Relata di notifica


T.A.R.  sez. VII  Napoli , Campania, 09/12/2013 n. 5642



Scaricare 350 Kb.
Pagina3/14
28.03.2019
Dimensione del file350 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   14
    Navigando in questa pagina:
  • Fatto
T.A.R.  sez. VII  Napoli , Campania, 09/12/2013 n. 5642

Bellezze naturali (Tutela) - In genere - La definizione di paesaggio può essere imperniata anche sull'elemento della percezione e del significato identitario dalle porzioni del territorio considerato, secondo una valutazione di tipo economico - sociale e urbanistico - territoriale, con conseguente possibilità di valorizzare anche l'immaginario collettivo e il godimento delle visuali dell'edificio sacro sul quale va installato l'impianto della ricorrente.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania

(Sezione Settima)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

sul ricorso numero di registro generale 2766 del 2012, proposto da

Ericsson Telecomunicazioni Spa, in persona del legale rappresentante

pro tempore, rappresentata e difesa dall'avvocato Giuseppe Sartorio,

con domicilio eletto presso lo stesso in Napoli, via dei Mille, 16;

contro


il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in persona del

Ministro pro tempore, rappresentato e difeso per legge

dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato, anche domiciliataria in

Napoli, via Diaz, 11;

il Comune di Napoli, in persona del Sindaco pro tempore,

rappresentato e difeso dagli avvocati Bruno Ricci, Giuseppe Tarallo,

Barbara Accattatis Chalons D'Oranges, Anna Pulcini, Antonio

Andreottola, Eleonora Carpentieri, Bruno Crimaldi, Annalisa Cuomo,

Anna Ivana Furnari, Giacomo Pizza, Gabriele Romano, con domicilio

eletto presso l'Avvocatura municipale, in Napoli palazzo S. Giacomo,

piazza Municipio;

e con l'intervento di

ad adiuvandum:

la Congregazione Religiosa Società Divine Vocazioni, in persona del

legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dagli

avvocati Luigi Migliarotti e Francesco Migliarotti, con domicilio

eletto presso gli stessi in Napoli, via dei Mille n. 16;

per l'annullamento

- del provvedimento prot. n. 1904 del 10.4.2012, con cui la

Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici,

Artistici e Etnoantropologici per Napoli e Provincia ha espresso

parere contrario al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica per la

realizzazione di una stazione radio base da realizzarsi sul "torrino

campanile" della chiesa "Corpus Christi e Regina del Rosario", sita

in Napoli, alla via Manzoni n. 227 e di tutti gli atti ad essa

preordinati e/o consequenziali, ivi inclusa la nota comunale

PG/2012/376606 del 7.5.2012 recante diniego autorizzazione

paesaggistica n. 4 del 7.5.2012.

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio del Ministero per i Beni e

le Attività Culturali e del Comune di Napoli;

Viste le memorie difensive; visti tutti gli atti della causa;

Relatore nell'udienza pubblica del giorno 24 ottobre 2013 la dott.ssa

Marina Perrelli e uditi per le parti i difensori come specificato nel

verbale;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.


Fatto

1. La società ricorrente, con istanza del 5.9.2011, ha chiesto al Comune di Napoli l'autorizzazione, ai sensi dell'art. 87 del D.lgs. n. 259/2003, per installare una S.R.B. nel torrino campanile della Chiesa "Corpus Christi e Regina del Rosario", sita in via Manzoni n. 225/227, al fine di ottenere un'adeguata copertura del segnale telefonico H3G nella zona di Posillipo.


1.1. La società Ericsson Telecomunicazioni aveva già provveduto:a) a sottoscrivere con la società Broadcasting Radio Trasmissione s.a.s. un contratto di locazione avente ad oggetto una porzione del torrino - campanile della "Chiesa Corpus Christi e Regina del Rosario" - catastalmente identificata al foglio 99, particella 224 -, di proprietà della Congregazione religiosa Società Divine Vocazioni; b) a richiedere il parere sanitario di conformità dell'impianto all'A.R.P.A.C., parere rilasciato con nota prot. n. 41853 del 16.11.2011; c) a chiedere l'autorizzazione paesaggistica, ai sensi del D.lgs. n. 42/2004.

1.2. Il Comune di Napoli, ritenendo l'intervento assentibile sotto il profilo paesaggistico, ha trasmesso la proposta prot. n. 185 del 5.3.2012 alla competente Soprintendenza, corredandola della relazione tecnica illustrativa e del parere favorevole espresso dalla C.E.C.I. nella seduta del 16.2.2012.

2. Con nota prot. n. 6230 del 23.3.2012 la Soprintendenza ha comunicato alla società ricorrente il preavviso di diniego ex art. 10 bis della legge n. 241/1990 e, nonostante le osservazioni presentate da quest'ultima, la Soprintendenza ha confermato il parere sfavorevole con nota prot. n. 1904 del 10.4.2012 e il Comune di Napoli con provvedimento del 7.5.2012 ha comunicato l'adozione del diniego definitivo di autorizzazione paesaggistica.

3. La società ricorrente deduce l'illegittimità degli atti impugnati per violazione di legge (artt. 7, 8 e 10 della legge n. 241/1990; art. 87 del D.lgs. n. 259/2003; art. 146 del D.lgs. n. 42/2004) e per eccesso di potere sotto molteplici profili, chiedendone l'annullamento.

4. Il Ministero resistente, ritualmente costituito in giudizio, ha concluso per la reiezione del ricorso, mentre il Comune di Napoli ha eccepito, in via preliminare, il proprio difetto di legittimazione passiva concludendo nel merito per il rigetto.

5. La Congregazione religiosa società Divine Vocazioni ha depositato atto di intervento ad adiuvandum concludendo per l'accoglimento del ricorso.

6. Con l'ordinanza n. 1020 del 12.7.2012 il Collegio ha denegato la domanda di misure cautelari per carenza di fumus, riguardando le censure articolate da parte ricorrente "una valutazione squisitamente di merito in ordine all'impatto paesistico della installanda stazione radio base, valutazione adeguatamente e congruamente motivata". Il predetto provvedimento cautelare è stato confermato in sede di appello dal Consiglio di Stato con l'ordinanza n. 4008 del 5.10.2012.

7. Alla pubblica udienza del 24.10.2013 la causa è stata trattenuta in decisione.



elenco: documentazione -> materiale didattico
materiale didattico -> Reato in genere
materiale didattico -> Cassazione civile, sez. III, 28 agosto 2007, n. 18184 la corte suprema di cassazione
materiale didattico -> La responsabilita’ amministrativa e contabile alla luce degli ultimi approdi della giurisprudenza
materiale didattico -> Comodato gratuito, comodato modale, locazione: le ragioni delle differenze Godere l’altrui casa e pagarne le imposte non è
materiale didattico -> Capitolo – Indirizzi di politica nell’ue politica ambientale dell’unione europea e principali regolamenti del comparto forestale
materiale didattico -> L’eredità del Moderno
materiale didattico -> Note sugli ordini di protezione contro gli abusi familiari
materiale didattico -> Corso di storia dell’architettura moderna
materiale didattico -> Cultura dei materiali e cultura del progetto


Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   14


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale