Quiz ministeriali 2010



Scaricare 222.5 Kb.
Pagina1/5
02.02.2018
Dimensione del file222.5 Kb.
  1   2   3   4   5

ENAC

ENTE NAZIONALE AVIAZIONE CIVILE


QUIZ PER IL RILASCIO

LICENZA DI PARACADUTISMO

 

  



1. METEOROLOGIA APPLICATA AL PARACADUTISMO.
1. QUALE TEMPO CI SI può ATTENDERE IN UNA ZONA IN CUI LA PRESSIONE ATMOSFERICA E' DI 1030 hPa?

A) Maltempo.

B) Vento forte.

C) Bel tempo.

D) Temporali.

 

2. QUAL'E' IL SIGNIFICATO DI ZONA DI BASSA PRESSIONE ?

A) Una zona con bassa pressione atmosferica in cui, in generale, esiste cattivo tempo.

B) Una zona con nubi basse ed elevata pressione.

C) Una zona con bassa pressione atmosferica in cui esiste bel tempo.

D) Una zona in cui il vento soffia in senso antiorario.

 

3. QUALE STRUMENTO E’ USATO PER LA MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA ?

A) L'igrometro.

B) Il variometro.

C) Il termometro.

D) L'altimetro.

 

4. IN QUALE DIREZIONE SOFFIA IL VENTO ?

A) Dipende dalle stagioni.

B) Da una zona d’alta pressione verso una di bassa pressione.

C) Dipende dalla configurazione del terreno.

D) Da una zona di bassa pressione verso una d’alta pressione.

 
5. CHE COSA RAPPRESENTA UNA ISOBARA TRACCIATA SU UNA CARTINA METEOROLOGICA ?

A) Una linea che divide le masse d’aria calda da quella fredda.

B) Una linea che collega punti con uguale pressione atmosferica.

C) Una linea che collega punti con uguale umidità.

D) Una linea che collega punti con uguale temperatura.

6. CON QUALI DATI VIENE INDICATO IL VENTO ?

A) Velocità e temperatura.

B) Direzione e velocità.

C) Velocità e forza.

D) Direzione e provenienza.
7. L'ARIA CALDA SALE RISPETTO A QUELLA FREDDA ?

A) Si, perché l'aria calda è più leggera di quella fredda.

B) No, perché l'aria calda è più pesante di quella fredda.

C) No, perché l'aria calda ha lo stesso peso di quella fredda.

D) L'aria si sposta soltanto orizzontalmente.

 

8. L'ARIA E' UN CORPO E, COME TALE, HA UN SUO PESO.

A) L'affermazione è errata.

B) L'aria è un gas impalpabile privo di peso.

C) L'aria pesa grammi 1,2927 per litro (pura e secca a 0°C ).

D) Dipende dalla temperatura.

 

9. QUALE ELEMENTO DELL'ATMOSFERA NON E' PIU’ PRESENTE, A GRANDI ALTEZZE,IN QUANTITA' SUFFICENTE A GARANTIRE LA SOPRAVVIVENZA DELL'UOMO ?

A) Il vapore acqueo.

B) L'azoto.

C) L'ossigeno.

D) L'idrogeno.

 

10. QUALE STRUMENTO VIENE USATO PER MISURARE LA PRESSIONE ATMOSFERICA ?

A) L'anemometro.

B) Il variometro.

C) Il barometro.

D) L'igrometro.

 

11. CON UNA PRESSIONE DI 1013,25 hPa. AL LIVELLO DEL MARE, A 5000 METRI DI QUOTA SI AVRA' UNA PRESSIONE ATMOSFERICA PARI A:

A) 540 hPa.

B) 700 hPa.


  1. 1001,13 hPa.

  2. 1031,25 hPa.

 

12. SOPRA UN TERRENO RISCALDATO PER IRRAGGIAMENTO SOLARE TROVIAMO:

A) Turbolenza causata dall'aria discendente.

B) Vento estivo caldo e tranquillo.

C) Turbolenza causata dall'aria ascendente.

D) Aria calma.
13. MAGGIORE E' LA DIFFERENZA DI PRESSIONE FRA ZONE DI ALTA E BASSA PRESSIONE, PIU' DEBOLE E' IL VENTO.

A) L'affermazione è valida solo per i venti locali.

B) L'affermazione è giusta.

C) Dipende dagli orari.

D) L'affermazione è sbagliata.

 

14. NELLA PARTE SOTTOVENTO DI UN OSTACOLO SI CREA UNA ZONA DI TURBOLENZA SEDE DI CORRENTI DISCENDENTI E VORTICI. IN PRESENZA DI VENTO SOSTENUTO (6-8 M/S ) LA TURBOLENZA FA SENTIRE I SUOI EFFETTI FINO AD UNA DISTANZA DALL'OSTACOLO PARI A:

A) 200 metri.

B) 500 metri.

C) 3 o 4 volte l'altezza dell'ostacolo se si tratta di una catena montagnosa; un terzo dell'altezza

se si tratta di un ostacolo isolato.

D) L'affermazione è errata.

 

15. QUALI SONO GLI ELEMENTI PRINCIPALI DELL'ARIA ?

A) Ossigeno e idrogeno

B) Ossigeno e azoto.

C) Anidride carbonica e ossigeno.

D) Azoto e idrogeno.

 

16. COME E’ DENOMINATA L'ARIA RISCALDATA E ASCENDENTE ?



A) Termica.

B) Cumulonembo.

C) Bolla d'aria.

D) Discendenza.


17. QUAL' E' LA CAUSA DEL VENTO.

A) Raffreddamento d’aria calda.

B) Spostamento di masse d'aria dalle zone d’alta pressione verso quelle di bassa pressione.

C) Espansione di masse d'aria umida nell'atmosfera.



  1. Differenze di pressione tra il giorno e la notte.

 

18. DOVE CI SI PUO' ATTENDERE FORMAZIONI DI TERMICHE IN CASO DI IRRAGGIAMENTO SOLARE ?

A) Sopra distese di sabbia e agglomerati urbani.

B) Sopra prati e boschi.

C) Sopra i laghi.

D) Sopra i fiumi.

 

19. QUALE TIPOLOGIA DI NUBI È PRESENTE DURANTE UN TEMPORALE ?

A) Nembostrati.

B) Cumulonembi.

C) Altostrati.


  1. Nubi lenticolari.

 

20. QUAL' E' IL VALORE DI DIMINUZIONE MEDIA DELLA TEMPERATURA ATMOSFERICA PER OGNI MILLE METRI DI ALTEZZA ?

A) 1° C

B) 5,6° C



C) 6,5° C

D) 0,65° C

  

 2. AERODINAMICA APPLICATA AD UN CORPO IN CADUTA LIBERA.



 

1. DA QUALI FATTORI DIPENDE LA RESISTENZA DELL'ARIA SU UN DETERMINATO CORPO ?

A) Grandezza, forma, umidità dell'aria, densità dell'aria.

B) Grandezza, densità dell'aria, altitudine A.M.S.L. forma.

C) Grandezza, velocità, peso, forma.

D) Grandezza, velocità, forma, densità dell'aria.

 

2. QUALE FRA I SEGUENTI FATTORI HA MENO INFLUSSO DIRETTO SULLA RESISTENZA



AERODINAMICA ?

A) La velocità.

B) Il coefficiente di resistenza.

C) La superficie della sezione perpendicolare al movimento.

D) L'umidità' dell'aria.

 

3. PERCHE' DURANTE UN LANCIO DI RELATIVO, UN PARACADUTISTA IN "PIQUE" E' IN GRADO DI RAGGIUNGERE UN ALTRO PIU' IN BASSO E IN POSIZIONE STANDARD ?

 A) Perché il suo baricentro è più basso.

B) Perché modificando il proprio assetto diminuisce la superficie del proprio corpo esposta al vento relativo, diminuendo la resistenza aerodinamica.

C) Perché l'attrazione terrestre aumenta.

D) Perché in "PIQUE" la tuta sventola meno,creando minor resistenza.

 

4. ATTORNO A QUALE ASSE E’ ESEGUITO IL "TONNEAU" ?

A) Non è possibile rispondere.

B) Asse trasversale.

C) Asse verticale.

D) Asse longitudinale.

 

5. DOV'E' SITUATO IL BARICENTRO NEL CASO DI UNA SITUAZIONE DI EQUILIBRIO INSTABILE ?

A) Esattamente sotto il centro di pressione.

B) Da qualche parte sotto il centro di pressione.

C) Sopra il centro di pressione.

D) Nessuna delle risposte è esatta.

   

6. QUANTO DURA LA FASE DI ACCELERAZIONE DI UN PARACADUTISTA, IN CADUTA LIBERA, DAL MOMENTO DELL'ABBANDONO DELL'AEREO FINO AL RAGGIUNGIMENTO DELLA VELOCITA' TERMINALE.

A) 10/12 sec.

B) 7/9 sec.

C) 15/16 sec.

D) Nessuna delle risposte e' esatta.

 
7. COME VARIA LA VELOCITA' DI UN PARACADUTISTA IN CADUTA LIBERA, IN ASSETTO COSTANTE, DAL MOMENTO DELL'USCITA DALL'AEREO FINO ALLA APERTURA DEL PARACADUTE ?

A) Il paracadutista accelera fino all'apertura.

B) Il paracadutista accelera durante i primi 12" poi cade con velocità pressoché costante.

C) Il paracadutista cade con velocità costante fin dal momento d’abbandono dell'aereo.

D) Nessuna delle risposte è corretta.

 

8. INDICA CHE COSA ACCADE QUANDO UNA MASSA D’ARIA SCORRE ATTORNO AD UN CORPO SOLIDO.

A) L'aria si raffredda.

B) Sulla parte posteriore del corpo si formano vortici.

C) Sulla parte anteriore del corpo si formano vortici.

D) Assolutamente niente.

  

9. QUALE FRA I SEGUENTI FATTORI NON HA INFLUSSO DIRETTO SULLA RESISTENZA



AERODINAMICA ?

A) Il peso.

B) La superficie della sezione perpendicolare al flusso.

C) La velocità.

D) La forma.

 

10. QUANTO DURA LA FASE DI ACCELERAZIONE DI UN PARACADUTISTA IN CADUTA LIBERA, DOPO L'ABBANDONO DELL'AEREO ?

A) Niente.

B) Fino al suolo.

C) Fino all'apertura.


  1. Circa 12 secondi.


11. DURANTE I PRIMI 10 SECONDI DI CADUTA LIBERA UN PARACADUTISTA

CADE ?

A) Verticalmente.

B) Orizzontalmente attraverso l'aria.

C) Seguendo una parabola.

D) Lateralmente rispetto l'asse di volo.

 

12. QUALI FORZE AGISCONO SU UN PARACADUTISTA IN CADUTA LIBERA ?

A) La forza gravitazionale e la resistenza aerodinamica.

B) Il peso e la superficie.

C) La forza gravitazionale e la forza muscolare.

D) La resistenza aerodinamica e l'attrito.

 

13. INDICARE LA VELOCITA' TERMINALE MEDIA DI UN PARACADUTISTA IN POSIZIONE STANDARD (BOX POSITION) A 1500 Mt. A.M.S.L.?

A) Circa 30 m/s.

B) Circa 50 m/s.

C) Circa 75 m/s.

D) Circa 180 m/s.

 

14. PERCHE' UNA POSIZIONE MOLTO APERTA PERMETTE AD UN PARACADUTISTA DI "RISALIRE" VERSO LA FORMAZIONE CHE SI TROVA PIU' IN ALTO DI LUI ?

A) Perchè modificando la forma e la superficie del corpo offre maggiore resistenza.

B) Perché il suo baricentro è posto più in alto.

C) Perché la forza di gravità aumenta.

D) Perché preme sull'aria con maggior forza.

  

15. QUALE FATTORE HA UN INFLUSSO SULLA DENSITA' DELL'ARIA ?

A) La temperatura.

B) L'umidità'.

C) La forza del vento.

D) Nessuna delle risposte è esatta.

 

16. QUALE MOVIMENTO UN PARACADUTISTA ESEGUE ATTORNO AL PROPRIO ASSE TRASVERSALE ?

A) Un giro.

B) Un tonneau.

C) Quello che vuole.


  1. Nessuna delle risposte è esatta.

 17. PERCHE',MANTENENDO IL MEDESIMO ASSETTO, DOPO LA FASE DI ACCELERAZIONE, LA VELOCITA' DI CADUTA LIBERA RIMANE COSTANTE ?

 

A) La velocità non è mai costante altrimenti non si cadrebbe.



B) La resistenza aerodinamica diventa minore della forza di gravità.

C) La densità dell'aria aumenta mano a mano che si cade.

D) Nessuna risposta è corretta.

 
18. QUALE ROTAZIONE EFFETUA UN PARACADUTISTA ATTORNO AL PROPRIO



ASSE VERTICALE ?

A) Quella che desidera.

B) Un looping.

C) Un tonneau.

D) Un giro.

 

19. ATTORNO A QUALE ASSE E’ ESEGUITO IL LOOPING ?

A) Asse verticale.

B) Dipende se è eseguito in avanti o indietro.

C) Asse trasversale.


  1. Attorno a nessun’asse.

 

20. COME SI CHIAMA LA SITUAZIONE DI EQUILIBRIO DI UN PARACADUTISTA IN CADUTA LIBERA, IL CUI BARICENTRO SI TROVA SOPRA IL PUNTO DI PRESSIONE?

  1. Instabile.

  2. Indifferente.

  3. Normale.

  4. Stabile.

  

21. ATTORNO A QUALE ASSE RUOTA UN PARACADUTISTA PER ESEGUIRE UN GIRO?

A)  Asse verticale.



  1. Asse longitudinale.

  2. Asse trasversale.

  3. Asse d’avvicinamento.

 

22. PERCHE’ LA FORMA DI UN CORPO E’ DETERMINANTE PER LA SUA RESISTENZA AERODINAMICA?

 


elenco: download
download -> “L’arte degna di questo nome non rende il visibile : ma dissuggella gli occhi sull’invisibile” P
download -> Lineamenti di Storia della Scultura del Novecento 20 Astrattismo. Pevsner, Naum Gabo, Tatlin, Rodcenko, Vantongerloo, e altri comprimari. Wassily Kandinsky Primo acquerello astratto, 1910, Coll. Priv
download -> Ci hai fatti per Te e inquieto è IL nostro cuore finché non riposa in te
download -> Concesio, venerdì 24 settembre 2010 – XI colloquio internazionale di Studio dell’Istituto Paolo VI saluto del Vescovo mons. Luciano Monari
download -> La Preistoria La nostra Terra si è formata 5 miliardi di anni fa. Pian piano sulla Terra sono nate le prime forme di vita: all’inizio si trattava solo di organismi monocellulari
download -> Excursus sulla sociologia dei sensi
download -> Sören kierkegaard
download -> Dei bambini (0-6 anni) Pastorale battesimale. Schede operative a cura degli Uffici Pastorali Brescia 2014 Introduzione
download -> La gerusalemme liberata


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale