Regione emilia-romagna


SGAMBATI Giovanni - Segretario Generale U.I.L. Campania



Scaricare 108.97 Kb.
Pagina3/26
14.02.2020
Dimensione del file108.97 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   26
SGAMBATI Giovanni - Segretario Generale U.I.L. Campania: Grazie Presidente Marrazzo, grazie all’Assessore, grazie a tutta la III Commissione. Già l’hai richiamato, la presenza già all’Assemblea di lunedì scorso.

Due considerazioni molto semplici sull’incontro di Roma, non è che ci sono grandi possibilità di letture diverse, siamo di fronte ad una conferma dell’azienda di una nessuna idea su Napoli, se non quella di cederla, ed è l’argomento che gli abbiamo sollevato. Non abbiamo punti di vista dirimenti da non voler fare un negoziato, il negoziato può partire ad una condizione: Whirlpool decide di stare a Napoli.

Forse questo dobbiamo cercare di fare nelle prossime ore: mantenere una grande condivisione tra Gruppi consiliari e tra le istituzioni, più forte è la tenuta di coesione nostra, più diamo un sostegno ai lavoratori, a prescindere dai punti di vista.

Altro argomento, secondo il mio punto di vista, ha fatto bene il Ministro, l’abbiamo sottolineato, anche a dargli delle controindicazioni di fronte ad un atteggiati, però una multinazionale bisogna anche legarla al sentimento maggiore che ha, che è quello del mercato e della possibilità. Penso che una campagna nostra, non solo dalla Regione Campania, parte dalla Regione Campania, ma tutti siamo in grado di farla, di minacciarli sul Piano dei consumi: “Non compriamo Whirlpool se non produci a Napoli”. È questo il messaggio che dobbiamo dare.

Altra cosa, molto semplice, immaginiamo, l’hai già richiamato nell’introduzione, se viene accolta la riteniamo utile, è evidente che ci sono troppi focolai di vertenze, questo della Whirlpool assume un valore simbolico perché è chiaro che un pezzo di industria in un territorio della periferia di Napoli, se decide di andar via, anche essendo una multinazionale, diamo un segnale di immagine a questo territorio che non c’è più nulla da fare. Ecco perché ragioniamo in questo modo.

L’altro, per quello che può essere utile, oltre all’audizione di oggi in III Commissione, se il Consiglio regionale della Campania valuta di fare una Seduta straordinaria su tutti i a punti di crisi, noi la apprezziamo come organizzazione sindacale, come U.I.L., ma penso che tutte e tre le organizzazioni sindacali saranno disponibili a dare una mano, anche perché se tutto il Consiglio regionale della Campania inizia ad affrontare non più in chiave polemica, come normale una dialettica politica, ma prova a fare uno scatto di sensibilità e di coesione, anche da questo punto di vista immaginiamo che possiamo dare una lettura, anche rispetto a questa vicenda, che è una vicenda che ha bisogno, anche perché il tavolo è a Roma, non è che potremmo svolgere noi una cosa diversa, ma presso il tavole o del Ministero svolgere una forte capacità di pressione di un territorio che non può più accettare.

Il sindacato in queste settimane e mesi ha continuato l’iniziativa di mobilizzazione e di sensibilizzazione su tanti temi sulla nostra piattaforma, uno dei punti importanti che abbiamo sottolineato, in un Paese che ormai pensa che il Mezzogiorno possa vivere all’astratto, il prossimo 22 giugno, dopo le manifestazioni del primo giugno dei pensionati, le ultime, dopodomani, l’8, per i lavoratori pubblici, il 14 c’è lo sciopero dei metalmeccanici, il 22 giugno, prossimo sabato, siamo a Reggio Calabria a dimostrare che c’è ancora un mondo del lavoro in un Paese diviso, ma che pensa che il Mezzogiorno senza sviluppo, almeno dal nostro punto di vista, dal punto di vista del lavoro, è l’argomento prioritario e principale. Grazie.




Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   26


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale