Protocollo generale



Scaricare 291.28 Kb.
26.01.2018
Dimensione del file291.28 Kb.




COMUNE DI LEGNANO

Settore 3° - Assetto e Gestione del Territorio

Servizio Edilizia Privata

Marca


da bollo

€ 14,62














PROTOCOLLO GENERALE


DOMANDA per il rilascio del

PERMESSO DI COSTRUIRE

(artt. 11./.15 D.P.R. 380/2001)

Il/i sottoscritto/i, (allegare elenco in caso di diversi intestatari)




PROTOCOLLO DI SETTORE


Sig. /Soc________________________________________
c.f. /p.i._________________________ tel. ____________
residente/con sede in_______________________ n. ____
Sig. /Soc________________________________________
c.f. /p.i._________________________ tel. ____________
residente/con sede in_______________________ n. ____





RISERVATO ALL'UFFICIO
PDC n° _____________
VISTO DI

PRESENTAZIONE ________


avente/i titolo ai sensi dell'art. 11 del D.P.R. 380/2001 presenta/no, al fine dell'approvazione ai sensi di legge e del vigente regolamento edilizio, l'allegato progetto per lavori di:

(descrizione sintetica)________________________________________

________________________________________________________


ZONA DI P.R.G.

__________________________________________


TIPO DI INTERVENTO (allegato A alla delib. G.R. n° 6/38573 del 25/9/98)

manutenzione straordinaria restauro/risan. conserv. ristrutturazione

nuova edificaz./ampliamento ricostruzione demolizione

variante sostanziale


variante in corso d'opera
sanatoria



DATI RELATIVI ALL'IMMOBILE



Ubicazione

-

Dati catastali

Via /P.zza ________________________________________________ N° __________


Catasto terreni - fabbricati Fg.____ mapp.______________________ sub__________
Fg. ____ mapp.____________________ sub___________

(allegare elenco in caso di ulteriori dati catastali)





DATI RELATIVI AI PROFESSIONISTI INCARICATI




Progettista

Titolo_________ Nome ___________________________________ Isc. Albo n._______ Prov.___


c.f.___________________ indirizzo ___________________________________________ n. ___
tel. _______________ fax __________________ cell. _______________e-mail ______________



Direttore

dei lavori

Titolo_________ Nome ___________________________________ Isc. Albo n._______ Prov.___


c.f.___________________ indirizzo ___________________________________________ n. ___
tel. _______________ fax __________________ cell. _______________e-mail ______________



Calcolatore

opere C.A.

Titolo_________ Nome ___________________________________ Isc. Albo n._______ Prov.___


c.f.___________________ indirizzo ___________________________________________ n. ___
tel. _______________ fax __________________ cell. _______________e-mail ______________




Esecutore

dei lavori

Timbro comprensivo di c.f. o p.i., sede, telefono.







ELABORATI PROGETTUALI ALLEGATI (allegare elenco in caso di ulteriori elaborati)



TAV. N°



N. COPIE


DESCRIZIONE



























































La presente domanda non verrà ritenuta meritevole di istruttoria se non corredata dagli elaborati di progetto di cui all'art. 24 del Vigente Regolamento Edilizio (vedi elenco oltre riportato)



DESCRIZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE









esistente



In previsione


Note


SEDE STRADALE





  • SI




  • NO




  • SI




  • NO





MARCIAPIEDI




  • SI







  • NO




  • SI




  • NO





RETE DI FOGNATURA




  • SI







  • NO




  • SI




  • NO





RETE ENERGIA ELETTRICA




  • SI







  • NO




  • SI




  • NO





RETE GAS ED ACQUA




  • SI







  • NO




  • SI




  • NO






I sottoscritti dichiarano che l'allegato progetto è compilato in piena conformità alle norme e leggi vigenti, nonché ai vigenti regolamenti edilizi, d'igiene, di fognatura ecc., nei riguardi pure delle proprietà confinanti e ciò ad ogni effetto anche di fronte ai terzi e cioè con assoluto sollievo da ogni responsabilità del Comune.





I sottoscritti sono consapevoli che, a norma dell'art. 29 del D.P.R. 06-06-2001 n. 380, il titolare del permesso di costruire, l'assuntore dei lavori ed il direttore dei lavori sono responsabili di ogni inosservanza, delle norme generali di legge e dei regolamenti, così come delle modalità esecutive che siano fissate nel permesso di costruire



Qualsiasi comunicazione e/o notifica di provvedimento relativa alla presente pratica va indirizzata a :
………………………………………………………………………………………………………………………………


FIRMA DEL / DEI TITOLARE/I

…………………………………………………………………

…………………………………………………………………





FIRMA DEL PROGETTISTA

…………………………………………………………………

…………………………………………………………………






FIRMA DEL DIRETTORE DEI LAVORI

…………………………………………………………………

…………………………………………………………………






FIRMA DELL'ESECUTORE DEI LAVORI

…………………………………………………………………



…………………………………………………………………



PERMESSO DI COSTRUIRE AI SENSI DEL D.P.R. 380 DEL 6-06-2001

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

( barrare le caselle interessate)


  • elaborati grafici in triplice copia in conformità all'art. 24 del Vigente Regolamento Edilizio;




  • titolo di proprietà od altro titolo ai sensi dell’art. 4 della l. 10/77 (art. 20 comma 1 D.P.R. 380 del 6-06-2001);

  • atto notorio ai sensi dell’art. 8.7 delle vigenti N.T.A.;




  • dichiarazione ai sensi dell'art. 3.1.4 - 3.1.5 o 3.1.6 (se attività produttiva) e dimostrare l'avvenuto pagamento della tariffa per la specifica prestazione igienico-sanitaria (come da delibera del direttore generale dell'ASL n. 1, n. 528 del 19/06/1998) - o autocertificazione (solo per interventi residenziali) ai sensi dell'art. 5 comma 3 lettera a del D.P.R. n. 380 del 6-06-2001;




  • documentazione fotografica che evidenzi le caratteristiche dell'intorno dell'edificio;




  • relazione tecnica comprensiva della descrizione di eventuali vincoli desunti dalle tavole di P.R.G. e dei materiali di finitura (definizione colori ed elementi decorativi);




  • relazione in ordine agli impianti termici;




  • notifica piano di lavoro ex art. 34 D.Lgs 277/91 per lavori di rimozione di copertura in cemento/amianto;




  • se l'intervento prevede opere di demolizione, presentare le seguenti dichiarazioni:

  1. conformità all'art. 3.3.4 del vigente R.L.I., relativo alla derattizzazione dell'area;

  2. al pieno rispetto art. 11 R.E. per demolizioni;

  3. di non contaminazione del suolo (art. 3.2.1. del Vigente R.L.I.), o dettagliata relazione tecnica;




  • documentazione previsionale di impatto acustico e/o relazione attestante il clima acustico di cui alla legge 447/95, redatta da tecnico competente in acustica ambientale (duplice copia);




  • per interventi residenziali: - dichiarazione del progettista che attesti il rispetto dei requisiti acustici passivi degli edifici, stabiliti dal D.P.C.M. 5/12/1997;




  • per interventi produttivi: - presentare documentazione, ai sensi dell'art. 7 comma 3 della l.r. 13/2001, attestante il rispetto dei requisiti acustici passivi dei materiali dell'edificio in progetto da parte di tecnico competente in acustica ambientale ai sensi della l. 447/95 (duplice copia);




  • progetto in duplice copia, o dichiarazione di esonero, relativo all'impianto di illuminazione esterno in conformità a quanto disposto dalla l.r. 17/2000 e dei relativi criteri di applicazione (D.GR. 20-09-2001 n. 7/6162);




  • dichiarazione da cui risulti se l'attività rientri o meno tra quelle elencate nella tabella al D.M. 16-02-1982 o D.P.R. 16-05-1959 n. 689 (tab. A o B). In caso di riscontro positivo occorre presentare, ai sensi della legge 26-07-1965 n. 966, D.P.R. 29-07-1982 n. 577 e D.P.R. 12-01-1998 n. 37, idonea documentazione in duplice copia conforme a quanto indicato nell'allegato 1 del D.M. 04-05-1998 (G.U. 07-05-1998 n. 104);




  • dichiarazione di conformità e progetto adeguato ai sensi della l.13/89 e l.r. 6/89 relative all’abbattimento delle barriere architettoniche ( art. dal 77 all'art. 82 del D.P.R. 06-06-2001 n. 380);




  • idonea documentazione per l'acquisizione dell'autorizzazione, agli scarichi in fognatura comunale, o copia dell'autorizzazione rilasciata dall'AMGA;




  • idonea documentazione per l'acquisizione del N.O. alla realizzazione dei parcheggi esterni;




  • modulo, debitamente compilato, relativo al patrimonio arboreo;




  • idonea documentazione per l'acquisizione dell'autorizzazione del corpo forestale dello stato per la modifica di destinazione d’uso dell’area ai sensi della l.r. 8/76;




  • dettagliato computo metrico estimativo delle opere per il calcolo dell’onere di costo (se commerciale);




  • distinta delle superfici utili residenziali e non residenziali per il calcolo dell’onere di costo ///

All. 1 (frontespizio)



DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO


(Art. 47 e 38 DPR 28.12.2000 n. 445)
Il sottoscritto ……………………………………………………………………………………………
nato a …………………………………………………………. il ...…………………………..
residente a …………………………………… Via ………………………..……………………...

consapevole della responsabilità penale prevista dall’art. 76 del DPR 28.12.2000 n. 445,



D I C H I A R A




  1. al fine di quanto previsto dall’art. 11 del D.P.R. 06.06.2001 n. 380, che ha titolo per richiedere il permesso di costruire in atti municipali n. / sull’area ubicata in Via ………………………… distinta catastalmente ai mapp. …………. ………….del foglio n. …. della superficie complessiva di circa mq. ………….;-------------------------------------------------------------------------------------

  2. che l’area di cui al punto 1, ai sensi dell’art. 8 delle N.T.A. del nuovo Piano Regolatore Generale in revisione del vigente, adottato dal Consiglio Comunale con delibera n° 38 del 23.04.2001 e controdedotte le osservazioni con delibera del Consiglio Comunale n° 24 del 26.03.2002; approvato con prescrizioni dalla Giunta Regionale con delibera n° 12783 del 16.04.2003, non proviene da frazionamenti di aree già utilizzate al fine del computo della capacità insediativa per cui la suddetta area non risulta satura e pertanto ha la capacità edificatoria prevista dal medesimo.------------------------

La presente dichiarazione è prodotta ad uso pratica edilizia per cui, ai sensi dell’art. 10 della legge n. 675/1996, preso atto che i dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti, potranno essere utilizzati esclusivamente per tale scopo.


Letto, confermato e sottoscritto.
IL DICHIARANTE
____________________________________
Legnano, lì……………………

Si allega fotocopia carta di identità



All.1 - (retro)

Estratto dell’art. 8 - Norme Tecniche di AttUazione del vigente P.R.G.


ART. 8 - AREE DI PERTINENZA
8.1. Le aree di pertinenza, libere da edificazione o occupate da edifici, costituiscono le superfici che determinano, applicando gli indici urbanistici, la massima densità fondiaria ammessa.
8.2. Le aree di pertinenza sono assoggettate a specifico vincolo di asservimento alle prescrizioni del piano da costituirsi a mezzo di atto soggetto a trascrizione nei pubblici registri immobiliari a cura e spese dei proprietari o degli eventuali aventi titolo.

L’Amministrazione Comunale conserva copia di detti atti in appositi registri consultabili dal pubblico.


8.3. Un’area di pertinenza si definisce satura quando gli edifici costruiti sulla stessa abbiano completamente utilizzato l’edificabilità concessa dall’indice urbanistico previsto per la stessa dal P.R.G..
8.4. Il vincolo di asservimento permane fino al permanere degli edifici.
8.5. Le aree di pertinenza relative agli edifici esistenti possono essere conteggiate, ai fini dell’utilizzo degli indici di edificabilità, solo per saturare l’edificabilità prevista dalle presenti norme.
8.6. Ove le aree di pertinenza appartengano a più proprietari, l’atto di cui al precedente punto 8.2 deve essere sottoscritto da tutti gli aventi diritto.
8.7. I lotti di aree edificabili che pervengono da frazionamenti di aree già utilizzate al fine del computo della capacità insediativa ancorché non asserviti non potranno essere oggetto di calcolo di insediabilità se non per la eventuale parte residuale di capacità edificatoria.

Ne consegue che eventuali frazionamenti di aree urbane dovranno individuare l’area di pertinenza dell’edificio esistente in relazione ai parametri attribuiti dallo specifico azzonamento.


8.8 In mancanza di un preventivo piano attuativo - ai fini del rilascio/formazione di titoli concessori singoli (autorizzazioni/concessioni/D.I.A.) volti alla realizzazione di nuovi interventi o di ampliamenti di manufatti già esistenti - è necessaria l'individuazione planivolumetrica delle relative aree di pertinenza fondiaria.

All.2







Al Sig. Sindaco

del Comune di LEGNANO


OGGETTO: dichiarazione riguardante il patrimonio arboreo all’interno del lotto interessato

dall’intervento edilizio – (Deliberazione C.C. n. …….. in data ……………....).


Il sottoscritto ……………………………………………………………………………………………………

residente in via ……………………………………………………………………………………………….....

città ……………………………………………. tel. …………………………………………………………..

in qualità di proprietario del terreno sito in Legnano in via ……………………………………………………

e distinto al mapp. n. ………………………… del foglio ……………………………………………………..
Dichiara


  • Che non vi sono essenze arboree rientranti nel regolamento e che pertanto non necessita alcun parere.




  • Che il patrimonio arboreo all’interno del succitato Lotto riportato nella “tavola del verde” ed indicato con la documentazione fotografica allegate alla presente dichiarazione, consistente in n. ………………. alberi …………………..………..……………………………………………………. verrà mantenuto integro in quanto non d’ingombro all’erigenda costruzione.

E precisamente:

  1. così come disposto dall’art. 3 del citato Regolamento Comunale, intorno ad ogni singolo albero, per una zona minima paria a 10 volte il diametro del fusto misurata a m. 1.30 da terra non verranno eseguiti scavi;

  2. per quanto riguarda operazioni che comportino l’impermeabilizzazione del terreno dovrà essere mantenuta un’area drenante minima di raggio pari ad almeno 1,5 volte il diametro del fusto dell’albero stesso;

  3. attorno al fusto dell’albero (sulla proiezione della chioma) non verranno ammassati materiali e sparse sostanze dannose. Inoltre sugli alberi non verranno effettuate capitozzature ed alla base degli stessi non si accenderanno fuochi.

  • Che è sua intenzione procedere all’abbattimento di n° …… alberi di …………………………… rientranti nel regolamento riportati nella “tavola del verde” ed indicati con “la documentazione fotografica” allegate alla presente dichiarazione e ne chiede relativo Parere. A tale proposito s’impegna a sostituire tali alberi in numero e dimensioni, con altre, indicate dall’Ufficio Giardini, sino alla concorrenza del valore ornamentale stimato sulla base dell’art. 11 del regolamento a tutela del patrimonio arboreo.

Legnano …………………………


Firma
……………………………….………….


*barrare la/e casella interessata/e

All. 3
TARIFFE PER LE PRESTAZIONI DEI SERVIZI DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE (A.S.L. N°1-Magenta)



VOCE N.

DESCRIZIONE ATTIVITA’/PRESTAZIONE

TARIFFA










1

Parere su progetti edilizi per insediamenti residenziali, inclusi i pareri preventivi

*per ogni unità abitativa


44,00











2

Parere su progetti edilizi per strutture/immobili/opere pubbliche o private non residenziali (es. scuole, ospedali, strutture sanitarie, insediamenti produttivi, commerciali, agrozootecnici, ecc.), inclusi i pareri preventivi




2A

* fino a 200 mq. di slp (superficie lorda di pavimento) o occupata da impianti

64,00

2B

* per ogni ulteriore 50 mq

11,00










3

Parere per il rilascio della licenza d’uso di insediamenti residenziali, escluso il sopralluogo

* per ogni unità abitativa


55,00











4

Parere/certificazione per il rilascio della licenza d’uso di strutture/immobili/opere pubbliche o private non residenziali (es. scuole, ospedali, strutture sanitarie, di insediamenti produttivi, commerciali, agrozootecnici, ecc. ) escluso il sopralluogo




4A

* fino a 200 mq. di spl (superficie lorda di pavimento) o occupata da impianti

64,00

4B

* per ogni ulteriore 50 mq

11,00










15

Pareri su progetti riguardanti opere pubbliche (opere di urbanizzazione primaria)




15A

* per progetti (computo metrico) fino a € 100.000,00

117,00

15B

* per progetti da € 100.000,00 a € 500.000,00

250,00

15C

* per progetti oltre € 500.000,00

500,00










16

Pareri su progetti di strumenti urbanistici




16A

* per progetti (computo metrico) fino a € 100.000,00

311,00

16B

* per progetti da € 100.000,00 a € 500.000,00

622,00

16C

* per progetti oltre € 500.000,00

900,00










67

Atti amministrativi diversi da quelli specificamente previsti nelle altre voci del tariffario, escluso il sopralluogo

32,00










69

Sopralluoghi per accertamenti, campionamenti e prelievi, non espressamente previsti nelle altre voci del tariffario

41,00


*per le voci 2 e 4 ai fini del calcolo della Slp va detratta la sup. di singoli ambienti

eccedenti i 200 mq. quando questi ultimi abbiano sup.>di 200 mq.


N.B. Il pagamento della tariffa può avvenire tramite versamento presso l’Ufficio Cassa del Distretto n° 4 di Legnano – via Savonarola,3 (dal lunedì al venerdì dalle ore 09,00 alle ore 12,30 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00) o a mezzo di conto corrente postale (C.C. 41078205 intestato alla A.S.L. Provincia di Milano n°1-Magenta ) con indicata la causale di versamento (parere ex art. 220 del T.U.L.S. R.D. 1265/34 – Pratica edilizia n°…. Comune di ….. )

SI ALLEGA AL PRESENTE RICEVUTA DI AVVENUTO VERSAMENTO DELL'IMPORTO DOVUTO

Legnano _______________

IN FEDE


_________________________________

All. 4


Spett.le

AZIENDA SANITARIA LOCALE (A.S.L.)

DELLA PROVINCIA DI MILANO N°1

via Savonarola, 3

L E G N A N O

_________________________________________________

Oggetto : Dichiarazione impegnativa ai sensi dell'art. 3.1.4. del vigente Regolamento



Locale d'Igiene.


Il/la sottoscritto/a _________________________________________________________________


residente a _________________________________________ via __________________________
intestatario della pratica edilizia presentata in data _______________________________________
relativa alle opere di _______________________________________________________________
________________________________________________________________________________
da eseguirsi in via ____________________________

DICHIARA,

con riferimento a tutti gli aspetti relativi agli impianti tecnologici non specificatamente indicati in progetto o per i quali non sussiste l’obbligo di presentazione di specifico progetto ai sensi dell’art. 6 L. 46/90, che si assume ogni responsabilità in ordine al rispetto di tutte le norme igienico-edilizie di cui al Titolo 3° del vigente R.L.I.


IL TITOLARE

_______________________________________

All. 5

al signor sindaco del comune di legnano

Oggetto: comunicazione inizio lavori.
Il sottoscritto ……………………………………………………………………………………………………….
titolare del permesso di costruire rilasciato il …………………… in atti con il n. …………………………...
per l’esecuzione dei lavori di …………………………………………………………………………………….
……………………………………………………………………………………………………………………….
sull’immobile distinto al catasto terreni al Fg. ……………………………… Mapp. …………………………
posto in Via ……………………………………………………………………….. n. …………………………...
COMUNICA
- che i lavori in esecuzione del permesso di costruire sopra citato sono iniziati il …………………..

quindi in tempo utile rispetto ai termini previsti;


- che il Direttore dei Lavori sarà …………………………………………………………………………………
domiciliato a …………………………………….Via …………………………………………………. n. ……..
C.A.P. ………… tel/fax …………………………….……….. iscritto all’albo/collegio di …………………...
con il n° ………………………………………… codice fiscale ………………………………………………...
- che i lavori saranno eseguiti dall’Impresa …………………………………………………………………….
con sede in ……………………………………………Via …………………………………………… n. ……..
C.A.P. …………. tel/fax ………………………………………………………………………………………….
Imprese Artigiane presso la. C.C.I.A.A. della Provincia di ……………………………………………………
con il n° ……………………………… partita I.V.A. ……………………………
…………………………………, li ………………………

IL TITOLARE DEL PERMESSO DI COSTRUIRE

…………………………………………………………….
All. 6

al signor sindaco del comune di legnano

Oggetto: comunicazione di ultimazione lavori.
Permesso di costruire n. ………………………………….. del……………………..prot. n. …………………;
Lavori di……………………………………………………………………………………………………………...
sull’immobile distinto al catasto terreni al Fg. ……………………………… Mapp. ………………………….
posto in Via ……………………………………………………………………….. n. …………………………....
….l…. sottoscritt……………………………………………………nat…. a….…………………………………..
il …………………. e resident…in. …………………………...Via……………………………………….n……..
….l…. sottoscritt……………………………………………………nat…. a….…………………………………..
il …………………. e resident…in. …………………………...Via……………………………………….n……..
in qualità di titolar… del permesso di costruire;
….l…. sottoscritt……………………………………………………nat…. a….…………………………………..
il …………………. e resident…in. …………………………...Via……………………………………….n……..
in qualità di direttore dei lavori;
COMUNICANO
che i lavori di cui al permesso di costruire in oggetto, sono stati ultimati in data ………………………......
dall’impresa …………………………………………………………………………………………………………
…………………………………, li ………………………

I/Il titolar… del permesso di costruire


……….…………………………………………………………

il direttore dei lavori


………………………………………………………………….

All. 7


P.E. ___________________________
INTESTATA ___________________________

Elaborati relativi alla

ELIMINAZIONE DELLE

BARRIERE ARCHITETTONICHE


Allegati obbligatori

(barrare le caselle interessate)


  • Copia degli elaborati grafici idoneamente quotati che rappresentano i requisiti di accessibilità / visitabilità / adattabilità dovuti per il tipo di progettazione.




  • Relazione tecnica dettagliata agli elaborati grafici




  • Dichiarazione di conformità a firma del progettista




  • Richiesta di deroga ai sensi dell’art. 19 della l.r. 6/89

(permessi in deroga agli strumenti urbanistici vigenti)


  • Richiesta di deroga ai sensi dell’art. 20 della l.r. 6/89

(permessi in deroga alle prescrizioni tecniche di attuazione)

al signor sindaco del comune di legnano


OGGETTO:

Legge 447/1995. Valutazione previsionale del clima acustico. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi ed effetti di cui all’art. 47 DPR 28/12/2000 n. 445 con le modalità previste dall’art. 38 del Decreto medesimo. Ai sensi della L.R. 10/08/2001 n. 13 di cui all’art. 5 c.4.

I sottoscritti




Cognome……………………………Nome…………………………..

Nato a ……………………….il……………………..

Residente a ………………………….Via……………………n……..


in qualità di tecnico competente in acustica ambientale

Cognome……………………………Nome…………………………..

Nato a ……………………….il……………………..

Residente a ………………………….Via……………………n……..


in qualità di proprietario e/o avente titolo art. 11 D.P.R. 380/2001



Sotto le proprie personali responsabilità e consapevoli delle sanzioni penali previste per dichiarazioni mendaci, così come stabilito dall’art. 76 DPR 28/12/2000 n. 445.


In relazione al Permesso di Costruire/D.I.A. n. ____ intestato a _____________________

DICHIARANO

ciascuno per le proprie competenze:




  1. Che gli interventi in progetto sono conformi alla L. 447/95, alla L.R. 13/01 e alla classificazione acustica del territorio comunale ai sensi dell’art. 6 comma 1, lett. a) della L. 447/95 adottata con atti C.C. 114 in data 14/12/2004;




  1. Che gli interventi in progetto sono relativi alla realizzazione delle seguenti tipologie di insediamenti, previste dall’art. 8 comma 3 della L. 447/95:



  • scuole e asili nido;

  • ospedali;

  • case di cura e di riposo;

  • parchi pubblici urbani ed extraurbani;

  • nuovi insediamenti residenziali prossimi alle opere di cui all’art. 8 comma 2 della norma in oggetto*;

e che pertanto allegano, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 13/2001, documentazione di valutazione previsionale del clima acustico, secondo le modalità e i criteri tecnici di redazione stabiliti dalla D.G.R. 08/03/02002 n. 7/8313.


* Opere di cui all’art. 8 comma 2 della L. 447/95:

a) aeroporti, aviosuperfici, eliporti;

b) strade di tipo A (autostrade), B (strade extraurbane principali), C (strade extraurbane secondarie), D (strade urbane di scorrimento), E (strade urbane di quartiere) e F (strade locali), secondo la classificazione di cui al D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, e s.m.i.;

c) discoteche;

d) circoli privati e pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi;

e) impianti sportivi e ricreativi;

f) ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia.


  1. Di essere consapevoli che, ai sensi dell’art. 8 DPR 142/04( Disposizioni per il contenimento e la prevenzione dell’inquinamento acustico derivante da traffico veicolare, a norma dell’art. 11 della L. 447/95), gli interventi per il rispetto dei limiti di cui agli artt. 5 e 6 del Decreto medesimo sono a carico del titolare del permesso di costruire.

Legnano,

_______________________________________

in qualità di tecnico competente in acustica ambientale



_______________________________________

in qualità di proprietario e/o avente titolo

(quando la dichiarazione viene inviata per posta o presentata a mezzo incaricato)

Si allega fotocopia del documento di riconoscimento dei dichiaranti (in corso di validità)




al signor sindaco del comune di legnano


OGGETTO:

D.P.R. 380/2001 e D.Lgs. 259/03.

Art. 60.5 N.T.A. P.R.G. vigente. Conformità al Piano di individuazione delle aree nelle quali è consentita l’installazione degli impianti per le telecomunicazioni e la radiotelevisione. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi ed effetti di cui all’art. 47 DPR 28/12/2000 n. 445 con le modalità previste dall’art. 38 del Decreto medesimo.

I sottoscritti






in qualità di progettista




in qualità di proprietario e/o avente titolo art. 11 D.P.R. 380/2001

Sotto le proprie personali responsabilità e consapevoli delle sanzioni penali previste per dichiarazioni mendaci, così come stabilito dall’art. 76 DPR 28/12/2000 n. 445.

In relazione al Permesso di Costruire/ D.I.A. n. ____ intestato a ____________________



DICHIARANO


ciascuno per le proprie competenze:
Che gli interventi in progetto sono conformi al Piano di individuazione delle aree nelle quali è consentita l’installazione degli impianti per le telecomunicazioni e la radiotelevisione approvato con atti C.C. 9 del 05/02/2002, pubblicato sul web all’indirizzo www.legnano.org in quanto:

  1. La potenza totale ai connettori di antenna prevista è di ………..W, e gli interventi in progetto non sono localizzati in aree tutelate ai sensi dell’art. 4 C.8 della L.R. 11/2001, inoltre:




  • Che gli interventi in progetto sono localizzati in aree di particolare tutela (aree comprese entro il limite di 100 metri dal perimetro di proprietà di asili, scuole, ospedali, case di cura e residenze per anziani individuate una per ciascuno dei suddetti recettori) (consentiti impianti ex L.R. 11/01 ad eccezione di quelli con potenza totale ai connettori d’antenna superiore a 300 W);

  • Che gli interventi in progetto sono localizzati in Area 1( fuori dalle aree di particolare tutela consentiti impianti ex L.R. 11/01 ad eccezione di quelli con potenza totale ai connettori d’antenna superiore a 1000 W);

  • Che gli interventi in progetto sono localizzati in Area 2( fuori dalle aree di particolare tutela consentiti impianti ex L.R. 11/01);

  • Che centro del sistema radiante sarà posizionato a metri ……. e pertanto l’installazione degli impianti verrà realizzata in modo da evitare che il centro del sistema radiante sia posizionato a quote inferiori a quelle di edifici destinati a permanenze superiori alle quattro ore situati :

  • entro mt. 100 nel caso di impianti con potenza totale ai connettori d’antenna non superiore a 300 W;

  • entro mt. 250 nel caso di impianti con potenza totale ai connettori d’antenna non superiore a 1.000 W;

  • entro mt. 500 nel caso di impianti con potenza totale ai connettori d’antenna superiore a 1.000 W.

Legnano,

_______________________________________

in qualità di progettista



_______________________________________

in qualità di proprietario e/o avente titolo


(quando la dichiarazione viene inviata per posta o presentata a mezzo incaricato)

Si allega fotocopia del documento di riconoscimento dei dichiaranti (in corso di validità)

SI AVVISANO I SIGNORI PROGETTISTI
che la domanda di permesso di costruire deve essere corredata dagli elaborati di progetto e documenti come previsto dall’art. 24 del vigente R.E., inoltre per gli interventi di NUOVA COSTRUZIONE la domanda dovrà essere completata con:


  1. relazione tecnica comprensiva della descrizione di eventuali vincoli desunti dalle tavole di P.R.G. e dei materiali di finitura (definizione colori ed elementi decorativi)




  1. documentazione fotografica contenente tutto lo spazio circostante nonché la descrizione del carattere dei luoghi oggetto dell’intervento




  1. rendering


http://www.anci.lombardia.it/objstore/filegrp/ambiente/08All33Prosp%20inform.doc
Allegato A
DECRETO LEGISLATIVO 3 aprile 2006, n° 152 - Art. 186, come modificato da d. lgs. N. 4/08
Terre e Rocce da Scavo”

Prospetto informativo

Il sottoscritto (cognome)__________________________________________(nome) _______________________________ nato a _______________________________________il _____________in qualità di Titolare, Legale Rappresentante, dell’Impresa___________________________________________________con sede nel Comune di_______________________Via______________________n°_____ Partita I.V.A. n°________________________

a seguito degli scavi previsti nel progetto presentato a ________________________ (indicare l’ente che deve autorizzare il progetto) dal quale si originano terre e rocce da scavo che saranno riutilizzate, ai sensi dell’art. 186 del d. lgs. 152/06, come di seguito specificato: 1
e/o

Il sottoscritto (cognome)__________________________________________(nome) _______________________________ nato a _______________________________________il _____________in qualità di Titolare, Legale Rappresentante, dell’Impresa___________________________________________________con sede nel Comune di_______________________Via______________________n°_____ Partita I.V.A. n°________________________

a seguito degli scavi (autorizzati da______________________(Comune, Provincia, Altro Ente)

che saranno :


  • eseguiti direttamente dall’Impresa (con utilizzo delle terre e rocce da scavo da parte della medesima Impresa);

  • affidati a ditta specializzata di scavi (con utilizzo però delle terre e rocce da scavo da parte dell’Impresa Committente degli scavi);

  • eseguiti in qualità di Impresa Subappaltatrice di scavi (con utilizzo delle terre e rocce da scavo da parte della medesima Impresa);


nel cantiere ubicato nel Comune di ______________________in (Via o Mappale) ________________________ produrrà terre e rocce da scavo idonee per il successivo ed effettivo utilizzo, senza trasformazioni preliminari, pari a ________m3 e pertanto inoltra il presente
progetto/richiesta utilizzo terre e rocce da scavo

progetto di destinazione terre e rocce da scavo in altro sito

segnalazione impossibilità immediato utilizzo terre e rocce da scavo
A utilizzo terre e rocce da scavo in cantieri edili per:

reinterri

riempimenti

rilevati


macinati
B destinazione a differenti cicli di produzione industriali;

C destinazione per il riempimento delle cave coltivate;

D destinazione per la ricollocazione in altro sito;

E segnalazione di momentanea impossibilità di utilizzo del materiale di scavo 2


A corredo, nonché a completamento della richiesta-progetto di produzione utilizzo/destinazione si allegano alla presente i seguenti documenti di dettaglio:

  • copia della classificazione urbanistica del “luogo di produzione delle terre e rocce da scavo”, come da estratto da P.R.G., rilasciata dal Comune di____________________________________;

  • copia della classificazione urbanistica del “luogo di destinazione delle terre e rocce da scavo”, come da estratto da P.R.G., rilasciata dal Comune di____________________________________;

  • DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ex. comma 7 art. 186 D.L.gs 152/06 (come da allegato)

  • nei casi previsti dalla circolare ARPA e comunque qualora ritenuto necessario, copia della certificazione analitica del terreno 3, sia di origine che di destino, attestante il non superamento del C.S.C. - Concentrazione Soglia Contaminante - 4 rilasciata o da ARPA – Dipartimento Provinciale di __________ - oppure da Laboratorio Privato


DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Con la presente si rilascia dichiarazione (conformemente a quanto disposto dall’art. 47 del D.P.R. del 28/12/2000, n° 445) in qualità di:


soggetto che esegue gli scavi e che riutilizzerà le terre e rocce da scavo prodotte;

oppure

committente degli scavi e che riutilizzerà le terre e rocce da scavo prodotte da ditta subappaltatrice che eseguirà i lavori;




  • che nell’esecuzione dei lavori non saranno utilizzate sostanze inquinanti;

  • che il riutilizzo avverrà senza trasformazioni preliminari;

  • che il riutilizzo avverrà per una delle opere di cui all’art. 186 del DLgs. n° 152/2006 ed autorizzata dall’autorità competente;

  • che nel materiale di scavo la concentrazione di inquinanti non sarà superiore ai limiti vigenti con riferimento al sito di destinazione.


Si precisa che le terre e rocce da scavo saranno “effettivamente utilizzate” secondo quanto previsto dall’art. 186 del DLgs. n° 152/2006, e più precisamente per :
reinterri

riempimenti

rilevati


macinati

A Dette terre e rocce da scavo saranno effettivamente utilizzate nel cantiere/i ubicato/i:




  • m3_______nel Comune di ____________________________Via/Mappale___________________________ a seguito del rilascio del permesso a costruire del___________n°_____________ oppure D.IA. presentata in data ___________________ oppure, per lavori pubblici, secondo il contratto d’appalto n°________del________________o verbale di aggiudicazione del __________________n° prot. __________o conferenza dei servizi del _____________) per eseguire le seguenti opere (specificare tipo di utilizzo delle terre e rocce da scavo tra : reinterri, riempimenti, rilevati, macinati)

______________________________________________________________________________________________________________

______________________________________________________________________________________________________________



  • m3_______nel Comune di ____________________________Via/Mappale___________________________ a seguito del rilascio del permesso a costruire del___________n°_____________ oppure D.IA. presentata in data ___________________ oppure, per lavori pubblici, secondo il contratto d’appalto n°________del________________o verbale di aggiudicazione del __________________n° prot. __________o conferenza dei servizi del _____________) per eseguire le seguenti opere (specificare tipo di utilizzo delle terre e rocce da scavo tra : reinterri, riempimenti, rilevati, macinati)

______________________________________________________________________________________________________________

______________________________________________________________________________________________________________



  • m3_______nel Comune di ____________________________Via/Mappale___________________________ a seguito del rilascio del permesso a costruire del___________n°_____________ oppure D.IA. presentata in data ___________________ oppure, per lavori pubblici, secondo il contratto d’appalto n°________del________________o verbale di aggiudicazione del __________________n° prot. __________o conferenza dei servizi del _____________) per eseguire le seguenti opere (specificare tipo di utilizzo delle terre e rocce da scavo tra : reinterri, riempimenti, rilevati, macinati)

______________________________________________________________________________________________________________

______________________________________________________________________________________________________________


in alternativa
B la destinazione delle terre e rocce da scavo (specificare natura e caratteristiche) _______________________________________pari a____________m3 a differenti cicli di produzione industriale (ad es. per la produzione laterizi, oppure per la lavorazione/produzione di inerti, ecc…) a favore della Ditta ________________________con sede nel Comune di ___________________Via______________________n° ____ed esercitante l’attività di_____________________________________________________________________________.


in alternativa
C la destinazione delle terre e rocce da scavo (specificare natura e caratteristiche)

________________________________pari a____________m3 per il riempimento della cava coltivata secondo la convenzione stipulata in data___________ tra il Comune di ____________________e la Ditta__________________________per l’esercizio dell’attività estrattiva ubicata nel Comune di __________________Via_______________________n° ____e con obbligo di eseguire le necessarie “opere di recupero ambientale” secondo quanto autorizzato dall’Ufficio Cave della Provincia di ________con atto n°__________________del__________ e avente scadenza il _________________.


in alternativa
D la destinazione delle terre e rocce da scavo (specificare natura e caratteristiche)

________________________________pari a____________m3 per la ricollocazione in altro sito e più precisamente per eseguire, rispettando le modalità progettuali autorizzate dall’Autorità amministrativa competente (Comune, Provincia, Consorzio di Bonifica ecc..) _________________________________________la rimodellazione ambientale del territorio ubicato nel Comune di_______________________Via________________n°_____secondo l’autorizzazione del________________n°__________________.


in alternativa
E non essendo possibile l’immediato utilizzo, sia pure avendolo già individuato e indicato nei capoversi precedenti, del materiale di scavo, ai sensi dell’art. 186 del DLgs. n°152/2006. La scrivente impresa esecutrice dei lavori di scavo, autorizzati dal Comune di ___________________________ a seguito del rilascio del permesso a costruire del ________-___n°_____________ oppure D.IA. presentata in data ________________________
oppure,

per lavori pubblici,

secondo il contratto d’appalto n°_________________del_____________________________

verbale di aggiudicazione del __________________n° prot. __________________________

conferenza dei servizi del __________ per l’esecuzione delle opere edili riguardanti___________________________
segnala in merito5:


  1. il sito di deposito______________________________________________________________________________;

  2. il quantitativo depositato: _______________m3;

  3. la tipologia delle terre e rocce da scavo:___________________________________________________________


N.B. in tutti i casi il trasporto delle terre e rocce da scavo, sarà effettuato con autocarri senza l’emissione dei “formulari di identificazione del rifiuto” perché detti materiali, a seguito del presente progetto/segnalazione, ai sensi dell’art. 186, comma 1 del D.L.gs. n°152/2006, non sono da considerarsi rifiuti.

Data, ____________________


FIRMA DEL DICHIARANTE


___________________________

Vedasi nota 4




1 tale parte andrà compilata solo nel caso il progetto sia relativo alla fase in cui si originano le terre e rocce da scavo, dovrà comunque essere completato il paragrafo successivo, in cui sono indicate le modalità di riutilizzo, omettendo la parte anagrafica già compilata nel presente paragrafo.

2 In tal caso devono essere inoltre indicati: il sito e le modalità di riutilizzo, oltre che gli estremi di autorizzazione del progetto che prevede il riutilizzo (o, qualora non ancora autorizzato, gli estremi della richiesta di autorizzazione del progetto). E’ in ultimo necessario specificare la durata del deposito, che non può essere superiore a 12 mesi, o a 36 mesi qualora i materiali vengono riutilizzati nel sito di produzione degli stessi.

3 qualora ritenuta necessaria, in sintonia con gli indirizzi della circolare ARPA Lombardia o le indicazioni/richieste dipartimentali.

4 Secondo quanto espressamente indicato dal comma 3 dell’art. 186, del DLgs. n° 152/2006, come modificato dal d. lgs. n° 4/2008, continuano ad applicarsi i valori di concentrazione limite accettabili di cui alla tabella 1, colonna B del dell’Allegato 5 degli allegati al Titolo V della Parte Quarta del d. lgs. 152/06 e, ai sensi del comma 7 dell’art. 186, del DLgs. n° 152/2006, detti valori di concentrazione limite accettabili devono essere riferiti anche al sito di destinazione (ad esempio per area residenziale o verde pubblico il riferimento dei limiti è l’allegato 1, tabella 1, colonna A dell’Allegato 5 degli allegati al Titolo V della Parte Quarta del d. lgs. 152/06).

  • Nel caso in cui ci sia il superamento del C.S.C. si ricorda che, ai sensi dell’art. 242 del DLgs. n° 152/2006, nonché della D.G.R. del 27/06/2006, n° 8/2838 (B.U.R.L. n° 27 del 07/07/2006) NON è possibile l’utilizzo degli inerti da scavo e l’interessato è obbligato ad intervenire con la bonifica dei medesimi in applicazione dei citati disposti di legge.

5



Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale