulare domande per localizzare persone in ambienti domestici

  • Rispondere a domande localizzando persone in ambienti domestici

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Dire le stanze della casa

  • Nominare i componenti della famiglia

  • Formulare la domanda per chiedere dov’è qualcuno

  • Localizzare persone negli spazi domestici

Unit 4

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare capi d’abbigliamento

  • Ascoltare e comprendere semplici istruzioni

  • Ascoltare e comprender frasi che esprimono percezioni termiche

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • a skirt

  • trousers

  • a hat

  • a jumper

  • socks

  • a coat

  • boots

  • shoes


Forme linguistiche

  • Put on. Take off

  • I’m hot./I’m cold.

  • A (red) (coat)

  • (blue) (trousers)

Interazione

  • Dare semplici istruzioni pe indossare e togliere capi d’abbigliamento

  • Eseguire istruzioni ricevute

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Dire il nome di capi d’abbigliamento

  • Descrivere capi d’abbigliamento

  • Esprimere percezioni termiche

Spring

Lezione sulla stagione

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare la stagione della primavera

  • Ascoltare e identificare soggetti primaverili

  • Ascoltare e identificare aspetti del tempo atmosferico

  • Ascoltare, comprendere ed eseguire istruzioni

Lessico

  • a rainbow

  • a chick

  • a nest

  • a butterfly

Forme linguistiche

  • It’s spring.

  • It’s rainy.




Interazione

  • Partecipare a una canzone mimata






Produzione

  • Nominare soggetti primaverili

  • Dire espressioni del tempo atmosferico




Unit 5

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare giochi e giocattoli

  • Ascoltare e comprendere frasi che esprimono possesso

  • Ascoltare e comprendere la domanda Have you got…?

  • Ascoltare comprendere frasi di invito a giocare

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • a robot

  • a paint box

  • Lego

  • A drum

  • a doll

  • cards

  • a game

  • a puzzle

Forme linguistiche

  • I’ve got (a doll/cards)

  • Have you got (a doll/cards)?

No, I’ve got (a game)

  • Let’s play football.

Interazione

  • Formulare domande sul possesso di giochi e giocattoli

  • Rispondere a domande indicando oggetti posseduti

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Dire i nomi di giochi e giocattoli

  • Dire frasi che esprimono possesso

Unit 6

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare ed identificare parti del corpo e del viso

  • Ascoltare e comprendere semplici istruzioni

  • Ascoltare e comprendere la domanda Have you got (blue eyes)?

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • hair

  • ears

  • eyes

  • a nose

  • a mouth

  • arms

  • hands

  • a body

  • legs

  • feet

Forme linguistiche

  • Have you got (brown hair)?

  • I’ve got (blue eyes) and (red hair).

Interazione

  • Eseguire istruzioni ricevute

  • Partecipare ad una canzone mimata

  • Rivolgere domande sull’aspetto fisico

Produzione

  • Dire il nome delle parti del corpo

  • Descrivere il proprio aspetto fisico

Summer

Lezione sulla stagione

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare la stagione dell’estate

  • Ascoltare e identificare soggetti estivi

  • Ascoltare e identificare aspetti del tempo atmosferico

  • Ascoltare, comprendere ed eseguire istruzioni

Lessico

  • a dragonfly

  • a boat

  • lemonade

  • a ladybird

Forme linguistiche

  • It’s summer.

  • It’s hot and sunny.

Interazione

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Nominare soggetti e animali estivi

  • Dire espressioni del tempo atmosferico




Unit 7

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare cibi e bevande

  • Ascoltare e identificare frasi che esprimono gusti

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • water

  • cheese

  • sandwiches

  • cakes

  • carrots

  • grapes

  • orange juice

  • crisps

Forme linguistiche

  • I like (cheese) and (crisps).

  • I don’t like (grapes).

Interazione

  • Comunicare i propri gusti relativi a cibi

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Dire i nomi di cibi

  • Esprimere i propri gusti relativi ai cibi

Unit 8

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare azioni

  • Ascoltare e comprendere semplici istruzioni

  • Ascoltare e comprendere frasi che esprimono capacitàe incapacità

  • Ascoltare e comprendere domande su capacità

  • Ascoltare una storia

Lessico

  • fly

  • climb

  • jump

  • dance

  • sing

  • run

  • catch

  • swim

Forme linguistiche

  • I can (jump).

  • I can’t (fly).

  • Can you (swim)?




Interazione

  • Eseguire istruzioni ricevute

  • Porre domande su capacità

  • Rispondere a domande su capacità

  • Partecipare ad una canzone mimata

Produzione

  • Dire il nome di azioni

  • Esprimere la propria capacità o incapacità nel compiere azioni

CLIL

Science: The weather

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare espressioni del tempo atmosferico

Lessico

  • rainy

  • sunny

  • foggy

  • windy

  • cloudy

  • snowy

  • hot

  • cold

Forme linguistiche

  • What’s the weather like?

  • Today, it’s (hot and sunny).



Interazione

  • Rispondere alla domanda What’s the weather like?

  • Partecipare a una canzone mimata

Produzione

  • Descrivere il tempo atmosferico

  • Chiedere che tempo fa

Maths: Shapes in our world

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare figure geometriche(solidi)

Lessico

  • cone

  • sphere

  • cylinder

  • cuboid

  • pyramid

  • cube

Forme linguistiche

  • How many (pyramids)?

  • What shape is it?

Interazione

  • Rispondere alla domanda How many (cones)?

  • Porre domande su forme geometriche(solidi)

  • Partecipare a una canzone mimata




Produzione

  • Dire il nome di forme geometriche(solidi)

  • Chiedere la quantità di forme geometriche

Art: Portraits

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare stati d’animo

  • Ascoltare e identificare diversi tipi di immagini

Lessico

  • drawing

  • photograph

  • painting

  • happy

  • sad

  • angry

  • scared

Forme linguistiche

  • I am (sad).

  • He’s (happy).



Interazione

  • Partecipare ad una canzone mimata



Produzione

  • Dire il nome di diversi tipi di immagini

  • Esprimere stati d’animo propri e altrui

Food science: Our food

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e identificare cibi

  • Ascoltare e comprendere frasi che indicano l’origine di alcuni cibi

Lessico

  • crisps

  • tomato sauce

  • eggs

  • cheese

  • orange juice

  • bread

  • animal

  • plant

Forme linguistiche

  • (Milk) comes from an animal.

  • (An apple) comes from a plant.

Interazione

  • Rispondere a domande indicando i soggetti appropriati

  • Partecipare ad una canzone mimata

Produzione

  • Dire il nome di cibi

  • Dire frasi per indicare l’origine di alcuni cibi




Culture

My clothes

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e comprendere espressioni che definiscono diverse tipologie di abbigliamento

Lessico

  • kilt

  • uniform

  • costumes

  • clothes

  • boots

  • shoes

Forme linguistiche

  • my football kit

  • my school uniform

  • party costumes

  • favourite clothes

  • my dream boots

Interazione

  • Recitare in gruppo una poesia

Produzione

  • Dire frasi per indicare diverse tipologie di abbigliamento

A summer fair

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e comprendere soggetti legati alle fiere paesane

Lessico

  • Dancing

  • Butterfly

  • dance

  • run

  • cakes

  • ice cream


Forme linguistiche

  • Hook a duck!

  • The sack race

Comprensione

  • Ascoltare e comprendere soggetti legati alle fiere paesane

Interazione

  • Recitare in gruppo una poesia

Produzione

  • Dire frasi per indicare soggetti legati alle fiere paesane

Festivals

Happy Christmas

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e comprendere parole legate al Natale




Lessico

  • Santa Claus

  • a reindeer

  • a sleigh

  • presents

Forme linguistiche

  • Happy Christmas!




Interazione

  • Cantare in gruppo una canzone tradizionale natalizia

  • Partecipare a un gioco tradizionale



Produzione

  • Nominare soggetti legati al Natale




Happy Easter

Abilità

Conoscenze

Comprensione

  • Ascoltare e comprendere parole legate alla Pasqua

Lessico

  • a hot cross bun

  • an Easter egg

  • a daffodil

  • an Easter card


Forme linguistiche

  • Happy Easter!

Interazione

  • Cantare in gruppo una canzone pasquale

  • Partecipare a un gioco tradizionale

Produzione

  • Nominare soggetti legati alla Pasqua

MATEMATICA
Come per lo scorso anno riteniamo importante ribadire che la matematica non sempre è avvertita dai bambini

come risposta a situazioni che si verificano nella realtà o all'interno di contesti, perciò partire da situazioni basate



sull'esperienza dei bambini ci sembra senza dubbio uno dei punti più validi per la conoscenza di questa

disciplina.

Individuato l'argomento o un determinato problema, si solleciterà e si guiderà l'analisi , la discussione e una

prima” argomentazione in modo che ciascun alunno senta riconosciuto il proprio contributo ed inizi l'attività in

un'atmosfera emotiva favorevole.

Il momento successivo, ove possibile, sarà quello dell'esperienza diretta, manipolativa e/o motoria, attività che

favorisce la memorizzazione e facilita la verbalizzazione dell’esperienza effettuata e l’uso di artefatti ( cannucce,

abaco, linea dei numeri , € di cartone , pallottoliere , Pascalina,...) aiuterà l’appropriarsi del concetto aritmetico.

Attraverso la comunicazione delle esperienze, gli alunni si renderanno conto dei processi intervenuti nell'attività

pratica e si avvieranno alla generalizzazione di una regola o alla costruzione dei concetti. Questo passaggio sarà

sempre successivo, sempre graduale in modo da rispettare i diversi ritmi e stili cognitivi di ognuno, favorendo

mentalità che non si fermano all'osservazione superficiale, ma che si avviano verso la scoperta di collegamenti,

leggi e principi.

In questo modo l'attività matematica risponde ad un obiettivo che coinvolge la formazione globale della personalità

dell'alunno educandolo al confronto di idee, di comportamenti e di soluzioni alternative, in un clima positivo di

socializzazione.

Si cerca di adottare maggiormente una didattica inclusiva dove anche l’alunno che presenta difficoltà possa

raggiungere la competenza attesa , insistendo sempre sul percorso concreto-astratto, percorrendo con varie



strategie il cammino per giungere al concetto matematico ritenendo primario il ritmo dell'apprendimento di ognuno.


NUMERI
NUCLEI FONDANTI:

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

  • Saper contare , in senso progressivo e regressivo almeno fino al 100

  • Saper confrontare e ordinare quantità utilizzando anche i simboli < > =

  • Saper leggere e scrivere i numeri naturali sia in cifra che in parola entro il 100

  • Saper raggruppare oggetti in base 10 e conoscere il sistema decimale e posizionale

  • Saper operare cambi comprendendo il valore posizionale delle cifre

  • Riconoscere i numeri pari e i numeri dispari e le loro caratteristiche

  • Saper eseguire addizioni e sottrazioni operando strategie mentali (calcolo orale) di composizione e

  • scomposizione (anche con uso di artefatti)

  • Memorizzare le tabelline .

  • Saper eseguire addizioni, sottrazioni e moltiplicazioni tra i numeri naturali entro il 100 utilizzando gli algoritmi

  • di calcolo

  • Saper riconoscere situazioni problematiche che richiedono la struttura additiva (addizione e sottrazione) e

  • la struttura moltiplicativa diretta (moltiplicazione)

  • Saper riconoscere situazioni di divisione in contesti concreti.

  • Saper riconoscere in una situazione problematica i dati utili per la risoluzione.


SPAZIO E FIGURE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

    • Saper riconoscere confini e regioni

    • Sapersi muovere all’interno di mappe , cartine e reticoli e diagramma cartesiani

    • Saper riconoscere i diversi tipi di linee

    • Saper identificare e denominare correttamente le principali figure geometriche


RELAZIONI, DATI E PREVISIONI
Saper riconoscere e operare con figure simmetriche .

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

  • Saper classificare numeri, figure , oggetti in base ad una o più proprietà utilizzando rappresentazioni

  • opportune

  • Saper descrivere , confrontare e classificare oggetti diversi, individuando alcune delle loro proprietà

  • Saper utilizzare i connettivi logici : e , o , non

  • Saper rappresentare relazioni, sia tra oggetti che tra numeri , con diagrammi, schemi e tabelle

  • Saper raccogliere dati e informazioni, rappresentandoli in semplici grafici o diagrammi

  • Saper leggere un semplice grafico a colonne e individuarne i dati in esso rappresentati

  • Saper riconoscere , in situazioni concrete, se esse sono certe , possibili o impossibili



SCIENZE
Anche per la classe seconda , per continuare la costruire di un atteggiamento scientifico, occorre lasciar parlare

i bambini di oggetti e fenomeni familiari e/o naturali : descrivere, mettere in relazione, raccontare preconoscenze,

fare osservazioni e ipotesi esplicative, rappresentare(utilizzare il METODO SCIENTIFICO) .

Non dimentichiamo, infatti, che i bambini hanno un ricco patrimonio di esperienze di osservazione. Ogni volta che

all'osservazione segue una verbalizzazione, una domanda o quando il semplice vedere, toccare, sentire sono

accompagnati dal raccontare le informazioni raccolte, le prime idee sul mondo e sui fenomeni prendono forma.

È necessario portare alla luce ciò che ogni bambino sa dei fatti e dei fenomeni osservati , mettendolo a confronto

con quello dei compagni, facendoli discutere e argomentare le loro tesi , fino a giungere , in seconda battuta, ad

una correttezza scientifica presentata dall’insegnante.

L'attività di osservazione scientifica avverrà, ogni qualvolta sia possibile, direttamente nell'ambiente o in spazi fisici

adatti alle esperienze concrete e alle sperimentazioni , partendo da contenuti cognitivamente dominabili dal

bambino, motivanti e accessibili.

Attraverso:

· l'esplorazione dell'ambiente circostante utilizzando i sensi

· l’osservazione diretta e la descrizione dei fenomeni che in esso avvengono,

· la discussione e il confronto

· la formulazione di ipotesi

· la verifica

si porteranno i bambini a conoscere e comprendere la realtà.


NUCLEI FONDANTI:


OSSERVARE E SPERIMENTARE SUL CAMPO


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:


  • Saper osservare , descrivere, confrontare e correlare elementi della realtà circostante.

  • Saper riconoscere i diversi elementi naturali e coglierne le prime relazioni.

  • Acquisire familiarità con la variabilità dei fenomeni atmosferici osservati quotidianamente

  • Saper valutare cambiamenti periodici legati soprattutto ai fenomeni atmosferici e alla temperatura

  • Saper individuare e riconoscere le qualità e le proprietà di oggetti e materiali

  • Provocare trasformazioni variandone le modalità, e costruire storie per darne conto: “che cosa succede se…”, “che cosa succede quando…”;


L’UOMO, I VIVENTI E L’AMBIENTE


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

  • Saper distinguere gli esseri viventi dai non viventi

  • Saper riconoscere somiglianze e differenze tra gli esseri viventi (animali e piante), operando classificazioni secondo criteri diversi, tramite l’osservazione delle piante e degli animali presenti nel giardino della scuola, la cura dell’orto scolastico, ecc.

  • Conoscere il ciclo vitale di una pianta e riconoscere nella realtà, i diversi stadi.

  • Saper riconoscere i diversi elementi di un ecosistema esplorato e cogliere le prime relazioni tra i vari

  • elementi.

  • Saper osservare e interpretare le trasformazioni ambientali sia di tipo stagionale , sia in seguito all’azione modificatrice dell’uomo.


STORIA e GEOGRAFIA
L’insegnamento della storia e della geografia, in continuità con il bagaglio culturale dei bambini, si pone l’obiettivo

di fornire gli strumenti di alfabetizzazione primaria.

Le attività didattiche partiranno, per approccio graduale, dall’idea che ciascun alunno ha del tempo e dello spazio e

dei modi di considerarlo, per arrivare ad una strutturazione consapevole del tempo storico e dello spazio

geografico.

I bambini, attraverso esperienze stimolanti, attiveranno i concetti organizzatori di : successione, durata,

contemporaneità, evento, mutamento, permanenza, causa, topologia, spazialità, rappresentazione, simbologia.

In modo particolare verranno osservati gli ambienti della scuola e costruiti percorsi, anche in mappa, come primo

approccio all’utilizzo della simbologia per rappresentare spazi.

I bambini saranno avvicinati al lavoro dello storico ricostruendo la storia di alcuni oggetti o di periodi della vita degli alunni stessi.




ORIENTAMENTO SPAZIO TEMPORALE

STORIA
NUCLEI FONDANTI:

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

  • Rappresentare graficamente e verbalmente eventi, fenomeni osservati, fatti vissuti e narrati rispettando la successione temporale

  • Riconoscere e utilizzare misure convenzionali di tempo (le ore, i giorni, la settimana, i mesi, le stagioni )


RICOSTRUZIONE E NARRAZIONE
Riconoscere relazioni di contemporaneità, cicli temporali, mutamenti o permanenze di fenomeni ed esperienze vissute e narrate
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

  • Individuare relazioni di causa- effetto

  • Saper leggere le tracce di fatti accaduti

  • Comprendere che una storia vera si basa su fatti documentabili (distinguendola da storie fantastiche)

  • Distinguere e confrontare alcuni tipi di fonte storica: orale, scritta e iconografica

  • Ricostruire da fonti di tipo diverso elementi della storia personale o della classe.

  • Usare gli strumenti concettuali di tempo, luogo, fatto e cambiamento per descrivere la propria storia o quella della classe

  • Ricostruire e narrare momenti della propria esperienza individuale e collettiva.

  • Rappresentare in forma iconografica esperienze e attività sia personali che collettive

  • Collocare sulla linea del tempo fatti ed eventi della propria vita e della vita della classe.

GEOGRAFIA


ORIENTAMENTO SPAZIO TEMPORALE
NUCLEI FONDANTI:

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

  • Usare gli indicatori spaziali: sopra, sotto, dx, sx, rispetto a sé e a un altro punto di vista.

  • Definire lo spazio rispetto a sé, anche in senso personale(spazio vissuto).

  • Osservare lo spazio vissuto e individuare punti di riferimento locali per orientarsi.

  • Compiere percorsi orientandosi attraverso i punti di riferimento individuati.

  • Cercare di individuare punti di riferimento universali, per l'orientamento in luoghi sconosciuti.

  • Classificare gli spazi noti in base al loro utilizzo e alla loro funzione.


LEGGERE IL PAESAGGIO




Condividi con i tuoi amici:
  1   2


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale